Friedrichshain

Sei qui: Cosa vedere a Berlino > Quartieri di Berlino >

Friedrichshain - uno dei più bei quartieri di Berlino

 

Berlino è una città poliedrica e Friedrichshain è uno dei suoi Quartieri più emergenti, insieme ai vicini Kreuzberg e Prenzlauer Berg. Siamo in una delle aree più alla moda della città, con tanta atmosfera bohémiene e cultura emergente. Da un punto amministrativo, il distretto è per l'appunto quello di Friedrichshain-Kreuzberg, nonostante da quest'ultimo si distingua per carattere e posizione. Un salto verso le Boxhagener Strasse e Simon-Dach Strasse e rimane difficile oggi, con la vivacità dei bar, dei ristoranti e delle discoteche presenti, immaginare che questo era il cuore della Berlino Est, punto di confine tra desideri e sogni incerti e non per questo meno ricchi di speranze.

FriedrichshainVibrante e alternativa, la Karl-Marx-Allee era un tempo l'arteria principale del quartiere, e oggi, ancora una volta, le sue grandiose dimensioni lasciano un po' disorientati, pur restando comunque memorabili. Friedrichshain tempo fa era tristemente noto per le proteste, i prolifici graffitari, mentre oggi è conosciuta per numerosi punti di riferimento dell'intrattenimento giovanile e non solo. I locali innovativi sono numerosissimi e ne arrivano di nuovi in poco tempo, tra angoli dove sedersi a mangiare e magari farsi aggiustare la bicicletta, tanto per dirne una (visto che cui la creatività ha fatto scuola).

Karl Marx Allee Friedrichshain prende il nome dal Volkspark Friedrichshain, un ampio parco verde ubicato al confine nord del quartiere di Prenzlauer Berg. Il parco a sua volta ha preso il nome da Federico il Grande, allorché all'epoca venne progettato per commemorare il centenario della sua incoronazione (il nome significa 'Boschetto di Federico' e Volkspark, 'Parco del Popolo'). Le origini dell'area urbana portano accenni indelebili di una classe operaia attiva e ancora oggi riconoscibile in numerosi angoli delle lunghe vie e dei palazzi d'epoca, anche più antichi di quelli dell'Era sovietica. Rimane tuttavia affascinante la ex Berlino Est, e più di tutte questa parte di città. Durante la Seconda guerra mondiale, Friedrichshain fu gravemente danneggiata dai bombardamenti alleati, per via delle industrie presenti (in alcuni edifici è possibile vedere ancora fori di proiettile), e in particolare durante la cosiddetta Schlacht um Berlin (Battaglia di Berlino), tra il 16 aprile ed il 2 maggio del 1945, che sancì la vittoria sovietica sulla Germania nazista.

East Side GallerySituato nel cuore di Berlino, su entrambi i lati del fiume Sprea, al confine tra est e ovest, Friedrichshain presenta alcune della attrazioni più note: dalla stazione della S-bahn Ostbahnhof, si arriva alla East Side Gallery (Mühlenstrasse, tra la stazione ferroviaria Ostbahnhof e Warschauer Strasse), la più grande galleria d'arte all'aperto e ricordo indelebile della caduta del muro di Berlino. Una lunga tela di cemento che porta impresse circa 100 opere d'arte in stile graffiti. Le due immagini più famose sono quelle diBirgit Kinder, la famosa Trabant (l'auto simbolo della Germania Est) che sfonda il muro e che nella targa evoca la data 9-11-1989, e il bacio appassionato tra Leonid Breznev ed Erich Honecker (dell'artista Dmitri Vrubel).

East Side Gallery - Il bacio appassionato tra Leonid Breznev ed Erich Honecker (dell'artista Dmitri Vrubel). Karl-Marx-Allee, la strada principale della ex Berlino est, sarà probabilmente il punto d'inizio per girare e orientarvi in tutta la zona; un grande viale, con edifici neoclassici e fontane e aree verdi con piccoli laghetti. Simon-Dach-Strasse è invece il "cuore" di Friedrichshain e uno dei luoghi più vivaci di Berlino. Prima della riunificazione della Germania era solo una tranquilla strada residenziale intitolata alpoeta Simon Dach, per poi essere trasformata in una vera e propria area alla moda. I bar, caffetterie e i Simon Dach Strasseclub sono praticamente allineati uno dopo l'altro, e troviamo anche cinema con arredamenti in stile anni '70 e una piccola caffetteria datata 1933. Se fatta a piedi, giusto per orientarsi, ci si arriva dall'incrocio tra la Karl-Marx-Allee e la Warschauer Strasse, quindi a destra per la Kopernikusstrasse. Già dalla Revaler strasse (oltretutto sede delle ex Officine Riparazioni Reichsbahn, oggi laboratorio di una serie di iniziative culturali, tra cui l'Astra Kulturhaus), sembra d'essere nella patria dei graffitari, ma la Simon-Dach-Strasse è bene percorrerla tutta per coglierne il senso, e ricordare che in questa parte di città le strade più interne conservano quella caratteristica pavimentazione a ciottoli.

Molecule Man BerlinoRitornando verso il fiume, si ammira lo storico ponte in pietra Oberbaumbrücke, che collega Friedrichshain a Kreuzberg, ed è impossibile da perdere. Originariamente costruito nel XVIII secolo, e rimaneggiato di recente dall'architetto spagnolo Santiago Calatrava, offre ampie vedute sulla Berlino orientale. Si volga lo sguardo a est per vedere il luccicante gioco di luci del Molecule Man, una scultura che sorge dal fiume. Guardate poi verso ovest per individuare l'onnipresente Fernsehturm (torre della televisione) di Alexander Platz. Se poi si vuole, si può anche tornare indietro verso il Computerspielemuseum (Salone della cultura dell'intrattenimento digitale interattivo), nella Karl-Marx-Allee 93a e vicino alla stazione della metropolitana Weberwiese (linea U5). Si potrebbe poi anche preferire un semplice caffè, e allora si scelga il Café Sybille, stessa via (numero 72), o qualche passo più in là, il Ehrenburg Café (Karl Marx Allee 103). Berlino da vivere!

Dove si trova?

Torna su

 

OSTELLI Berlino   Ostelli Germania

Carte d'Allemagne Karte von Deutschland  Mapa  Alemania   Map of Germany

Carte de Berlin   Karte von Berlin Mapa  Berlín     Map of Berlin