Natural History Museum di Londra

Advertisement

Sei qui: Cosa vedere a Londra >

Natural History Museum di Londra

 

Quella che iniziò come la collezione privata di un singolo individuo Hans Sloane, (50 mila libri, 10 mila animali conservati e 334 volumi di specie di piante pressate) si sviluppò nel tempo in uno dei più grandi musei del mondo. Il Natural History Museum di Londra è il più importante museo del nel suo genere esistente, con grandi allestimenti spettacolari, tra tutti quello sui dinosauri ed è ospitato in un magnifico edificio neo romanico, progettato da Alfred Waterhouse.

Advertisement

La collezione da allora è cresciuta fino a comprendere più di 70 milioni di pezzi che coprono zoologia, paleontologia, mineralogia, entomologia e botanica, con un ulteriore aggiunta di 500.000 nuovi reperti ogni anno. Il museo è anche un centro per la ricerca scientifica specializzata nella conservazione e ha molte collezioni di valore storico, tra cui esemplari raccolti da Charles Darwin. Altre collezioni famose sono quelle di Joseph Banks, che ha accompagnato James Cook in tutto il mondo, tre volumi di disegni zoologici e 18 volumi di studi ad acquerello botanico donate dall'artista Sydney Parkinson.

 

Natural History Museum di LondraOriginariamente parte del British Museum, il Museo di Storia Naturale iniziò con la donazione alla nazione della collezione di Sir Hans Sloane nel 1753 (vedere anche Museo di Sir John Soane). Purtroppo è noto che già nel 1833 degli oltre 5000 insetti presenti nel catalogo di Sloane, non ne esisteva più alcuno. Nei primi decenni del XIX secolo molti degli esemplari vennero venduti al Royal George of Surgery dal responsabile della sezione zoologica, mentre altri furono probabilmente bruciati nei falò che lo staff del museo usava fare nel cortile esterno. Quando una seconda raccolta del botanico Joseph Banks (che aveva con il capitano James Cook) fu aggiunta alla collezione di Sloane, si cominciò a vedere la necessità di una posizione separata per questi articoli rispetto all'edificio principale del British Museum. Venne quindi indetto un concorso  per determinare l'architetto per il nuovo edificio. Il vincitore fu il capitano Francis Fowke che, purtroppo, morì prima che fosse in grado di completare il suo progetto. L'incarico poi venne assegnato ad Alfred Waterhouse, che progettò la struttura in stile romanico-tedesco oggi conosciuta come il Palazzo Waterhouse. Le collezioni furono spostate nella loro nuova sede nel 1883.

 

Natural History Museum di LondraAnche dopo il trasloco nella nuova sede il Museo di Storia Naturale di Londra fu considerato per diverso tempo un dipartimento del British Museum e solo nel 1963, con un atto legislativo divenne un museo indipendente.

 

L'edificio
Considerato uno dei migliori esempi di architettura neo-romanica in Gran Bretagna, il Palazzo Waterhouse, costruito nel 1881, è diventato un punto di riferimento di Londra. Le sue alte torri  a guglie sovrastano gran parte degli edifici della zona e la sua enorme facciata è impressionante. Per la sua costruzione furono utilizzate le tecniche vittoriane più moderne, risultanti in uno scheletro di ferro e acciaio, nascosto splendidamente da una facciata decorata di lastre di terracotta recanti figure in rilievo di animali. L'uso dei mattoni di terracotta come materiale da costruzione è stato rivoluzionario in Gran Bretagna. All'interno non dimenticate, una volta entrati nella hall centrale di guardare in alto ai pannelli del soffitto finemente dipinti.

 

Una collezione infinita di reperti

 

Il museo racconta la storia della terra e del cosmo dal Big Bang al prossimo futuro. Presenta esposti circa 70 milioni di pezzi tra esemplari di piante, animali, fossili, rocce e minerali. Principale attrazione del museo è senza dubbio la collezione di scheletri di dinosauri, alcuni anche a grandezza naturale, così come il celebre Diplodocus che si ammira nel grande salone centrale. Non si manchi la visita alle sezioni del Darwin Center, dove sono ospitate e preservati milioni di campioni zoologici, e del Attenborough Studio dedicato al celebre presentatore scientifico della BBC Sir David Attenborough, pioniere dei documentari naturalistici. Un'altra zona molto frequentata del museo è quella dedicata alla geologia, dove è anche possibile assistere ad un terremoto simulato e ad una eruzione vulcanica.

 

L'angolo nord-ovest del piano terra è dedicato ai mammiferi e comprende un lunga sagoma di una balena blu di 28 metri a grandezza naturale, nonché esempi di mammiferi estinti. Il piano inferiore è dedicato ai mammiferi terrestri, tra cui giraffe, elefanti, ippopotami e i loro primi parenti, mentre la galleria superiore si concentra sui mammiferi che vivono in acqua.

 

Earth Galleries

 

Le Earth Galleries dispongono di una collezione molto ampia e interessante di materiale sulla geologia e suoi minerali del mondo. Ci sono lezioni regolari e proiezioni di film su argomenti specifici, e nella sala principale un globo rotante di quasi due metri di diametro che serve a ricordare lo scopo del museo, quello di raccontare la "storia della Terra".  Le esperienze dei visitatori includono una simulazione di un terremoto, e una collezione di gemme che mostrano le pietre nel loro stato naturale e dopo essere stato tagliato e lucidato. Un display speciale illustra la storia della "Gran Bretagna prima dell'Uomo". Molto interessanti i campioni di rocce riportati dalla luna dalla navicella Apollo.

 

Origini

 

Il primo piano ospita mostre incentrate sull'origine delle specie ed esplora la selezione naturale e le teorie di Darwin, mentre la Galleria minerale contiene circa 130.000 esemplari, che rappresentano circa il 75 per cento dei minerali conosciuti al mondo. Anche in questa galleria c'è una raccolta di meteoriti, tra cui l'enorme Cranbourne di 3,5 tonnellate che proviene dall'Australia. La galleria mostra adiacenti "Il nostro posto nell'evoluzione" ed espone i resti di un Australopithecus, vissuto tra 1,5 e 5 milioni di anni, scoperto in Etiopia nel 1974 e soprannominato "Lucy" (ne avrete sentito parlare).

 

Un consiglio

Questo museo è sempre una meraviglia, anche dopo averlo visitato più volte, ma se ne avete la possibilità dovete provare una visita notturna. Le visite notturne si svolgono l'ultimo venerdì del mese, di solito dalle 6 alle 10pm.  A volte sono accompagnata da speciali pigiama party che includono un sontuoso pasto di tre portate, musica dal vivo, e film.

 

Natural History Museum

Cromwell Road e Exhibition Road

Tel. + 44 (0) 20 - 79425000

Trasporti: South Kensington (M)

Londra SW7

Accesso: libero

Orari: 10.00-17.30 (ultima entrata)

 

Dove si trova?

 

Torna su

 

Ostelli Londra      Auberges de Jeunesse a Londres    Ostelli Inghilterra

Carte de la Grande Bretagne   Karte von Großbritannien   Mapa Gran Bretaña   Map of Britain

Carte de Londres     Karte von London       Mapa Londres   Map of London

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal