REEPERBAHN AD AMBURGO

Advertisement

La zona a luci rosse di Amburgo

 

Forse pochi lo sanno, ma Amburgo ospita uno dei più grandi quartieri a luci rosse d'Europa. La Reeperbahn  è la zona più famosa della vivace vita notturna della città, con bar, locali, cinema a "tema" e non. Non è forse in questo quartiere che quattro giovanissimi ragazzi di Liverpool iniziarono la loro carriera? Nei primi anni '60, i Beatles iniziarono a corteggiare il pubblico tedesco qui ad Amburgo, esibendosi in vari club musicali lungo la strada Große Freiheit (che tradotta significa "grande libertà").

 

Advertisement

Lo stesso John Lennon pare abbia detto " sono nato a Liverpool ma sono cresciuto ad Amburgo". Alcuni di questi locali continuano ad essere in attività ancora oggi, non mancate di visitare ad esempio il Club Indra o il Kaiserkeller.

 

I quartieri a luci rosse, si sa, sono il frutto di tradizioni commercializzate in tutto il mondo (a volte anche in modo eccessivo), ma la operosa, imprenditoriale Amburgo è riuscita ad andare oltre, arrivando là dove altre si sono perse: trasformando il tutto in una garbata attrazione turistica (la seconda maggiore della città per numero di visitatori). Definire Reeperbahn solo un quartiere a luci rosse potrebbe essere in effetti abbastanza riduttivo. In generale possiamo dire che l'interesse per la zona è concentrato nel noto quartiere di St. Pauli, ad est del centro e la Reeperbahn è solo una delle sue vie, lunga circa mezzo chilometro. Il nome Reeperbahn letteralmente si traduce in "strada della corda", in riferimento alla massiccia quantità di corda di canapa qui prodotta un tempo (XVIII e XIX secolo) per le navi nel porto più grande della Germania.

Nell'Ottocento, la maggior parte delle forme di intrattenimento, tra cui i teatri, vennero banditi dalla classe più 'rispettabile' della città. Non fu di certo per caso che il quartiere, poco distante dal porto, ebbe modo di sviluppare delle proprie, indipendenti, occasioni di divertimento. Da li a breve, avrebbe attirato numerosi marinai d
el vicino porto. I curiosi saranno felici di sapere che il primo teatro di Amburgo aprì proprio sulla Reeperbahn, nel 1842. Entro il 1860, il quartiere poteva già contare diversi sexyshops.

 

Oggi, la Reeperbahn è entrata di diritto nella lista delle maggiori attrazioni della città, organizzata secondo chiare regole sanitarie e di sicurezza. Si ha per esempio l'esigenza che ogni ragazza debba sottoporsi ad un esame medico ogni due settimane; le prostitute devono pagare le imposte sul reddito del profitto ottenuto; la vicina stazione di polizia di Davidwache, all'angolo tra la Davidstrasse e la Reeperbahn, deve fornire e garantire onnipresente protezione all'intero quartiere; un'ordinanza comunale del 2007 vieta il possesso di armi nella zona di Reeperbahn; in alcune strade esiste il divieto di accesso alle donne e ai minori di 18 anni; a partire dal 18 luglio 2009 sono vietate le bottiglie di vetro, dal venerdì sera fino a lunedì mattina. La violazione del divieto apparentemente può costare anche parecchio cara, una multa fino a 5000 euro.

 

La vita sulla Reeperbahn incomincia a 'ruggire' dalle 20.00, ora in cui bar e teatri aprono i battenti. Tra la mezzanotte e le 5.00 del mattino, è tutto un vivace via vai di gente, uomini e donne, giovani adulti e meno giovani. Non solo sexyshops, e locali di spogliarelliste, ma anche casinò, teatri, discoteche e soprattutto tantissimi bar. Non aspettatevi di vedere ragazze in vetrina, al contrario di Amsterdam, ad Amburgo gli ospiti vengono accolti nelle apposite case chiuse di Herbertstrasse, che per l'appunto sono chiuse a donne e minori.

 

A Reeperbhn si trova anche un museo erotico, le cui esposizioni sono impreziosite da opere di artisti quali Rembrendt o Picasso e i cui soggetti sono dello stesso tema che caratterizza tutto il quartiere. La St Pauli Preservation Society ha accusato un calo della tradizione dei sexyshops e della prostituzione in genere nella Reeperbahn, a favore di un aumento sproporzionato di discoteche e bar a buon mercato. Tre volte all'anno (marzo, agosto e novembre) ha luogo la grande fiera a Sankt Pauli, nell'area chiamata Dom. Non mancatela per la varietà di prodotti alimentari in esposizione e per il folclore locale.

 

Infine, non ci resta che darvi qualche consiglio in più: abbiate buon senso e cautela, come in qualsiasi zona di simile tematica. Il quartiere è sicuro ed è un luogo turistico da vedere. La gente lo frequenta non solo per i sexyshops e le case chiuse ma anche per una semplice cena, per ascoltare musica dal vivo, andare a teatro, vedere un musical o altre attività non connesse al sesso. Vale la pena tuttavia sottolineare la probabilità (abbastanza alta ovviamente) d'essere avvicinati da prostitute che mettono in offerta certi "servizi".

 

Come arrivare?

Usate i trasporti pubblici: Metropolitana U-Bahn, St. Pauli; treno: S-Bahn: Reeperbahn

 

Torna su

 

 

Ostelli Amburgo   Ostelli Germania

Carte d'Allemagne    Karte von Deutschland   Mapa  Alemania  Map of Germany

Carte de Hambourg     Karte von Hamburg   Mapa Hamburgo   Map of Hamburg

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal