Dintorni di Liegi

Dintorni di Liegi

 

La città Belga di Liegi offre la possibilità di poter ammirare nei suoi dintorni delle meravigliose località. Natura, storia, arte, cultura, tradizioni e specialità della favolosa enogastronomia, costituiscono una parte dell’immenso patrimonio che le varie località, facilmente raggiungibili da Liegi, sono in grado di poter offrire. Effettuare un gita nei dintorni di Liegi significa anche andare alla scoperta delle favolose Ardenne.

Bastogne

BastogneA poco meno di ottanta chilometri da Liegi si trova Bastogne, località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in un circa sessanta minuti. Bastogne è una di quelle tranquille cittadine delle Ardenne che sarebbero andate nel dimenticatoio se la storia non fosse intervenuta così drammaticamente come è avvenuto nel dicembre del 1944. Ora è una città ricordata per l’epica battaglia delle Ardenne, l’epopea dell’ultimo sussulto dell’esercito tedesco e l’eroica difesa della città assediata da parte dei soldati americani. E Bastogne non consente di dimenticare quei giorni di grinta americana e disperazione tedesca. La città è ricca di monumenti, musei, memoriali, campi di battaglia e cimiteri, tutti dedicati a mantenere viva la memoria degli eventi che si svolsero nelle due settimane del mese di dicembre. Bastogne è vicino al confine con il Lussemburgo, nel sud-est del Belgio. Questa città di lingua francese si trova nella piacevole campagna che si snoda dall’altopiano delle Ardenne. Quando la regione venne conquistata dai romani la zona di Bastogne era abitata dai Treveri. Nell’ottavo secolo era un piccolo villaggio. Nel 1332 Giovanni il Cieco, Conte di Lussemburgo eresse una imponente fortificazione dove si trovavano quindici torri e due porte fortificate. Nel 1688 Luigi XIV ordinò che le mura di Bastogne venissero abbattute.

Oggi è anche conosciuta per la famosa corsa ciclistica Liegi-Bastogne-Liegi. Di notevole interessa da visitare il Bastogne Historical Center, il Mardasson Memorial, e il Bosco della Pace, dove in occasione dei cinquant’anni della battaglia sono stati piantati 4.000 alberi. Nella città di Bastogne si trova il famoso carro armato Sherman del 11° US Armored Division Thunderbolt.

Spa

SpaA poco meno di cinquanta chilometri da Liegi si trova Spa, località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in un circa quaranta minuti. Spesso definita come la perla delle Ardenne, Spa è una attraente città belga posta in una valle boscosa circondata da colline ondulate e innumerevoli fiumi e sorgenti. Estesa su circa 8600 metri quadrati di piscine calde, con temperature dell'acqua di 90 gradi, les Thermes de Spa, rappresentano uno dei centri benessere più famosi al mondo. La Galleria Leopoldo II è dal 1878 che collega due piccoli padiglioni. La struttura è formata da 160 colonne che sostengono il tetto in metallo con il suo soffitto in legno. In origine era illuminata con lanterne a gas. Il Casinò di Spa venne realizzato nel 1763 dal principe-vescovo di Liegi, ed è il più antico del mondo. Il Museo della lavanderia rappresenta un insolito museo. Nelle sue 25 stanze si mostrano le evoluzioni delle tecniche di lavaggio dall’antichità ai giorni nostri. Si potranno osservare antiche lavatrici che funzionano ancora, visitare la ricostituzione di una lavanderia, e comprendere il metodo di stiratura e la storia del sapone. La città è anche nota perché è qui che si disputa il noto Gran Premio di Formula 1 del Belgio. Le sue proprietà termali erano probabilmente già note dall’epoca romana. Durante il XVI secolo iniziò a divenire una meta turistica, con l’arrivo dei primi turisti inglesi. Alexandre Dumas padre, Victor Hugo, Casanova, l’imperatore Giuseppe II, lo zar Pietro il Grande, la famiglia reale belga, sono solo alcune delle celebrità che hanno soggiornato a Spa. Oggi con il nome della città di Spa si indica indistintamente il termalismo.

Torna su

Seraing-le-Château

Seraing-le-ChâteauA poco più di venti chilometri da Liegi si trova Seraing-le-Château, località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in un circa quindici minuti. Di particolare interesse sono le rovine del suo castello. Proprietà dei potenti conti di La Marck, che governarono il principato di Liegi per 86 anni, il castello di Seraing-le-Château ha svolto un ruolo importante nella storia della regione. Il castello ha dato il nome al paese, in modo da distinguerlo dalla città di Seraing, che si trova alla periferia di Liegi. Il villaggio è stato per la prima volta citato in un documento nel 911 e poi nuovamente nel 956. La zona appartenne ai signori di Haneffe nel XIV secolo, e furono loro che costruirono l’attuale fortezza medievale intorno al 1302. Alla fine del XV secolo, il proprietario del castello è niente altro che il temuto Guglielmo di La Marck, il figlio di Giovanni di Arenberg e di Sedan. Spesso si rifugiò qui durante la guerra civile che lo opponeva al principe-vescovo Giovanni di Hornes. La famiglia La Marck ha continuato a svolgere un ruolo importante nella storia dei Paesi Bassi durante le guerre di religione. Il castello fu assediato nel 1568 dal principe-vescovo Giovanni di Groesbeeck, che era stato attaccato dalle truppe di Guglielmo d’Orange. Il castello rimase in possesso di La Marck fino al 1774, quando l’ultima contessa di La Marck sposò il duca Carlo di Arenberg. Dopo i difficili anni della Rivoluzione francese, Seraing-le-Château fu venduto ai conti di Oultremont, nel 1812. Il castello, bruciato nel 1869, venne ricostruito rispettando il suo aspetto medievale originale.

Torna su

Blegny

BlegnyA circa una decina chilometri da Liegi si trova Blegny, località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in un circa dieci minuti. Era una antica zona mineraria da dove veniva estratto il carbone. Nel 1980 questa attività cessò. Oggi la miniera di carbone di Blegny è divenuta un museo che può essere visitato. L’area dal 1° luglio 2012 è stata iscritta nel Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Si può scendere fino a 530 metri tramite l’ascensore utilizzato dai minatori constatando quindi le loro condizioni lavorative, mentre nel museo si potranno osservare i macchinari e gli attrezzi che furono utilizzati dai minatori.

Torna su

Arlon

ArlonA circa un centinaio di chilometri da Liegi si trova Arlon, località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in un circa sessanta minuti. Al confine tra la Francia e il Lussemburgo, Arlon è una delle città più antiche del paese, all'incrocio di due strade romane. I romani fortificarono nel III. d.C. la città. La piazza conosciuta come la Place Grande è il centro della parte vecchia di Arlon. La Chiesa di Saint-Donat si trova dove una volta si innalzava la roccaforte medievale dei conti di Arlon. I frati cappuccini costruirono un monastero sulle rovine del vecchio castello nel 1626. L’interno della chiesa è impreziosito da affreschi della vita di San Donato risalenti al XVII e XVIII secolo. Il Museo Lussemburghese di Arlon ha una interessante raccolta di lapidi romane. Merita una visita il monumento dei Vervicii e il magnifico Rilievo dei Viaggiatori. Inoltre, fra i vari reperti, vi è una preziosa collezione merovingia. Accanto alle terme si trovano i resti della più antica chiesa cristiana in Belgio. In origine era un edificio romano che venne trasformato, tra il V e VI secolo, in basilica. Nel VI e VII secolo, i Franchi vi seppellivano i loro morti.

Torna su

Beauraing

BeauraingA circa un centinaio di chilometri da Liegi si trova Beauraing, località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in un circa sessanta minuti. Il piccolo villaggio che si trova nel sud del Belgio è famoso per le apparizioni della Madonna ad un gruppo di bambini. Per 33 volte la Beata Vergine apparve ad un gruppo di bambini, tra la fine di novembre 1932 e gennaio 1933. I cinque bambini erano provenienti da famiglie nelle quali nessun membro era un cattolico particolarmente fervente. Era la sera del 29 novembre 1932 quando a Albert Voisin, undici anni, Gilberte, di nove anni, Andree Degeimbre, quattordici anni e Fernande Voisin apparve per la prima volta la Madonna. Sul luogo delle apparizioni si trova un Santuario che nel 2013 è divenuta una Basilica. Il luogo considerato santo ogni anno viene visitato da oltre da 100mila pellegrini.

Torna su

Dinant

DinantA circa un centinaio di chilometri da Liegi si trova Dinant, località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in un circa sessanta minuti. Dinant brilla lungo il fiume Mosa e offre notevoli spunti di interesse. Nonostante le sue piccole dimensioni, Dinant ha una storia straordinariamente vivida. La città era l’avamposto più a sud della potente Lega Anseatica e l’unico nella valle della Mosa. La città era una enclave del principe-vescovile di Liegi che si trovava proprio nel bel mezzo di quello che sarebbe diventato il borgognone, poi asburgico Paesi Bassi. Questa posizione straordinaria fu la fonte di innumerevoli conflitti con il vicino Marchesato di Namur e di contea, poi ducato, di Lussemburgo. La Cittadella venne costruita nel 105,1 ma fu distrutta dai francesi nel 1703. La fortificazione attuale fu realizzata durante l’occupazione olandese agli inizi del 1800. La Cattedrale di Notre Dame venne originariamente costruita come una chiesa romanica alla fine del XII secolo. Nel 1227 una frana distrusse la torre e la chiesa fu parzialmente ricostruita in stile gotico. Le Grotte La Merveilleuse, offrono la visione di magnifiche cascate e stalattiti.

Torna su

Namur

NamurA circa una sessantina di chilometri da Liegi si trova Namur, località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in un circa cinquanta minuti. Il centro storico della città si trova tra i fiumi Sambre e la Mosa. L’antica Citadelle vigilava sulla città dall’alto di una collina che domina il fiume sottostante. Occupato in una forma o nell’altra fin dall’epoca romana, la struttura attuale risale in gran parte al XVII secolo, quando la città era sotto il dominio olandese. Il Tesoro del Priorato d’Oignies si trova nel Convento delle Suore di Nostra Signora, ed è dedicato alle opere risalenti al XII secolo del maestro orafo Fratello Hugo di Oignies. Il Museo Archeologico è ospitato in un edificio del XVI secolo, che fu il mercato della carne. Al suo interno sono visibili reperti risalenti dalla preistoria al medioevo. Le collezioni di antichità romana e merovingia sono particolarmente degne di nota, soprattutto quelle riguardanti i gioielli e gli oggetti in vetro.

Torna su

Bouillon

BouillonA circa centotrenta di chilometri da Liegi si trova Bouillon, località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in un poco più di sessanta minuti. Conosciuta come la Perla della valle della Semois, Bouillon è senza dubbio il più importante e più attraente centro turistico della valle della Semois. Il Castello fortificato che risale al medioevo ed è perfettamente conservato, continua a vegliare sulla città. Situato su uno sperone roccioso all’interno di una curva a gomito del fiume Semois. Nel 1082, il castello venne ereditato da Goffredo di Buglione, che lo vendette a Otberto, vescovo di Liegi, per finanziare la Prima Crociata. Il castello fu poi attrezzato per l’artiglieria pesante dall’architetto militare di Luigi XIV, nel tardo 17° secolo. La vista dalla cima del castello, sopra la città, è mozzafiato. Bouillon ha la più grande foresta del Belgio. Il suo querceto e le sue faggete si estendono attraverso l’altopiano delle Menuchenet e le pendici del fiume Semois. Quando si è in cima al castello, si può vedere tutta le foresta. La città di Bouillon, posta vicina al confine con la Francia sembra tranquilla e immutata nel tempo, ma il suo centro è piena di vita e offre moltissimo. Da visitare la fabbrica della birra.

Torna su

Tongeren

TongerenA circa una trentina di chilometri da Liegi si trova Tongeren, località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in un poco più di trenta minuti. Tongeren è la città più antica del paese la patria dell’eroe belga Ambiorix che sfidò le legione di Giulio Cesare. La città è anche famosa la produzione di ottime ciliegie. Uno dei monumenti più notevoli di Tongeren è la Basilica di Nostra Signora con la sua maestosa torre alta 64 metri. Questa meravigliosa chiesa gotica ha una lunga storia, fin da quando venne posata sua prima pietra nel 1240. Secondo la leggenda, il vescovo di Saint Servatius fondò una prima chiesa in questo luogo nel IV secolo. Ricerche archeologiche hanno infatti scoperto delle murature appartenenti al IV secolo. Inoltre hanno scoperto che doveva essere esistita nel IX secolo sullo stesso sito una casa di preghiera carolingia. La costruzione del Coro della basilica attuale venne avviata nel 1240. I Transetti e le Cappelle laterali furono aggiunte tra il XII e il XV secolo. Uno dei più famosi tesori della basilica è la statua della Madonna di Tongeren, che venne realizzata nel 1475. Da visitare anche il Museo Gallo-Romano.

Torna su

Beloeil

BeloeilA poco più di cento chilometri da Liegi si trova Beloeil una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in poco più di sessanta minuti. La località è principalmente nota per la presenza di un meraviglioso castello. Il Castello di Beloeil è stata la residenza dei Principi di Ligne dal XIV secolo. Ospita una sorprendente collezione d’arte, con dipinti dal XV al XIX secolo e ha anche una biblioteca eccezionale con 20.000 libri. Il castello dispone di ampi giardini in stile francese che offrono un armonioso equilibrio e un dolce alternarsi di acqua e di verde, di ombra e luce. Il parco si snoda lungo 25 ettari meravigliosi. Il suo disegno originale risale ad 1664. Nella sala d’ingresso della dimora si trovano due busti in marmo bianco. Uno raffigura Charles-Joseph, principe de Ligne e l’altro Caterina la Grande, l’imperatrice di Russia. Vi è anche un enorme dipinto realizzato da Mytens, allievo di Van Dyck, e raffigurante re Carlo d’Inghilterra e sua moglie Henriette de France. La visita al castello si sviluppa in numerose sale riccamente arredate con prestigiosi quadri e stupendi arredi, impreziosite da un elegantissimo mobilio. Da non perdere di ammirare la camera dei marescialli, il salone degli ambasciatori, la stupenda biblioteca contenente numerosi preziosi libri di inestimabile valore. Adiacente alla biblioteca si trova una stanza dove sono conservare oltre 3.500 lettere scritte a mano. La corrispondenza personale del feldmaresciallo Charles-Joseph con sovrani e di personaggi famosi del suo tempo.

Torna su

Ath

AthA poco più di cento chilometri da Liegi si trova Ath una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in poco più di cinquanta minuti. È una piccola e accogliente città situata nel cuore dell’Europa e si trova circondata da due riserve naturali. E’ famosa per la festa che si svolge ogni anno verso la fine del mese di agosto, la celebre Ducasse risalente al XIV secolo e che culmina con una sfilata di statue giganti, una parata di personaggi rievocativi che attira moltissimi turisti e visitatori. Abitata già al periodo gallico romano, la sua origine tuttavia è risalente al XII secolo, quando Baldovino IV acquisì il territorio da un suo vassallo. Ad Ath nel 1414 venne inaugurata una scuola per lo studio del latino che vide anche la presenza di Justus Lipsius. Il centro storico del villaggio vanta numerosi monumenti, il più antico dei quali risale al XII secolo. La torre Burbant venne edificata da Baldovino IV nel XII secolo, mentre il municipio è del XVII secolo. La chiesa di San Giuliano del tardo XIV secolo venne ricostruita in stile neoclassico nel XIX secolo dopo che era stata distrutta da un incendio. Conserva ancora la torre gotica e la cappella absidale, così come il famoso carillon del XVI secolo. La chiesa di San Martino è un edificio gotico risalente al XVI secolo. Da visitare il museo gallo romano, che unisce tesori storici, ricostruzioni e tecnologie all'avanguardia, il museo della pietra e della cava per rivivere le memoria della comunità mineraria di Maffle. La Casa dei Giganti è il museo del folklore popolare della città. È stato realizzato nel 1998 e inaugurato ad ottobre del 2000.

