Produzione di energia fai-da-te, l'esempio della Germania

Advertisement

Sei qui: Energia pulita > Produzione di energia fai da te

Produzione di energia fai-da-te, l'esempio della Germania

A cura della redazione di Informagiovani Italia

 

La rivoluzione ecologica, l'elettricità generata da fonti rinnovabili in Germania è un vero successo, anche economico. Nel 2000 una legge approvata dal governo socialdemocratico-verde ha previsto la concessione di sussidi pubblici per la promozione del solare: per 20 anni le società produttrici di elettricità si sono impegnate ad acquistare, a prezzi fissi e superiori a quelli di mercato, l'energia prodotta in più dai privati. In pratica ogni cittadino che ha messo pannelli solari sul proprio tetto vende a prezzi molto convenienti l'energia elettrica prodotta e non consumata alle aziende.

Advertisement

 

I prezzi di vendita sono fissi e i privati che hanno trasformato le loro case in mini centrali fotovoltaiche (solare domestico) possono prevedere in anticipo quale sarà il ricavo derivante dalla produzione dell'energia elettrica dei loro impianti.

 

Anche in Italia si è seguito alla legge tedesca e cittadini vendono l'energia elettrica prodotta in eccesso a un prezzo superiore rispetto al costo che paghiamo in bolletta (fatta eccezione per coloro che hanno usufruito degli incentivi all'installazione dei pannelli solari che si vedono pagare prezzi miserabili e inferiori a quelli della bolletta di molto). Anche la legge italiana della produzione di energia fai-da-te ha avuto successo ed ha portato a un incremento nella diffusione del solare, anche se non paragonabile quantitativamente al successo in Germania, dove però si discute sulla sostenibilità di questo tipo di sussidi per un tempo così lungo come 20 anni.


Le fonti rinnovabili sono senza dubbio in Germania una miniera d'oro: gli addetti al settore sono oltre 250.000, le esportazioni superano i 12 miliardi di € e il paese ha circa 60 aziende specializzate nell'eolico, oltre 100 specializzate nel solare ed è il terzo produttore mondiale di pannelli solari dopo la Cina e il Giappone. E’ un vero peccato che l’Italia resti sempre indietro, anche in questo. Il risparmio energetico è anche un business, e pensate a quante ore di sole gode il nostro paese in confronto alla Germania!

Ritorna alla pagina Energia Pulita

 

Google

Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal