Asilo e scuola nel bosco, un progetto innovativo 

Sei qui: Sei qui: Informa Bambini >  Asilo e scuola nel bosco 

 

Pedagogia alternativa: asilo e scuola nel bosco

 

 

Quante volte da bambini guardavamo fuori dalla classe e speravamo di poter far lezione all’aperto! Di poter uscire da quelle anguste mura e respirare la libertà a pieni polmoni! Beh… oggi il sogno di molti bambini può essere realtà. Stiamo parlando di un progetto nato ad Ostia Antica, in un antico casale di campagna, chiamato " La scuola nel bosco" dedicato all’educazione primaria e basato sull’insegnamento all’aria aperta: si impara dalla natura, basandosi sulle esperienze che il bambino compie. Diverse pedagogie hanno messo al centro dell'educazione la natura, prime fra tutte la pedagogia della Montessori e di Rudolf Steiner. Già all’inizio del secolo scorso Maria Montessori aveva intuito il legame speciale che esiste tra infanzia e natura cogliendone le immense potenzialità educative. Ha concretizzato ed integrato questo legame nelle sue prime Case dei Bambini e lo ha sviluppato in seguito. Nella scuola steineriana s'insegna l’amore per la natura e il rispetto dell’ambiente. L’ambiente ideale per l’educazione dei bambini è rurale, quasi bucolico. Viene data molta importanza all’agricoltura naturale e alla provenienza del cibo.

Pedagogia alternativa, la scuola nel boscoMa torniamo alla nostra scuola nel bosco...

Sembra di essere in una fiaba, ci troviamo a diretto contatto con la natura, nel verde incontaminato: i bambini giocano con gli animali, con le balle di fieno e possono fare qualsiasi gioco che la loro mente fantasiosa riesce a realizzare in questo ambiente così spazioso ed illimitato. Non ci sono banchi, lavagne e castighi. In un angolo un cartello ricavato dal legno ammonisce: " In questo piccolo pezzo di mondo non è vietato: giocare a palla, saltare sulle balle, salire sugli alberi, ridere a crepapelle, sporcarsi, giocare con l’acqua, urlare di gioia, andare nelle pozzanghere".
Strano… ma si invertono i ruoli: sono i più piccoli a dettare i programmi ed a quanto pare il metodo funziona: prima l’Asilo nel Bosco ed adesso la Scuola nel Bosco sono una realtà dinamica ed alternativa e costituiscono un nuovo metodo pedagogico, un nuovo approccio alla realtà scolastica. La scuola nel Bosco nasce dalla collaborazione tra l’Asilo nel Bosco e l’Istituto Comprensivo Amendola …ma ci chiediamo, nella pratica, come funziona questo diverso approccio. Per cominciare i libri di testo sono sostituiti da esperienze pratiche in grado di stimolare la curiosità dei ragazzi: per esempio si fa letteratura utilizzando il teatro. All’esperienza teorica si sostituisce quella pratica, fatta direttamente con i sensi, più i bambini crescono fuori, fanno esperienze a contatto con la natura, parallelamente crescono più autonomi, indipendenti e curiosi. Tutto ciò, ovviamente, senza trascurare gli obiettivi dell’insegnamento tradizionale.

 

I più piccoli all'asilo fanno esperienza diretta ed il gioco, col suo carico di piacevolezza, costituisce lo strumento principe. La socialità è un elemento molto importante e quindi si creano i presupposti per una sana relazione con gli altri bambini e gli educatori, poi c'è spazio per l'arte e la creatività, la ginnastica,  l'esplorazione dell'ambiente. Principio cardine è che le proposte corrispondano agli interessi dei piccoli. L'accoglienza è un momento molto importante, poi si indossano gli indumenti e le scarpe giuste e via, verso mille avventure, pioggia e vento non fermano i piccolini. Ci sono casette di legno e altalene, si coltiva, si raccolgono frutti del bosco per le marmellate, fiori per farne colori naturali per dipingere e tanto altro.

 

Rispetto alla scuola primaria, dove quasi sempre oggi si preme per una veloce trasformazione del bambino in adulto, trascurando i suoi bisogni di contatto con la natura, di movimento libero, di gioco, di vicinanza emotiva con l'insegnante e i compagni,  si stanno proponendo oggi in Italia sempre più progetti alternativi e più rispettosi dei bisogni dei bambini. Nella scuola primaria nel bosco si valorizza il bambino come artefice del suo apprendimento, produttore di documenti didattici, collaboratore, essere naturale nella natura, grande maestra di per sé.

 

Nei Paesi del nord Europa questo tipo di insegnamento è già molto diffuso con risultati ottimi ed anche in Italia finalmente si è giunti a questo bellissimo progetto sperimentale dove la vera insegnate è Madre Natura.
 

Ti potrebbe interessare leggere la sezione Informa bambini e mamme

 

Torna su

 

Ringraziandovi per il vostro continuo supporto, Informagiovani Italia vi ringrazia. Per qualsiasi commento su questo e altri articoli scriveteci a info@informagiovani-italia.com