Università di Amburgo

Advertisement

Università di Amburgo

 

Amburgo è una delle città tedesche più importanti. Come numero di abitanti è seconda solo a Berlino. Ed il suo grande porto, posto sull'estuario dell’Elba, è il maggiore della Germania ed il secondo d’Europa. Oltre ai grandi numeri, a rendere questa città così speciale ci pensano il suo ampio impianto urbanistico, la vocazione marittima, e la grande apertura mentale. Quest’ultima, in particolar modo, fa si che Amburgo sia una delle metropoli più stimolanti del vecchio continente: ricca di cultura, divertimento, e sport.

Advertisement

Università di AmburgoInoltre, a rendere un ottimo luogo dove vivere tale centro urbano contribuisce anche la natura. In particolare la meravigliosa foce dell’Elba che, con le sue notevoli dimensioni, è come se aprisse la città verso il mare aperto. E ancora la grande quantità di parchi e zone verdi che garantiscono la possibilità di piccole fughe giornaliere dal grigio del cemento.

Una città bella, stimolante ma vivibile, che può vantare un’eccellente rete di trasporti pubblici. Questi comprendono la metropolitana (U-Bahn, S- Bahn), le ferrovie regionali, gli autobus e i traghetti. La U-Bahn è la classica metropolitana sotterranea, mentre la S-Bahn viaggia in superficie ed è normalmente detta " trasporto leggero a servizio rapido".
Se, invece, si preferisce chiamare un taxi le compagnie a disposizione sono: Taxiruf Hamburg (441 011), Taxi Hansa (211 211), e Das Taxi (221 122).

Questa metropoli offre ovviamente anche la possibilità di un’istruzione universitaria di alto livello, grazie alla presenza dell’università e del politecnico, in tedesco dette Universität Hamburg e Technische Universität Hamburg-Harburg (TUHH).

L'Università di Amburgo fu fondata il 28 marzo del 1919 da Wilhelm Stern e altri, ma l’annuncio ufficiale venne dato solo il primo aprile. In meno di un secolo di storia questo istituto è cresciuto notevolmente, lasciando il proprio segno nel mondo del sapere e della scienza. A testimoniarlo vi sono i tre premi nobel: Krebs e Hausen premiati nell’ambito della medicina, nel 1953 il primo e nel 2008 il secondo; eJ. Hans D. Jensen nobel in fisica nel 1963. Per non trascurare l’influenza dell’ateneo nelle alte sfere della politica e della finanza tedesca: proveniva dall’ateneo di Amburgo il cancelliere Helmut Schmidt, in carica dal 1974 al 1982.

All’epoca della fondazione vi erano 1729 iscritti, ora questi sono più di 40.000, inclusi quasi 5.000 stranieri. Un bacino così ampio e vario di studenti, supportato da un corpo docente di qualità, ha spinto l’Università di Amburgo verso lo sviluppo e il sostegno della ricerca, basti pensare che, dal 2006 ad oggi, sono stati istituiti 6 centri e 6 gruppi di ricerca collaborativi, 7 gruppi di addestramento alla ricerca, 2 scuole di ricerca internazionale, e 13 gruppi formati esclusivamente da giovani scienziati. Tutto ciò, ovviamente, è stato reso possibile dall’appoggio di grandi sponsor privati, attirati dall’ottima reputazione dell’ateneo, e dalla ricaduta positiva sul marchio di certi investimenti. Un approccio e una lungimiranza che, purtroppo, in Italia ancora mancano.

Le facoltà presenti nell’università di Amburgo sono: giurisprudenza, economia, medicina, psicologia e scienza dell’educazione, umanistica, bioinformatica, matematica e scienze naturali.

Un ventaglio di offerte ampio e di altissima qualità.

Siete dunque interessati a un periodo di studio all’estero e l’università di Amburgo potrebbe fare al caso vostro? Bene. Allora è il momento di occuparsi di uno degli aspetti fondamentali riguardanti un trasferimento: la ricerca della casa.

L’università di Amburgo offre, a studenti tedeschi e stranieri, alloggi economici in 23 residenze per un totale di 3.950 posti letto. Si tratta di stanze doppie o singole con spazi comuni a disposizione. Un modo utile per abbassare i costi e aiutare la socializzazione dei " nuovi arrivati". I posti però sono pochi rispetto alle richieste e quindi è fortemente consigliato mettersi in contatto con lo Studentewerk (ente responsabile dei servizi agli studenti) il prima possibile, in modo da assicurarsi un alloggio in tempo con l’inizio del semestre.

Ma non temete, l’università pensa anche ai più sfortunati e disorganizzati, mettendo a disposizione per coloro che devono iniziare i corsi ma non hanno ancora trovato alloggio un certo numero di stanze a 15 euro a notte. Stanze che è possibile occupare per un paio di mesi all’inizio del primo semestre (da settembre a novembre), il tempo massimo ritenuto necessario per trovare un alloggio definitivo. Purtroppo, nel caso di grande richiesta, per poter venire incontro alle esigenze di tutti, il tempo massimo di affitto viene drasticamente ridotto a 8 giorni.

Per richiedere questa soluzione d’emergenza bisogna rivolgersi all’ufficio apposito situato in Borgfelder Straße 16, aperto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 11 di mattina, e dal lunedì al giovedì anche di pomeriggio dalle 2 alle 3. Il numero di telefono è 040/25 60 31. L’email:hv-grh@studierendenwerk-hamburg.de

Esiste poi il Centro generale per l’alloggio, sito al secondo piano di Grindelallee 9. Aperto dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12 di mattina. E dal lunedì al giovedì dalle 2 alle 4 del pomeriggio.

Il politecnico di Amburgo (Technische Universität Hamburg-Harburg, TUHH) è una delle università più giovani ma di maggior successo della Germania. La sua fondazione risale a poco più di trenta anni fa, datando 1978.

Il Campus da allora è andato sviluppandosi soprattutto nella zona sud della città, dove edifici funzionali e moderni svettano in mezzo a ricchi e vivaci spazi verdi. Un ambiente perfetto perché la creatività e le giovani idee possano mettersi al servizio e aiutare lo sviluppo delle scienze ingegneristiche.

Il politecnico si concentra in special modo su: ricerca, approccio interdisciplinare, legame con il territorio ma anche apertura verso l’esterno. E questi principi vengono applicati in tutte le facoltà, ossia: ingegneria civile, ingegneria elettronica, ingegneria meccanica, ingegneria chimica, e ingegneria gestionale. Inoltre, oltre la ricerca e l’insegnamento, nel Campus si coltivano le attività sportive e le più diverse offerte culturali, come dibattiti, concerti, festival e party. Il tutto atto a stimolare la socializzazione, la collaborazione e la curiosità intellettuale di studenti e docenti.

Grande spazio viene dato anche agli studenti stranieri e all’arricchimento che la loro presenza può portare. Questi hanno la possibilità di organizzare regolari presentazioni della propria terra natale, concentrandosi su aspetti interessanti e stimolanti quali le tradizioni, l’arte, il cibo, e molto altro ancora.

L’università tecnica di Amburgo brilla per organizzazione e attenzione ai bisogni degli studenti, anche per quanto riguarda l’assicurazione di un alloggio.

L’ufficio apposito si occupa di supportare sia i ragazzi stranieri sia i tedeschi nella ricerca di un posto letto. Per essere in grado di svolgere questo compito al meglio, è bene che venga interpellato solo quando lo studente sia già stato accettato dalla facoltà, abbia le idee chiare circa il proprio tetto massimo di spese, e conosca il mese previsto per l’arrivo. In ogni caso è bene fare richiesta d’alloggio almeno con due mesi di anticipo, soprattutto se l’inizio degli studi è previsto per il primo semestre.

Ma come fare? Molto semplice! Basta compilare il modulo presente al seguente indirizzo Studierendenwerk. In questo modo si prenota una delle stanze dei numerosi studentati sparsi per tutta la città.

Nel caso i posti letto nelle case degli studenti non siano più disponibili, o si preferisca un posto in un appartamento condiviso, l’iter da seguire è diverso e più complesso. In Germania, come in Italia, il mondo degli affitti privati ai giovani è una giungla, e anche se lo Studierendenwerk non fa mancare il proprio supporto, è lo studente a dover fare quasi tutta la fatica. Si può cercare tra le offerte di due piccoli giornali locali specializzati in annunci, l’Elbe-Wochenblatt e l’Hamburger Anzeiger, che vengono pubblicati una o due volte a settimana. Inoltre sono sempre presenti delle occasioni sulle bacheche dell’università o nei numerosi siti specializzati.

Un prezzo " onesto" va dai 260 ai 400 euro mensili per una stanza in un appartamento in condivisione. A questi va quasi sempre aggiunta una cauzione che viene restituita alla rescissione del contratto.

 

Torna su

 

 

Ostelli Amburgo  Ostelli Germania

Carte d'Allemagne    Karte von Deutschland   Mapa  Alemania  Map of Germany

Carte de Hambourg     Karte von Hamburg   Mapa Hamburgo   Map of Hamburg

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal