SCUOLA DI RESTAURO

Advertisement

Informagiovani Italia

  L'educazione in Italia

L'educazione in Europa

Lavorare in Italia

  Lavorare in Europa

Comuni Italiani

Buona amministrazione comuni

Articoli  Informagiovani

Mestieri e Professioni

Mettersi in Proprio

Idee imprenditoriali

Mettere su casa

Energia pulita Energia Pulita

Giovani arte e cultura

Stili di vita

Informa Bambini

Pronto soccorso bambini

Giovani e Salute

Viaggiare in Europa

Viaggi Italia   Viaggiare in Italia

Hotel in Italia  

Ostelli in Italia

Ostelli in Europa

No al bullismo

 

 
Advertisement

 Scuola di restauro

L'Istituto Centrale per il Restauro (ICR) conferisce il diploma di restauratore dei beni culturali al termine di un corso di studi quadriennale. La frequenza dei corsi è gratuita.
Agli studenti possono essere conferite, a domanda e per merito, borse di studio, attribuite dal Direttore dell'istituto stesso, per affrontare i problemi di alloggio e logistica. Per la partecipazione ai cantieri fuori sede agli studenti spetta il rimborso della spesa per il viaggio, vitto e alloggio.

L'anno scolastico inizia di norma a novembre e termina ad ottobre. Nel periodo estivo gli allievi dispongono di un mese di vacanza. La frequenza delle lezioni è quotidiana e obbligatoria.

L'ammissione al corso è subordinata al superamento delle prove d'esame di un apposito concorso per esami e titoli indetto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il cui bando viene pubblicato annualmente nella Gazzetta Ufficiale.

L'insegnamento del restauro riguarda le seguenti aree: dipinti murali, dipinti su tela, dipinti su tavola, su tessuto, su cuoio, su carta e sculture lignee policrome, metalli, ceramica, vetro, smalti, oreficerie, avorio, osso, ambra e oggetti di scavo, mosaico, materiali lapidei naturali e artificiali, stucchi, manufatti tessili.

Il numero dei posti messi annualmente a concorso è determinato nel bando (non può essere inferiore a diciotto) ed i corsi hanno carattere teorico (es: discipline storiche, discipline chimiche, discipline della tutela, discipline della documentazione)  e pratico (es: restauro, tirocini).

Al secondo, al terzo e al quarto anno si accede per idoneità, su giudizio espresso dal Consiglio didattico al termine rispettivamente del primo, del secondo e del terzo anno. Il giudizio di idoneità espresso al termine del quarto anno costituisce titolo di ammissione agli esami di diploma di cui al seguente punto. Gli allievi non idonei non sono ammessi a ripetere l'anno di corso. L'esame finale per il conseguimento del diploma consiste nella discussione della tesi sul lavoro svolto.

 


 

Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal