Cosa vedere a Merano - Attrazioni turistiche Merano

COSA VEDERE A MERANO

 

Merano è un luogo con molte attrattive: begli edifici di importanza storica, passeggiate famose percorse dai regnanti d'Europa in passato, le terme dal design accattivante e dai tanti programmi benessere e poi locali, ristoranti, negozi...Tra gli edifici storici di Merano spiccano quelli in stile liberty del primo Novecento, il Kurhaus è uno di questi.

I suoi lavori iniziarono nel 1912 sulla scia dell'antico Pavillon del 1874 (dove si svolgevano le serate danzanti dell'allora aristocrazia dell'impero degli Asburgo). Il progetto del Novecento fu affidato all'architetto Ohmann che lo realizzò in un elegante stile liberty. All'esterno i colori sono quelli del bianco, impreziosito da una facciata a vetrata con quattro colonne poste a semicerchio, mentre in cima le quattro grazie danzanti abbelliscono la parte alta dell'edificio. Al suo interno troviamo eleganti sale, come quella per il ballo e una grande scala.

Il Teatro Puccini è un altro edificio di grande interesse: situato nel centro urbano di Merano, venne edificato nel 1900 da Martin Dulfer, presenta interessanti interni in stile liberty.

Il Duomo di Merano (chiesa di San Nicolò), nel centro storico della città, venne costruito nel lontano 1310 ed ha un altissimo campanile di 80 metri. L'interno è spettacolare, un grande spazio fa da culla a bei dipinti e sculture, da non perdere in particolare gli affreschi custoditi all'interno del campanile. Il Duomo diventa particolarmente suggestivo durante il periodo natalizio con la messa di Natale cantata dal coro polifonico.

All'esterno della chiesa sono posizionate antiche pietre tombali, testimonianza dell'antico cimitero della città qui presente fino al 1848. Tra gli edifici religiosi di Merano si distinguono altre importanti chiese: la chiesa del Santo Spirito, fondata nel 1217, è situata al di fuori dal centro storico, sulla riva sinistra del torrente Passirio (viene ancora oggi definita come una delle chiese più graziose dell'intera regione).

Si aggiungono, la chiesa di Santa Maria del Conforto, del XII secolo e in stile romanico, custode delle spoglie dell'arciduca Ferdinando Carlo e la chiesa dei Cappuccini di San Massimiliano del XVI, che si caratterizza per la sua semplicità.

Il percorso culturale si arricchisce di un importante icona, quella del Museo della donna, che pone l'accento sul mondo delle donne in epoche diverse e sull'evoluzione del loro ruolo sociale. Creato da tre donne di Innsbruck (Irmgard Hofer-Wolf, Christine Sieb e Monica Köck) si concentra in particolare sui costumi, sulle stoffe e sugli utensili utilizzati dal mondo femminile in genere.

Il Museo Civico dell'Aquila Rossa, situato in via delle Corse 42/A offre al visitatore un'esposizione dedicata alla preistoria locale. Tra musei e mostre di natura permanente o temporanea (sempre numerose e interessanti), consigliamo di non mancare la visita alla biblioteca Civica di Merano: situata nel cuore della città (via delle Corse 1) è accessibile gratuitamente a tutti.

Alle terme di Merano abbiamo dedicato una sezione a parte, accenniamo qui alle 25 piscine presenti, al coperto e all'aperto, alla loro modernità e al bel design con cui sono state progettate.

 

Nei dintorni di Merano, troverete maestosi castelli e percorsi naturalisti suggestivi. Il castello principesco del duca Sigismondo d'Austria, edificato nel 1470, fu anche residenza dell'imperatore Massimiliano e della corte di Ferdinando I. Lo si ammira per la sua architettura gotica perfettamente conservata e per gli arredi interni di grande pregio. Da non perdere la visita guidata al castello, per scoprire com'era la vita quotidiana dell'aristocrazia di Merano.

 

Il percorso continua con i Giardini del Castello Trauttmansdorf, attrazione unica della città. Votati come il parco-giardino più bello d'Italia nel 2005, i giardini si estendono a terrazza su un terreno di 12 ettari e comprendono 80 settori botanici, 11 padiglioni architettonici e diversi sentieri tematici. Al suo interno è presento l'oliveto più settentrionale dell'Italia. Vogliamo ricordare come il progetto panoramico inserito nel contesto dei giardini è stato progettato anch'esso da Matteo Thun (così come accade per per le terme e altri stabili del centro città).

 

L'attuale castello Trauttmansdorf (conosciuto anche come Castel di Nova) ha origine da un altro castello già esistente nel XIV secolo e si presenta dipinto di bianco in un'architettura in stile misto, di cui l'elemento neogotico è sicuramente preponderante. Il castello è noto anche per aver ospitato la principessa Sissi durante il suo soggiorno di benessere a Merano e per ospitare il Museo Provinciale per il Turismo Touriseum.

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazioni interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ce ne offri due), così ci aiuterai a scrivere la prossima guida:  Paypal

 

 

 

Torna su

 

Ostelli Italia   Auberges de Jeunesse Italie   Hotel Merano

Carte Merano     Karte von Meran  Mapa Merano Map of Merano

Carte Trentin Haute Adige    Karte von Südtirol    Mapa Trentino  Map of Trentino

Carte d'Italie  Karte von Italien  Mapa Italia   Map of Italy

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal