COSA VEDERE A ULM

Advertisement

Cosa vedere a Ulm

 

 

Ulm si appresta a donare al visitatore giornate indimenticabili per la cultura e l'architettura che offre ad ogni angolo delle sue strade. Siamo in una delle città storiche più importanti della Germania, che fu tanto ricca e potente da voler edificare la più grande chiesadel mondo. La silhouette della sua monumentale cattedrale, chiamata impropriamente tale, domina la valle del nascente Danubio e rimane il testimone più importante del prestigioso passato. Ugualmente, il Rathaus, costruito nel 1370 simbolo del potere civico della

Advertisement

Ulm medievale, ricorda ai cittadini la storia antica di un territorio fiorente e opulente, superato in sviluppo solo quando, con la scoperta dell'America, le città rivolte verso il grande Oceano Atlantico sostituirono quelle del centro e dell'Est Europa nello sviluppo commerciale. Un altro luogo da non perdere è il Fischerviertel, l’antico quartiere dei pescatori, visto che costituisce uno dei luoghi di visita più suggestivi della città. Non sorprendetevi inoltre se un po' ovunque in giro per la città vi capita di vedere deltaplani, palloncini a forma di aerei o di uccelli volanti. Ulm vi sembrerà la città delle 'ali', non solo per simboleggiare lo status di città libera, quale fu per tutto il periodo medioevale, rinascimentale e molto oltre, ma anche per richiamare l'attenzione su uno dei suoi cittadini più illustri, il famoso sarto di Ulm, alias Albrecht Berblinger, una delle prime persone ad aver progettato nel 1811 un prototipo di macchina volante, oggi riconducibile ad una sorta di deltaplano. Si noteranno anche i vari richiami ad Albert Einstein, che nacque a Ulm nel 1879. Una visita alla città non è completa senza aver inoltre visto il memoriale dedicato a Hans e Sophie Scholl, nella Münsterplatz, i due giovani attivisti del gruppo anti-nazista della "Rosa Bianca".

Il centro storico di Ulm è piuttosto compatto e visitare i suoi monumenti più importanti è abbastanza pratico. La città si posiziona ad un'altitudine di 479 metri, nel punto in cui i fiumi Blau e Iller si uniscono nel Danubio, che nasce pochi chilometri ad ovest. La maggior parte dei distretti urbani, compreso il centro storico, si trovano sulla riva sinistra del Danubio, mentre i distretti di Wiblingen, Gögglingen, Donaustetten e Unterweiler si trovano sulla riva destra. In questa parte del fiume è situata anche la città gemella di Neu-Ulm, parte del confinante stato di Baviera, località più piccola di Ulm e fino al 1810 parte di essa. In totale la città è composta da 18 distretti urbani, chiamati in tedesco Stadtteile: Ulm-Mitte, Böfingen, Donaustetten, Donautal, Eggingen, Einsingen, Ermingen, Eselsberg, Gögglingen, Grimmelfingen, Jungingen, Lehr, Mähringen, Oststadt, Söflingen- Harthausen, Unterweiler, Weststadt, e Wiblingen.

 

Andiamo a vedere cosa non perdere durante il vostro soggiorno a Ulm:

 

Krone Inn

Area: centro storico

Ulm

Complesso di case medievali del XV-XVI secolo di Krone Inn usate un tempo per dare ospitalità alla corte degli imperatori tedeschi durante i loro viaggi in città. Nel complesso la città dispone di ampi vecchi edifici che servivano anche da centro di stoccaggio per il cibo e le armi, come, le varie Komhaus, Zeughaus, e Schworhaus.

Torna su


Ensemble Grüner Hof

Donaustraße

Ulm

Una delle più antiche comunità di Ulm, incorporato nel borgo fortificato. Probabilmente costruito nel luogo del "Reichenauer Hof", un ramo del Chiostro di Reichenau. Le parti più antiche hanno origine dal 1380 e contengono un piano terra abbassato, completamente decorato con dipinti e che serviva come sala per le feste. Nelle immediate vicinanze è situato il ramo ausiliario del chiostro di Ochsenhausen, costruito nel 1495.

Torna su



Memoriale ad Albert Einstein

Bahnhofstrasse

Area: centro

Ulm

A circa 750 metri dal Duomo di Ulm è posizionato il memoriale dedicato ad Albert Einsten, che nacque a Ulm nel 1879, di Max Bill. La scultura segna il luogo esatto in cui un tempo si trovava la casa natale dello scienziato, distrutta dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale insieme all'intero quartiere. L'Einstein Denkmal, eretta nel 1984, segna il luogo, che si trova di fronte alla stazione ferroviaria principale. Lo scultore Jürgen Goertz creò un memoriale che si compone di tre elementi. Il razzo rappresenta la tecnologia, la conquista dello spazio, e la minaccia atomica. In contrasto con il razzo è il grande guscio di lumaca, che rappresenta la natura, la saggezza, e lo scetticismo verso la tecnologia. Dal guscio di lumaca sporge la testa di Albert Einstein, che ci prende in giro con una linguaccia e ci suggerisce di non prenderci troppo sul serio.

Torna su

 

Memorial dedicato a Hans e Sophie Scholl

Münsterplatz (la centralissima piazza della cattedrale)

Area: centro

Se vi trovate a Ulm, fate case a questo particolare monumento e magari parlatene ai vostri figli. Una storia che finisce male, ma un esempio di coraggio che non si piega di fronte a uno dei regimi più bui della storia dell'uomo, il nazismo. Questo memoriale è dedicato ai due ragazzi, fratello e sorella, Hans e Sophie Scholl appunto, attivisti del gruppo antinazista della "Rosa Bianca" e simbolo della ribellione non violenta al Terzo Reich di Hitler. Il gruppo era operativo a Monaco di Baviera, attivo nella pubblicazione di volantini ed opuscoli contro la guerra, in una sorta di resistenza passiva e non violenta. Facevano parte del gruppo oltre Hans Scholl e sua sorella Sophie Scholl, anche Christoph Probst, Alexander Schmorell e Willi Graf, tutti poco più che ventenni. Ad essi si unì Kurt Huber, loro professore, ed altri giovani e meno giovani attivisti. Nel 1943 i principali componenti del gruppo vennero arrestati, processati e condannati a morte. Sophie Scholl insegnò all'asilo a Ulm e poi fece servizio militare obbligatorio in un impianto metallurgico di Ulm. Quando morì aveva solo 22 anni. Nel monumento è scritto: "Im Haus Münsterplatz 33 lebten von 1939-1942 Hans und Sophie Scholl mit ihren Eltern und Geschwistern. Mit ihrem Freundeskreis "Die Weiße Rose" widersetzten Sie sich dem Terror des Nationalsozialismus und wurden am 22 Februar 1943 vom Volksgerichtshof zum Tode verurteilt und hingerichtet." "Nella casa al numero 33 di Münsterplatz visserò tra il 1939 e il 1942 Hans e Sophie Scholl con i loro genitori e fratelli. Con la loro cerchia di amici e col gruppo della "La Rosa Bianca" si opposero al terrore del nazionalsocialismo e, il 22° di febbraio 1943 da un Tribunale del popolo, sono stati condannati a morte e giustiziati."

Torna su



Torre dei Macellai / Metzgerturm

Unter der Metzig/Stadtmauer

Area: centro storico

Ulm

La torre Metzger (dei Macellai) di Ulm venne costruita nel 1349 come parte della cinta muraria della città di Ulm. La sua caratteristica è quella d'essere pendente: ha un'altezza di circa 36 metri e 2,05 metri di tendenza verso nord-ovest. Se volete sapere gli aneddoti legati alla sua storia andate a leggere le pagine dedicate alle Curiosità su Ulm.

 

Biblioteca in vetro di Ulm / Zentralbibliothek Ulm

Vestgasse 1

89073 Ulm

Torna su

 

Stadtbibliothek, la biblioteca statale di Ulm, è l'enorme biblioteca comunale costruita a forma di piramide di vetro e situata nelle vicinanze del Rathaus, il palazzo comunale. La sua struttura è alta circa 36 metri ed è opera dell'architetto Gottfried Böhm.

Torna su

 

Memoriale ai Disertori

 

C/O giardino botanico dell'Università

Si commemorano coloro che hanno disertato dalla Wehrmacht (Forze di difesa), le forze armate tedesche, durante la Seconda Guerra Mondiale. È stato originariamente eretto il 9 settembre 1989, ma venne spostato nella sua posizione attuale nel luglio 2005. Il monumento rappresenta l'idea: "la diserzione non è riprovevole, la guerra lo è".

Torna su

 

Musei di Ulm

Abbiamo dedicato una sezione a parte ai Musei di Ulm, rinviamo alla lettura delle pagine apposite. Qui si citano brevemente in particolare il Ulmer Museum, situato nella Markplatz, che ospita una interessante collezione d’arte antica e moderna, incluse icone, dipinti religiosi, e diverse sculture ed anche la Collezione di Kurt Fried con capolavori di Klee, Kandisky, Picasso, Lichtenstein e Macke; il Museum der Brotkultur, situato in Salzstadelgasse, un caratteristico museo; il Museo del Pane, centro espositivo e importante centro di ricerca internazionale su grano, cereali e simili; il Kunsthalle Ulm / Collezione Walther nella sua nuova veste moderna e alla moda; i locali espositivi della Scuola di Design di Ulm, scuola di pensiero artistico nata anche per volere della Fondazione Scholl di Inge Scholl e Grete in memoria di Sophie e Hans Scholl, membri del gruppo di resistenza "Rosa bianca".

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazioni interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ce ne offri due), così ci aiuterai a scrivere la prossima guida:  Paypal

 

Torna su

 

 

Ostelli Ulm    Ostelli Germania  Hotel Ulm


Carte d'Allemagne      Karte von Deutschland     Mapa  Alemania   Map of Germany

Carte Ulm     Karte von Ulm  Mapa Ulm   Map of Ulm

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal