Casa Museo di Rembradt

Advertisement

Sei qui: Amsterdam: cosa vedere >

LA CASA DI REMBRANDT

 

Rembrandthuis. Dietro le persiane rosse di questa casa sul canale, tra il 1639 ed il 1656, visse uno dei più grandi pittori della storia, Rembrandt Harmenszoon van Rijn. Nelle stanze di questo tipico edificio olandese l'artista realizzò i suoi quadri più famosi. Oggi, la casa è adibita a museo (Museum het Rembrandthuis) e all'interno si possono ammirare solo un piccolo numero di dipinti e ben 250 acqueforti (delle 300 che eseguì), ed ancora arredi e locali della sua epoca, un importante spaccato della vita quotidiana della più grande città del Seicento olandese.

 

Advertisement

L'edificio fu costruito intorno al 1606 per commissione di Cornelis van der Voort, un altro pittore dell'epoca, nella strada allora conosciuta con il nome di Anthonisbreestraat Sint. La casa venne allora a posizionarsi su due lotti della parte orientale della città, un'area molto in voga tra i ricchi mercanti ed artisti dell'epoca. Vennero costruire due case, una per Cornelis ed una per suo fratello Hans. Pochi anni dopo, a seguito di una ristrutturazione probabilmente portata avanti da uno dei maggiori architetti della città, Jacob van Campen, Cornelis vendete la casa a Rembrandt, la stessa che oggi si ammira come Casa-museo di Rembrandt ad Amsterdam.

Rembrandt comprò questa casa nel 1639 per 13.000 fiorini, una somma notevole per quel periodo. Nonostante la sua acquisita fama, infatti, la pressione delle rate del mutuo eventualmente portarono l'artista a non poter più sostenere la spesa, tanto che la sua seguente bancarotta, nel 1656, lo costrinsero al trasferimento in una casa più piccola (casa di Rembrandt di Rozengracht 184) dove visse fino alla sua morte (1669). Nel 1660-1662 la casa di Rembrandt venne divisa in due parti e venne abitata da diverse famiglie fino alla fine del XIX secolo. Durante questo periodo la struttura fu più volte rimaneggiata e nel corso degli anni le sue condizioni si allontanarono notevolmente da quelle originarie. Nel 1906 la città di Amsterdam acquistò l'edificio oramai divenuto fatiscente e poco dopo lo cedette al Rembrandthuis Stichting, la Fondazione Rembrandt. Grazie ai documenti trascritti durante l'inventario seguito alla dichiarazione di bancarotta, è stato possibile effettuare un'attenta ricostruzione del percorso storico del periodo di vita del grande pittore olandese: gli ambienti sono stati infatti ricostruiti secondo le testimonianze pervenute dai documenti notarili e grazie a questo è stato possibile dotare la casa di un insieme di oggetti d'arte antica, visto che Rembrandt era un più che appassionato collezionista, e di mobili della sua epoca (XVII secolo).

La Rembrandthuis, il nome con il quale l'edificio è conosciuto, è suddivisa in due parti: la casa seicentesca, recentemente rinnovata, dove si possono visitare le stanze e la nuova ala del museo, e in cui i visitatori troveranno l'esposizione permanente di quasi tutte le acqueforti di Rembrandt e le stanze che accolgono le mostre temporanee; al quinto piano della nuova ala è invece situato il Centro d'informazione di Rembrandt (RIC) dove è possibile trovare molte risposte alle domande che possono sorgere durante la visita al museo.

 

Direzioni:

 

Rembrandthuis

Jodenbreestraat 4-6

Area: Jodenburt

Trasporti:

Tram: 9 e 14 / Metro: Waterlooplein

Torna su

 

 

Ostelli Amsterdam    Ostelli Olanda   Hotel Amsterdam     Hotel Olanda

Auberges de Jeunesse Amsterdam  

Carte de Hollande    Karte von Niederlande  Mapa Holanda     Map of the Netherlands

Carte de Amsterdam   Karte von Amsterdam    Mapa Amsterdam   Map of Amsterdam

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal