Toledo: cosa vedere

Advertisement

Cosa vedere a Toledo: 15 luoghi interessanti da visitare

Le espressioni si sovrappongono quando si tratta di definire una città come Toledo. La storica città spagnola è ricca di diversità, a tratti si presenta araba, poi ebrea e poi cristiana, il tutto senza tralasciare elementi che ne ricordano il passato romano e poi visigoto. Situata al centro della Spagna, nella regione della Castiglia, tra Madrid e Avila, Toledo è una destinazione turistica molto popolare, soprattutto per coloro che scelgono la capitale come base di soggiorno. Quindi, cosa vedere a Toledo? L'elenco è molto lungo.

Advertisement

Pietra miliare di tutta la nazione, la Toledo che tanto ha ispirato El Greco nel XVI secolo è rimasta relativamente invariata nel tempo. Antiche chiese e secolari edifici arricchiscono la città, ancora oggi caratterizzata da strette stradine e pittoreschi vicoli. Toledo venne scelta come capitale della Spagna fino al 1560, grazie alla sua posizione geografica in cima ad una collina sopra il fiume Tago (una fortezza naturale al centro della penisola iberica). Lo status politico venne perso a favore della capitale odierna, quando Filippo II trasferì la corte a Madrid. Quello di Toledo è stato ed è ancora oggi anche un primato religioso e in particolare culturale, tanto che nel 1987 l'UNESCO ha inserito il suo centro storico negli elenchi del Patrimonio dell'Umanità. Non c'è da stupirsi quindi del perché Toledo si presenti decisamente ricca di siti storico-culturali.

Toledo è una città unica, sono necessari almeno due o tre giorni di visita per assaporare a pieno la città da un punto di vista turistico-culturale e perché no, anche gastronomico, cenando in uno dei tanti e ottimi ristoranti di Toledo, secondo la più vera tradizione culinaria castigliana.

Sono tante le attrazioni storico-culturali di Toledo, impossibile citarle tutte. Tra le tante si consiglia di non perdere le seguenti:

Cattedrale di Toledo

Cattedrale ToledoLa splendida Cattedrale di Toledo (Catedral de Santa María, che si staglia sul resto della città, si trova nella Plaza del Ayuntamiento. Sorta sul sito della Grande Moschea della Toledo mussulmana che a suo volta era sorta su una chiesa visigota. anche chiamata Catedral Primada, la cattedrale primaria di Spagna. il simbolo stesso della storia di Toledo come capitale spirituale della Spagna, ruolo che conservò anche dopo il trasferimento della corte reale a Madrid, il maggiore vanto culturale della città, il punto di partenza ideale per il visitatore.  L'attuale struttura, in stile gotico spagnolo, formata da cinque grandi navate con un coro al centro, fu iniziata nel 1226 e terminata 300 anni dopo. In questo lasso di tempo furono aggiunti altri elementi tipici delle diverse epoche mudejar, barocchi e neoclassici. Al suo interno si trovano numerosi capolavori di artisti quali El Greco, Tiziano, Goya, Van Dick, Velázquez, Tiziano e Rubens...Continua a leggere sulla Cattedrale di Toledo.

Torna su

 

Sinagoga di Santa María La Blanca

Indirizzo: Calle Reyes Católicos 2

Sinagoga di Santa María La Blanca ToledoLa Sinagoga de Santa Maria La Blanca è quasi due secoli più antica della più visitata e affollata Sinagoga del Tránsito (di seguito). La sua architettura fu presa ad esempio per la costruzione successiva di molte altre sinagoghe nel resto dell'Europa e poi del mondo. Nel tardo XII secolo, gli ebrei di Toledo edificarono un importante sinagoga in stile almohadi, sobria, con graziosi archi a forma di ferro di cavallo e ornamentali modanature orizzontali...Continua a leggere sulla Sinagoga di Santa María La Blanca.

 

Torna su

Sinagoga del Tránsito

Indirizzo: Calle Samuel Leví

Sinagoga del TransitoLa Sinagoga del Tránsito o Sinagoga di Samuel ha-Levi, è un edificio trecentesco eretto da Samuel ha-Levi ai tempi del regno di Pietro I. Si dice che Levi ebbe modo di importare diversi cedri dal Libano per la costruzione del palazzo. Divenuto tempio di culto cristiano, la Sinagoga servì al Tránsito de Nuestra Señora (assunzione della Madonna ai cieli), che ne ha conferito il nome attuale. Sotto Napoleone venne trasformata in una caserma militare e solo nel 1977 fu dichiarata monumento nazionale. Lo stile della struttura è tipico mudejar, gli interni sono di particolare bellezza architettonica, le sale di preghiera sono decorate con archi che permettono l'ingresso della luce esterna e le pareti sono in gesso policromo con i fregi decorati con motivi vegetali e geometrici. L'esterno è relativamente austero, costruito in mattoni color crema e pietra. La facciata è caratterizzata da sette finestre rotonde, arricchita da arcate cieche e balconi in legno. All'interno la sala di preghiera principale è ricoperta da decorazioni intricate e iscrizioni in ebraico sempre in stile Mudéjar. Adiacente alla sala principale è ospitato il Museo sefardita, tra i più esaustivi sul tema della cultura ebraica in Spagna.

Torna su

Monasterio de San Juan de los Reyes
Indirizzo: Calle Reyes Católicos 17

Monatero de San Juan de los Reyes ToledoIl monastero fu iniziato nel 1477 secondo i progetti dell'architetto Juan Guas. La sua costruzione venne commissionata dal re Ferdinando e dalla regina Isabella per commemorare il trionfo sui portoghesi nella Battaglia di Toro (1476) e per la contemporanea nascita del principe Giovanni. Oltre a questo deve il suo nome "San Juan de los Reyes", perché Isabella la cattolica nutrì sempre una particolare devozione per San Giovanni Evangelista.

Nel corso degli anni il monastero fu donato ai francescani per stabilirvi la loro residenza. Oggi possono visitare il chiostro, la chiesa, la cappella e il monastero. Dopo la cattedrale, è considerato il monumento principale della città.

Il monastero è uno degli esempi più importanti di stile isabellino gotico in Spagna (tardo gotico) ed è considerato come il più importante edificio eretto sotto i re cattolici. La costruzione del monastero iniziò nel 1477 su progetto di Guas e fu completata nel 1504. Venne dedicato a San Giovanni Evangelista a utilizzato dai frati francescani. Nel 1809 il monastero fu gravemente danneggiato dalle truppe di Napoleone e abbandonato nel 1835. Il suo restauro iniziò nel 1883 e fu completato solo nel 1967. Se venita a Toledo, cercate di trovare un po' di tempo per visitare questo luogo speciale. Gli interni sono arricchiti da un insieme di splendidi chiostri e lo stile è quello gotico-spagnolo-fiammingo. La chiesa è situata all'estremo lembo occidentale della città vecchia, a metà strada tra il Puente di San Martín e la Puerta di Cambron.

Torna su 

 

Puerta del Sol

Puerta del SolLa Puerta del Sol è un'opera mudéjar di carattere commemorativo costruita la prima volta nel XII secolo, e ricostruita verso la fine del XIV secolo, secondo la tradizione, dai Cavalieri Ospedalieri come accesso alla città murata di Toledo. In origine era una torre di Albarran del X secolo, che difendeva l'accesso alla città occupata dai mori. Fu costruita ai tempi del regno di Taifa...Continua a leggere sulla Puerta del Sol.

Torna su

 

Casa-Museo di El Greco

Indirizzo: Calle Samuel Leví 3

Casa Museo di El Greco ToledoSituata nel vecchio quartiere ebraico di Toledo (un labirinto di strade strette sul confine sud-ovest della città vecchia) troviamo la casa di museo del grande pittore El Greco. Fu il marchese de Vega Inclan che, agli inizi del Novecento, ebbe l'idea di edificare un piccolo Museo dedicato al grande pittore nei pressi dell'abitazione di quest'ultimo. L'abitazione originaria dell'artista non esisteva infatti più da tempo. Al suo interno si può ammirare una ricostruzione fedele dello studio del pittore, con una ambientazione tipica della Toledo del XVI secolo. Il museo raccoglie varie opere del pittore di origine cretese, tra cui la famosa Vista e pianta di Toledo (dipinta dal nord della città). La cappella, al piano terra, contiene un retablo su San Bernardino da Siena opera di El Greco. Il giardino e la cucina meritano particolare attenzione, così come un salotto arredato in stile moresco.

Torna su

Iglesia de Santo Tomé

Indirizzo: Plaza del Conde 4

Iglesia de Santo ToméPasseggiando nel centro storico di Toledo, a un certo punto ci si imbatte nella Chiesa del Santo Tomè, uno dei monumenti più visitati della città, molto conosciuta in particolare per la presenza di un capolavoro di El Greco 'La sepoltura del conte di Orgaz' (1586). La chiesa venne già citata nel XII secolo come in costruzione sul sito di una vecchia moschea del XI secolo...Continua a leggere sulla Chiesa di Santo Tomé.

Torna su

Chiesa di El Salvador

Iglesia de Santo ToméLa Chiesa di El Salvador è una bella chiesa medievale con influenze romane e visigotiche. Fino al IX secolo era una moschea. Si dice che la conversione da moschea a chiesa avvenne quando la moglie di Alfoso VII di Castiglia dovette rifugiarsi qui durante una tempesta. Situata nel cuore del centro storico, la chiesa di San Salvador, pur non essendo uno degli edifici più famosi e visitati dell'universale e monumentale Toledo, può vantare di essere una delle più antiche e interessanti della città, custodendo all'interno delle sue mura un patrimonio molto interessante e una lunga storia...Continua a leggere sulla Chiesa di El Salvador a Toledo.

Torna su

Moschea di Cristo de la Luz

Moschea di Cristo de la LuzLa Moschea del Cristo de la Luz, è una piccola moschea in stile mudéjar. Le sue origini sono incerte. Non è escluso che si trattasse di una madrasa (scuola coranica) o di un mausoleo. La leggenda narra che il cavallo del Cid, il leggendario condottiero simbolo della Reconquista cristiana contro i mori, giunto alla moschea, si inginocchiò davanti a un Cristo brillante rimasto nascosto nella moschea durante gli anni della dominazione musulmana. Da qui il nome di Cristo di Luce.

Torna su

 

Museo di Santa Cruz
Indirizzo: Calle Miguel de Cervantes 3

Museo di Santa Cruz ToledoMuseo d'arte, scultura araba e architetture gotica e rinascimentale. All'interno si può visitare il chiostro e si possono ammirare opere di El Greco, tra cui il famoso quadro 'Assunzione della Vergine'. L'edificio è splendido, in particolare ammirate la scalinata e i soffitti in legno, in stile mudéjar (vedi foto a sinistra). Nel museo si tengono spesso mostre e concerti.

Torna su

 

Hospital de Tavera

Hospital de TaveraFuori delle mura cittadine di Toledo il cinquecentesco si trova Hospital de Tavera (aperto tutti i giorni 10.30-13.30 e 15.30-18; ingresso a pagamento) custodisce di El Greco La Sacra Famiglia e il Battesimo di Cristo, nonché diverse rappresentazioni di santi. uno dei pochi interni rinascimentali che si sono conservati intatti e ospita una importante collezione di dipinti, tra cui opere di El Greco, Luca Giordano, Tiziano, Zurbarán, Pantoja de la Cruz, Carreño de Miranda, Sánchez Coello, Jacopo Bassano, Jusepe de Ribera, oltre ad una vasta collezione di mobili e arazzi fiamminghi. Si trovano qui inoltre la tomba del Cardinale Tavera, opera del Berruguete in marmo pregiato di Carrara, e una cripta con una sorprendente acustica. La farmacia (fondata nel 1541) si dice sia la più antica della Spagna. L'Hospital de Tavera ospita anche uno dei quadri più singolari della Storia dell'Arte Donna Barbuta anche conosciuto come Maddalena Ventura con il marito e il figlio, di Jusepe de Ribera...Continua a leggere sull'Hospital de Tavera.

Torna su

Hospital de la Caridad

Hospital de la CaridadVale la pena vedere altri cinque magnifici dipinti di El Greco, conservati all'Hospital de la Caridad (aperto tutti i giorni; ingresso a pagamento) a Illescas, una cittadina appena fuori dalla N-401, tra Madrid e Toledo. La figura del cardinale Francisco Jiménez de Cisneros, tra le altre cose celebre inquisitore dell'infausta Inquisizione Spagnola, spicca a Illescas. Qui il confessore di Isabella di Castiglia all'inizio del XVI secolo, chiese il permesso alla città di costruire un convento di suore francescane nel luogo occupato dal monastero e convento di suore dell'Ordine di San Benito, eretto da San Ildefonso nel VII secolo...Continua a leggere sull'Hospital de la Caridad.

 

Torna su

Panorami di Toledo dal fiume Tago

Panorami di Toledo dal fiume TagoUna delle immagini iconiche della città sono le spettacolari ed essenziali viste panoramiche di Toledo dai belvedere sul fiume Tago. Per godere di questi panorami è necessario lasciare la città murata e dirigersi verso la strada che circonda Toledo seguendo il corso del Tago. Su questa strada tortuosa ci sono diversi punti panoramici uno accanto all'altro con parcheggi. E' un luogo molto visitato dai turisti dove si può anche prendere l'autobus turistico da Toledo. Se si viaggia in auto, si può fare il giro da queste parti non appena si arriva in città, prima di iniziare la visita, approfittando della luce del mattino dato il buon orientamento di questi punti panoramici.

Un buon momento per vedere la città nel suo scorcio più bello e conosciuto è anche al tramonto, quando comincia a illuminarsi. Un'altra possibilità è quella di salire al vicino Parador Conde de Orgaz, dalla cui terrazza del ristorante si ha una vista panoramica di Toledo con una prospettiva più ampia, forse unica. Un buon pretesto per salire almeno al piano di sopra per un caffè o una birra.
 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Torna su

 

 

 

Ostelli Toledo   Ostelli Spagna   Hotel Spagna 

Carte d'Espagne  Karte von Spanien     Mapa de España    Map of Spain
Carte Toledo  Karte von Toledo     Mapa Toledo  Map of Toledo

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal