Chiesa di Nostra Signora a Bruges

Sei qui: Cosa vedere a Bruges >

Onze-Lieve-Vrouwekerk - Chiesa Nostra Signora 

Uno dei monumenti più importanti di Bruges è la maestosa e slanciata chiesa Onze-Lieve-Vrouwekerk, la Chiesa di Nostra Signora, nel cuore del centro storico, che si può notare da tanti angoli della città per via del suo campanile altissimo di 122 metri di altezza che rappresenta il secondo più alto edificio al mondo in mattoni, dopo la Mole Antonelliana di Torino e dopo la a chiesa di San Martino a Landshut, Germania che è di 130,6 metri). Tra le ragioni della sua fama c'è il fatto che qui si trova una scultura di Michelangelo, la Madonna con Bambino, anche detta appunto Madonna di Bruges l'unica opera del grande artista ad avere lasciato l'Italia mentre era ancora in vita.

 

Storia della Chiesa di Nostra Signora

 

La prima chiesa in questo luogo fu una cappella carolingia introno all'anno 875. Negli archivi della chiesa tuttavia si trova un documento sulla fondazione della chiesa attribuito a Bonifacio del 741. La cappella era dipendente dalla chiesa di San Martino a Suisele, che era a sua volta dipendente del vescovado. Nel 1116 la cappella si staccò dalla chiesa di Suisele e divenne una parrocchia indipendente. Presumibilmente, quindi, l'edificio fu ricostruito e ampliato sotto Carlo il Buono .

Dal 1230 fu iniziata la costruzione della chiesa attuale. La parte più antica, la navata centrale fu costruita in pietra di Tournai, nel tipico stile gotico di Schelda (Scheldegotiek, dal nome del fiume fiammingo). Sul fronte e sulla facciata ovest, si riconosce anche l'impatto di questo stile, con due torri tipiche a scale e l'uso della pietra blu. Il coro e ad abside, costruito tra il 1270 e il 1280, facendo a meno del classico gotico francese essendo interamente in mattoni. Nel 1370 venne costruita la navata settentrionale nel 1450 meridionale. Intorno al 1465 fu costruito il Portale del Paradiso in stile gotico bramantino.

La torre, alta 122,3 metri fu costruita interamente in mattoni ed è ancora oggi l'edificio più alto di Bruges. La prima torre crollò nel 1163 e fu ricostruita tra il 1270 e il 1340; la parte finale della torre venne aggiunta nel  al XV secolo. L'uso del mattone è tipico di questo tipo di gotico. La chiesa ha cinque navate.

Nello spazio coro dietro l'altare maggiore si trovano le tombe di Carlo il Temerario, ultimo duca di Borgogna della dinastia dei Valois, e di sua figlia, la duchessa Maria di Borgogna. Le effigi in bronzo dorato di padre e figlia riposano su lastre levigate di pietra nera. Entrambi sono incoronati, e Carlo è rappresentato in armatura completa con indosso la casacca dell'Ordine del Toson d'Oro. Dall'espressione del suo viso, sembra che sia stata lasciata il giorno prima sul catafalco. Unica figlia del Temerario, sposò Massimiliano d'Austria e diede alla luce Filippo il Bello, padre dell'imperatore Carlo V. Purtroppo, la giovane duchessa morì per una caduta da cavallo all'età di soli 25 anni.

 

Madonna di Bruges di Michelangelo

La pala del lungo corridoio sud della cappella mostra il più famoso tesoro artistico della chiesa, una statua di marmo bianco, conosciuta come la Madonna di Bruges, creato da Michelangelo intorno al 1504, probabilmente scolpito su un progetto originariamente destinato al Duomo di Siena, ma fu acquistato in Italia da due mercanti di Bruges, i fratelli Jan e Alexander Mouscron, che, nel 1514, lo donarono alla chiesa. La scultura è stata per due volte recuperata dopo essere stata trafugata dagli occupanti stranieri: la prima volta durante la rivoluzionario francese nel 1794, e poi dai tedeschi nel 1944 (doveva entrare a far parte, del Museo di Hitler che doveva sorgere a Linz, insieme ad altri capolavori presi nelle zone occupate dalla Germania.

 

La Madonna con Bambino (o Madonna di Bruges) venne eseguita da Michelangelo nei primissimi anni del 500, dall'artista di ritorno a Firenze dopo i successi di Roma. In questo periodo Michelangelo era al lavoro sul David ma non disdegnava committenze private, come quella che ricevette dalla famiglia di mercanti fiamminghi Mouscron, che erano in affari con Jacopo Galli, il protettore di Michelangelo. L'opera venne imbarcata quasi segretamente a Livorno verso il 1506, come testimoniano alcune lettere dell'artista indirizzate al padre e un certo Giovanni Balducci, incaricato della spedizione. La riservatezza, era probabilmente legata al fatto che l'artista voleva evitare il clamore legato ormai alle sue opere e non spazientire altri committenti che stavano aspettando da ben più a lungo i suoi lavori, come i Piccolomini a Siena. La scultura venne pagata 4000 fiorini, cifra enorme per l'epoca. Arrivò a Bruges entro il 1508, dove venne inizialmente collocata nella cappella Mouscron nella cattedrale, dove la vide Albrecht Dürer nel 1521.

 

Informazioni e orari
Chiesa aperta dal lunedì al sabato dalle 9:30 alle 16:50 e la domenica dalle 13:30 alle 16:50. Ingresso libero. Museo aperto da martedì a venerdì dalle 9:30 alle 17:00, sabato dalle 9:30 alle 16:45 e domenica dalle 13:30 alle 17:00. Chiuso il lunedì. Ingresso: 2 € (1 € ridotto) in quanto è parzialmente chiuso per la ristorazione.

 

Indirizzo

Mariastraat
8000 Bruges - Brugge
Belgio

 

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta..

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazione interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal

 

Torna su

Ostelli Bruges  Ostelli Belgio    Hotel Belgio   Hotel Bruges

Carte de Bruges    Karte von Brügge   Mapa Brujas    Map of Bruges

Carte de Belgique   Karte von Belgien   Mapa Bélgica   Map of Belgium

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal