Cosa può fare la società contro il Bullismo

Advertisement

 

 Bullismo: introduzione

Come si manifesta il Bullismo

Le conseguenze del Bullismo

Consigli per vittima del Bullismo

Aiutare figli vittime di  Bullismo

Cosa può fare la scuola

Cosa possono fare società e famiglia

Bullismo al femminile, tra ragazze

Bullismo = reato, denuncialo!

Cyberbullismo

  Libri per combattere il bullismo

Articoli sul Bullismo

Psico farmaci ai minori?

Campagna nazionale tolleranza zero

Numero verde antibullismo

Impiego del Ritalin come farmaco antibullismo?

Testimonianze sul bullismo

La campagna anti-bullismo deve essere forte prestandosi in maniera efficace in particolare nella sfera educativa. Sono diversi infatti gli approcci educativi siano essi scolastici, televisivi e familiari. In Italia il Bullismo sta sempre più diventando coscienza di una sofferenza sociale che deve essere fermata al più presto. È l’arma ideale è sempre l’educazione la quale deve prima di tutto partire dalle famiglie, nucleo primario sia della vittima che del suo persecutore.

Ma la famiglia non può e non deve rimanere da sola nella lotta al bullismo, bensì deve essere accompagnata nel percorso educativo dalla scuola e dai media.

Cosa possono fare i Genitori:

È importante che ascoltiate il ragazzo, sia esso vittima degli atti di Bullismo che colui che perpetua il Bullismo.

Per la vittima è importante capirne gli stati d’animo; è importante farne crescere l’autostima; è importante ascoltarlo, sempre; è importante soprattutto renderlo indipendente.

Per i genitori di coloro che perpetuano il Bullismo continua ad essere importante capire gli stati d’animo del ragazzo, ed è importante fargli capire il valore della compassione, il valore dell’autorità scolastica, il valore delle regole, e soprattutto il valore del rispetto della vita altrui. Non assecondate vostro figlio solo per il timore di non ammettere che esiste un problema, parlatene in privato con vostro figlio, ascoltate i suoi malesseri per renderlo felice.

Cosa deve fare la Scuola

La scuola deve chiaramente gridare NO AL BULLISMO. La scuola si deve impegnare in prima persona a sconfiggere il bullismo.

La scuola deve riprendere l’autorità investitagli dalla società all’educazione non solo scolastica ma anche caratteriale e sociale del ragazzo che vi partecipa.

La scuola deve poter creare le aspirazioni del ragazzo senza false stanchezze, deve saper educare alla voglia dell’apprendimento. Certo non è facile ma il bullismo e la violenza in genere si combattono rimanendo uniti in tutti i fronti e soprattutto senza sottovalutare il problema, perchè il problema è di livello sociale e non solo generazionale.

Tutti nella scuola devono essere uniti nella lotta al bullismo, dagli insegnanti ai bidelli, dal preside agli stessi alunni.

D’altronde gli stessi insegnanti, come si è visto, possono essere a loro volta vittime del bullismo e allora voi insegnanti, iniziate a parlarne nelle classi, fatte capire agli studenti quanto gravi gli episodi di bullismo siano, potete organizzare persino delle rappresentazioni teatrali sulla lotta al Bullismo e in ogni modo PARLATENE, PARLATENE, PARLATENE!

Organizzate questionari, incontri, riunioni, parlate del problema, non tenetelo nascosto, fate in modo che la scuola diventi nuovamente la culla della cultura!

Cosa devono fare i Media

I ragazzi vivono di miti e simboli, e qui bastano poche importanti parole.  Riteniamo che la nostra società e con loro i suoi media sia abbastanza intelligente da capire quali possano essere i miti da proporre ai ragazzi. Inoltre è importante che l’argomento vada trattato, in tutte le trasmissioni televisive, nei giornali.

Con la forza che solo i media conoscono è importante entrare nelle case delle famiglie per essere ascoltati in modo intelligente, è importante che se ne parli, sempre, PARLIAMONE, PARLIAMONE, PARLIAMONE.

Articolo di M. Sara

Leggi anche: Rimedi al cyber bullismo

Se volete aggiungere commenti, articoli o quant'altro sull'argomento scrivete all'indirizzo info  @   informagiovani-italia.com (antispam: togliete gli spazi prima e dopo la chiocciolina).

Torna alla pagina principale sul Bullismo 

 

Torna su

 

 

 

 

 

Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal