Traiano - Imperatore di Siviglia

Advertisement

Traiano - Imperatore di Siviglia

 

Chi ha letto, studiato o imperato a scuola della grandezza dell'Impero Romano sa che prima di allora il mondo non aveva mai conosciuto un entità politica così vasta e organizzata. Ebbene, la prima persona non nata a Roma a raggiungere la vetta di un tale territorio fu... un sivigliano. Per essere precisi Traiano vide la luce il 18 settembre del 53 a quella che era era la precursore di Siviglia,  Italica, quella che oggi chiamiamo Santiponce, a pochi chilometri da Híspalis.

Advertisement

Lì fu cresciuto dalla madre, poiché suo padre era un famoso senatore e generale che trascorse più tempo in guerra che a casa sua. Nonostante ciò, Traiano voleva essere come lui e ben presto imparò l'arte della guerra da seguire sulle sue orme.

Roiscì a ottenere più di suo padre. Quando era molto giovane, partecipò alle campagne nella Spagna Romana (Hispania), Siria e Germania durante i regni degli imperatori Tito e Domiziano, dimostrando prima le sue abilità sul campo di battaglia e poi le sue abilità come stratega. In modo quasi parallelo, si formò alla diplomazia, passando attraverso le fasi classiche del cursus honorum romano. Non sorprende quindi che all'età di 38 anni sia stato nominato console e subito dopo governatore della Germania. Il suo carattere e la sua determinazione lo resero molto popolare in tutti gli ambienti militari romani e l'eco dei suoi successi raggiunse proprio il Senato di Roma.

Nel 96, l'imperatore Domiziano fu assassinato e sostituito da Nerva. A causa della sua età avanzata e il suo carattere mite e moderato Nerva non era molto popolare tra le truppe. Infatti, non appena salì al potere, subì le rivolte dei pretoriano e, per contrastarle, ebbe l'ingegno di reclutare come suo braccio destro l'ammirato Traiano, affermando anche pubblicamente che sarebbe stato il suo erede e successore. Con il generale più brillante del momento al suo fianco, Nerva trovò un po' di serenità, anche se per un breve periodo, poiché morì inaspettatamente solo un anno dopo. A quel punto, solo un uomo aveva il diritto di prendere il suo: Marco Ulpio Traiano.

Traiano era a Colonia, in Germania, quando ricevette la notizia della morte di Nerva ma, lungi dal lasciare tutto alle spalle e correre a Roma per prendere il comando, preferì assicurarsi prima la linea difensiva nel delicato confine nord dell'Impero. Così, non fece la sua entrata trionfale a Roma fino a quasi due anni più tardi.

Le sue prime decisioni furono di migliorare la rete stradale, liberare molti dei 'prigionieri politici' e restituire ai contadini la terra che era stata espropriata da Domiziano. Al contrario, egli era intransigente con i cristiani (al contrario di Nerva) e non ha permise loro di praticare pubblicamente la loro religione, anche se non riprese le persecuzioni di Domiziano. In ogni caso, se Traiano passo alla storia, non fu per il suo modo di governare i problemi civili di Roma, ma perché ha ampliò l'Impero Romano più di ogni altro imperatore.

Traiano era soprattutto un eccellente generale. Nell'anno 101 invase la Dacia (l'attuale Romania), un territorio storicamente chiuso ai Romani, e cinque anni dopo riuscì a conquistarla completamente all'Impero. Poi si diresse verso est, annettendo la Siria, Damaco, Palmira e Bostra. A questo punto, si rese conto di aver commesso un'imprudenza simile ad Alessandro Magno: l'impero era troppo grande per essere governato in modo efficace. Era praticamente impossibile tenere gli eserciti in costante movimento e, allo stesso tempo, controllare le rivolte interne dei popoli conquistati e le minacce esterne.

In un clima di massima incertezza, Traiano si ammalò al ritorno da una campagna militare e morì senza lasciare discendenti. Tuttavia, prima di esalare il suo ultimo respiro, ebbe cura di nominare suo erede suo nipote Adriano, anch'egli di italica.

A Siviglia ci sono una strada e un monumento in onore di Traiano. La via si trova nel cuore della città e la statua si trova sulle rive del fiume Triana, tra i ponti di Triana e Cachorro.

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Torna su

 

Ostelli Siviglia   Ostelli Spagna   Hotel Siviglia  Hotel Spagna

Carte d'Espagne  Karte von Spanien     Mapa de España    Map of Spain

Carte de Séville   Karte von Sevilla  Mapa Sevilla   Map of Seville

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal