Plaza de Toros de la Maestranza

Advertisement
Sei qui: Siviglia: cosa vedere >

Plaza de Toros de la Maestranza - Siviglia

 

L'arena storica di Siviglia è datata XVIII secolo ed è una delle più famose di tutta la Spagna e la più antica. Viene anche chiamata in gergo locale la "Catedral del Toreo". La sua capienza è di circa 12.500. Originariamente le corride si svolgevano presso la Plaza de San Francisco, una storica piazza vicino al municipio di Siviglia. Quella attuale incominciò a prendere il via dal 1730, anno della sua prima edificazione. Questa magnifica arena è considerata una delle più belle della Spagna ed è una delle più antiche e importanti del mondo.

Advertisement

 

Anche se molte delle giovani generazioni in Spagna non amano la corrida, essa rimane un fenomeno molto popolare, soprattutto a Siviglia. La Plaza merita una visita anche da coloro che non condividono l'attività delle corride. Al suo interno sono ospitati la piccola cappella di Curro Romero, famoso matator di Siviglia, e il Museo Taurino. Ogni anno le celebrazioni della Feria de Abril hanno luogo anche all'interno dell'arena.  L'arena che oggi tutti conoscono si ammira non solo per la tradizione storica della corrida, ma  anche per le decorazioni architettoniche presenti, opera di Vicente San Martin.

 

Plaza de Toros de la MaestranzaLa Plaza de Toros de la Maestranza di Siviglia fu costruita tra il 1761 e il 1881. La costruzione iniziò nel 1761, sui resti di un'arena precedente. Diversi architetti intervennero sull'edificio, fino alla sua ultimazione a partire da Juan Talavera de la Vega. Il famoso architetto sivigliano Aníbal González diede un tocco personale alle bancarelle nel 1914 e nel 1928 completò l'edificio annesso all'arena, oggi sede centrale della società della Maestranza.

 

Tra tutte le opere architettoniche e scultoree dell'arena, meritano una particolare attenzione a cominciare dal Palco del Príncipe (1765) chiamato così perchè ospita la famiglia reale spagnola, opera del portoghese Cayento de Acosta. Sotto si trova la Porta del Principe, che è chiusa da una bella porta di ferro, opera di Pedro Roldán: camminare attraverso questa porta è il punto di arrivo a il desiderio più grande di chi sogna di fare il "matator". Sotto le poltrone a gradoni dell'arena si trova il Museo Taurino della Corrida. La facciata in stile tardo barocco è dipinta in bianco luminoso e ocra oro.

 

Le alte linee sono coperte da un piccolo tetto sorretto da archi e colonne in marmo che conferiscono a questa arena una personalità unica. La Plaza de toros de la Maestranza di Siviglia è considerata, insieme a Las Ventas di Madrid, una delle più importanti arene di corrida della Spagna, e può ospitare più di 12.500 spettatori.

La porta est dell'edificio è la cosiddetta Puerta del Principe, attraverso la quale solo i toreri di maggior successo possono uscire direttamente dall'arena. I meno fortunati finiscono nell'infermeria dell'arena, che si trova all'ingresso del Museo. Quest'ultima illustra in dettaglio la storia delle corride di Siviglia. Tra le sue collezioni di costumi, ritratti e un poster dipinto da Pablo Picasso. Interessanti anche la cappella dedicata alla Virgen de la Caridad, dove i toreri pregano prima di entrare nell'arena l'infermeria, dal momento che nel 20 per cento dei casi, i toreri hanno bisogno di cure mediche più o meno gravi dopo le corride.

La stagione della corrida inizia la domenica di Pasqua e dura tutti i giorni fino all'ultimo giorno della Fiera di aprile a Siviglia. Alcuni altri si tengono occasionalmente fino a ottobre la domenica pomeriggio. I biglietti possono essere acquistati direttamente presso la biglietteria. I combattimenti si svolgono la domenica sera ed i biglietti costano tra gli 8 ed i 70 euro e vanno prenotati con un certo anticipo.

L'arena è anche il luogo in cui si svolge il dramma della Carmen de Merimée, poi musicato in opera di Bizet. Lì Carmen venne accoltellata a morte dal suo ex amante Don José. I due si incotrarono incontrati all'inizio della storia alla famosa Fabbrica del tabacco di Siviglia. Visitatori famosi della Maestranza sono l'attrice leggenda di Hollywood Rita Hayworth (nome originale Margarita Carmen Carmen Dolores Cansino; suo padre era Sevillano); e il suo secondo marito, l'appassionato di corride Orson Welles, che venne a Siviglia negli anni' 60 per scrivere e imparare su questo sport.

 

Ogni lunedì dalle 15 è possibile usufruire di una visita guidata gratuita per un numero limitato persone. In questi casi si può formare una lunga fila, e specialmente d'estate, si consiglia di portarsi dietro un cappellino o un parasole e una bottiglietta d'acqua.  Le visite partono ogni 20 minuti e durano 40 minuti. Prima si visita il piccolo museo con quadri, stampa e cimeli delle corride, poi ci accede all'arena vera e propria. Non ci sono visite guidate in italiano, ma per il momento solo in spagnolo e inglese. Per visite guidate in italiano della Plaza de Toros e di tutta Siviglia vedere la pagina: Visita guidata di Siviglia.

 

Plaza de Toros de la Maestranza

Paseo de Cristóbal Colón 12

Area: centro storico (El Arenal)

Siviglia

 

Dove si trova?

 

Torna su

 

Ostelli Siviglia   Ostelli Spagna   Hotel Siviglia  Hotel Spagna

Carte d'Espagne  Karte von Spanien     Mapa de España    Map of Spain

Carte de Séville   Karte von Sevilla  Mapa Sevilla   Map of Seville

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal