website
statistics
 
Cosa vedere ad Ajaccio

Da vedere ad Ajaccio - Cosa visitare ad Ajaccio

 

Ajaccio è una piccola città di poco più di 65.000 abitanti, le sue attrazioni storiche in città non sono pertanto numerose, ma quelle presenti hanno costituito grande importanza per la storia della Corsica e la storia della Francia intera. Qui, come è noto e come vi sarà più volte ricordato in città, il 15 agosto 1769 nacque Napoleone Bonaparte, in lingua corsa nato come Nabulione Buonaparte. La città inoltre è stata un importante punto di forza per personaggi storici come Pasquale Paoli, patriota nazionale corso (U babbu di a Patri, come viene indicato in lingua corsa).

Tra le attrazioni turistiche di Ajaccio non si può di certo non includere la sua natura, il litorale costiero ricche di spiagge di sabbia dorata e di un mare cristallino e pulito, e la campagna e i boschi delle aree più interne, che arrivano a raggiungere le cime più alte dei monti centrali.

 

Cattedrale di Nostra Signora della Misericordia di Ajaccio

Borgo antico

Ajaccio

Cattedrale di Nostra Signora della Misericordia di AjaccioLa bella cattedrale di Ajaccio (Cathédrale Notre-Dame de la Miséricorde), consacrata nel 1593, ci ricorda che qui Napoleone Bonaparte fu battezzato nel 1771 (due anni dopo la sua nascita), come ricorda l'iscrizione "Heic baptisatus Imperator Magnus". La chiesa presenta uno stile architettonico manieristico e si riconosce per la facciata d'impronta barocca. All'interno ospita un importante dipinto di Delacroix "la Vierge du Sacré-Coeur". La cattedrale si veste a festa durante le celebrazioni della Madunuccia, di antica tradizione seicentesca.

Torna su

 

Casa di Napoleone

Rue St Charles

Tel: +33 (0) 495 21 43 89

Ajaccio

Casa Napoleone ad AjaccioA pochi passi dalla cattedrale troviamo l’emblema di Ajaccio, la Maison Bonaparte, luogo di nascita di Napoleone e sede della sua prima giovinezza. Qui si ammirano i ritratti della famiglia Bonaparte, gli arredamenti periodici e i mobili d’epoca, così come arazzi e mobili raffinati (come il letto stile Luigi XV) e i bellissimi cassettoni intarsiati di fattura intarsiati. Interessante la superba collezione d’arte raccolta dallo scrupoloso zio di Napoleone, il Cardinale Fesh: capolavori recuperati in chiese e palazzi cittadini presi in custodia nella propria casa. In contrasto, la camera imperiale è semplice e spartana, tipica di un militare di allora, con i muri in calce bianca e scarsa mobilia. Le sale del secondo piano sono dedicate alla famiglia Bonaparte dove si ammira l’albero genealogico fino al 1959, di cui uno in particolare fatto di capelli, e in più autografi, armi, ritratti e altri cimeli; in un’altra stanza si ammira la rievocazione del viaggio in Corsica di Napoleone III e dell'imperatrice Eugenia nel 1869.

Torna su


 

Museo Fesch

50 Rue Fesh

Tel: +33 (0) 4 95 21 48 17

Ajaccio

Museo FeschNon tutti forse sanno che ad Ajaccio si trova uno dei Musei più interessanti in Europa, ebbene sì, il Museo Fesch è un vero e proprio pezzo d’arte in se, ospita una superba collezione d'arte primitiva italiana, e dopo il Louvre è uno dei più grande nel nel suo genere. Tra le opere esposte si ammirano anche i capolavori del Bellini, Botticelli, Tiziano, Van Dyck, Perugino, Veronese, Bernini, Poussin e Canova. Il Palazzo Fesch, dove è ospitato il museo fu edificato a partire dal 1828, per volontà del cardinale Joseph Fesch, zio materno di Napoleone Bonaparte. In Italia come ambasciatore di Francia presso lo Stato Pontificio, il cardinale conobbe e apprezzò l'arte italiana, tanto da iniziare una collezione di opere che alla sua morte, nel 1839, arriverà a contare la cifra incredibile di circa sedicimila dipinti. Trasferita da Roma in Corsica, la collezione costituì il nucleo del patrimonio museale, arricchito in seguito da altre donazioni e lasciti, tra cui quello di Felice Baciocchi nel 1866, di Girolamo Bonaparte nel 1897, e della famiglia Rothschild nel 1889 e 1909. Il museo è stato completamente ristrutturato e riaperto al pubblico nel giugno 2010.

Torna su


 

Chapelle Impériale di Ajaccio

Rue du Cardinal Fesch,

Tel: +33 (0) 495 21 48 17

Ajaccio

Chappelle ImperialeEdificata ne 1855 da Napoleone III questa piccola e elegante cappella serviva da mausoleo imperiale, custodia delle tombe della famiglia Bonaparte. Venne accolto così accolto il desiderio del Cardinale Fesch (deceduto nel 1839), zio di Napoleone, che desiderava "établie ma sépulture, celle de ma soeur Letizia et de tous les membres de la famille Bonaparte qui voudront y être ensevelis" (la mia sepoltura, quella di mia sorella Letizia [madre di Napoleone I] e di tutti i membri della famiglia Bonaparte che vorranno essere inclusi). Come è noto la tomba di Napoleone è custodita a Parigi, nel sarcofago dell'Hôtel des Invalides.

 

Torna su

 

Cittadella di Ajaccio e Jeteé de la Citadelle

Lungomare di Ajaccio

Ajaccio

Cittadella AjaccioDalla Cappella della famiglia Bonaparte, camminando lungo il lungomare si arriva al molo delle antiche fortificazioni di Ajaccio e cioè al Jeteé de la Citadelle (molo della Citadella). Il panorama è stupendo, quello rivolto verso il mare lontano e quello della marina, con le barche a riposo, del golfo e della adiacente Citadel, costruita nel XV secolo fino al 2005 è stata di proprietà del ministero della difesa francese, quindi ceduta al comune di Ajaccio. La Cittadella consiste in un dongione, e cioè la torre più alta del castello, e di una bassa cinta muraria, ancora ben conservata e riverse verso il mare aperto e verso una spiaggia conosciuta come plage Saint-François.

Torna su

Place Foch

Place Foch AjaccioLa Place Foch è sita nel centro della città vecchia, a due passi dai borghi medievali. La si apprezza in particolare in quanto fiancheggiata da caffè e ristoranti e la si riconosce per la statua di Napoleone imperatore. Uno dei posti più rappresentativi della città.

 

Torna su

 

 

Biblioteca di Ajaccio

50 - 52 rue cardinal Fesch

Tl : +33 (0) 495 51 13 00

Ajaccio

Bilblioteca AjaccioBiblioteca municipale creata nel 1801 da Luciano Bonaparte, fratello di Napoleone, che donò oltre 12.000 libri confiscati dai rivoluzionari alla Corona, alla nobiltà e alle comunità religiose. Venne poi chiamata Biblioteca Nazionale di Liamone. La sala di lettura di 30 metri di lunghezza ospita parte della collezione vecchia che ha ormai raggiunto i 40.000 volumi originari dal XV al XIX secolo e 29 incunaboli e 220 manoscritti, provenienti dalle donazioni del cardinale Fesch, da Roland Bonaparte e dai nipoti Lucien e Luigi Campi.

Torna su

 

Museo Napoleonico del Municipio di Ajaccio (Musee Napoleonien del Hotel de Ville)

Hotel de Ville

Avenue Antoine Serafini

20000 AJACCIO

Tél : 04 95 51.52.53

Museo Napoleonico AjaccioIl Municipio di Ajaccio si ammira per la sua bella architettura degli anni '30 dello scorso secolo e come "Luogo della Memoria" della famiglia imperiale. Al suo interno è infatti ospitato il Museo Napoleonico: si ammirino in particolare le medaglie napoleoniche e il salone napoleonico con ritratti e busti della famiglia dei più grandi artisti degli imperi prima e seconda (si noti soprattutto il ritratto di Napoleone I in abiti da incoronazione).

Torna su

Ajaccio e dintorni:

Isole Sanguinarie (Île Sanguinaires)

Dal molo della Citadelle si effettuano delle escursioni giornaliere alle Sanguinarie, le isole del golfo di Ajaccio, conosciute per la natura selvaggia e per il castello situato nella punta massima dell’isola. Splendido il tramonto (da cui il nome, dove tutto diventa rosso), secondo molti uno tra i più suggestivi d’Europa.

A Capulatta

Situato a circa 21 km da Ajaccio, nella zona di Vero, lungo la strada N193, troviamo il selvaggio parco, di Capulatta. All'interno si possono ammirare più di 150 specie di tartarughe.

Sito archeologico di Filitosa

Località Sollacaro (Propriano)

Corsica

A meno di un ora a sud di Ajaccio, troviamo l'area archeologica dei misteriosi Menhir di Filitosa, scoperta nel 1946 per caso nella proprietà di Charles Antoine Cesari grazie alle curiosità e alle conoscenze dell'inglese Lady Rose (Dorothy Carrington). I Menhir sono dati circa 1500 a.C. e probabilmente furono usati dalla civiltà torreana, che molti ritengono essere parte integrante della civiltà nuragica della Sardegna. Il sito si ritiene tuttavia essere di origine molto più antica, circa 3000 a.C.

Spiagge di Ajaccio:

Belle e limpide le spiagge della Corsica trovano in Ajaccio la calma particolare del mare Mediterraneo più vero. Tra le tante suggeriamo: la spiaggia di Marinella, la spiaggia Saint-Francois (al centro d'Ajaccio), proseguendo verso l'aeroporto la bella ed elegante spiaggia della Isolella, e ancora quelle del Golfe di Lava, di Liscia e Tiuccia e quella di Sagone, a circa 30 km da Ajaccio, sulla strada per Porto e Calvi, frequentata destinazione di visita per via del caratteristico villaggio di pescatori, il quale ancora oggi conserva tradizioni originarie dell’antica Roma.

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal

 

Torna su

 

Ostelli Ajaccio   Ostelli Francia   Hotel ad Ajaccio

Carte de France  Karte von Frankreich      Mapa Francia     Map of France

Carte Ajaccio    Karte von Ajaccio    Mapa Ajaccio    Map of Ajaccio

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal