Campanile di Giotto

Advertisement
Sei qui: Cosa vedere a Firenze  >

Campanile di Giotto

Il campanile di 85 metri disegnato da Giotto nel XIV secolo è la torre campanaria del Duomo Firenze. Fu costruito a partire dal 1334 e,  come quest'ultimo, fu decorato esternamente in marmo bianco, rosa e verde. Risulta affiancato alla facciata stessa della chiesa, come dal piano architettonico voluto da Arnolfo di Cambio. Il campanile è alto sei metri in meno della cupola del Brunelleschi. Giotto poté terminare solo i primi due livelli del campanile prima della sua morte (nel 1337).

Advertisement

L'opera fu infatti completata da Andrea Pisano di Pontedera e da Taddeo Gaddi, per essere poi successivamente terminato da Francesco Talenti nel 1359, dopo la Peste nera che colpì la città. Della torre campanaria si notino in particolare i bassorilievi del basamento, parte dello splendido corredo decorativo di tutta la struttura.

Campanile di GiottoNel 1334 Giotto era all'epoca direttore dei lavori della cattedrale. Il maestro portò avanti la costruzione fino all'ordine inferiore con le forme esagonali. Alla sua morte, avvenuta nel 1337, la costruzione del campanile fu affidata a Andrea Pisano, che modificò il progetto del suo predecessore. Dopo la peste del 1348 i lavori furono affidati a Francesco Talenti, che per dare slancio al campanile aggiunse bifore accoppiate a trifore timpanate, e sostituì la cima del campanile, prevedendo invece che la guglia pensata da Giotto, un coronamento piatto. Il campanile fu terminato nel 1359 ed era collegato alla cattedrale con una passerella marmorea all'altezza della prima cornice. Questa passerella fu demolita degli anni '30 del quattrocento, ne rimangono a testimonianza le porte decorate.

Fomelle del Campanile di GiottoLe formelle della fascia inferiore, sono oggi sostituite da calchi che raffigurano la Vita dell'uomo nella Creazione e nelle Arti umane, e sono opera di Andrea Pisano e di Luca della Robbia su disegno di Giotto. Per il loro tema va ricordato che Giotto aveva ottenuto l'incarico di capomastro proprio dalle Corporazioni delle varie Arti, che allora reggeva il governo di Firenze; fu quindi in omaggio alla committenza che egli rifece raffigurare, nell'ordine, il Lavoro della terra, la Pastorizia, la Musica, la Medicina, la Caccia, la Tessitura, la Legislazione, la Meccanica, la Navigazione, la Giustizia, l'Agricoltura ed il Teatro. La fascia superiore, della seconda metà del '300, raffigura i Pianeti, le Virtù, le Arti liberali ed i Sacramenti. I due piani superiori vennero realizzati da Andrea Pisano, che subentrò a Giotto nella direzione dell'opera; egli ideò, tra le lesene, una serie di 16 nicchie con statue dei Profeti, Sibille e di San Giovanni Battista, sormontate da altrettante false nicchie. Tra il 1350 ed il 1359 fu, come accennato, Francesco Talenti a completare il Campanile, realizzandovi i due piani con le due bifore cuspidate, dalle bellissime colonnette tortili, ed il piano con la singola trifora; sulla sommità, ad oltre 81 metri di altezza egli realizzò il grande terrazzo sbalzato su archetti, con balaustra a traforo.

Campanile di GiottoLe sculture sono parte integrante del campanile, progettate per raccontare il tema dell'incivilimento dell'uomo e il suo cammino verso Dio. Le sculture che vedete sono copie: gli originali, si trovano al Museo dell'Opera del Duomo. Sulla cornice inferiore stavano le formelle esagonali raffiguranti le attività umane. Quelle dei lati est, sud e ovest sono attribuite ad Andrea e a Nino Pisano, mentre quelle a nord furono eseguite da Luca della Robbia fra il 1437 e il 1439, dopo che la demolizione della passerella aveva posto la necessità di uniformare anche i lato verso la cattedrale agli altri. Sempre ad Andrea, Nino Pisano e collaboratori si fanno risalire le formelle a losanga del piano superiore, che raffigurano i Pianeti, le Virtù e le Arti liberali. I Sacramenti (raffigurati sul lato nord), sembrano opera del giottesco Maso di Banco. Nelle nicchie sovrastanti troviamo statue di Profeti, Patriarchi e Sibille, eseguite in origine da Andrea Pisano ma nel 1466 sostituite in parte da opere di Donatello e Nanni di Bartolo.

Campanile di Giotto

Piazza del Duomo

 

Dove si trova?

Torna su

Ostelli Firenze  Ostelli Italia  Auberges de Jeunesse Italie   Hotel Firenze

Carte de Florance     Karte von Florenz    Mapa Florencia Map of Florence

 Carte de la Toscane     Karte von Toskana     Mapa Toscana     Map of Tuscany

Carte d'Italie  Karte von Italien  Mapa Italia   Map of Italy

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal