Dintorni di Gand

Advertisement

Dintorni di Gand

 

Dopo avere visitato per bene la bellissima città fiamminga di Gand e se vi dovesse avanzare del tempo, potete visitare, prendendo i mezzi pubblici o noleggiando un auto, i suoi stupendi dintorni, con la possibilità di ammirare molte importanti e note località belghe che offrono anche una occasione per poter scoprire villaggi e città meno note. Un viaggio nei dintorni di Gand sarà una esperienza molto bella e interessante potendo ammirando bellezza naturali e storiche.

Advertisement

Bruges

BrugesA poco più di quaranta chilometri da Gand si trova Bruges una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in meno di cinquanta minuti. Bruges è stata fondata nel IX secolo da un gruppo di vichinghi danesi. Il nome Bruges deriva probabilmente dalla parola norrena Bryggja, che significa pontile, o posto barca. Come con altri grandi città fiamminghe, la Grote Markt, la piazza del mercato, Belfort, il campanile e Lakenhalle, il mercato dei tessuti, sono le principali attrattive. Il campanile risalente al XII secolo e patrimonio dell’umanità, svetta con i suoi quasi novanta metri di altezza. Si può salire in cima "scalando" quasi quattrocento gradini. E’ garantita una meravigliosa vista panoramica sulla città. Molto ammirato è anche il suo stupendo carillon del XVIII secolo. Il mercato dei tessuti, che nel XIV secolo contava quasi quattrocento banchi di vendita all’interno della sala, testimonia il passato mercantile di Bruges. Al centro della piazza si trovano le statue di due eroi nazionali della Guldensporenslag o Battaglia degli Speroni d’Oro quando i fiamminghi si ribellarono al dominio francese nel XV secolo, Pieter de Coninc e Jan Breydel. Lo Stadhuis Gothic, il municipio fu costruito fra il tra il 1376 e il 1420 ed è probabilmente il più bel municipio esistente in Belgio. Ci sono 48 nicchie e le repliche delle statue di conti e contesse delle Fiandre. Le statue originali andarono distrutte durante la rivoluzione francese. Accanto al municipio si trova il Brugse Vrije, il palazzo delle Libertà di Bruges, un edificio amministrativo eretto nel 1531. Di particolare pregio il gigantesco camino che si trova nella sala del rinascimento. La Basilica romanica del Santo Sangue deve il suo nome alle reliquie del sangue di Cristo riportato dalla Terra Santa dai crociati tardo XII secolo. Continua a leggere la nostra guida di Bruges.

Torna su

Namur

NamurA poco più di cento chilometri da Gand si trova Namur una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in poco più di sessanta minuti. Considerata dai belgi come città borghese la cittadina di Namur è alla confluenza dei fiumi Mosa e Sambre, e la sua elegante architettura del XVII e XVIII secolo la rendendono una località piacevole da visitare. Ogni anno vi si svolge il concorso internazionale per giovani violinisti. La regione di Namur è stata abitata da tempo immemorabile. Nel 57 a.C. fu combattuta la battaglia del Sabis che determinò la vittoria di Giulio Cesare e la conquista del territorio da parte dei romani. La Cittadella e il Castello medievale costituisco quasi certamente il luogo di maggior interesse. Questo sito fu un oppidum celtico, in seguito divenne una fortezza romana, poi il Castello dei Conti di Namur. L’ampia cittadella attorno al castello fu costruita da Menno van Coehoorn e ampliata da Vauban nel XVII secolo. Costruita tra il 1751 e il 1767, la Cattedrale di Saint-Aubain è l’unica cattedrale barocca nel Benelux. Fu progettata dall’architetto italiano Gaetino Pizzoni in un mix di stili che combinano tardo Barocco, rococò, ed elementi neoclassici, come ad esempio i capitelli corinzi. Sostituì la precedente Chiesa Collegiata fondata nel 1047 dai Conti di Namur. Situata in Rue du Collège, l’Eglise Saint-Loup è un altro bell’esempio di Barocco belga. Fu costruita dal padre gesuita Huyssens nel 1621 come la Chiesa del Collegio dei Gesuiti che si trova di fronte. La facciata è stata riedificata nel 1867 con la pietra blu locale invece del marmo nero. Il Teatro Reale di Namur si presenta come una versione ridotta dell’Opera Garnier di Parigi. Il parlamento dello stato della Vallonia è ospitato nell’ex Ospedale di Namur. Costruita nel 1730 dal vescovo Thomas de Strickland, l’antica residenza dei vescovi di Namur è ora la sede del Consiglio Provinciale. Da visitare il Musée Félicien Rops e il Musée de Groesbeeck-de Croix.

Torna su

Anversa

AnversaA poco più di cinquanta chilometri da Gand si trova Anversa una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in meno di sessanta minuti. È il principale centro mondiale per il commercio, il taglio e la lucidatura dei diamanti. L’85% dei diamanti grezzi del mondo e la metà dei diamanti lavorati sono negoziati in città. Anversa era già abitata in epoca gallo-romana. Una prima fortificazione fu costruita nel VII secolo, ma fu distrutta dai Vichinghi nel IX secolo. Peter Paul Rubens visse dal 1616 al 1640 in una casa in Wapper. Rubens dipinse la maggior parte dei suoi capolavori e ricevette i suoi ospiti e mecenati in questo edificio rinascimentale-Barocco. La Grote Markt è un gioiello di architettura del XVI secolo. La prima cosa che colpisce della Cattedrale gotica di Anversa è l’imponente torre alta 123 metri. Sul luogo della cattedrale esisteva fin dal XII secolo una cappella. La struttura della cattedrale e stata progressivamente costruita dal 1352 al 1481. Il castello di Anversa è conosciuto come Het Steen, ed era così chiamato perché quando venne costruito nel XII secolo, come la maggior parte degli edifici dell’epoca, era in legno. La Chiesa di San Carlo Borromeo fu costruita dai Gesuiti nel 1621, e per la maggior parte venne progettata da Rubens. Il grande maestro realizzò anche numerose opere che purtroppo sono andate distrutte in un incendio nel 1718. Da visitare anche il Museo Plantin-Moretus, il Vleeshuis la sede della corporazione dei macellai dal XIV secolo. In Rockoxhuis, nella casa di Nicolaas Rockox che è stato il sindaco di Anversa dal 1603 al 1625, si può vedere una piccola collezione di dipinti di Brueghel, Matsijs, Van Dyck, Jordaens, così come quelle del suo amico personale Rubens. Continua a leggere la nostra guida di Anversa.

Torna su

Liegi

LiegiA poco più di cento chilometri da Gand si trova Liegi una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in poco più di sessanta minuti. Luogo di nascita dell'imperatore Carlo Magno e dello scrittore Georges Simenon, Liegi è una città vivace e cordiale conosciuta in francese come la Citée ardente, per via del calore e dell’entusiasmo della gente locale. È stata per più di otto secoli un importante centro politico nell’Europa medievale, e il ricco patrimonio religioso e culturale di Liegi ha avuto un profondo impatto sulla città. Delle otto chiese collegiate cattoliche o cattedrali che furono costruite durante questo periodo ne rimangono sette. Da visitare la Chiesa collegiale di San Bartolomeo, che fu fondata fuori dalle mura della città nel XI secolo e la Cattedrale di San Paolo, costruita nel X secolo. La Cattedrale di Sant Lambert fu demolita nel 1794, ma i suoi resti si possono vedere al Archéoforum. Il vecchio cuore politico e religioso della città è Piazza San Lambert. Il Palazzo Principi Vescovi venne costruito nel X secolo. Il Palazzo oggi ospita sia il governo provinciale sia il tribunale. Continua a leggere la nostra guida di Liegi.

Torna su

Bruxelles

Veduta della Grand Place A poco più di cinquanta chilometri da Gand si trova Bruxelles una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in meno di sessanta minuti. È una città multiculturale e multilingue, la capitale del Belgio e della Unione Europea ed è la sede di numerose organizzazioni internazionali, come la NATO. Grand Place è un mix unico di bella architettura del XVII secolo e la vita sociale moderna. Il Municipio in stile gotico rimane uno dei più bei edifici civili del Belgio. Il Palazzo Reale è uno splendido palazzo che si trova nel cuore di Bruxelles. La celeberrima statua del Manneken Pis è uno dei simboli della libertà di spirito dei residenti di Bruxelles. Il Coudenberg è un sotterraneo nella scia dei resti del Palazzo di Carlo V. L’Atomium realizzato nel 1958 per la Fiera Mondiale ora è divenuto una delle attrazioni più famose della città. Da visitare anche la stupenda Cattedrale dei Santi Michele e Gudula, al centro di Bruxelles, e Place du Grand Sablon. Continua a leggere la nostra guida di Bruxelles.

Torna su

Geraardsbergen

GeraardsbergenA poco più di quaranta chilometri da Gand si trova Geraardsbergen una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in meno di cinquanta minuti. È una delle più antiche città del Belgio, famosa principalmente per due cose. La prima riguarda il Manneken Pis, quasi identico a quello più famoso di Bruxelles, ma più vecchio di 160 anni, la seconda è per la sua Mattentaart, un dolce a base di ricotta, uova e mandorle. La più antica ricetta conosciuta risalirebbe al 1510. Alla mattentaart è stato concesso lo status di Indicazione Geografica Protetta dall’Unione europea nel 2006. Gli appassionati di ciclismo invece ricorderanno che qui si trova il famoso Muro, la ripida strada pavimentata con ciottoli, che ogni anno viene affrontata dai ciclisti durante il Giro delle Fiandre, una delle classiche gare che viene fatta ogni primavera, una settimana prima della Parigi-Roubaix. Di particolare interesse è il Castello Boelare, che potrebbe risalire al IX secolo, mentre è certo che la struttura del castello attuale risalga al 1605. Da parte del governo belga è stato classificato come un importante tesoro nazionale dal 1 luglio 1987.

Torna su

Aalst

AalstA poco più di trenta chilometri da Gand si trova Aalst una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in meno di quaranta minuti. Le prime notizie storiche su Aalst risalgono al IX secolo, quando fu descritta come villa Alost, una dipendenza dell'Abbazia di Lobbes. Durante il Medioevo, la città e il porto crebbero essendo la città collocata in un punto strategico di collegamento tra Bruges a Colonia attraverso il fiume Dender. Quando fu facente parte del Sacro Romano Impero ebbe l’onore di essere la capitale delle Fiandre. Il municipio, e la città stessa, furono quasi completamente distrutti da un incendio nel 1360. La città fu rapidamente ricostruita e un nuovo campanile in stile gotico stile venne costruito nel XV secolo. Questo fu un periodo di grande prosperità per la città, dominata dalla Corporazione dei tessitori. Durante questo florido momento Dirk Martens, cittadino di Aalst fondò la prima tipografia. Martens sarebbe poi diventato professore presso l’Università storica di Leuven e venne sepolto nella Chiesa di San Marten. Di interesse da visitare nella città c’è la Chiesa Collegiata di San Martino, in stile gotico stile, risale al XV secolo, che conserva un dipinto di Rubens, alcune sculture realizzate da Hiëronymus Duquesnoy il Vecchio e un tabernacolo del XVIII secolo. Il campanile che si trova accanto al municipio è risalente al XV secolo è ha uno stupendo carillon. Nel 1999 è stato classificato dalla UNESCO come Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Torna su

Ooidonk

OoidonkA poco più di dieci chilometri da Gand si trova Ooidonk una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in meno di quindici minuti. Il Castello di Ooidonk si trova ad est del villaggio di Bachte-Maria-Leerne. Il nome del castello è una derivazione della parola hodonk che significa un “pezzo superiore di terra in una palude�?. Fu costruito come parte di una linea di difesa intorno alla città di Gand. Il castello di origine medioevale venne edificato tra il XIII secolo e il XIV secolo, e fu utilizzato come fondamenta per le successive edificazioni. Nel XV secolo il castello divenne proprietà della famiglia Van Montmorency che lo tenne in possesso per 160 anni. Questo periodo è stato il momento più turbolento della storia del castello. Il castello fu completamente distrutto dalle truppe di Massimiliano d’Austria nel 1491. Nel 1501 i Van Montmorency lo ricostruiscono. Nel 1579 venne nuovamente raso al suolo. Nel 1595 i Van Montmorency decisero di vendere il castello. Il nuovo proprietario fu Maarten della Faille, un banchiere di Anversa, che fece ricostruire il Castello di Ooidonk in stile ispano-fiammingo con tutta la ricchezza del periodo rinascimentale, conferendo al castello l’aspetto attuale. I suoi discendenti, i Baroni di Nevele, rimasero i proprietari per due secoli. Nel 1870 venne adattato al gusto dell’epoca. L’esterno è rimasto in gran parte intatto, a parte un paio di adattamenti di stile pseudo-rinascimentale. Invece l’interno è stato completamente ristrutturato. Il castello ricorda alcuni manieri della Loira.

Torna su

Roubaix

RoubaixA poco più di settanta chilometri da Gand si trova Roubaix una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in meno di sessanta minuti. Questa bella cittadina francese fu in passato un importante centro tessile industriale e oggi offre numerosi motivi di interesse, come i suoi famosi monumenti architettonici. Il più noto e famoso edificio è La Piscine che è un museo di arte e industria si trova all’interno della ex piscina coperta che presenta un interno con un notevole art déco. La struttura fu realizzata tra il 1927 e il 1932 dall’architetto Albert Baert. Nel 1985 venne chiusa come una piscina e venne convertita come museo dall’architetto Jean-Paul Philippon. La collezione permanente del museo ebbe le sue origini nel 1835, quando fu avviata una raccolta di campioni di tessuto dalle molte fabbriche tessili locali. Di particolare pregio la Chiesa di Saint-Martin con il suo campanile del XVI secolo e il municipio realizzato oltre un secolo fa. La città ha anche il privilegio di essere notoriamente celebre per un evento sportivo di chiara fama. Nota per il pavé, per le sue particolari condizioni climatiche, una dei monumenti, una classica del calendario europeo, la Parigi - Roubaix è forse la più nota gara di ciclismo.

Torna su

Roeselare

RoeselareA poco più di cinquanta chilometri da Gand si trova Roeselare una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in meno di sessanta minuti. Roeselare non è solamente il più grande centro commerciale all’aperto in Belgio. La statua dedicata al poeta Albrecht Rodenbach è opera dell’artista Jules Lagae e venne inaugurata nel 1909. La Chiesa di San Michele probabilmente è risalente al IX secolo. Nel 1504 venne riedificata dopo essere stata distrutta da un incendio. Una delle sue caratteristiche è la sua torre alta 65 metri. La Chiesa di Santo Amando fu costruita tra il 1869 e il 1872 su progetto dell’architetto Schadde. Ha una navata e la sua torre è alta 45 metri con quattro campane, un esempio di eclettismo. Il municipio presenta un interessante mix di stili. La parte più vecchia venne realizzata tra il 1769 e il 1771, mentre la cosiddetta ala nuova risale al 1924. Di particolare interesse il Castello di Rumbeke, uno dei più antichi castelli rinascimentali in Belgio. Nel XVIII secolo l’edificio è stato ristrutturato in stile classicista. Sulla piazza di fronte al castello, vi è un albero imponente che risale probabilmente al XVIII secolo, quando fu realizzato il parco. Tra il 1862 e il 1872 venne scavato un canale creando quello che è il porto di Roeselare. La prima nave entrò nel porto il 14 Gennaio del 1872, quattordici giorni dopo l’inaugurazione. Da visitare il Museo degli orologi, una sorprendente e interessante raccolta di vari modelli con una ampia gamma di melodie.

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Torna su

Ostelli Belgio    Ostelli Gand   Hotel Gand    Hotel Belgio

Carte Ghent     Karte von Ghent     Mapa Gand     Map of Ghent

Carte de Belgique   Karte von Belgien   Mapa Bélgica   Map of Belgium

Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal