I Caffè di Vienna

Sei qui: Cosa vedere a Vienna >

I Caffè Viennesi

 

Per chi visita Vienna il Caffè (Cafè) Viennese, inteso come locale dove degustare torte e bevande calde, è un’attrazione, per gli artisti e letterati nella Vienna del passato era un istituzione, un luogo di ritrovo dove scambiare scambiare e farsi venire idee (a volte ideologie), parlare della vita, riflettere in silenzio di fronte a una tazza fumante. Oggi a Vienna ci sono oltre 500 caffè, di cui un buon numero vecchio stile, con eleganti camerieri vestiti in bianco e nero, pavimento in parquet, tavoli di legno solido con il piano in marmo.

 

Al caffè si va per conversare, leggere il giornale, giocare a biliardo o a scacchi, e ovviamente anche per bere il caffè e mangiare un dolce. Le torte sono molto invitanti e ricche, le porzioni grandi, tra le più buone ricordiamo la Sacher al cioccolato, lo strudel di mele (lstrudel), le torte al formaggio (simili a cheese cake) e la torta morbida con noci e cioccolato.

I CAFE' VIENNESICi sono caffè per tutti i gusti: i dipendenti pubblici dei  ministeri preferiscono il Café Ministerium nella Georg-Coch-Platz, gli studenti d’arte vanno al Prückel, vicino allo Stubenring, i politici vanno al Landtmann lungo il Dr.-Karl-Lueger-Ring. Tra i primi 10 caffé per bellezza, tradizione e qualità trovate: il più famoso di tutti , il Café Central, nella Herrengasse 14, dentro al bel palazzo Ferstel, erede dei leggendari caffè d'inizio secolo, molto bello ed elegante; il Griensteidl, nella Michaelerplatz al civico 2, un tempo punto d’incontro di letterati,  riaperto dal 1990 in un nuovo edificio, sempre nella stessa piazza, si trova esattamente in mezzo ad un itinerario molto frequentato dai turisti: Hofburg-Kohlmarkt-Graben-Stefansplatz; il caffè Museum, Friedrichstrasse 6, molto popolare con stanza degli scacchi e tavoli per i giochi portati da casa.

Ancora, il Prückel, indirizzo Stubenring 24,  ambiente elegante arredato anni '50 (nella saletta sul retro si gioca ancora a bridge), d'estate bel giardino con vista sul parco (Staadpark); nei pressi del municipio trovate il Caffè Eiles, indirizzo Josefstadter St. 2, dove si può anche mangiare qualcosa, anche di domenica; il Caffè Sperl, uno tra i più antichi della città, vicino a Naschmart, indirizzo Gumpendorfer Str. 11, ancora molto frequentato, con un piccolo giardino; il Caffè Ritter, direttamente con vista sulla frequentata Mariahilfer Str. (numero civico 73) con tavolini anche all'aperto; il Caffè Hawelca,  covo di artisti del primo distretto, indirizzo Dorotheerg. 6; infine il vecchio sfarzoso Caffè Landtmann, frequentato da tanti personaggi in vista della città, con cucina e grande terrazza verso il teatro (Burgtheater). Gustav Mahler, Marlene Dietrich e Romy Schneider erano tra i clienti più illustri di questo Caffè, ristrutturato dopo che negli anni '60 e '70 del Novecento erano stati chiusi o trasformati tanti locali, perdendo le loro caratteristiche tradizionali.

I CAFE' VIENNESIOggi questo tesoro culturale della città di Vienna è a disposizione, in gran parte preservato, per la gioia dei turisti, che qui possono sostare lungamente, leggere, discutere anche per ore, diversamente da come accade in Italia. Al costo di un semplice caffè, qui si può rivivere l'atmosfera di un mondo passato, elegante, ricercato, rilassato. Molte sono le tipologie di caffè che si possono ordinare, tenete conto che se volete un caffè all'italiana dovete chiederlo espresso, altrimenti vi serviranno una sorta di caffè all'americana con acqua bollente. I caffè aprono in genere alle 8 di mattina e chiudono alle 22 oppure alle 24, non tutti sono aperti la domenica, controllate.

Qualche curiosità su alcuni di questi celebri caffè

Il Caffè Griensteidl,, dal 1890 al 1897, quando era all’interno dell’ex palazzo Dietrichstein era un una vera istituzione per la città, il luogo d'incontro culturale più importante di Vienna. In quel periodo, i maggiori pensatori del modernismo viennese erano soliti ritrovarsi qui: Hermann Bahr, Arthur Schnitzler, Hugo von Hofmannsthal, Karl Kraus, Hugo Wolf, Fritz Kreisler, Arnold Schönberg e molti altri. Nel 1897 il Griensteidl, come numerosi altri edifici cadde sotto i colpi di piccone. Gli ospiti fissi del Griensteidl si trasferirono infatti nel Café Central. Pensate che al Central, nella Herrengasse, ancora oggi, c’è una figura di cartapesta che rappresenta il poeta Peter Altenberg, che qui si faceva recapitare la posta, proprio come se fosse casa sua nei primi anni del novecento. Attorno al tavolo a lui riservato si riunivano personaggi come il famoso architetto del periodo moderno Adolf Loos, sua moglie Lina, l’attore e saggista Egon Friedell e lo scrittore Alfred Polgar. Altenberg, fissò, tanto per scherzare, delle regole di comportamento per chi si sedeva al suo tavolo, ad esempio questa: "Al tavolo è proibito tagliarsi le unghie, anche se si usano le forbicine portate da casa come quelle basate sul vecchio sistema; in particolare, però, è proibita la nuova macchinetta, perché c’è il rischio che le unghie tagliate con un colpo netto saltino nei bicchieri di birra e recuperarle è alquanto problematico". Fu proprio a questo tavolo che la ventenne Caroline Obertimpfler (nome d’arte: Lina Loos), come vuole la leggenda, accettò di sposare Adolf Loos, che aveva 12 anni più di lei. Oggi l'atmosfera del Café Central è diventata un’atmosfera d’affari e da persone perbene e curate; i clienti sono soprattutto impiegati della zona ma anche turisti in cerca di un luogo bello e suggestivo dove sedere e gustare qualche prelibatezza della pasticceria viennese.

Sempre nel primo distretto si trova anche il Café Hawelka. La notorietà e la fama del locale di essere un “caffè di artisti“ risalgono al dopoguerra: a quel tempo Hans Weigel, egli stesso scrittore, talent scout e istituzione culturale, elesse il piccolo caffè di Leopold e Josefine Hawelka al rango di suo secondo salotto, e questo per un motivo abbastanza semplice: rimaneva aperto anche dopo la mezzanotte. Weigel fu seguito anche da altri artisti e intellettuali, e negli anni Cinquanta e Sessanta questo luogo divenne simbolo di tutto ciò che era anticonvenzionale. Tra i clienti più famosi i membri del cosiddetto Gruppo di Vienna, H.C. Artmann, Konrad Bayer, Gerhard Rühm e Oswald Wiener. André Heller capitò qui per la prima volta all’età di 14 anni. Adattatosi all’atmosfera senza difficoltà, come scrisse nel 1982, raccontava fandonie a più non posso e fantasticava sull’arte dello scrivere oppure raccontava grandi viaggi. Oggi il caffè ospita studenti e turisti in un'atmosfera che resta comunque unica. Famose sono le Buchtel, servite dopo cena (si tratta di un dessert molto soffice con dentro la marmellata che viene servito caldo, anche con la salsa alla vaniglia sopra).

Potete prendere un caffè ottimo anche nella storica pasticceria Demel (indirizzo Kohlmarkt 14), continuando poi a fare acquisti di dolcetti e torte al piano terra, dove nello shop ammirerete delizie prelibate confezionate elegantemente; una vera goduria per il palato ma anche per la vista. Lo sanno proprio tutti che questa era la pasticceria di corte, tanto amata dall'Imperatrice Sissi, che qui comprava le violette candite (Kandierte Veilchen). Fondata nel 1786, Demel divenne a fine ‘800 la pasticceria ufficiale di corte ed è famosa per i suoi dolci deliziosi e le sue vetrine di zucchero e marzapane, nelle quali vengono riprodotte scena abbinate ai diversi periodi dell'anno.

Per la vera sacher torte non mancate di andare al Caffè Sacher (Philharmonikerstrasse 4) dove nel 1832 è stata creata la celebre Torta Sacher, qui potrete gustare l'originale!

Riassumendo, i locali con il miglior caffè, più belli, accoglienti e storici sono quelli che seguono (in ordine alfabetico). Gli orari che vedete potrebbero cambiare quindi controllate prima di visitarli.

Bräunerhof
Il caffè di Thomas Bernhard caratterizzato dallo stile di una volta.
1., Stallburggasse 2, tel. 512 38 93, lu - ve 7.30 ? 21.00, sa 8.00 ? 18.00, do e festivi 9.30 ? 18.00

Central
Tradizione con un tocco di attualità.
1., Herrengasse 14, tel. 533 37 64, lu - sa 8.00 ? 20.00 , do 10.00 ? 20.00

Diglas
Buon vecchio caffè “da manuale?.
1., Wollzeile 10, tel. 512 57 65, lu-sa 7.00 ? 24.00, do e festivi 10.00 ? 24.00

Dommayer
L’eleganza del quartiere Hietzing.
13., Dommayergasse 1, tel. 877 54 65, ogni giorno 7.00 ? 24.00

Eiles
Anche se rimodernato: prototipo dell’atmosfera del caffè viennese.
8., Josefstädter Straße 2, tel. 405 34 10, ogni giorno 7.00-22.00

Goldegg
Un posto in cui rifugiarsi.
4., Argentinierstraße 49, tel. 505 91 62, lu ? gio 8.00 ? 22.00 , ve 8.00 ? 21.00, sa 8.00 ? 24.00

Griensteidl
Grande passato in posizione centrale.
1., Michaelerplatz 2, tel. 535 26 92, ogni giorno 8.00 ? 23.30

Hawelka
Caffè di artisti pieno di fumo, stupendamente consunto. Buchtel!
1., Dorotheergasse 6, tel. 512 82 30, lu - ve 9.00 ? 2.00 , sa 16.00 ? 2.00 , ma chiuso ma, do e festivi

Hummel
Punto d’incontro spazioso, pratico e originale.
8., Josefstädter Straße 66, tel. 405 53 14, lu - ve 7.00 ? 2.00 , sa, do 8.00 ? 2.00

Landtmann
Frequentato da politici ed artisti. Davanti al Burgtheater!
1., Dr.-Karl-Lueger-Ring 4, tel. 24100-120, ogni giorno 8.00 ? 24.00

Mozart
Splendido locale pieno di specchi.
1., Albertinaplatz 2, tel. 513 08 81-0, ogni giorno 8.00 ? 24.00

Ritter
L’oasi della Mariahilfer Strasse.
6., Mariahilfer Straße 73, tel. 587 82 37, ogni giorno 7.30-23.30

Sacher
Eleganza allo stato puro.
1., Philharmonikerstraße 4, tel. 512 14 87, ogni giorno 8.00 ? 23.30

Sperl
Celebre e pluripremiato. La romanticità del caffè in senso assoluto.
6., Gumpendorfer Straße 11, tel. 586 41 58, lu - sa 7.00 ? 23.00

Tirolerhof
Una riserva del centro città.
1., Führichgasse 8, tel. 512 78 33, lu - sa 7.00 ? 21.00, do 9.00 ? 20.00


Glossario sul
caffè a Vienna

Mokka
caffè piccolo, nero e concentrato; non macchiato

Melange
metà latte e metà caffè, spesso con panna, in pratica il cappuccino viennese!

Cappuccino
caffè forte con molto latte, schiuma di latte e a talvolta polvere o pezzetti di cioccolato

Kapuziner
caffè nero grande macchiato con latte

Franziskaner
melange chiara con panna

Einspänner
mokka in bicchiere con panna

Fiaker
mokka in bicchiere con un sorso di rum

Türkischer
caffè Mokka alla turca (non filtrato) servito bollente e zuccherato un picchetto di rame.

Tutti i caffè sono solitamente accompagnati da un bicchiere d'acqua, bevuto dopo il caffè, aiuta a combattere l'acidità.

 

Torna su


Ostelli Vienna  Ostelli Austria   Hotel Vienna

Carte de la Autriche    Karte von Österreich   Mapa Austria  Map of Austria

Carte de Vienne      Karte von Wien   Mapa Viena   Map of Vienna