Sul Bel Danubio Blu

Sei qui: Cosa vedere a Vienna >

Sul Bel Danubio Blu - Il valzer più famoso del mondo

 

Il Bel Danubio blu è uno dei brani più famosi di musica classica, simbolo dell'Austria e conclusione inevitabile di ogni concerto di Capodanno a Vienna (non è tuttavia l'inno ufficiale, ma nel cuore dei viennesi e agli occhi del mondo è come se lo fosse). In lingua originale è conosciuto come “An der schönen blauen Donau”, ed è opera di Johann Strauss (figlio), che lo compose non come un solo valzer ma come un insieme di cinque temi di valzer interconnessi.

"Danubio così blu, così bello e blu,

attraverso la valle e il campo là tu scorri quieto,

la nostra Vienna ti dà il benvenuto, il tuo nastro d'argento

lega tutte le terre e rallegri il cuore

toccato sulla tua riva leggiadra.

Lontano dalla Foresta Nera

qua tu corri verso il mare

dispensando benedizione ovunque.

Verso l'oriente va il tuo corso,.

accogliendo molti fratelli,

immagine di pace per tutti i tempi!"

Sul Bel Danubio Blu - Il valzer più famoso del mondoL'opera nasce nel luglio del 1865 e venne eseguito per la prima volta nel febbraio del 1867, con la prima eseguita presso la Vienna Dianabadsaal. Nonostante gli applausi, per Strauss non fu un vero e proprio successo. Probabilmente il famoso valzer non avrebbe mai visto la luce se non fosse per la Wiener Mannegesang, l'Associazione corale maschile di Vienna di Johann Herbeck e che aveva espressamente chiesto al compositore, rifocillato da un lungo periodo di riposo, di scrivere una musica per il tradizionale festival estivo del canto (il Sommer-Liedertafel). Il musicista non fu tuttavia molto convinto di questa richiesta e infatti inizialmente non accettò la proposta.

Sul Bel Danubio Blu - Il valzer più famoso del mondoLa composizione vide la luce solo nei due anni successivi e grazie all'insistenza dell'associazione corale che, cancellatala per l'anno precedente, aveva riprogrammato l'esecuzione per il periodo del carnevale viennese, a febbraio; solo a quel punto Strauss, in gran fretta, cominciò a lavorare al suo valzer in tempo per poter essere presentato all'inaugurazione del Faschings-Liedertafel (Festival di Carnevale di canto). Come egli stesso scrisse.. “chiedo scusa per la grafia disordinata, ma sono stato costretto a finirlo in pochi minuti. Johann Strauss”.

Quello di Strauss si presentava come il primo valzer da lui composto per accompagnare un testo cantato. Nella composizione Strauss venne ispirato da una poesia di Karl Isidor Beck che spesso nella sua ritmica diceva “... Per il Danubio, bellissimo Danubio blu”. Il testo venne affidato a Josef Weyl, un amico e scrivano della Direzione di polizia con l'hobby della scrittura (per lo più di testi umoristici) prestato al servizio dello stesso coro.  

Nei testi di Weyl si legge la satira alla quale era in effetti abituato, ridicolizzando la guerra persa dall'Austria, il fallimento inevitabile della città e della sua politica ("Wiener seid's froh! Oh o! Wieso? "("il viennese dovrebbe essere felice! Oh o, ma perché? "). Nel 1890 il valzer di Strauss fu dotato di un nuovo testo, questa volta scritto da Franz von Gerneth, consigliere della corte d'appello, testo che infatti iniziava con il Donau so blau.

Sul Bel Danubio Blu - Il valzer più famoso del mondoNell'opera musicale certo è che il Danubio non viene mai descritto come blu e, inoltre, c'è anche da considerare che al momento in cui il valzer venne scritto il Danubio seguiva un altro corso, poi cambiato grazie alla Wiener Donauregulierung, e che servì a controllare le inondazioni purtroppo sempre molto frequenti ormai da oltre 150 anni (i nuovi argini vennero costruiti intorno al quinquennio 1870-75). Oggi il valzer viene quasi solo e sempre suonato, ma il titolo conserva i versi scritti (anche se non quelli originali).

Nonostante l'insuccesso iniziale, il valzer di Strauss divenne celebre ben prima del cambio del testo del 1890. Parigi fu la città che lo celebrò per prima, alla corte di Napoleone III, per poi essere seguita da Londra e quindi da tutte le maggiori città de mondo e dalla stessa Vienna.

Tra le città in cui fu rappresentato vi fu anche Boston, il 17 giugno 1872, per il Giubileo della Pace (la fine della guerra franco-prussiana) e il Festival Internazionale della Musica: per l'occasione Strauss diresse anche il Trovatore di Verdi con un'orchestra di 2000 musicisti ed un coro di 20.000 persone.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Torna su

 

Ostelli Vienna    Ostelli Austria

Carte de la Autriche    Karte von Österreich   Mapa Austria  Map of Austria

Carte de Vienne      Karte von Wien   Mapa Viena   Map of Vienna