Castello di Wawel

Sei qui: Cosa vedere a Cracovia  >

Castello di Wawel - Cracovia

Sono molte le attrazioni da visitare a Cracovia, ad iniziare proprio dalla collina di Wawel, uno dei luoghi più incantati della città. In cima si staglia il grande Castello di Wawel, che si mostra alla fine dell'elegante Strada Reale (Droga Królewska), la strada cerimoniale dei re e della corte, che ancora oggi passa attraverso i luoghi storici più importanti della città. Si accede al castello attraverso una salita che conduce a una porta d'accesso. Chi andava in visita al castello doveva superare i controlli cittadini e superare infine i controlli da parte delle guardie del re presso la porta principale; superati i controlli i visitatori si recavano alla cattedrale, che si trova immediatamente sulla sinistra passato l'ingresso, per la preghiera di rito.

 

Collina di Wawel CracoviaIl Palazzo Reale, sede storica dei re durante il periodo di maggior splendore del regno, è uno dei luoghi più visitati di Cracovia. Oggi ospita un museo ma i cracoviani hanno sospirato molto per averlo. Dopo la Prima guerra mondiale il castello doveva essere restaurato e divenire un museo; si decise di indire una sottoscrizione popolare per ricavare i fondi per la ristrutturazione e, in meno di tre anni, furono donati dai cittadini di Cracovia talmente tanti soldi, che l'architetto incaricato decise di fermare le donazioni. Sulla salita di entrata al castello, sul muro di sinistra, targhe bianche incastonate nel muro, ricordano i nomi dei donatori, potete vedere che gli anni delle donazioni vanno solo dal 1920 al 1923.

Cracovia WawelFinalmente il castello era diventato un museo, ma con la Seconda Guerra Mondiale, le cose cambiarono di nuovo. Cracovia venne occupata dai nazisti nel 1939 e fu fatta capoluogo della zona occupata tedesca, capeggiato dal governatore tedesco Hans Frank. Quest'ultimo scelse il castello del Wawel come sede del suo comando e così il castello assunse di nuovo una funzione militare. Solo alla fine della guerra l'edificio ritornò alla città e divenne definitivamente il luogo culturale che la città per decenni ha voluto.

Collina di Wawel CracoviaOggi il museo espone una collezione molto preziosa, comprendente splendidi arazzi francesi, il tesoro della corona, insegne reali e l'arredamento antico del castello stesso e di altre acquisizioni successive. La corte rinascimentale, la prima cosa che vedrete all'inizio della vostra visita, fu progettata da un giovane architetto fiorentino, Bartolomeo Berreci, nel XVI secolo e gli appartamenti reali furono ristrutturati e rimodellati da Francesco Fiorentino, che donò alla struttura proprio l'attuale un'impronta rinascimentale. In particolare il Fiorentino raddoppiò l'altezza del piano nobile (il primo piano), raddoppiando la lunghezza delle colonne e con questo stratagemma confererendo una notevole eleganza, nello stile dell'epoca, agli appartamenti e al cortile interno.

Le Sale di Stato contengono opere d'arte appartenute ai vari sovrani polacchi. Si possono visitare alcune sale riccamente decorate, tra cui gli Appartamenti Reali, dove si può visitare la camera da letto del re. Eccezionale anche la collezione di arazzi ospitata nel castello, con oltre 100 preziosissimi pezzi francesi. La pinacoteca espone opere di artisti italiani come Tiepolo e Jacopo Bassano, tedeschi come Cranach e francesi come CorotDelacroix. Le ricostruzioni delle stanze sono estremamente accurate e fedeli, con attenzione alle porcellane, alle armi, ai tappeti e ai mobili, moltissimi di fattura italiana, dato che diverse regine italiane vissero alla corte polacca, tra queste Bona Sforza (moglie di Sigismondo I) , Lodovica Maria e Eleonora Gonzaga. Una particolarità caratterizza i soffitti delle sale dei deputati e dei senatori, cassettoni la cui decorazione centrale è rappresentata da teste scolpite in legno. Dal 2012 il Castello di Wawel ospita il celebre dipinto di Leonardo da Vinci, la Dama con l'Ermellino, precedentemente esposto nel museo cittadino il Czartoryski Muzeum.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

Dove si trova?

Torna su

 


Ostelli Cracovia   Ostelli Polonia  Hotel Cracovia   Hotel Polonia

Carte de Cracovie     Karte von Krakau Mapa Cracovia      Map of Krakow

Carte de la Pologne      Karte von Polen Mapa de Polonia  Map of Poland