Torna su

Bernissart

BernissartA poco più di cento chilometri da Liegi si trova Bernissart una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in poco più di cinquanta minuti. La località è universalmente nota per via di una scoperta di rilevante importanza. Infatti nel 1878 vennero scoperti in una miniera di carbone una decina di scheletri appartenenti a dinosauri iguanodonte. Il fatto che gli scheletri fossero vicini ha permesso agli studiosi di arrivare alla conclusione che alcuni dinosauri fossero animali che vivevano in branco. Oggi presso il museo della città è possibile ammirare questo importante ritrovamento. Ma oltre a questa illustre presenza il villaggio offre anche altri interessanti motivi di visita. Il più curioso riguarda il fatto che, comprendendo un piccolo villaggio attaccato alla città di Condé-sur-Escaut, una parte del Bernissart si trova in Francia. Questa situazione creò alcune avventure, come quella del 1905, quando gli abitanti della frazione in Francia, volevano andare a messa a Bernissart in Belgio, gli fu stato impedito dalla dogana francese di andarci. Il villaggio offre altre interessanti storie. La Chiesa di Nostra Signora è una costruzione gotica che venne edificata tra il 1150 e il 1630. Accedendo dal portale risalente al XV secolo si entra nella chiesa scoprendo una splendida architettura gotica composta da eleganti archi e finestre, due file di colonne con capitelli scolpiti è una notevole navata centrale ottagonale, uno stupendo pulpito rinascimentale. La chiesa ospita anche affreschi e dipinti raffiguranti il miracolo di Josse Barreteur. La leggenda narra che nel 1100, Josse Barreteur, un ricco proprietario che viveva nel villaggio era paralizzato da sette anni. Sua moglie, in compagnia di un servo, intraprese un lungo pellegrinaggio a Aix-la-Chapelle per implorare la guarigione del marito. Nel frattempo, la Vergine Maria apparve all’uomo e gli promise la guarigione in cambio della costruzione di un santuario in suo onore presso il posto che gli avrebbe mostrato. Josse accettò e fu guarito. La chiesa offre anche un altro piccolo mistero. La classica freccia che indica la direzione del vento risulta essere inclinata, aspetto che rimane ancora un mistero. Si dice che sia stata costruita leggermente pendente a causa del legno umido che avrebbe provocato questo grado di inclinazione. Di particolare pregio è la Chiesa di Ognissanti che risale all’XI secolo e al suo interno vi sono vari interessanti esempi di arte gotica romana.

Torna su

Aquisgrana

AquisgranaA poco più di cinquanta chilometri da Liegi si trova Aquisgrana una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in poco più di quaranta minuti. Questa meravigliosa città germanica, conosciuta in lingua francese come Aix-la-Chapelle, in tedesco Aachen, è stata anche la testimone tre importantissimi congressi. Il primo si tenne nel 1668, il secondo nel 1748 e terzo nel 1818. È stata anche la sede della corte di Carlo Magno, che fece erigere la famosa Cattedrale dichiarata Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 1978. Oggi è anche nota come sede del prestigioso Politecnico. La cattedrale di Aquisgrana rappresenta uno dei monumenti più rilevanti della città. Venne eretta nel 786 d.C. per volontà di Carlo Magno. Casa Löwenstein, dal nome del primo proprietario, uno dei pochi edifici gotici che si salvò dalle fiamme dell’incendio del 1656. Continua a leggere la nostra guida di Aquisgrana.

Torna su

Ellezelles

EllezellesA poco più di cento chilometri da Liegi si trova Ellezelles una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in poco più di cinquanta minuti. Ellezelles è un piccolo villaggio tra paesaggi incantevoli, iniziative curiose e tradizioni secolari. Qui è nato il conte Lamoral di Egmont, che seppure avesse sempre negato di aver congiurato contro il re Filippo II di Spagna, venne arrestato e condannato per ordine del duca d’Alba nel 1567. Fu decapitato sulla Grand Place di Bruxelles il 6 giugno del 1568. E’ famosa anche per il sabba delle strega che si ricollega ad una storia risalente al XVII secolo quando cinque donne, Agnesse del Plache di 80 anni, Martine de Vine di 50anni, Caterina la Voye di 60 anni, Magdeleine Lestarquie di 65 anni e Quintine Glisserie di 38 anni, furono accusate di stregoneria e dunque arse vive. Ogni ultimo sabato di giugno nel buio, i residenti di Ellezelles e visitatori provenienti da Belgio e Francia si riuniscono per il grande Sabba. Il terzo evento che onora il villaggio è un leggendario personaggio, Hercule Poirot il noto detective belga nato dalla fantasia di Agatha Christie. Di quest’ultimo è stato mai stato trovato il suo luogo di nascita, ma la ricerca intrapresa da appassionati ha portato alla scoperta che il primo aprile del 1850 nacque a Ellezelles un certo Hercule Poirot. Da visitate la Brasserie Ellezelles, dove si possono bere birre artigianali, tra le quali la celebre Hercules.

Torna su

Seneffe

SeneffeA poco più di cento chilometri da Liegi si trova Seneffe una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in poco più di cinquanta minuti. Il castello di Seneffe con il suo magnifico e spettacolare parco che si estende per 22 ettari e offre un bellissimo esempio di residenza nobiliare della metà del XVIII secolo. Nel 1758 la Seigneurie de Seneffe fu acquistata da Joseph Depestre, un mercante vallone che fece fortuna vendendo merce alle imperiali truppe austriache di stanza nei Paesi Bassi. Fu eretto tra il 1763 e il 1768 in un elegante stile neoclassico. Fra gli ospiti d’onore che hanno soggiornato presso questo castello è da ricordare la presenza di Jean-Jacques Rousseau. Oggi questo edificio ospita il Museo degli Argenti. Per la realizzazione della facciata di questa dimora venne utilizzata la famosa pietra blu che proveniva da Feluy e Ecaussinnes. Il castello è fiancheggiato da due lunghe gallerie palladiane con colonne ioniche, che ospitano statue e vasi scolpiti in stile antico. Il cortile è chiuso da un cancello in ferro battuto che si appoggia contro due piedistalli di supporto scolpiti a forma di leoni da Dubois. Il piccolo teatro, un perfetto esempio di architettura neo-palladiana della seconda metà del XVIII secolo, ospita concerti, rappresentazioni teatrali e mostre. L’orangerie, una volta progettata per alloggiare gli aranci che decoravano il cortile e la zona circostante il castello in primavera, ora serve come area per concerti, seminari, conferenze e sala di ricevimento. Il giardino si estende dalla galleria di destra al muro di cinta della proprietà. Il parco, realizzato in parte in stile francese e in parte in stile inglese si estende su 22 ettari e comprende una grande vasca centrale e un laghetto decorato con una romantica isola che si raggiunge attraversando una passerella ad arco in ferro battuto.

Torna su

Eupen

EupenA poco più di quaranta chilometri da Liegi si trova Eupen una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in poco più di trenta minuti. Eupen e la sua famosa Cappella di San. Nikolaus furono citati per la prima volta nel 1213 come parte del Ducato di Limburg. La Chiesa di San Nicola, che si trova al centro della città, fu realizzata dall’architetto Laurenz Mefferdatis di Aquisgrana tra gli anni 1721 e 1724. La costruzione sorse sul sito di una piccola chiesa gotica del XV secolo. La facciata e le torri sono stati aggiunte tra il 1897 e il 1898. Il sorprendente ingresso principale è in pietra ed è fiancheggiato da due torri verdi con il tetto. Un piccolo cortile conduce all’ingresso principale della chiesa. L’interno della cattedrale è riccamente decorato nello stile Barocco di Liegi e Aquisgrana. Di particolare pregio l’altare maggiore scolpito da Giuseppe Couven. I banchi risalenti al 1730 riportano ancora i nomi delle famiglie importanti di Eupen.

Torna su

Seraing

SeraingA poco più di dieci chilometri da Liegi si trova Seraing una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in poco più di quindici minuti. E’ famosa perché è a sede della nota Val Saint Lambert celebre per la sua lavorazione del cristallo. Val Saint Lambert che è anche il fornitore ufficiale di cristalleria della casa reale belga, è l’unica cristalleria in Europa aperta al pubblico. Venne fondata dal chimico Kemlin nel 1826 nella oramai abbandonata abbazia cistercense Val-Saint-Lambert. L’abazia era stata fondata nel 1202. I monaci vennero espulsi durante la rivoluzione francese. Nel 1825, le rovine dell’abbazia furono acquistate dall’ingegnere Auguste Lelièvre e dal chimico François Kemlin che convertirono l’edificio in una fabbrica di vetro. Annessa alla struttura si trova il castello Cockerill che ospita il museo della cristalleria, dove in un percorso multimediale si racconta la storia della nascita del vetro dai tempi dei Babilonesi e nel laboratorio si può persino assistere alla modellatura, al taglio e all’incisione di cristalli. Il castello in origine era la residenza estiva dei principi vescovi di Liegi. Successivamente con Napoleone. Divenuta proprietà della casa regnante venne ceduto nel 1817 da Guglielmo I a John Cockerill. Di particolare interesse anche la chiesa di Seraing che conserva una fonte battesimale risalente al XII secolo. I boschi che circondano la città offrono invece una infinita scelta di percorsi ed escursioni da poter fare a piedi o in bicicletta.

Torna su

Maastricht

MaastrichtA poco più di trenta chilometri da Liegi si trova Maastricht una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in poco più di venti minuti. Questa stupenda località olandese è nota per le sue pittoresche piazze, strade romantiche, gli edifici storici e per la sua famosa università. Una parte consistente delle più popolari attrazioni turistiche di Maastricht si trova su tre principali piazze che si trovano a pochi passi di distanza l’una dall’altra. La Piazza del Mercato, la Piazza Vrijthof e la più piccola della tre Onze Lieve Vrouweplein, che offrono ciascuna le proprie caratteristiche e una piacevole esperienza. Piazza Vrijthof è il cuore di Maastricht dove si trovano anche le sue famose chiese gemelle, la Basilica di San Servatius e la Chiesa di San Giovanni. Basta passeggiare per le stradine nel centro della città, che poi è il modo migliore per girarla, per scoprire monumenti storici e attrazioni come il Helpoort, la Porta dell’inferno, le fortificazioni che circondano la città, il vecchio municipio. Di rilievo il Museum aan het Vrijthof e il Bonnefanten Museum. Da non perdere la visita alle Grotte di Monte San Pietro e al Forte. Molto bella la crociera turistica lungo il fiume Mosa. Continua a leggere la nostra guida su Maastricht

Torna su

Lussemburgo

LussemburgoA poco più di cento chilometri da Liegi si trova la città di Lussemburgo una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in poco più di sessanta minuti. Una splendida città rinomata per le sue banche e sede di molte istituzioni europee e anche di università. In poche città europee si può trovare una miscela discreta e dinamica di fortezze antiche e di architettura contemporanea. Inoltre, la città vecchia di Lussemburgo è stata a lungo parte del patrimonio mondiale dell'UNESCO. Il Palazzo Granducale, che è dal 1890 la residenza ufficiale dei sovrani del Lussemburgo, venne ad essere eretto, su progetto di Adam Roberti, a partire dal 1572. Nei suoi pressi si trova la sede del parlamento nazionale. Altro edificio di particolare valore è la Cattedrale di Notre-Dame. La struttura architettonica dell’edificio è in stile gotico e si caratterizza per le due aguzze guglie realizzate sulle torri. Il municipio è risalente al 1830 e venne eretto in stile neoclassico. Il palazzo si affaccia sulla piazza principale della città di Lussemburgo, Place Guillaume. Uno dei gioielli più interessanti sono le imponenti fortificazioni che si trovano sull’Alzette a strapiombo. Gli spagnoli le costruirono nel 1632 e successivamente nel 1685 furono da Vauban ampliate. Da visitare il cimitero di guerra americano. Un memoriale di oltre cinquanta acri nei quali trovano eterno riposo 5.076 soldati caduti per la maggior parte nella battaglia delle Ardenne. In ben ventidue lapidi si possono leggere i nomi di due fratelli che ora fianco a fianco in tombe adiacenti riposano in pace. Continua a leggere la nostra guida su Lussemburgo

 

Torna su

Carte de Belgique    Karte von Belgien  Mapa Bélgica  Map of Belgium

 Carte de Liège    Karte von Lüttich   Mapa Lieja     Map of Liege

Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal