Frutta e verdura di stagione

Advertisement

sei qui: Articoli informagiovani Energia pulita >  Frutta e verdura di stagione

 

Frutta e verdura di stagione 

 

 

Quando ero piccolo mia nonna mi portò a mangiare in una trattoria all’aperto.

Cominciò a piovere. Ci misi tre ore a finire il brodo. (Mario Zucca)

 

Novembre

 

Prodotti di stagioneÈ arrivato l’autunno e sono arrivati anche la pioggia e il freddo, che piacere mangiarsi un bel minestrone caldo… e allora andiamo dal fruttivendolo, al mercato o al supermercato e compriamo prodotti di stagione, freschi e locali, farà bene a noi e all'ambiente, vediamo perché.


Comprando prodotti di stagione locali:

  • contribuiamo a ridurre l'impatto ambientale (i prodotti che non sono di stagione compiono lunghi viaggi durante i quali si consumano risorse, carburante, denaro, s'inquina, si impiegano conservanti e imballaggi ecc.);

  • ci alimentiamo in modo sano e naturale perché stagionalità significa assunzione di maggiori e migliori nutrienti e impiego di minori pesticidi e conservanti. Le coltivazioni forzate sono povere di vitamine e antiossidanti (questi ultimi raggiungono la massima concentrazione con la maturazione) e ricche di pesticidi, indispensabili a difendere il prodotto debole (perché fuori stagione) dagli attacchi dei parassiti. Forse non tutti sanno che quando la frutta proviene da lontano viene raccolta acerba e trattata con il gas per bloccarne la maturazione durante il lungo viaggio (avete presente quell'odore terribile di conservante quando si apre un frutto? Si proprio quello...). La maturazione ricomincia solo successivamente in apposite celle frigorifere e... addio vitamina C;

  • variamo la nostra dieta seguendo la natura, mangiando a seconda di ciò che offre la natura, evitando di introdurre le stesse cose durante tutto l'anno - vedi per esempio i pomodori – abituandoci a cambiare, a variare sapori e ricette;

  • risparmiamo soldi (comprare primizie o alimenti tardivi porta a spendere più del dovuto per avere, molto spesso, scarsa qualità).

Ricordate di consumare verdure crude, tagliandole con un coltello di ceramica o un normale coltello ma molto affilato, per ridurre al minimo la dispersione dei nutrienti e l'ossidazione. Per la cottura preferite sempre quella a vapore.

Se potete, non fate la spesa settimanale ma comprate frutta e verdura fresche ogni 2 o 3 giorni. I prodotti freschi si dovrebbero consumare nel giro di 3-4 giorni altrimenti perdono molte delle loro proprietà.

Ricordate che a tavola si mette in atto la più efficace strategia contro " gli aggressori" del nostro organismo, quali malattie, stress, obesità. Siamo noi, con il nostro stile di vita a costruire, giorno dopo giorno, una difesa contro i nemici della nostra salute, non solo fisica, ma anche mentale.

 

verdure di stagione autunnoVerdure

L’autunno offre molte verdure con grandi proprietà antiossidanti, verdure a foglia verde, che racchiudono sostanze che combattono i radicali liberi.

Questo mese sui banchi colorati del mercato possiamo scovare, ma non ancora per molto, il finocchio, le carote, le bietole da coste, la cicoria (depurativa), la cicoria belga, la catalogna, il sedano. Rispetto ad ottobre, troviamo adesso un ortaggio importante come il carciofo (ricco di magnesio, fosforo e potassio). Inoltre patate dolci e rape, tartufi e topinabur (non sapete cosa è? Cercatelo su google... ha un sapore leggero di carciofo), le rape e il sedano rapa, il cavolfiore, il porro, i cavolini di Bruxelles, i broccoli (dispensatori di carboidrati, sodio e potassio), il cavolo cappuccio, il cavolo verza, il cavolo rosso (buono con aceto balsamico e mele renette) e i cardi (deliziosi in tegame con poco pomodoro e un uovo sbattuto sopra).


frutta di stagione autunnoFrutta

Ecco i melograni, le clementine, l’uva di diversi vitigni, le mele e le pere, i dolcissimi cachi (o kaki), le fantastiche e sottovalutate melagrane (troppo tempo necessario per mangiarle?) e poi castagne noci e nocciole, importanti contro i radicali liberi, per aumentare il colesterolo buono ed anche per i nostri dolci. Questo è anche il periodo del kiwi, arrivano sulle nostre tavole e ricordiamocelo, di solito sono italiani. Inoltre possiamo trovare arance, mandaranci e mandarini, ma meglio evitarli per ora, siamo all’inizio per cui oltre al prezzo alto, forse anche il sapore non è ottimo. Aspettiamo fino a dicembre/gennaio! Immancabili i limoni (mescolati alla spremuta d'arancia, le danno un tocco profumato e tanta vitamina C). Preparatevi a fare scorta di arance e preparate spremute per tutti, vi aiuteranno a evitare/superare i malanni. Evitate gli agrumi con la buccia lucida, si tratta di una lucidatura fatta con cera per rendere i frutti più belli, non ci cascate.


Video Questo video ve lo segnaliamo per una spesa sana, antitumorale, gustosa e ovviamente stagionale! //www.youtube.com/watch?v=77o2v_2B_Vc&feature=fvw


 

Articolo della redazione di Informagiovani-italia.com

Commenti, critiche, suggerimenti? Vuoi scrivere anche tu? redazione @ informagiovani-italia.com (togliere gli spazi)

 

Torna su
 

Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal