Feste e tradizioni a Madrid

Advertisement

Feste e tradizioni a Madrid

 

Sono circa una ventina le processioni religiose in giro per Madrid nei giorni prima della Domenica di Pasqua. La Domingo de Ramos (Domenica delle Palme) inizia la settimana di Pasqua con 2 tradizionali processioni: l’icona del " Cristo della fede e del perdono", una statua del XVIII secolo di Luis Salvador Carmona, e la statua di " Santa Maria Immacolata Madre della Chiesa", lasciano la Basilica Pontificia di San Miguel situata a San Justo, alle 4 del pomeriggio e iniziano le sfilate per le strade circostanti. I fedeli acquistano rami di palma e foglie di alloro a ricordo dell’ingresso di Cristo a Gerusalemme.

 

Advertisement

Il mercoledì, Miércoles Santo, verso sera e normalmente intorno alle 19.30, l’Arcivescovo di Madrid, prende parte alla Via Crucis. Poco dopo, la confraternita dei "crociati della fede" recupera l’icona di Cristo dallo storico luogo di riposo nel quartier generale (Atocha, 87) e venera l’immagine storica con un besapié (il bacio al piede). Nella parte storica di Madrid, la Chiesa di San Jeronimo el Real in Calle Ruiz de Alarcón, è il punto di partenza per una processione che coinvolge la Confraternita di " Nuestro Padre Jesús de la Salud y María Santísima de las Angustias".

La celebrazione del Giovedì Santo è uno dei momenti più spettacolari della settimana di Pasqua ed ha luogo in Calle Toledo (tra le 19.30 e le 20.00) presso la Chiesa Collegiata di San Isidro. Le immagini religiose della Vergine Maria Santísima de la Esperanza e Jesús del Gran Poder vengono portate fuori dalla chiesa dai portantini, attraverso la porta principale. Il lento percorso e la pesantezza delle icone è tale che costoro sono obbligati a percorrere l'itinerario quasi in ginocchio, la ricompensa per l’immenso sforzo è rappresentata dagli applausi e dalle grida di incoraggiamento della gente. Le processioni di Nuestro Padre Jesus Nazareno, El Pobre, e María Santísima del Dulce Nombre lasciano Calle Nunzio cominciano verso sette della sera.

La processione del Venerdì Santo è la più suggestiva di tutte. Inizia il suo percorso dalla Basílica del Cristo de Medinaceli in Plaza de Jesus (sempre alle sette della sera). La Processione del Silenzio, parte invece dalla Chiesa del Santísimo Cristo de la Fé  in calle Atocha 87, mente il municipio di Madrid organizza la processione di Santo Entierro dalla Chiesa Parrocchiale di Santa Cruz in Atocha, 6 con l’immagine del legno della croce (Lignum Crucis).

Il Sabato Santo include la processione di Nuestra Señora de la Soledad con partenza dal Monastero del Corpus Domini alle 16.30. Durante la Domenica di Pasqua l’evento principale si svolge a mezzogiorno nella Plaza Mayor. Qui si raccolgono decine di fusti di tutte le forme e dimensioni, usati per dare inizio ad un costante movimento ritmico, a rappresentare le scosse di terremoto che si pensa si siano verificate quando Cristo morì sulla croce.

La Semana Santa e le altre feste religiose sono importanti, ma nella città della movida, le feste civili sono quasi all'ordine del giorno. I madrileni scendono in piazza regolarmente per andare fuori per un drink, una cena o semplicemente a piedi (andare a fare una passeggiata). Il numero di bar, locali e luoghi di ritrovo e veramente infinito e non c'è che l'imbarazzo della scelta.

Le feste popolari più importanti si svolgono tra aprile e ottobre, mentre durante la primavera e l’estate i madrileni escono comunque in massa nelle piazze quasi a voler festeggiare anche solo la calda stagione. In generale, si potrebbe dire che le feste più importanti di Madrid (in contrapposizione a quelle nazionali o internazionali) sono quelle del Dos de Mayo (2 maggio) che cade accanto alla festa dei lavori del 1 maggio, il giorno precedente, San Isidro, La Paloma e La Almudena. Tutte le banche e la maggior parte dei negozi e musei sono chiusi in questi giorni di festa. Il 2 maggio 1808, una rivolta popolare iniziata alla Puerta del Sol, ha portato alla guerra d’indipendenza e alla sconfitta delle truppe della Francia napoleonica, da qui la tradizionale festa.

San Isidro è il santo patrono di Madrid. La sua festa si celebra il 15 maggio con raduni popolari tipici come pellegrinaggi, festival (fiere) e corride. Per chi avesse intenzione di assistere ad una corrida, si ricorda che quelle più importanti della Spagna hanno luogo a Madrid, all’arena Plaza de Ventas. Di durata superiore a 20 giorni, questa serie di scontri in arena attirano i migliori combattenti e allevatori del paese, insieme ad appassionati, per fortuna (aggiungiamo noi) in calo. Ricordiamo che diverse città e regioni hanno iniziato a vietare le corride (isole Canarie e la Catalogna compresa Barcellona, tra le tante).

La Festa della Madonna di La Paloma si svolge subito dopo quelle di San Cayetano e San Lorenzo. Queste sono feste che cambiano il centro storico della capitale in un flusso costante di feste di strada, danze e celebrazioni popolari durante la prima metà di agosto.

Il 9 novembre è la volta della patrona di Madrid, la Madonna di La Almudena. La sua immagine secondo la leggenda fu riportata alla Spagna dall’apostolo patrono di Spagna Santiago (San Giacomo) e nascosta dentro le mura della città invasa dai Mori nell’anno 783.

Da non perdere è anche il Carnevale di Madrid e la tradizionale sepoltura della sardina (Entierro de la Sardina) per celebrare la fine della settimana festiva. Questo evento, completamente a lutto, ricorda il giorno in cui un carico di sardine marcio giunse alla corte di Carlo III, il quale ordinò immediatamente di seppellirle lontano.

Il Festimad è un festival di due giorni nel periodo di maggio o giugno. Attira migliaia di spettatori da tutta la Spagna. Il programma prevede concerti di musica rock, danza, lettura di poesie e altro ancora. A grande partecipazione artisti di fama internazionale. Normalmente la manifestazione è tenuta nel palazzo delle Belle Arti, a Móstoles.

Los Veranos de la Villa è il festival estivo delle arti di Madrid, in programma da giugno a settembre e coinvolge oltre un centinaio di spettacoli. Ci sono musica, danza, cinema, teatro, opera, letture e spettacoli circensi tenute in luoghi diversi della capitale (piazze, strade e quartieri intorno alla città). Le sedi partecipanti normalmente includono Conde Duque, i Giardini Sabatini, il Centrol Cultural de la Villa e il Teatro Español.

La Noche en Blanco è parte del Festival delle Notti bianche europea, iniziata a Parigi nel 2002. La Noche en Blanco porta la cultura e l'arte al grande pubblico. Per una notte di settembre, Madrid ospita una serie di concerti gratuiti, spettacoli circensi, spettacoli teatrali, arte di strada, proiezioni di film, attività speciali e mostre d'arte. Eventi simili si svolgono anche a Bruxelles, Parigi, Riga, Roma, San Pietroburgo e in diverse altre città europee.

Al Natale e Capodanno a Madrid abbiamo dedicato una sezione a parte, non vi resta che visitarla!

 

 

Torna su

 

 

Ostelli Madrid   Ostelli Spagna   Hotel Madrid  Hotel Spagna

Carte de Madrid Karte von Madrid Mapa Madrid    Map of Madrid

Carte d'Espagne  Karte von Spanien     Mapa de España    Map of Spain

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal