Dintorni di Vienna

Dintorni di Vienna

 

Ci sono tante cose da vedere nei dintorni di Vienna: abbazie, boschi e colline, paesi pittoreschi, taverne per buongustai, vigneti. Se amate la natura, dirigetevi a nord, dove la collina preferita dai viennesi, è il Kahlenberg, dalla quale si gode una bella vista sulla città nelle giornate serene (autobus 38A, indirizzo Hohenstrasse). Qui trovate anche un ristorante e una grande terrazza, è certo un'ambita meta turistica, soprattutto nel weekend. Più tranquilla la collina del Leopoldsberg, sempre sulla stessa strada ma continuando per un km il percorso, con una graziosa chiesa e le rovine della fortezza dei Babenberg.

 

 Da queste due colline si può scendere a piedi attraverso i vigneti ed arrivare a Nussdorf, uno dei quattro villaggi, insieme a Grinzing, Sievering e Neustif am Walde, divenuti mete turistiche di massa, famosi per i loro vini e le heurigen, le taverne locali. Un giro sul bus 38A vi farà avere un'idea ma sappiate che si tratta oramai di luoghi molto turistici e poco genuini (tra tutti Nussdorf resta il più autentico). Sempre per gli amanti del verde, una bella meta per le escursioni è il Wienerwald, il bosco di Vienna, con faggeti, laghetti, trattorie e prati per il picnic, dichiarato nel 2005 Patrimonio della Biosfera Unesco; è possibile raggiungerlo dal centro con i mezzi pubblici (autobus 38, 43 e D). Il Wienerwald, insieme al Prater e alla Donauinsel (Isola del Dabubio)  sono le tre zone cittadine dedicate allo sport, al tempo libero e al divertimento.

La Doinauinsel è una zona costruita negli anni '70 per scongiurare il pericolo di inondazioni che è diventata poi un luogo di svago molto frequentato. Le parti a nord e a sud dell'isola restano allo stato naturale mentre la zona centrale è stata molto modificata. Con Ci sono 40 km di spiagge, tanti ristoranti e impianti per lo sport e il gioco. E' possibile fare gite in barca e in bicicletta e c'è una zona, chiamata Copa Kagran (dal nome del quartiere di Kagran) con una spiaggia molto affollata che di notte diventa una zona di grande divertimento sotto le stelle. Qui all'inizio dell'estate si svolge una grande festa popolare.

Per una gita di mezza giornata, a 13 kilometri da Vienna, si trova Klosterneuburg, un bel villaggio che ospita uno dei monasteri più antichi grandi e possenti del paese (vi si può arrivare in auto, bus e in treno, indirizzo Stiftsplatz 1). Si tratta di uno dei monasteri medievali più importanti d'Europa, costruito in 150 anni a partire dal 1187, ospita anche un ristorante e uno shop nel quale vale la pena fermarsi, anche solo per godere dell'atmosfera. Ci sono vari tour guidati (con audioguida anche in Italiano), che partono però ad orari fissi (percorso sacro, imperiale, cantina del monastero ecc.).

Nelle vicinanze di Vienna da vedere Schloss Laxemberg e il Castello di Liechtenstein, un maniero pittoresco visitabile con interessante visita guidata (meno di mezz'ora entrambi).

Se avete la macchina o siete disposti a spostarvi un po' più lontano, una zona bellissima da visitare è il Wachau, la zona lungo il Danubio che va da Krems a Melk (entrambe da non perdere), dichiarata Patrimonio dell'Umanità Unesco nel 2000. Qui troverete cittadine pittoresche, decine di castelli, monasteri e tutto interno vigneti, alberi di albicocche e pesche. Partendo da Krems, 70 km da Vienna, con il bellissimo centro storico con edifici medioevali e gotici si possono vistare po Dürnstein (a 9 km da Krems), bellissima cittadina immersa nei vigneti sovrastata dai ruderi di un castello (dove Riccardo Cuor di Leone fu imprigionato per 3 mesi). Una parte del cospicuo riscatto pagato per la sua liberazione andò alla cittadina di Dürnstein, oggi incantevole con il suo centro storico caratteristico e la chiesa barocca. Da qui partono bellissimi percorsi ciclabili e ci sono tante Heurigen, i tipici locali dove si degusta il vino. Si può poi andare a vedere l'Abbazia di Melk (indirizzo Abt-Berthold-Dietmayr-Straße 1) con la sua famosa Sala della biblioteca (quella ripresa nel celebre film "Il nome della rosa"). Un grandioso restauro ha ridato splendore all'imponente edificio barocco e sono stati adibiti locali a foresteria e a sale per le attività culturali e turistiche, cosicché oggi questa abbazia è uno dei più grandi centri culturali e spirituali d'Austria. Merk si trova a circa 80 km da Vienna e si può visitare insieme a Krems (70 km da Vienna),

Celebri per gli appassionati del genere sono le scale barocche a Göttweig (L'abbazia Stift Göttweig è un monastero benedettino vicino a Krems). Soprattutto in primavera, quando gli alberi da frutto sono in fiore, o in autunno con le foglie che cambiano colore, dando alla natura un cromatismo emozionante, la zona della Bassa Austria offre degli scenari indimenticabili.

Abbazia di Klosterneuburg

Abbazia di KlosterneuburgA 13 chilometri a nord di Vienna si può ammirare la stupenda Abbazia di Klosterneuburg che venne fondata da Leopoldo III nel 1114 su quella che fu una fortezza romana risalente al periodo tra il I e il V Secolo d.C. L’Abbazia, è una fra le più antiche erette in territorio austriaco. Carlo VI, tra 1685 e il 1740, avviò un processo di trasformazione del monastero volendo adottare uno stile Barocco. L’opera rimase incompiuta in quanto, delle nove cupole progettate, ne vennero realizzate solamente due e cioè la ducale austriaca e l’imperiale tedesca. La costruzione si erge su una collina dalla quale si può guardare il Danubio. Il monastero offre la possibilità di ammirare, custoditi nel suo museo, rilevanti dipinti risalenti al medioevo e anche la figurazione riproducente l’albero genealogico della famiglia degli Asburgo. La chiesa romanica ha due campanili a guglia e venne rielaborata adottando uno stile Barocco. Si sottolinea la presenza della Cappella di San Leopoldo, che è impreziosita dalla presenza di cinquantuno tavole, opera dell’orefice Verdun, che sono state realizzate in oro e smalto; sono poste in tre file orizzontali, e raffigurano le ere della storia della religione. Per effettuare la visita vengono proposti diversi percorsi: quello Imperiale e quello Sacro, la visita del Tesoro e delle Cantine. I prezzi forti sono la visita alla camera del tesoro, la sala degli arazzi, la camera dell’imperatore, la sala marmorea, la chiesa e l'altare di Verdun. Attualmente nell’Abbazia vi sono Canonici Agostiniani che producono vini famosi e ottimi. E possibile effettuare una visita anche della cantina. Il monastero è visitabile tutti i giorni dalle ore 09.00 fino alle ore 18.00. Gli itinerari partono ad orari precisi. Si può acquistare un biglietto cumulativo o per singolo itinerario. Davanti al complesso si trova un piccolo parco giochi dove i piccoli si possono distrarre e rilassare.

Torna su

Krems

KremsA 70 chilometri da Vienna si trova Krems, che è raggiungibile in auto quindi in poco meno di quaranta minuti. La località è dolcemente immersa nei vigneti e il suo stupendo Centro Storico è stato  dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Passeggiando lungo la Obere Landstraße si potranno ammirare vari edifici con richiami architettonici che vanno dal gotico al rinascimentale, come pure al Barocco. Molte di queste case sono stupendamente arricchite con stucchi e dipinti. Il Municipio che risale al Quattrocento, il Teatro dei Domenicani risalente al XVIII secolo, la Torre Pulverturm risalente al 1477, sono solo alcune delle bellezza offerte da Krems. Da ammirare anche la Piazza Körnermarkt, al cui centro è posta la colonna della Vergine risalente al 1683. Come curiosità si segnala la presenza il museo delle caricature, dei fumetti, il Karikaturmuseum.

Torna su

Dürnstein

Abbazia di KlosterneuburgIl nome "Dürnstein" - in passato "Tirnstein" - proviene dalla zona rocciosa , " Dürren dem Stein" , in cui venne fondato il primitivo insediamento. Dürnstein ha mantenuto il suo carattere storico ed è considerata come il luogo più romantico del Wachau. La zona di Wachau è una delle parti più belle della valle del Danubio. Qui le montagne sorgono vicino al Danubio, formando una stretta valle tra Krems e Melk. Il pittoresco paesaggio della Wachau con i suoi borghi storici, i vigneti e la tradizione enologica per cui la zona e famosa, con l'arte e la cultura, attira molti visitatori provenienti da tutto il mondo. La viticoltura, che qui è stata portata avanti per secoli, fornisce il sostentamento economico principale per la popolazione locale. In questa zona molti viticoltori vivono ancora sulle loro vecchie fattorie, molte delle quali sono state costruite secoli fa. Il famoso vino Wachau con il suo gusto caratteristico e profumo fragrante è fatto da vitigni coltivati ​​sui pendii ripidi e soleggiati. Come dicevamo prima il sito di Dürnstein, è il luogo dove Riccardo Cuor di Leone, famoso anche per essere il re d'Inghilterra associato alla saga di Robin Hood, fu imprigionato qui per 3 mesi. Una parte del cospicuo riscatto pagato per la sua liberazione andò alla cittadina di Dürnstein, che in parte deve le sue bellezze anche a questo episodio, oggi incantevole con il suo centro storico caratteristico e la chiesa barocca. Da qui partono bellissimi percorsi ciclabili e ci sono tanti Heurigen, i tipici locali dove si degusta il vino e il buon cibo locale.

Torna su

Abbazia di Melk

Abt-Berthold-Dietmayr-Straße 1, 3390 Melk

Abbazia di MelkA circa un’ora da Vienna si trova Melk una elegante cittadina adagiata lungo il Danubio e che ospita l’Abbazia di Melk, l’antico monastero benedettino famosissimo in tutto il mondo. Nel libro di Umberto Eco " Il nome della rosa" è stato inserito il personaggio del novizio benedettino Adso da Melk che fa da assistente a Guglielmo da Baskerville. Il personaggio, nato dalla penna dell’autore, scrive nella famosa biblioteca della abazia le sue memorie. Ma vediamo le origini dell'abbazia. Nel 1089 Leopoldo II fece dono ai monaci benedettini di uno dei suoi castelli, che si trovava su uno sperone roccioso alto sessanta metri. E’ questa la data che segna la fondazione della abbazia che divenne ben presto il centro spirituale e culturale di tutta l’Austria. La struttura che oggi ammiriamo non ha più nulla della struttura risalente al medioevo. Infatti l’attuale edificio venne costruito tra il 1702 e il 1736, in stile Barocco. L’artefice della realizzazione di questa suggestiva costruzione fu l’architetto Jakob Prandtauer. All’interno dell’abbazia sono gelosamente custoditi interessanti affreschi realizzati da Johann Michael Rottmayr. La biblioteca invece è stata costruita nel XII Secolo e rappresenta ancora oggi la parte più affascinante e suggestiva di tutta l’abbazia. Al suo interno è conservata una delle più importanti e ricche collezioni di volumi. La raccolta è composta da circa 1800 manoscritti risalenti al medioevo e da oltre 750 incunaboli, inoltre vi sono anche altri centomila libri risalenti a vari periodi. Da non perdere la visita al Parco della Abbazia, al Padiglione Barocco e alla Mostra del Monastero. L’Abbazia è visitabile tutti i giorni dalle ore 09.00 alle ore 17.00.

Torna su

 

Castello di Liechtenstein

Abbazia di KlosterneuburgA circa 25 minuti dal centro di Vienna si trova il Castello di Liechtenstein, un maniero pittoresco e suggestivo che si staglia sull'orizzonte da una collina che domina la piana di Vienna. Fu qui che la casata dei Liechtenstein, dell'omonimo principato tra Austria e Svizzera, ebbe origine. La costruzione della prima fortezza fu eseguita interno al 1130 da Hugo von Petronell, un feudatario del mangravio di Cham e Vohburg. Subito dopo la costruzione del castello von Petrenell decise di farsi chiamare "von Liechtenstein" diventando così il fondatore della linea dinastica degli omonimi principi...Continua a leggere sul Castello di Liechtenstein.
 

Torna su

Schloss Hof - Palazzo imperiale

Schloss Hof Collegato ottimamente tramite l’autostrada Vienna–Budapest, e quindi facilmente raggiungibile in meno di un’ora, si trova una delle meraviglie che i dintorni di Vienna offre: Schloss Hof. Il palazzo fu per lungo tempo la residenza estiva del Principe Eugenio ed è certamente una delle strutture barocche più belle al mondo. Sorge nella Piana della Morava che si estende per novecento chilometri quadrati, una zona ricca di storia dove avvenne, il 26 agosto del 1278, la famosa Battaglia di Marchfeld. La tenuta si estende per oltre cinquanta ettari. Gli stupendi giardini, la bucolica fattoria, il magnifico palazzo che costituiscono il complesso di questa che era la residenza estiva del principe Eugenio di Savoia, videro la loro realizzazione a partire dal 1725. Come committente dei lavori il principe fu un vero e proprio mecenate, infatti non pose alcun limite di spesa. Avendo ricevuto carta bianca Johann Lucas von Hildebrandt, l’architetto di questa stupenda opera, poté liberamente lavorare e progettare: artigiani, giardinieri e lavoranti furono impiegati senza limitazioni per realizzare il progetto, che apparve in tutta la sua gloria nel 1730. Purtroppo il 21 aprile del 1736 Eugenio di Savoia morì, potendo quindi godere per poco tempo del tutto. Nel 1755 la sovrana Maria Teresa d’Austria, innamorata dello Schloss Hof, decise di acquistarlo dagli eredi del principe Eugenio. L’imperatrice era solita trascorrere vari momenti di riposo nella tenuta del Castello di Hof. Data la complicata etichetta di corte, per poter avere ulteriore spazio, nel 1770 la sovrana diede ordine a Franz Anton Hillebrandt, architetto di corte, di effettuare le modifiche necessarie. Hillebrandt realizzò, quindi, sia gli interni che la facciata che oggi si presenta ai numerosi visitatori del Castello di Hof. La visita può essere effettuata tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 18.00.

Torna su

Baden Bei Wien

HeiligenkreuzA circa una ventina di chilometri da Vienna che è raggiungibile in automobile quindi in poco meno di venti minuti si trova Baden Bei Wien. Sviluppatasi come località termale ai primi anni del XIX secolo, Baden divenne residenza estiva imperiale sotto l’imperatore Francesco, il quale amava molto trascorrere, in questo stupendo posto, le sue estati. Era già nota all’epoca dei romani per le proprietà curative delle sue fonti calde di zolfo che scaturiscono dal suolo di questa elegante cittadina. Divenne meta della borghesia viennese nel diciannovesimo secolo. Baden bei Wien fu ben presto frequentata dall’aristocrazia della capitale, che veniva sia per le cure sia per passeggiare negli stupendi boschi, ma anche per frequentare il suo ippodromo e il suo casinò che è il più antico dell’Austria. Anche Beethoven fu frequentare di questa città. Oggi il suo casinò è il più grande di tutta Europa. Baden bei Wien offre una tranquilla occasione per trascorre divertenti e rilassanti momenti da passare anche presso il suo ippodromo.

Torna su

Castello di Mayerling - Baden bei Wien

Castello di MayerlingA circa una quarantina di chilometri da Vienna, si trova la località Alland ed è qui che sorgeva il celebre Castello di Mayerling, noto un tragico evento: qui, in quello che un tempo fu un castello di caccia, Rodolfo, erede al trono d’Austria, figlio di Francesco Giuseppe e Sissi,  e Mary von Vetsera, il suo grande amore, il 30 gennaio 1889 decisero di porre fine alle loro vite. Un suicidio che ebbe risonanza in tutta Europa, e sul quale vi fu un'infinita ridda di ipotesi ed è ancora oggi oggetto di vivaci dibattiti. Quello che è certo è che il suicidio non venne mai chiarito e la casa regnante cercò di mettere a tacere l’accadimento. La morte del loro unico figlio gettò anche le basi della crisi coniugale fra Francesco Giuseppe I e sua moglie Elisabetta di Baviera meglio conosciuta come Sissi. L’imperatore decise di far trasformare il castello in un monastero tenuto dai monaci carmelitani ai quali assegnò il compito di mantenere e preservare la costruzione commemorativa. Il monastero è visitabile tutti i giorni. A pochissimi chilometri si trova la famosa località termale di Baden bei Wien, già nota all’epoca dei romani per le proprietà curative delle sue fonti calde di zolfo che scaturiscono dal suolo. Meta della borghesia viennese nel Diciannovesimo Secolo, Baden bei Wien divenne ben presto frequentata dall’aristocrazia della Capitale, che veniva sia per le cure termali sia per passeggiare nei ritempranti boschi, ma anche per frequentare il suo ippodromo e il suo casinò che è il più antico dell’Austria. Oggi il suo casinò è il più grande di tutta Europa.

Torna su

Heiligenkreuz

HeiligenkreuzNella cittadina di Heiligenkreuz, che si trova a meno di mezz’ora di tragitto in automobile da Vienna si può andare a vedere uno dei più antichi monasteri d’Europa appartenente all’ordine dei Cistercensi. Fondato nel 1133 il Monastero Cistercense di Heiligenkreuz venne eretto per volontà di Leopoldo III. Ci sono solo pochi monasteri in Europa, che hanno mantenuto la loro tradizione monastica continuamente dal XII secolo ai nostri tempi. Il monastero di Kremsun eccellente esempio di questa continuità incarnata nei componenti architettonici che evidenziano gli stili romanici, gotici e barocchi. Un esempio di come il monastero cistercense medievale sia cresciuto incorporando modelli architettonici di tutte le epoche successive. Le navate e il transetto sono risalenti al 1187 e sono di stile romanico, mentre il coro, che è del XIII secolo è gotico. Da ammirare anche le stupende finestre. Il Monastero Cistercense di Heiligenkreuz dispone anche di una biblioteca che contiene oltre 50.000 volumi, di cui qui alcuni molto preziosi.

Torna su

Neusiedl am See

NeusiedlA circa una sessantina di chilometri da Vienna, raggiungibile in automobile quindi in poco meno di una ora, si trova Neusiedl, che si affaccia sul lago steppico che porta il nome della località, e che l’UNESCO ha inserito nella lista dei patrimoni dell’umanità. E’ un vero paradiso naturale, dove si possono ammirare una flora e una fauna unica al mondo. Il piccolo borgo originario, con i suoi numerosi antichi palazzi, invita a fare una bella e rilassante passeggiata per scoprire angoli molto pittoreschi. Neusiedl sorse in epoca medievale, attorno al XIII secolo, e visitando il suo centro storico si potranno ammirare scorci particolarmente piacevoli. Nel parco del paese si trova la statua di San Giacomo; la zona è parte del Cammino internazionale di San Giacomo. Da visitare anche la Chiesa dedicata a San Nicola e San Gallo. La chiesa in origine gotica, venne ricostruita in stile Barocco nel 1633. Particolare degno di nota è anche il coro che risale al XVIII secolo.

Torna su

Rust

NeusiedlA circa una sessantina di chilometri da Vienna, raggiungibile in automobile quindi in poco meno di una ora, si trova Rust, che è nota in tutto il mondo come la città dove vengono a nidificare le cicogne. Rust è famosa anche per i suoi ottimi vini, che vengono ancora prodotti nella maniera tradizionale. Da visitare la Chiesa dei Pescatori, il Fischerkirche, edificio che venne realizzato nell’XI secolo. Il Fischerkirche è la più antica chiesa realizzata in stile gotico della zona. Costruita su una collina consente di poter ammirare il bel panorama che circonda questa località. Molto interessante anche la visita al suo centro storico. In tutta tranquillità si potranno ammirare case le cui facciate sono state realizzate in stile Barocco e rinascimentale. Caratteristici i porticati cittadini realizzati con archi tutto sesto.

Torna su

Eisenstadt

NeusiedlA circa una sessantina di chilometri da Vienna, raggiungibile in automobile quindi in poco meno di una ora si trova Eisenstadt, dove antichi cavalieri una volta difendevano il loro paese. Camminando nelle sue strade sembra di essere trasportati indietro nel tempo, ammirando il patrimonio storico, ricco di collezioni uniche, facciate di palazzi barocchi, ampi parchi, magnifici affreschi e imponenti fortezze, e sembra di udire le voci dei principi che una volta ci abitavano. Il Castello Esterházy ad Eisenstadt è uno dei più bei palazzi barocchi in Austria e offre un'immagine unica di come era una volta la vita presso la corte del principe Esterházy. Ancora oggi, il castello è al centro della vita culturale fornendo un pittoresco scenario a feste ed eventi sociali. Il nucleo medievale del castello risale alla fine del XIV secolo. Nella seconda metà del XVII secolo venne restaurato e le sue stanze furono impreziosite con stucchi e dipinti. I lavori furono eseguiti da artigiani e architetti che avevano lavorato per la corte asburgica a Vienna. Joseph Haydn, il noto compositore tedesco visse a Eisenstadt, e oggi la sua dimora è un museo a lui dedicato. L’abitazione risale al 1766 ed è in stile Barocco. Da visitare la Chiesa della montagna, risale al 1715, e fu fatta erigere per volontà del principe Paul Esterházy. Nella chiesa sono conservati vari e interessanti particolari, come ad esempio gli affreschi realizzati nel 1722 da Koepp e Wolfgang Christian e un organo risalente al 1797. Altro gioiello offerto dalla città e il Leopoldinentempel, un parco che si estende per quasi 50 ettari. Al suo interno vi sono anche quattro laghetti. Oltre ad esserci una rigogliosa natura nel parco vi sono numerosi arbusti esotici. Aggirandosi in questa oasi di pace si scoprirà anche una statua, la Leopoldine, che nel 1805 venne realizzata dal famoso scultore italiano Antonio Canova.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

Torna su

 

Ostelli Vienna   Ostelli Austria

Carte de la Autriche    Karte von Österreich   Mapa Austria  Map of Austria

Carte de Vienne      Karte von Wien   Mapa Viena   Map of Vienna