A Bolzano nasce primo quartiere ecosostenibile

Adv.

A Bolzano nasce il primo quartiere ecostostenibile 

 

Un paio d'anni e Bolzano sarà una delle prime città in Italia ad aver dato piena attuazione al progetto neutralità CO2, una zona residenziale completamente eco-sostenibile, in grado cioè di rispettare non solo l'ambiente ma di attivarsi nella generazione successiva di risorse ambientali. Il progetto è parte del cosiddetto CasaClima / KlimaHaus (in italiano e in tedesco), il metodo di certificazione energetica degli edifici del Dipartimento all'Urbanistica, all'Ambiente e all'Energia della Provincia autonoma di Bolzano, presentato diversi anni fa in ottemperanza al Protocollo di Kyoto in ambito comunitario.

Secondo tale certificazione tutte le costruzioni edilizie realizzate nella provincia di Bolzano dall'inizio del 2005 hanno dei precisi limiti da rispettare, quelli attinenti alla classe energetica stabilita. Il progetto CasaClima di Bolzano è stato ideato da Norbert Lantschner, ex direttore dell'Ufficio 'Aria e Rumore' del dipartimento suddetto e suppone la certificazione degli edifici in base a determinate classi: B (<50 kWh/m²a), A (<30 kWh/m²a) ed Oro (<10 kWh/m²a), prendendo come punto di riferimento il fabbisogno energetico, il conseguente risparmio e la sostenibilità ambientale, in relazione per esempio anche alle tecniche di costruzione e ai materiali utilizzati nell'edilizia. Il minimo standard energetico della classe C è di <70 kWh/m²a.

Quello che sta sorgendo a Bolzano, a sud della città, in zona viale Druso e nelle vicinanze dell'Ospedale, sul fronte dell'edilizia abitativa è un'opera senza precedenti. L'area, nota come 'zona di espansione C2', ha un'estensione complessiva di 5 ettari e verrà utilizzata per la costruzione di circa 550 edifici abitativi, di cui circa il 60% appartenente al settore dell'edilizia agevolata. Il piano di attuazione presentato dall'assessore all'urbanistica del Comune di Bolzano prevede la costruzione di edifici attraverso l'adozione di standard qualitativi (Casaclima A). Il consumo di energia più basso è quello della CasaClima Oro: 10 KiloWattora per metro quadro l’anno (questa classe è anche chiamata "casa-litro", in quanto è necessario un litro di gasolio, o un m³ di gas l’anno, per metroquadro).

Per qualificarsi alla certificazione CasaClima un edificio deve soddisfare i seguenti criteri:

- fabbisogno energetico di riscaldamento di consumo inferiore a 50 kWh / m² a.

- riscaldamento alimentato da fonti energetiche rinnovabili, uso di eco-sostenibile, utilizzo di materiali non dannosi per la salute.

- inclusione di almeno uno dei seguenti, tra impianto fotovoltaico, pannelli solari per il riscaldamento dell'acqua e / o con sistema integrato di riscaldamento, utilizzo dell'acqua piovana, tetto verde.

Fanno parte della rete progetto CasaClima diverse organizzazioni indipendenti e senza scopo di lucro, atte alla promozione e al supporto della certificazione CasaClima, tra queste si segnala la APE-FVG del Friuli Venezia Giulia e la AFE Firenze (Agenzia Fiorentina per l'Energia), referenti al rilascio sul territorio della provincia delle certificazioni energetiche degli edifici CasaClima, occupandosi anche della formazione di personale (da progettisti ai committenti agli artigiani) con appositi corsi di formazione. Da Bolzano l'esempio è stato anche seguito da città come Milano (in via Mazzali, in zona Lambrate), dove per esempio un sistema di ventilazione controlla e regola il recupero di calore del riscaldamento invernale e dei condizionatori estivi. Sono diversi anche i vari network provinciali e regionali legati a CasaClima in tutta Italia.

La fiera di Bolzano ogni gennaio dell'anno presente KlimaHouse, fiera internazionale specializzata nel campo della sostenibilità ed efficienza energetica nel campo dell'edilizia.

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazioni interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ce ne offri due), così ci aiuterai a scrivere la prossima guida:  Paypal

 

 

 

Torna su

Ostelli Italia   Auberges de Jeunesse Italie   Hotel Bolzano

Carte Bolzano     Karte von Bozen       Mapa Bolzano Map of Bolzano

 Carte Trentin Haute Adige    Karte von Südtirol    Mapa Trentino  Map of Trentino

Carte d'Italie   Karte von Italien        Mapa Italia        Map of Italy

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal