Ospedale degli Innocenti a Firenze

Adv.
Sei qui: Cosa vedere a Firenze  >

Ospedale degli Innocenti a Firenze

L'Ospedale degli Innocenti a Firenze è un'opera cardine della storia dell'Arte. Si dice infatti che segni l'avvento di una nuova concezione spaziale e urbanistica. E' considerato il prototipo dell'architettura rinascimentale fiorentina, una delle prime architetture rinascimentali al mondo, forse la prima in assoluto. Venne progettato nel 1419 da Filippo Brunelleschi e costruito tra il 1421 e il 1424. Si trova  si trova in Piazza della Santissima Annunziata e insieme alla Loggia del Brunelleschi (1419)

 

Ospedale degli InnocentiMa non solo alla Storia dell'Arte è legato questo edificio magnifico. L'Italia del Rinascimento era il faro dell'Umanità nella ricerca del progresso umano e nel 1419, a Firenze si costruisce, per la prima volta in Europa e nel mondo, grazie a due istituzioni che oggi chiameremo "illuminate" come la corporazione dei setaioli (Arte della Seta) e le stesse autorità cittadine un edificio che non fosse solo un ospedale, ma un luogo di vita e di ricovero, uno spazio pensato e realizzato espressamente per i bambini.  I numerosi bambini abbandonati o appartenenti a famiglie disagiate a Firenze si chiamavano semplicemente gli "innocenti". Fino a quel momento l’assistenza all’infanzia abbandonata veniva svolta in conventi, in sedi religiose, oppure in ospedali dedicati alla cura dei malati. Questa è la prima volta che si realizza una struttura pensata appositamente per questa funzione e la cui matrice è civile e non religiosa. Luoghi che comunque, anche se "benedetti da Dio", davano a chi ne aveva necessità, un senso di assoluta vergogna.

 

Ma nell'edificio del Brunelleschi, già all'opera nella stesso periodo con un'altra costruzione "impossibile" e rivoluzionaria, la Cupola della Cattedrale di Santa Maria del Fiore, la "rivoluzione" era il senso di benvenuto che un edificio poteva finalmente dare a chi si accingeva a varcarlo. I genitori che portavano qui un bambino avvertivano che lo potevano fare pubblicamente, senza vergogna appunto. Qui non c'era la "ruota" dove depositare anonimamente un bimbo non voluto per diversi motivi, quasi sempre, onore o povertà. Questo fabbricato luminoso prometteva un futuro migliore a chi era destinato ad abitarlo. Non era un ricovero per piccoli mendicanti sfruttati che rientravano, dopo aver giravano la città a strappare elemosine, in attesa di essere "venduti" a artigiani o contadini per fare i lavori più umili e pesanti. Era all'epoca, un'oasi nel deserto che trasmetteva, invece, il senso di un luogo protetto, dove una grande e ricca città assicurava un'adeguata preparazione alla vita ai suoi cittadini più deboli e sfortunati. Brunelleschi riuscì a creare una sorta di rappresentazione architettonica della solidarietà.

 

Originale di questo edificio è soprattutto la creazione del loggiato che limita in basso un edificio a pianta rigorosamente simmetrica, con un cortile quadrato cinto da doppio portico. Il loggiato si apre in nove archi sobriamente sagomati (il numero è stato successivamente aumentato) che poggiano su esili colonne con capitelli corinzi; la classica eleganza della costruzione, richiamante modi del romanico fiorentino, è ulteriormente raggentilita dai dieci tondi in terracotta invetriata che Andrea della Robbia pose negli spicchi tra arco e arco, raffigurando in ciascuno di essi un bambino in fasce (allusione alla destinazione dell'ospedale, che fu fondato per accoglierei trovatelli). Sopra questa base, il secondo ordine è formato da un prospetto liscio, dove prendono valore le finestre con frontoni, i quali, al pari della trabeazione, si ispirano al Battistero di San Giovanni.

 

Un edificio unico nel suo genere

 

Putti di Andrea della RobbiaL'Ospedale degli Innocenti insomma fu prima istituzione di questo genere in Europa (1419),  ideata per curare e allevare i bambini orfani o abbandonati e per cercare di dare loro un mestiere. Lo "Spedale" fu edificato durante il periodo della Repubblica fiorentina per volontà dell'Arte della Seta, che lo finanziò interamente, e  lo affidarono a Filippo Brunelleschi, che qui realizzò in un esempio armonico e razionale di architettura ospedaliera nell'insieme di chiostri, portici, refettori, dormitori, infermerie e asilo. In questo progetto, il architetto fiorentino mirò prevalentemente all'aspetto della funzionalità, usando uno dei primi esempi di architettura modulare, che tuttavia nell'estetica rinascimentale non poteva che risultare piacevole, data la costante ricerca equilibrio e di armonia geometrica. Il chiostro vede infatti una precisa equivalenza fra la corda dell'arco, l'altezza delle colonne e la profondità del portico, un’uguaglianza fra le tre dimensioni che crea per ogni campata un modulo spaziale cubico, geometricamente perfetto, la cui ritmica successione genera una cristallina purezza d'insieme piacevole allo sguardo.

Nel loggiato del Brunelleschi, sopra il portico si trova un piccolo museo dove si trovano affreschi staccati e opere di Sandro Botticelli, Luca della Robbia, Piero di Cosimo e vi si ammira la bella Adorazione dei pastori di Domenico Ghirlandaio, maestro di Michelangelo. Tuttora, l'Ospedale degli Innocenti, nella sua tradizione di assistenza all'infanzia, ospita due asili nido, una scuola materna, tre case famiglia destinate all'accoglienza di bambini in affido familiare e madri in difficoltà, ed alcuni uffici di ricerca dell'Unicef. Inoltre, con la legge 451/97, l'Istituto è divenuto Centro nazionale di documentazione e analisi sull'infanzia e l'adolescenza, punto di riferimento nazionale ed europeo per la promozione della cura dei diritti dell'infanzia.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazioni interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ce ne offri due), così ci aiuterai a scrivere la prossima guida:  Paypal

 

Dove si trova?

Torna su

 

Ostelli Firenze  Ostelli Italia  Auberges de Jeunesse Italie   Hotel Firenze

Carte de Florance     Karte von Florenz    Mapa Florencia Map of Florence

 Carte de la Toscane     Karte von Toskana     Mapa Toscana     Map of Tuscany

Carte d'Italie  Karte von Italien  Mapa Italia   Map of Italy

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal