Itinerari di Siviglia da uno a cinque giorni

Itinerari di Siviglia da uno a cinque giorni

 

Con inverni caldi ed estati calde e soleggiate, Siviglia è una destinazione di viaggio molto popolare tutto l'anno, e ci sono abbastanza cose da fare nella capitale andalusa per tenervi occupati per settimane, vi proponiamo quindi degli itinerari di Siviglia per pochi giorni. Il tempo è quello che è, la maggior parte di voi visiterà la città per pochi giorni, un fine settimana o una settimana al massimo, quindi abbiamo pensato di proporvi un itinerario che prova a immaginarsi che abbiamo solo un giorno, poi due, poi tre, fino a cinque per visitare la città. Sperando che via sia di aiuto, ecco di seguito i nostri itinerari consigliati.

 

Visitare Siviglia in un giorno e una notte

 

Mattino > Cattedrale, Giralda, Real Alcázar e la Iglesia Colegial del Salvador.
Pomeriggio > Barrio Santa Cruz e Plaza de España.

Se siete a Siviglia solo per un giorno, c'è qualcosa che non potete perdervi, visitare la Cattedrale, salire sulla Giralda, vagare per il Real Alcázar e scoprire l'Iglesia del Salvador. Non ci vorrà molto tempo, ma ci vorrà abbastanza tempo per occupare parte della giornata. Trascorrete la mattinata visitando la cattedrale gotica con dalla superficie più grande del mondo e il più antico palazzo reale abitabile d' Europa, il Real Alcázar (Patrimonio dell'Umanità UNESCO). Ricordate che il biglietto di ingresso alla Cattedrale si può anche accedere all'Antiquarium, un museo con resti romani situato nel Metropol Parasol - La Setas nella Plaza de la Encarnación).

Nel pomeriggio si passeggia attraverso il Barrio de Santa Cruz e si segue il sentiero lungo il Paseo Catalina de Ribera fino a raggiungere l'Antica Fabbrica di Tabacchi. Da lì fino alla Plaza de España non c' è molta distanza. Non si può partire senza contemplare la maestosità di questo edificio e la selvaggia disposizione del Parco Maria Luisa. Il resto del tempo si può passare assaggiando una tapas, passeggiando e godensosi la luce e l'atmosfera di una città che vi accoglie a braccia aperte.

La notte: Spettacolo di flamenco in uno dei "tablao" che la città ha da offrire.

Torna su



Visitare Siviglia in due Giorni


Mattino > Museo de Bellas Artes Siviglia, Parque de María Luisa.
Pomeriggio > Museo Archeologico di Siviglia, Museo delle arti popolari e delle dogane.

Se si vuole trascorrere 2 giorni a Siviglia, oltre a quanto sopra, al mattino, si consiglia una giornata ricca di arte. Fermatevi presso la seconda galleria d'arte nel bellissimo Museo di Belle Arti della Spagna, vedere l'arte di El Greco, Velázquez, Murillo, Goya, Gonzalo Bilbao, ecc.

Dirigetevi poi al vecchio quartiere ebraico di Siviglia, il bellissimo e iconico Barrio de Santa Cruz. Se siete alla ricerca di Siviglia più tipica, questo è senza dubbio un posto da non perdere. Stretti vicoli, piazzette punteggiate di aranceti, negozi di artigianato, patii andalusi e tanta storia, un piacere per lo sguardo. Pur essendo una zona molto turistica, in questo quartiere si possono trovare molti luoghi dove regna la calma e il silenzio.

Nel pomeriggio si prosegue con l'arte, si va al Parco Maria Luisa, in particolare alla Plaza de América dove si trova il Museo Archeologico, una grande rappresentazione del passato della città e dell'Andalusia. Proprio di fronte a noi si trova anche l'interessante Museo delle Arti e del Folclore Popolare, situato in un edifico dalla caratteristica architettura in Neomudejar.

Altri suggerumenti: Passare per la Plaza de Santa María la Blanca, stare in piedi nella Callejón del Agua, raggiungere Plaza de Doña Elvira, passeggiare per i Jardines de Murillo dove ricaricare le batterie e guardare uno spettacolo al Museo del Ballo Flamenco.

La notte: Dovrete prenotare un tour teatralizzato notturno del Real Alcázar.

Torna su


Visitare Siviglia in tre Giorni
 

Mattino > Archivio delle Indie, Santa Caridad, Museo della Corrida.
Pomeriggio > Municipio, Palazzo della Contessa di Lebrija, Casa di Pinelo e Casa de Pilatos.

Per il terzo giorno, al mattino proponiamo un itinerario che comprende l'Archivio delle Indie, dove si conservano i documenti sulle gesta del nuovo mondo, dirigersi verso la Plaza del Salvador, imboccare la Calle Cuna in direzione nord fino a raggiungere il Palazzo della Contessa di Lebrija, con resti romani di alto valore storico. Continuando con il tema dell'antica Roma, sarete interessati a scoprire come questa città ha vissuto nell'Antiquarium, sotto il Metropol Parasol. Nelle vicinanze si può visitare La Casa de los Pinelo un palazzo rinascimentale del XVI secolo. Lasciata la più grande struttura lignea del mondo, si passa attraverso l'Alameda de Hercules, una delle zone più giovani e alternative di Siviglia, dove si possono gustare le tapas della zona.

Per il pomeriggio potreste visitare l'edificio che rappresenta tutti i Sevilliani il Municipio, costruito nel XVI secolo, un anno dopo l'imperatore Carlo V aveva sposato Isabella del Portugallo sempre a Siviglia. Nelle vicinanze, dirigetevi verso Calle Cuna, fino a raggiungere uno dei palazzi più belli della città, il Palazzo della Contessa di Lebrija e poi prendete la direzione di Plaza de la Alfalfa e andate a Calle Aguila dove troverete un altro dei palazzi più rappresentativi della città, la Casa de Pilatos.

La sera: gita in barca nel Guadalquivir.

Se volete fare shopping, potete fare qualche acquisto di vino d'arancia e altri prodotti tipici sivigliani nel tradizionale mercato fieristico.

Torna su

Visitare Siviglia in quattro Giorni


Mattino > Triana, Castello di San Jorge, Centro Ceramiche di Triana.
Pomeriggio > Padiglione Navigazione, Centro andaluso d'Arte Contemporanea e Giardino Americano.

La mattina del quarto giorno attraverseremo il fiume e arriveremo a Triana dal Ponte Isabella II. Questo quartiere, con un'identità molto marcata, è culla del flamenco e delle ceramiche, oltre ad essere strettamente legato al fiume Guadalquivir. Il Castello di San Jorge è uno spazio di riflessione che sfrutta un antico centro dell'Inquisizione per parlare di tolleranza e rispetto. Nelle vicinanze possiamo vedere il Centro Ceramico di Triana, la Capilla de los Marineros, dove si trova la Virgen de la Esperanza de Triana che è molto venerata dagli abitanti del quartiere.

Nel pomeriggio possiamo dirigerci verso nord per vedere il Padiglione della Navigazione, già collocato in quello che un tempo era il sito della EXPO' 92, è un moderno museo con materiale interattivo e una torre di vedetta. Nelle vicinanze si trova anche il Monastero della Cartuja, che ospita il Centro Andaluso di Arte Contemporanea. Di fronte, i Giardini Americani, uno dei quali contiene 350 specie di piante, un muro d'ombra e un giardino acquatico.

Avete ancora un po' di tempo in questa giornata? Proseguite per la Basilica de la Macarena e l'Ospedale de las Cinco LLagas, salendo fino alla Torre de los Perdigones e vedendo la città come non l' avete mai vista.

La sera: è ora di assaggiare le tapas, se ancora non l'avete fatto, in uno dei centri storici più grandi d'Europa.

Vi consigliamo di farvi un giro verso Calle Betis con vista sul Paseo Marqués de Contadero, poi di scendere alla Callejón de la Inquisición e al Paseo de la O, fare una passeggiata intorno al vecchio recinto dell' EXPO92. Nei giardini americani potete fare una meritata pausa, oppure noleggiare un kayak davanti al Padiglione Navigazione e solcare il Guadalquivir.

Torna su



Visitare Siviglia in cinque Giorni


Mattino > Chiese di San Gil, Santa Marina, San Luis, San Marcos e il Convento di Santa Paula.
Pomeriggio > Chiesa di San Lorenzo, La Grande Potenza e poi libero e casuale arbistrio.

Al mattino per camminare senza fretta andremo a nord e partiremo dalla porta della Macarena e ci dirigeremo verso Calle San Luis, una delle strade della città con più chiese, a cominciare dalla Chiesa di San Gil, poi la Chiesa di Santa Marina, la Chiesa di San Luis, e la Chiesa di San Marcos, tutte molto belle, evidenziando la Chiesa di San Luis che è una delle più grandi rappresentazioni del barocco presenti a Siviglia.

Il pomeriggio da non perdere la visita al "Signore di Siviglia" La Grande Potenza, opera di Juan de Mesa del 1620 fu uno dei più prestigiosi di Siviglia, creato per la Confraternita della Grande Potenza, una fratellanza della Semana Santa istituita in città nel 1477 che partecipa alle sfilate processionali nella prima mattinata del Venerdì Santo. Accanto a questo possiamo visitare la Chiesa di San Lorenzo, un tempio gotico-mudéjar fondato nel XIII secolo, anche se i suoi resti più antichi risalgono al XIV secolo.

Infine, per il quinto giorno, se vi dovesse avanzare del tempo, vi consigliamo di camminare senza direzione fissa, lasciandovi trasportare e godentedovi la città, scoprendo i suoi angoli nascosti e avvicinandovi alla vita di tutti i giorni di Siviglia.

Si consiglia: Mangiare in uno dei ristoranti d'avanguardia o esotici dell'Alameda, invece "tapas" nel quartiere tradizionale e signorile di San Lorenzo, di fare shopping nei negozi selezionati del quartiere Arenal e, se è domenica, cercare qualche occasione nel mercato dell'antiquariato di Plaza del Museo.
 

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

 

Torna su

 

Ostelli Siviglia   Ostelli Spagna   Hotel Siviglia  Hotel Spagna

Carte d'Espagne  Karte von Spanien     Mapa de España    Map of Spain

Carte de Sèville   Karte von Sevilla  Mapa Sevilla   Map of Seville

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal