Come si scrive una notizia

Sei qui :  Idee imprenditoriali >  Fare un giornale online >

Come si scrive una notizia  

 

Eccovi di seguito alcune indicazioni su come scrivere la notizia e su come presentarla "esteticamente", con accenni al giornale cartaceo tradizionale e a quello online.

Cappello: nella prima parte della notizia, il cappello o l"incipit" un tempo si seguiva la regola delle cinque w, ereditata dal giornalismo anglosassone: "who, what, where, when, why", ovvero si davano informazioni sulla notizia in termini di chi, che cosa, dove, quando, perché, a cui si aggiungeva la sesta domanda, come…Il cappello non deve essere troppo lungo e la scelta delle variabili da inserire è soggettiva.

E’ fondamentale che la notizia abbia una struttura modulare ovvero sia suddivisa in più pezzi, in modo da far sì che il lettore possa conoscere l'accaduto dalle prime righe e possa poi decidere se approfondire leggendo il resto o fermarsi.

Negli ultimi tempi la funzione del cappello è stata assorbita dal titolo, che ha assunto sempre maggiore importanza. Il concepimento e la formulazione del titolo sono stati svincolati da ogni regola (ad esempio sono fatte sempre più abbreviazioni e contrazioni) e hanno prevalso i contenuti visivi e grafici. La maggior parte dei titoli ha carattere suggestivo, allusivo, spettacolare, letterario.

Nelle redazioni è prevista addirittura la figura del redattore titolista, che è una persona differente da quella che ha scritto l'articolo che gli attribuisce il titolo.

Carattere modulare della notizia: nel giornale online è importante più che sul cartaceo saper spezzare una notizia e articolarne i contenuti su diversi livelli.

On-line l'approfondimento procede per gradi, si passa dal titolo all’abstract, all'articolo, al link interno, al link esterno. L'utente on-line non vuole sono informazioni in pillole, anzi apprezza l'informazione approfondita e di qualità, ma vi accede per gradi.
Se sulla carta gli argomenti venivano esposti attraverso introduzioni, argomentazioni e poi conclusioni, sul web la situazione è rovesciata e spesso si parte dalle conclusioni, procedendo con analisi e digressioni solo successivamente. Così facendo il lettore se si interromperà nella lettura avrà comunque acquisito le informazioni importanti. Si tratta della formula della piramide rovesciata che consiste nell'esporre subito gli aspetti essenziali dei fatti, partendo con le conclusioni e spiegando poi in modo più specifico i dettagli solo in seguito.

Come modulare la notizia: i periodi non devono superare le quattro righe e quindi “sinteticità, frasi brevi, parole comuni, poche maiuscole, pochi avverbi, gli aggettivi essenziali, punteggiatura precisa", come suggerisce Alberto Crippa in "Scrivere per il Web".
La punteggiatura è uno strumento molto efficace per dividere il periodo nelle diverse frasi, evidenziando priorità, rendendo il discorso leggero e scorrevole.
Molto utili anche le liste e gli elenchi, quando il contenuto si presta. Sono facili da scorrere durante la lettura e hanno un forte impatto visivo.
L'utilizzo degli stili di testo è importante per evidenziare parole chiave, concetti fondamentali, discorsi diretti, nomi di persone, titoli. Il grassetto fa emergere le parole dal contesto visivo ma è importante usarlo moderatamente perché evidenziando tutto si finisce per non dare evidenza a niente. Le parole chiave meritevoli di evidenza sono di solito i nomi di persona, i luoghi, verbi o sostantivi di particolare rilevanza. Mai evidenziare aggettivi, avverbi, intere locuzioni.


Il corsivo dovrebbe essere usato per i vocaboli tecnici, le parole straniere, i discorsi diretti e tra virgolette. Si prestano ad essere scritti in corsivo solo alcuni caratteri come Times New Roman, Palatino, Garamond, Bodoni, gli altri in corsivo tendono ad essere poco aggraziati.


Il sottolineato deve essere usato con estrema parsimonia anche perché chi è abituato ad andare sul web collega il sottolineato alla presenza di un link.

Scrivere un titolo: il titolo spesso è l'unica cosa che viene letta e quindi l'idea che il pubblico si fa di un fatto dipende in larga misura dal titolo. La differenza rispetto al cartaceo e che tra il titolo e il contenuto di un giornale online si frappone il "clic". Un titolo con un breve abstract deve stimolare il lettore a cliccare e a passare quindi a leggere l'articolo.

 

Il titolo deve essere breve, tra 50 e 70 caratteri in modo che possa essere letto in un colpo d'occhio e deve essere un richiamo in grado di sollecitare l'interesse dell'utente, ma non tale da essere giudicato una scorrettezza.


Vanno benissimo il maiuscolo e il grassetto per affermare la priorità rispetto al resto. È opportuno che le parole chiave compaiono in ordine d'importanza, da sinistra verso destra. Sempre più in uso sigle e abbreviazioni ma non esagerate e rifuggite da titoli troppo creativi e ambigui.

L’abstract: si tratta di un breve riassunto del testo, un concentrato della notizia che dà a colpo d'occhio l'impressione al lettore di conoscere l'argomento della notizia senza leggerla integralmente. Deve essere scritto molto accuratamente perché su questo che si riversa l'attenzione del lettore, dopo il titolo. Deve aggiungere concetti ulteriori rispetto al titolo, anticipando i punti salienti dell'articolo e invitando il lettore ad approfondire. Non deve superare i 350 caratteri spazi inclusi.

Il collegamento ipertestuale "link": serve per unire due elementi che possono essere due testi, un testo una foto, una foto e un file multimediale ecc. Inserire il link, all'interno della notizia o alla fine, invita il lettore ad approfondire l'argomento è a consultare ulteriori documenti. È quindi molto importante scrivere bene il testo di un link. Evitate di usare il "clicca qui" perché nel link deve essere sempre specificato il contenuto del testo che si andrà a leggere o della foto che si andrà a vedere. Accanto al link è bene specificare con una sigla il tipo di file (doc se è un documento di testo, MP3 se è un file audio, PDF se è un testo scritto però non in formato Word). Non create un link che con un'intera frase od un intero periodo, create il link con una sola parola chiave o al massimo più parole in sequenza.

I contenuti della notizia di un quotidiano online: i contenuti dovranno essere vari giornalismo d'informazione, analisi e commenti (con punti di vista espressi anche di tipo soggettivo), servizi di corrispondenti in loco, interviste, pezzi di costume, giornalismo investigativo ovvero inchieste, scoop.

 

Prima di pubblicare qualsiasi contenuto deve essere effettuata un'accurata verifica di quanto scritto a livello ortografico e di formattazione, controllando grammatica, punteggiatura, correttezza delle citazioni delle fonti e nome dell'autore, funzionamento dei link, dove presenti. È consigliabile rileggere l'articolo ad a voce alta; solo così si capirà veramente se l'articolo è chiaro, incisivo, corretto.

Per informazioni su come scrivere una notizia su un giornale online, consulta:

www.mestierediscrivere.com/testi/web.htm

www.ottimizzare.com/siti_web/webwriting/

www.scrivereperilweb.com

http://webdesign.html.it/guide/lezione/1559/scrivere-per-il-web/

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazioni interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ce ne offri due), così ci aiuterai a scrivere la prossima guida:  Paypal

 

Torna su

Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal