GAND

VISITARE GAND : INFORMAZIONI E PICCOLA GUIDA

 

Gand, (Gent in fiammingo) l'antico centro europeo della lana, ricco, ricchissimo centro d'arte, tanto da essere, un tempo, la seconda città più grande d'Europa dopo Parigi, poi caduta per un paio di secoli, e poi di nuovo florida. Una città bellissima, Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco, con l'immensa Cattedrale di San Bavone, punto di riferimento, le case fiamminghe delle Corporazioni, costruite tra il 1200 e il 1600, con le facciate sul fiume, la Torre del Belfort sormontata in cima da un dragone dorato, il Castello dei Conti di Fiandra.

Migliori hotel a Gand

Check-in

calendar

Check-out

calendar

 

 

Capoluogo delle Fiandre orientali, sorge su diverse isolette formate dalla confluenza del fiume Lys con la Schelda. Città media, ne troppo piccola, ne troppo grande, 250 mila abitanti, come si dice in questi casi, a misura d'uomo. È collegata al mare del Nord tramite due canali. Il suo porto è secondo in Belgio solo dopo quello di Anversa. Città di cultura, con una importante università, e di industria con manifatture meccaniche, chimiche, della gomma, alimentari e tessili. Ogni cinque anni (la prossima nel 2015), nell'ultima settimana di Aprile si tiene la "Floralies di Gand" , uno dei più importanti e rinomati appuntamenti per gli appassionati di floricoltura di tutto il mondo. Insomma, questa città è un luogo da non perdere.

Capitale culturale delle Fiandre, sede di un'importante università, ha dato i natali a uno dei più grandi e discussi monarchi della storia, l'imperatore del Sacro Romano Impero, monarca di Spagna e dei domini austriaci degli Asburgo, Carlo V. La regione di Gand era abitata in epoca celtica. Il centro abitato fu fondato in epoca romana con il nome di Ganda. Il nome Ganda deriva dalla parola celtica che significa "luogo convergente tra due fiume" la Schelda e il Lys appunto. Non ci sono testimonianze scritte di epoca romana, ma la ricerca archeologica conferma che la regione di Gand è stato ulteriormente abitato. Quando i Franchi invasero il territorio romano (a partire dalla fine del IV secolo e anche nel V secolo) portarono la loro lingua con loro e Gand sostituì il celtico e latino con quello che sarebbe diventato il fiammingo (Olandese). Dal VII secolo in poi, Gand ebbe due importanti abbazie, quella di Sint-Pieters, San Pietro (625-650) e quella di Sint-Baafs , San Bavone (650). Già nell'800, la città doveva essere stata abbastanza importante per Luigi il Pio, figlio di Carlo Magno, da nominare il biografo di quest'ultimo Eginardo come abate di entrambe le abbazie.

Veduta sul canale principale di GandI fiumi di Gand scorrevano in una zona periodicamente inondata, ed erano l'ideale per l'allevamento delle pecore, e la loro lana era utilizzata per fare un panno. Durante il Medioevo Gand era la città più importante per il tessuto in Europa, grazie all'industria del panno che prosperò alimentata dalle importazioni di lana dall'Inghilterra. Se si fanno eccezione dei nostri Liberi Comuni in Italia, Gand fu fino al XIII secolo, come detto, la città più grande d'Europa dopo Parigi. All'interno delle sue mura vivevano fino a 60,000/65,000 persone. Era, per fare un paragone, più grande di Londra, Colonia o Mosca. Oggi, il centro della città con le sue grandi torri, la torre campanaria e le torri della Cattedrale e di Sint-Niklaas sono solo alcuni esempi di ciò che potrebbe essere stata una 'Manhattan del Medioevo'.  Nel 1385 Gand fu annessa alla Borgogna; passata in seguito agli Asburgo lottò strenuamente per difendere la propria autonomia comunale. Aderì alla Riforma nel 1576, si oppose alla Spagna, ma fu sconfitta da un esercito guidato da Alessandro Farnese. Decaduta economicamente, rifiorì sotto il dominio napoleonico, con l'introduzione della filatura meccanica del cotone e con la costruzione dei canali che la collegarono al mare. Il centro storico sorge su alcune isole fluviali, ha numerosi edifici medievali, il Castello dei Conti del XI secolo, la Cattedrale di San Bavone, le Chiese di San Nicola e di San Giacomo, il Municipio e il Museo di Belle Arti, solo per citarne alcuni. I monumenti di Gand prendono vita in modo fiabesco durante il Festival delle Luci che si tiene a gennaio, di cui potete vedere il video qui sotto.

 

Castello dei Conti - GandIl massiccio Castello dei Conti di Fiandra fu fatto costruire da Filippo di Alsazia a partire dal 1180, ma fu completamente restaurato nel XIX e XX secolo nello stile dei forti crociati in Siria. L'edificio rappresentò il "centro di potere" della città per tutto il medioevo, temuto e odiato dalla popolazione che lo chiamava Castello di Gerardo il diavolo. Purtroppo è stata allestito anche qui una mostra sugli strumenti di tortura. A parte questo, il castello "crociato", che oggi ospita anche l'Archivio di Stato, in mezzo ad una città dalla tipica architettura fiamminga da alla zona un fascino davvero particolare. Sulla piazza a sinistra del castello si trova la Statua di Lieven Bauwens, che fece la fortuna di Gand e non solo, introducendo la filatura meccanica in Europa.

Chiesa di San Nicola - GandLa Sint-Baafskathedraal, la Cattedrale tardo gotica di San Bavone, conserva alcune bellissime opere d'arte. Tra queste, il capolavoro di Jan van Eyck, il Polittico dell'agnello mistico, capolavoro della pittura fiamminga, oltre alla celebre opera di Rubens La conversione di San Bavone. In questa maestosa cattedrale sono racchiusi diversi stili architettonici: dal romanico al gotico ornato, al gotico tardo. Venne costruita a partire dal 1228 e la costruzione durò fino al XVII secolo. All'esterno, la facciata molto semplice, sormontata dalla Torre del Belfort alta 90 metri. Qui fu battezzato il futuro imperatore Carlo V.

Chiesa di San Nicola - GandLa bellissima chiesa di San Nicola, Sint Niklaas, costruita tra il XIII e XVI secolo testimonia del particolare stile gotico fiammingo. Qui le corporazioni di questa zona della città avevano le loro cappelle. Durante la rivoluzione francese la chiesa venne utilizzata come scuderia. La torre centrale della chiesa era il punto di osservazione cittadino principale, prima della costruzione della Torre del Belfort. Ques'ultima, alta 91 metri, dominata da un dragone, simboleggia la potenza delle Corporazioni nel Medioevo. Degna di nota, all'interno, la sala detta dei "segreti". Dalla piattaforma superiore è possibile godere un bellissimo panorama sulla città. Costruita nel corso del XIII e XIV secolo, modificata e restaurata più volte, la torre campanaria sorge vicino alla Sala degli Arazzi del XV secolo. Il dragone in cima, il Gulden Draak, o drago d’oro, ha la forma di una nave vichinga, con la testa di drago che campeggia sulla prua, e fu originariamente data alla città di Costantinopoli (l'attuale Istanbul in Turchia) dal re norvegese Magnusson, nel 1111. Un secolo più tardi, Baldovino IX, Conte delle Fiandre, durante la IV Crociata, (che vide il saccheggio della "Cristiana" Costantinopoli), portò con se la statua nelle Fiandre dove finì appunto sulla torre. Gulden Draak è anche il nome di una famosa birra belga prodotta proprio a Gand che nel 1998 è stata scelta come la miglior birra al mondo dall'American Tasting Institute (l’Istituto Americano della Degustazione).

GandGand è anche una città di mercati molto pittoreschi. Il più famoso è il Vrydagmerkt, il mercato del venerdì. Fu qui che ne gennaio del 1340 la popolazione di Gand, tra fiori e verdure, oche, galline e uccelli vari, proclamò l'inglese Edoardo III re di Francia (che pretendeva il trono in quanto nipote di Filippo il Bello), tanto per confermare il suo attaccamento all'Inghilterra per via del commercio della lana (gli inglesi esportavano a Gand dell'ottima lana grezza che poi veniva lavorata in città). Giusto per la cronaca, Edoardo non divenne mai effettivamente re di Francia.

Una piazza a GandSituata tra Bruxelles e Bruges, Gand è comodamente raggiungibile in treno o in autobus.Il comune comprende la città di Gand propriamente detta e le città satelliti di Afsnee, Desteldonk, Drongen, Gentbrugge, Ledeberg, Mariakerke, Mendonk, Oostakker, Sint-Amandsberg, Sint-Denijs-Westrem, Sint-Kruis-Winkel, Wondelgem e Zwijnaarde. In termini di popolazione è quarto comune più grande del Belgio.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Dove si trova?

Torna su

 

 

Ostelli Belgio    Ostelli Gand   Hotel Gand    Hotel Belgio

Carte Ghent     Karte von Ghent     Mapa Gand     Map of Ghent

Carte de Belgique   Karte von Belgien   Mapa Bélgica   Map of Belgium