Condominio Follonica guadagna 1200 euro a famiglia  risparmio energetico

Advertisement

Sei qui:  Energia pulita > Condominio di Follonica guadagna 1200 euro a famiglia...

 

Condominio Follonica guadagna 1200 € a famiglia con risparmio energetico

 

 

A Follonica "la Rimini del Tirreno", località in provincia di Grosseto conosciuta per le sue spiagge nel 2010 un gruppo formato da 20 famiglie hanno acquistato un appartamento nel "condominio a emissioni zero". Il condominio fa  parte di un'area Peep (Piano per l’edilizia economica e popolare), che rappresentano il primo condominio in Italia a costo ed emissioni zero. Ne hanno parlato articoli di giornali prima, durante e dopo la costruzione del complesso. Perchè condominio a costo zero? Perchè a differenza dei soliti condomini non ci sono spese di gestione relative all'energia, assicurata dalle fonti rinnovabili, principalmente la geotermia e dai materiali a risparmio energetico.

 

Il condominio è a costo zero perché su di esso non gravano le spese che solitamente pesano sulle gestione di un edificio, come tutte quelle relative all’energia, in quanto questa è assicurata da fonti rinnovabili, principalmente dalla geotermia e fotovoltaico, e il risparmio è assicurato dall’efficienza energetica dei materiali impiegati.

 

Il condominio è a costo zero perché su di esso non gravano le spese che solitamente pesano sulle gestione di un edificio, come tutte quelle relative all’energia, in quanto questa è assicurata da fonti rinnovabili, principalmente dalla geotermia e fotovoltaico, e il risparmio è assicurato dall’efficienza energetica dei materiali impiegati.

Advertisement

 

Condominio emissioni zero FollonicaDopo poco più di due anni si sono tirate le prime somme ed è venuto fuori che ogni famiglia non solo ha avuto una bolletta uguale a zero ma ha guadagnato circa 1200 euro all'anno. A darne notizia, tra gli altri quotidiani, è il Sole24ore dove il responsabile del progetto Giacomo Biserni (dello studio Ecogeo) dice "Essendo un impianto composto, alimentato da fotovoltaico e capace di produrre energia poi immessa nella rete, in due anni il condominio ha ottenuto ricavi per 21mila euro: in parte queste risorse sono servite per far funzionare il locale geotermico, in parte ciascuna famiglia ha guadagnato circa 1.200 euro all'anno". Pensate se una iniziativa del genere fosse replicata a tutta l'Italia.

Questo progetto che è diventato un punto di riferimento nel settore è nato nel 1999, grazie ad un accordo tra la Cooperativa Avvenire, presieduta da Piergiorgio Romagnoli e proprio lo studio Ecogeo di Siena, a cui si sono uniti gli studi comparati di diverse università italiane e straniere. La cooperativa ha offerto gli alloggi, che hanno una superficie media tra gli 80 e i 100m2, comprensivi di box auto e giardino privato, venduti ad un prezzo di circa 255.000 euro, prezzi che erano in linea con il mercato locale.

La tecnologia dietro al "condominio a emissioni zero" sono le 16 sonde che arrivano fino a 120 metri di profondità per acquisire calore, calore poi spinto poi dalle pompe attraverso un sistema di serpentine fino a sotto il pavimento, il tutto alimentato da pannelli fotovoltaici sul tetto. Esempi del genere e di grande successo erano già stati costruiti in vari paesi europei tra cui la Svizzera. Tra l'altro l'attuale leader del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo propone questo tipo di costruzioni a efficienza energetica da diversi anni. L'impianto di Follonica fornisce il 100% di riscaldamento, il 100% del raffrescamento, la deumidificazione e l'acqua calda sanitaria durante le varie stagioni. Le spese per far funzionare la geotermia sono state pari a circa 4.200 euro per l'intero condominio cioè circa 250 euro a famiglia comprese le tasse. Non male affatto.

 

L'Italia spende ogni anno di bolletta energetica 100 miliardi di euro, quasi l'equivalente della spesa per interessi che il paese paga per il suo mostruoso debito pubblico. Dopo tutte le tasse che sono state messe, spesso in modo indiscriminato, sugli immobili, questa potrebbe essere la via giusta per fare ripartire il settore edilizio, cruciale per ogni economia, dare una mano all'ambiente in termini di inquinamento e sfruttamento del suolo e liberare risorse per famiglie e aziende.


 

Torna su

 

Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal