Diego Velázquez. Las Meninas

Advertisement

Diego Velázquez. Las Meninas - Museo del Prado  

 

Uno dei più famosi pittori della storia dell'arte, Diego Velázquez, con uno dei quadri più famosi di tutti i tempi, Las Meninas sono due aspetti che potrebbero bastare da soli come motivo per visitare Madrid e il Museo del Prado. Con cinquanta dei noti 140 dipinti di Velázquez, il Prado possiede la più vasta collezione al mondo di questo pittore. Di tutti i famosi dipinti del Prado, Las Meninas prende il massimo dei voti in una straordinaria collezione. Oltretutto, per fortuna, non è afflitta da sciami di visitatori in stile Mona-Lisa di Leonardo del Louvre.

Advertisement

 

Mentre le abilità di Velázquez come pittore sono ampiamente conosciute, il suo brillante occhio di esperto d'arte non è così conosciuta. Molti dei dipinti di Tintoretto, Veronese e Tiziano presenti al Prado furono acquistati dal re di Spagna re Filippo IV su suggerimento del grande pittore di Siviglia.

Albrecht Durer. Autoritratto 1498.La Meninas è una composizione complessa e credibile che trasmettere un senso di vita e della realtà e racchiude una fitta rete di significati. Da quando il pittore e storico dell'arte Antonio Palomino dedicò una sezione separata nel suo volume sulla storia della pittura spagnola del 1724 a Velázquez, il dipinto non ha mai perso il suo status di capolavoro. Da Palomino sappiamo che fu dipinto nel 1656 nel Cuarto del Príncipe, negli appartamenti reali all'interno dell'Alcazar di Madrid, che è la camera che si vede nel quadro. Egli identifica anche la maggior parte delle figure dei servitori di corte raggruppati intorno l'Infanta Margarita, che è assistita da due Meninas o cameriere della regina: María Agustina Sarmiento e Isabel de Velasco. In aggiunta a questo gruppo, vediamo anche l'artista stesso a lavorare su una grande tela, poi i nani Mari Bárbola di origine tedesca e Nicolasito Pertusato italiano di nobile famiglia, nato ad Alessandria, quest'ultimo che gioca con un mastino, e la dama di compagnia Marcela de Ulloa accanto a un guardadamas (assistente), con il ciambellano José Nieto in piedi sulla soglia in fondo. Riflessi nello specchio ci sono i volti di Filippo IV e Marianna d'Austria, i genitori dell'Infanta che guadano la scena. Le figure occupano uno spazio che è modellato non solo attraverso le leggi della prospettiva scientifica, ma anche attraverso la prospettiva aerea. Nella definizione di questo spazio la moltiplicazione delle sorgenti luminose gioca un ruolo importante.

Las Meninas ha un significato che è immediatamente evidente a qualsiasi spettatore: si tratta di un ritratto di gruppo situato in una posizione specifica e popolato da figure identificabili che intraprendono azioni comprensibili. I valori estetici del dipinto sono evidenti: l'ambientazione è uno degli spazi più credibili raffigurati nell'arte occidentale; la composizione combina unità e varietà; i notevolmente e bellissimi dettagli sono divisi su tutta la superficie pittorica; e, infine, il pittore ha compiuto un decisivo passo in avanti sulla strada dell'illusionismo, che era uno degli obiettivi della pittura europea nella prima età moderna, andando oltre la trasmissione della somiglianza al fine di raggiungere con successo la rappresentazione della vita e la sua animazione. Tuttavia, come è normale con Velázquez, in questa scena in cui l'Infanta e i servitori di corte si fermano nelle loro azioni all'arrivo arrivo del Re e della Regina, ci sono numerosi significati di fondo che riguardano diversi l'esperienza in diversi campi che coesistono in uno dei capolavori dell'arte occidentale. Il quadro è stato oggetto di una serie interminabile di studi e di svariate interpretazioni. Uno di questi studi, per esempio, si è concentrato sullo stato reale dell'Infanta, che conferisce in tal modo all'intero dipinto un contenuto politico. Ci sono anche, tuttavia, importanti riferimenti di carattere storico-artistico che si esprimono attraverso la presenza del pittore stesso e i quadri appesi sulla parete posteriore, mentre l'inclusione dello specchio rende questo lavoro una riflessione sull'atto del vedere e assicura che lo spettatore rifletta sulle leggi della rappresentazione, i limiti tra la pittura e la realtà e il proprio ruolo all'interno del dipinto.

Questa ricchezza e varietà nel contenuto, in combinazione con la complessità della composizione del dipinto, insieme alla varietà delle azioni raffigurate, fanno di Las Meninas un ritratto in cui l'artista distribuisce strategie di rappresentazione e persegue obiettivi che vanno oltre a quelli abituali in questo genere, avvicinandolo alla pittura di storia. in questo senso, si tratta di una delle opere chiave attraverso le quali Velázquez ha sostenuto il potenziale del genere pittorico a cui aveva dedicato la sua attività da quando è arrivato a corte nel 1623. Imperdibile, da vedere almeno una volta nella vita.

 

Torna a: 10 più importanti capolavori del Museo del Prado

 

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Torna su

 

Ostelli Spagna Hotel Spagna

Carte de Madrid   Karte von Madrid   Mapa Madrid   Map of Madrid

Carte d'Espagne Karte von Spanien Mapa de España   Map of Spain

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal