Cosa vedere a Vienna - 45 cose da non perdere

Cosa vedere a Vienna - 45 luoghi interessessanti da non perdere

 

Le attrazioni turistiche a Vienna sono tantissime...  oltre alla sua grandezza imperiale, la città ha molto da offrire: architettura contemporanea, una vivace scena culturale, moda e tendenze in un continuo cambiamento. Non importante quante volte si ritorni a Vienna, ci sarà sempre qualcosa di nuovo da scoprire. Vienna è una città imponente e allo stesso tempo intima e romantica: nelle belle caffetterie antiche ci si rilassa, nell'aria un valzer di Strauss non lontano le nuove tendenze in mostra nel Quartiere dei Musei. Per non parlare della suggestione di visitare Vienna a Natale ma anche in estate quando gli eventi all'aperto sono tantissimi.

 

 

Risparmiare a ViennaNella città più famosa del Danubio, insieme a Budapest, Bratislava e Ulm, i palazzi imperiali catturano l'attenzione di tutte le visite turistiche. Primo tra tutti l'Hofburg, bastione della monarchia degli Asburgo, al potere per sei lunghi secoli, fino al 1918. A seguire gli appartamenti reali, il Belvedere e ancora chiese, musei, quartieri barocchi, piazze, edifici insoliti, passaggi segreti, cimiteri, mercatini, musiche... 

 

Oltre alla lista che troverete di seguito, la Vienna moderna si arricchisce sempre più di interessanti esperienze architettoniche, frutto del lavoro di architetti austriaci che hanno influenzato il design internazionale. Tra i primi Friedensreich Hunderwasser, che ha introdotto uno stile molto originale, con la sua avversione nei confronti delle linee rette e la sua passione per il colore. Da vedere la sua Hundertwasserhaus (indirizzo Kegelgasse 36-38), un complesso multicolore di case popolari che prendono il suo nome Un gruppo austriaco di architetti ha impressionato il mondo con le architetture del Coop Himmelb, un celebre studio di architetti (Spengergasse 37) che realizza e converte edifici a Vienna e in tutto il mondo. Da vedere ad esempio in città i Gasometer, il risultato di una conversione di una struttura di un secolo precedente (4 gasometri) a nuovo complesso urbano, adibito a gallerie commerciali e spazi abitativi (Guglgasse 6).

 

Tra le altre attrazioni culturali di Vienna non mancano i musei, aspetto per cui la città è famosa, tra cui una delle più grandi aree museali del mondo, il Museumsquartier (di 60.000 m²), a cui abbiamo dedicato un'ampia panoramica a parte; da non perdere anche i grandiosi teatri viennesi, tra cui il Burgtheater del 1879 (indirizzo Universitätsring 2) e l'Opera Wiener Staatsoper (indirizzo Opernring 2). Abbiamo scelto per voi le seguenti attrazioni e monumenti da non perdere a Vienna:

Ebook di Vienna

 

Parlamento di Vienna

 

Palazzo del Parlamento a ViennaIl Parlamento di Vienna è diventato nel corso del tempo, una delle icone della capitale austriaca, situato com'è lungo una delle più famose strade della città, la Ringstrasse, l'anello che costeggio il centro storico viennese. In questo edificio monumentale e raffinato in stile neoclassico a partire dal 1918 (allorché furono abbattute le mura cittadine) hanno luogo le sedute del Consiglio Nazionale e del Consiglio Federale austriaci...Continua a leggere sul Parlamento di Vienna.

Torna su

 

 

Appartamenti reali (Kaiserappartements) e il Museo di Sissi

Accesso dalla Michaeler Platz 7

Hofburg

Appartamenti reali e il Museo di SissiSono le aree più visitate del grande palazzo. Si raggiungono in circa 7 minuti di camminata dalla Stephansplats. Sono situati nella rotonda della piazza Michaelerplatz e si estendono su due livelli. Visitata l'impressionante collezione imperiale di argenti e porcellane (da non perdere) e il museo di Sissi, una delle più popolari imperatrici di sempre diventata vera e propria icona di Vienna. Nel Museo di Sissi sono esposti cimeli, abiti, ritratti e oggetti relativi alla vita personale e di corte dell'imperatrice e del consorte di Francesco Giuseppe. Sisi, come è più giusto chiamarla era una grande viaggiatrici e visitò tutta l'Europa per gran parte della sua vita, fino alla morte, avvenuta a Ginevra per mano di un anarchico italiano nel 1898. Dal museo si accede direttamente agli appartamenti reali dell'imperatore, arredati in modo semplice e frugale e dell'imperatrice (camera da letto, spogliatoio, piccola palestra con attrezzi ginnici in legno, ecc).

Torna su

Camera del Tesoro degli Asburgo Schatzkammer

C/O Schweizerhof

Accesso dalla Josefsplatz e dalla Michaelerplatz

Hofburg

Camera del Tesoro degli Asburgo SchatzkammerIl tesoro degli Asburgo è ospitato nell'edificio del Schweizerhof e viene indicato come il più grande dei tesori imperiali al mondo. Si compone di gioielli e oggetti di corte e d'arte sacra. Il cimelio più noto è la corona imperiale, del 962, mille anni di storia incastonati di diamanti, rubini, smeraldi e zaffiri, gioiello orafo creato appositamente per l'incoronazione di Ottone I, imperatore del Sacro Romano Impero. Altri tesori comprendono la sciabola di Carlo Magno, una spada imperiale del XI secolo, la spada cerimoniale di Federico II. Da notare la raccolta di artefatti legati all'Ordine cavalleresco del Toson d'Oro, istituito nel 1430 da Filippo III di Borgogna, per celebrare a Bruges il matrimonio con Isabella d'Aviz. Un altro oggetto interessante è la Achatschale (la ciotola d'agata), arrivata a Vienna da Costantinopoli (odierna Istanbul) nel 1204 e a lungo ritenuta il Santo Graal.

Torna su

Museo Albertina

Accesso dalla Albertinaplatz

Hofburg

Museo AlbertinaIl museo del palazzo Hofburg porta il nome della genero di Maria Teresa d'Austria, Alberto di Sassonia-Teschen, consorte di Maria Cristina d'Asburgo Lorena. Il museo ospita una delle maggiori collezioni di stampe del mondo, creata anche grazie all'aiuto del conte genovese Giacomo Filippo Durazzo. Tra le opere presenti si segnalano in particolare quelle di Albrecht Dürer (tra cui il Leprotto, 1502), di Rubens, Egon Schiele, Cézanne, Klimt, Kokoschka, Picasso, e Rauschenberg.

Torna su

Augustinerkirche

 

AugustinerkirkeLa trecentesca Augustinerkirche è una chiesa costruita all'interno del palazzo imperiale dell'Hofburg che servì da chiesa parrocchiale della corte imperiale d'Austria e ospitò alcuni dei matrimoni più importanti della storia, non solo dell'Austria e dell'Impero Asburgico, tra cui quello di Sissi. Oggi qui si possono ascoltare regolarmente le grandi messe dei grandi compositori che vissero a Vienna Mozart, Haydn e Schubert. Un appuntamento da cui assistere almeno una volta....Continua a leggere sulla Augustinerkirche di Vienna.

Torna su

Burgkapelle

Accesso dalla Schweizerhof

Hofburg

BurgkapelleDa non mancare la messa domenicale nella cappella medioevale dell'Hofburg, la sola ad essere sopravvissuta dal periodo più antico dell'intero complesso. L'opportunità è quella di ascoltare il Coro delle voci bianche di Vienna (Wiener Sängerknaben) fondato da Massimiliano I nel 1498. La Burgkapelle o Cappella Reale, si trova proprio sopra l’ingresso della Schatzkammer, la camera del tesoro degli Asburgo, e fu edificata nel lontano XIII secolo sotto il dominio di Federico III, il primo Asburgo a diventare imperatore del Sacro Romano Impero. Successivamente, la cappella, subì molti rimaneggiamenti in stile gotico tra il 1447 e il 1449, perdendo molto del suo aspetto medioevale sotto gli interventi barocchi che andarono molto di moda in tutta Europa e in particolare a Vienna. Ci la volta in legno, alcune statue in cabine a baldacchino e alcuni intagli.

 

Torna su

Österreichische Nationalbibliothek (Biblioteca Nazionale di Vienna)

Accesso dalla Josefplatz

Hofburg

Biblioteca Nazionale di ViennaLa Biblioteca Nazionale di Vienna, quella che un tempo era la biblioteca nazionale di corte degli Asburgo è oggi biblioteca nazionale dell'Austria (Österreichische Nationalbibliothek) e conserva al suo interno oltre 7 milioni tra libri, documenti e manoscritti. Edificata nel XIV secolo da Bernard Fisher von Erlach e figlio, si apprezza anche per gli interni riccamente elaborati in stile Barocco; interessante in particolare nella sezione del Salone di Gala e biblioteca del principe Eugenio di Savoia, nella quale si ammirano storiche mappe e mappamondi.

Torna su

Tra le altre attrazioni di Vienna si segnalano:

 

Neues Rathaus Municipio di Vienna

Dr Kark Lueger Ring

Area: Innere stadt / al confine con il ring

Indirizzo Friedrich-Schmidt-Platz 1

Neues Rathaus Municipio di ViennaIl palazzo del Nuovo Municipio di Vienna (Neues Rathaus) è uno uno dei primi edifici che si distinguono arrivando nel centro storico di Vienna. Il grande ed elaborato Rathaus è oggi sede del sindaco e del consiglio della città. Lo stile neogotico è originario del 1872, anno della sua costruzione secondo un progetto di Friedrich von Schmidt. Il complesso è caratterizzato dall'alta torre centrale, sormontata dal Rathausmann, il soldato con lo stendardo, alto più di 3 metri. Oltre il suo parco, noto per ospitare uno dei maggiori mercatini di Natale di Vienna, e verso il centro, è situato il Burgtheater.

Torna su

Burgtheater

Dr Karl Lueger ring

Indirizzo Universitätsring 2

Area: Innere stadt / al confine con il ring

Tel: +43 1 514 44 41

BurgtheaterL'edificio del Burgtheater, il Teatro Nazionale di Vienna, una icona nazionale austriaca, fu voluto dall'imperatrice Maria Teresa d'Austria con loo scopo di avere un teatro adiacente al palazzo imperiale dello Hofburg. Fu inaugurato il 14 maggio 1748 con La Semiramide riconosciuta di Christoph Willibald Gluck con i cantanti italiani Vittoria Tesi ed Angelo Amorevoli. Tre opere di Wolfgang Amadeus Mozart furono rappresentate per la prima volta al Burgtheater: Il ratto dal serraglio nel 1782, Le nozze di Figaro nel 1786 e Così fan tutte nel 1790. A partire dal 1794, il teatro venne chiamato "K.K. Hoftheater nächst der Burg". Qui venne rappresentata per la prima volta anche la Sinfonia n.1 di Beethoven. Il 14 ottobre 1888 venne spostato in un nuovo edificio sulla Ringstraße disegnato da Gottfried Semper e Karl von Hasenauer. Il 12 marzo 1945 il Burgtheater venne quasi completamente distrutto in un raid aereo durante la Seconda Guerra Mondiale e, un mese più tardi, il 12 aprile, venne ulteriormente danneggiato da un incendio dalle origini sconosciute. È stato ricostruito con le sembianze originarie tra il 1953 e il 1955. Il progetto architettonico del 1888 di Gottfried Semper e Carl Hasenauer, conferì all'edificio uno splendido stile Barocco di grande sfarzo. Si possono ammirino all'interno gli affreschi di Gustav Klimt, tra le sue prime opere, realizzate insieme ai fratelli von Matsch. Il Burgthater è considerato uno dei più importanti teatri in lingua tedesca del mondo.

 

Torna su

Graben

 

Graben - La Strada dello Shopping VienneseIl Graben, è una delle vie più famose del primo distretto di Vienna (il centro della città) e nel corso della sua storia è stato tante cose, da fossato dalla Vindobona romana, a piazza del mercato, a viale di cortei trionfali e precessioni religiose. Comincia da Stock-im-Eisen-Platz accanto al Palais Equitable e termina all'incrocio di Kohlmarkt e Tuchlauben. Insieme con la Kärntnerstraße e il Kohlmarkt, costituisce l'elegante centro commerciale di Vienna, una strada per acquisti di prim'ordine, classico luogo per appuntamenti ed incontri della città...Continua  a leggere sul Graben.

Torna su

Museo del Mobile imperiale

 

Museo del Mobile imperiale di ViennaLa collezione del Museo del Mobile imperiale di Vienna (in tedesco Hofmobiliendepot),  ospita una delle più importanti collezioni di mobili nel mondo, con una esposizione che contiene prevalentemente mobili dei monarchi asburgici. Si tratta di una visita al di fuori dei classici giri turistici viennesi, ma se avete tempo, visitate questo luogo e non rimarrete delusi.  Il museo offre una panoramica della storia del mobile viennese e sulle decorazione d'interni, con fornitori della Casa Imperiale che inclusero molti artisti che hanno caratterizzato l'architettura domestica di Vienna nel XX secolo, da Adolf Loos, a Josef Hoffmann, fino ad Otto Wagner. L'edificio principale si trova in Andreasgasse 7 nel 7° distretto di Vienna, nel  quartiere di Neubau...Continua a leggere sul Museo del Mobile imperiale di Vienna.

Torna su

 

Karlskirche (Chiesa di San Carlo Borromeo)

Karlsplatz

Area: Centro storico sud / distretto 4 Wieden

Metro: Karlsplatz

KarlskircheLa costruzione della Chiesa di San Carlo iniziò nel 1715, secondo i piani del famoso architetto del Barocco austriaco, Johann Fischer von Erlach. La chiesa è spettacolare, indicata come la più grande chiesa in stile Barocco a nord delle Alpi. Inizialmente, venne progettata per onorare i voti dell'Imperatore Carlo VI, offerti a seguito di una grave epidemia di peste che colpì la città nel 1713. La chiesa non prende il nome dall'imperatore, bensì da San Carlo Borromeo. La troviamo ubicata in uno dei maggiori distretti centrali di Vienna, la Karlplatz, non lontano dall'arcata di Henry Moore, e nelle vicinanze delle celebri architetture art deco di Otto Wagner e del Palazzo della Secessione viennese (costruito a fine Ottocento da Joseph Maria Olbrich indirizzo  Friedrichstraße 12). All'interno si ammirano gli affreschi di Michael Rottmayr e i dipinti di Sebastiano Ricci e Giuseppe Antonio Pellegrini, due importanti pittori del Barocco italiano...Continua a leggere sulla Karlskirche- Chiesa di San Carlo Borromeo.

Torna su

 

Peterskirche

Peterplatz

Area: distretto 1 / Centro storico Innere Stadt

Metro: Stephanplatz

PeterskirkeCostruita nel 792, la Chiesa di san Pietro a Vienna è accreditata come la chiesa più antica della città. Si ritiene che un luogo di culto sia stato presente già nel IV secolo, costruito su un sito dove si trovava un precedente accampamento romano e che Carlo Magno fondò una chiesa in questo stesso luogo nel IX secolo. La chiesa originaria fu sostituita da una chiesa romanica a navata centrale e due navate laterali. Al di fuori della chiesa, si trova una scultura di R. Weyr sulla presenta fondazione della chiesa da parte di Carlo Magno. In ogni caso, la chiesa di San Pietro a Vienna fu per la prima volta citata in un documento del 1137. La chiesa medievale aveva tre altari , con un abside nel sud invece del normale orientamento orientale. Questa caratteristica insolita ha innescato molte discussioni tra gli esperti, e si sospetta che la chiesa sia stata ricavata da un edificio in precedenza secolare. L'edificio era circondato da negozi e un vicino edificio ospitava le guardie della città, una sorta di polizia cittadina. La vecchia chiesa andò perduta in un incendio nel 1661. La decisione di costruire una nuova chiesa venne presa con l'arrivo della Fraternità della Santissima Trinità di cui Leopoldo I era un membro. L'imperatore aveva fatto voto di ricostruire questa chiesa quando Vienna fu devastata dalla peste nel 1679-1680. L'attuale struttura si caratterizza per le elaborate decorazioni barocche, progettate da Gabriele Montani nel 1702 e da Johann Lucas von Hildebrandt, a cui si deve anche il palazzo del Belvedere.  La chiesa parrocchiale fu data nel 1970 dall'allora arcivescovo di Vienna Franz König ai sacerdoti dell'Opus Dei.

Torna su

MuseumsQuartier - Quartiere dei Musei

 

MuseumsQuartier - Quartiere dei MuseiA sud-est di Maria-Theresien-Platz troverete le ex scuderie reali, oggi un complesso museale noto come il Quartiere dei Musei, o MuseumsQuartier. Un edificio lungo 360 metri, costruito tra il 1723 e il 1725 da Johann Bernhard Fischer von Erlach e dal figlio Joseph Emmanuel per le scuderie della Corte imperiale che ospitavano 600 cavalli e avevano due ambienti esclusivamente per gli animali dell'imperatore, uno per gli stalloni bianchi e l'altro per quelli neri.  Inaugurato nel 2001, il MuseumQuartier, con i suoi musei, i bei caffè e gli spazi pubblici, si è già aggiudicato il terzo posto tra i luoghi più frequentati di Vienna dopo Schombrunn e il Kunsthistorisches Museum)...Continua a leggere sul MuseumQuartier di Vienna.

Torna su

 

Michaelerplatz

 

Michaelerplatz a ViennaMichaelerplatz è una delle piazze più famose di Vienna, grazie alla sua vicinanza all'Hofburg, il palazzo imperiale degli Asburgo. Molti turisti si dirigono subito verso il palazzo, ma ci sono alcuni altri importanti luoghi d'interesse intorno alla piazza. Michaelerplatz è dominata dall'imponente neo-barocca Michaelertor, l'ingresso proprio dell'Hofburg con la sua cupola ("Michaelerkuppel"). Di fronte al palazzo si trova uno dei primi edifici moderni di Vienna, il Looshaus. L'edificio più antico al Michaelerplatz è la Michaelerkirche, a lungo la chiesa parrocchiale di imperatori. Al centro della piazza si trova uno spazio aperto con resti romani e medievali...Continua a leggere sulla Michaelerplatz.

Torna su

 

 

Leopold Museum

 

Leopold Museum a ViennaIl Leopold Museum, che ospita ospita la più grande collezione al mondo di opere dell'artista austriaco Egon Schiele, è uno dei più affermati musei di Vienna, visitato ogni anno da una moltitudine di visitatori e si trova nel Quartiere dei Musei della città che viene indicato dalle lettere MQ scritte in rosso nella segnaletica. Guardando una mappa vedrete che condivide lo spazio con altri musei (Mumok, Design, Zoom per i bambini ecc.) ed è vicinissimo ai grandi e celebri Museo di storia naturale di Vienna e Museo delle belle arti (Kunst Historisches Museum)...Continua a leggere sul Leopold Museum.

Torna su

Technisces Museum - Museo della Tecnica

 

Technisces Museum - Museo della Tecnica a ViennaSeguendo il consiglio di amici viennesi, abbiamo scelto di visitare con i bambini, invece del famoso Zoom del MuseumQuartier, il Quartiere dei Musei di Vienna, nel meno noto Technisces Museum, il Museo della tecnica... ed è stata davvero una buona decisione. Il museo è fantastico, ricchissimo, diviso per tematiche molto interessanti, e molto interattivo. Qui i bambini possono toccare, provare, sperimentare. È bello curiosare tra le tante invenzioni, tra le quali strumenti musicali automatici, macchine a vapore funzionanti, la più grande collezione di treni di tutta l'Austria, la carrozza della principessa Sissi ecc...Continua a leggere sul Museo della Tecnica di Vienna.

Torna su

 

HundertwasserHaus

Rispettivamente  e Indirizzo: Kegelgasse 36-38, 1030 Wien

Area: Centro storico sud / distretto 3 Landstraße

Tel: +43 1 712 04 91

Trasporti: tram N, O

HundertwasserHausRimanendo in tema di architettura, i quartieri orientali di Vienna ospitano due importanti strutture urbane moderne, stravaganti edifici e stupefacenti nelle loro facciate variopinte. Il primo edificio è un complesso di edilizia popolare trasformato in un opera d'arte, costruito secondo canoni ecologici. Andatelo a vedere (Hundertwasserhaus indirizzo Kegelgasse 36-38). Questo complesso multicolore di case popolari prende il nome dall'architetto Friedensreich Hundertwasser (1928-2000) uno dei maggiori architetti contemporanei, controverso e per alcuni aspetti definito un anticipatore dei concetti di bioarchitettura...Continuate a leggere sulla Hundertwasser Krawina Haus a Vienna.

Torna su

 

KunstHausWien

Untere Weissgerberstrasse 13

KunstHausWienIl secondo edificio di Hundertwasser, la KunsHausWien (KHW) è a prima vista un notevole contrasto, considerando l'aspetto Barocco della città: un edificio di 50 appartamenti caratterizzato da una facciata simile ad una tavolozza con fondo nero e macchie sparse qua e là di rosso, giallo e blu e con alberi che escono fuori dalle finestre degli appartamenti. Al suo interno è ospitato un museo dedicato all'artista, il Kunst Haus Wien Museum che è anche uno dei cafè-ristorante a nostro avviso più trendy della capitale (aperto dalle 10.00 alle 20.00). Ambedue gli edifici hanno la reputazione di ospitare rappresentazioni di artisti glamour, come quelle recenti di David LaChapelle, Pierre et Gilles (Pierre Commoy e Gilles Blanchard) o i grafiti ispirati ai dipinti di Jean-Michel Basquiat. Il quartiere ospita inoltre i giardini pubblici del Prater, luogo ideale per gli adulti con bambini al seguito e anche la ruota panoramica del 1897 (la Riesenrad).

Torna su

Casa di Strauss

 

Casa di StraussProprio nelle vicinanze della KunstHausWien progettata Hundertwasser, dall'altra parte del Danubio, è situata la Casa di Strauss (Strauss Haus). Qui Johann Strauss figlio compose nel 1867 il famoso valzer Sul Bel Danubio Blu, una delle melodie più famose di tutti i tempi ed è anche conosciuta come inno "non ufficiale" dell'Austria. Strauss visse sette anni nella casa al numero 54 di Praterstrasse, una strada di periferia viennese alla moda ed elegante, dove abitò con la sua prima moglie, la cantante lirica Henriette Treffz...Continua a leggere sulla Casa di Strauss.

 

(Potete ascoltare il Bel Danubio Blu nell'audio qui in basso)

Torna su

Museo Casa natale di Franz Schubert

 

Museo Casa natale di Franz ShubertAl numero 54 di Nußdorfer Straße il 31 gennaio 1797 nacque uno dei più grandi geni che la musica abbia mai avuto, Franz Schubert. Il futuro compositore nacque nella cucina di questo piccolo appartamento a un piano soprannominata "Zum roten Krebsen" (Al gambero rosso), che fu la sua casa per i primi quattro anni e mezzo della sua vita. La visita a questa abitazione documenta molti aspetti della vita del grande musicista, dall’educazione, ai suoi affetti, al suo sviluppo musicale; sono esposti manoscritti, dipinti e oggetti personali a lui appartenuti...Continua a leggere sul Museo Casa natale di Franz Schubert.

 

Torna su

Musei di Vienna

 

Schloss Belvedere - La Residenza del Principe Eugenio di SavoiaAbbiamo dedicato una sezione a parte ai musei della città, qui è sufficiente ricordare che la visita a Vienna non può dirsi completa senza aver visitato almeno uno dei suoi musei, tra i quali il Kunsthistorisches Museum Vienna (museo delle belle arti e pinacoteca) e il Naturhistorisches Museum (Museo di Storia Naturale) o il Museo del Palazzo Belvedere. Siamo in una delle aree culturali più importanti del mondo e punto d'incontro alla moda della città...Continua a leggere sui Musei a Vienna.

 

Torna su

Casa-museo di Beethoven Vienna

 

Casa-museo di Beethoven ViennaIl famoso compositore tedesco visse al quarto piano di questa casa viennese dal 1804 al 1814, Situata praticamente sul lato opposto dell'Università, vicino al Rathaus (Municipio) e la Burgtheater.  All'interno si apprezzano cimeli e arredi dell'epoca, più gli strumenti musicali in uso. La casa, Pasqualatihaus, porta il nome di Josef Benedikt Baron Pasqualati, il proprietario della casa (vedere la biografia di Ludwig van Beethoven) è fu costruita nel XVIII secolo e si trova sul Mölker Bastei, parte dei resti delle antiche fortificazioni della città. Complessivamente Ludwig van Beethoven lavorò a Vienna per trentacinque anni, di cui otto trascorsi in questo appartamento al quarto piano. Delle circa 50 case abitate da Beethoven a Vienna (c'è chi dice 80) questa è una delle poche visitabili...Continua a leggere sulla Casa-museo di Beethoven Vienna.

 

Torna su

Itinerario Jugendstil

 

Casa di MaiolicaVienna possiede alcuni dei più importanti edifici al mondo in stile Jugendstil (cioè letteralmente "stile giovane" il nome che presero in Germania le espressioni artistiche dell'Art Nouveau), perfettamente restaurati, alcuni dei quali costruiti dagli architetti Otto Wagner, Josef Olbrich, Josef Hoffmann e Adolf Loos. Lo stile Liberty viennese, ricordiamolo, è meglio identificato con il nome di Secessione viennese, ed è noto in Germania come Jugendstil. asta una passeggiata di mezz'ora per ammirare diversi esempi di questa rivoluzionaria tendenza stilistica delineatasi sul finire del secolo scorso. Come professore presso l'Accademia d'Arte di Vienna, Otto Wagner (1841-1918) formò e influenzò un'intera generazione di architetti nello stile Jugendstil. In qualità di urbanista a Vienna, Otto Wagner elaborò il progetto delle stazioni della Stadtbahn, la metropolitana di Vienna. Queste stazioni sono ancora utilizzate come parti della linee della metropolitana U4 e U6...Continua a leggere sull'Itinerario Jugendstil.

Torna su

I Caffè Viennesi

 

I CAFE' VIENNESIPer chi visita Vienna il Caffè (Cafè) Viennese, inteso come locale dove degustare torte e bevande calde, è un’attrazione, per gli artisti e letterati nella Vienna del passato era un istituzione, un luogo di ritrovo dove scambiare scambiare e farsi venire idee (a volte ideologie), parlare della vita, riflettere in silenzio di fronte a una tazza fumante. Oggi a Vienna ci sono oltre 500 caffè, di cui un buon numero vecchio stile, con eleganti camerieri vestiti in bianco e nero, pavimento in parquet, tavoli di legno solido con il piano in marmo...Continua a leggere sui Caffè Viennesi.

Torna su

 

Opera Nazionale di Vienna (Staatsoper)

 

Opera Nazionale di ViennaLo Staatsoper di Vienna  è uno dei più grandi palazzi dell'Opera del mondo. Un'istituzione per i viennesi che gode di un altissimo prestigio internazionale. Costruita negli anni '60 del XIX secolo, venne inaugurata da Francesco Giuseppe nel il 25 maggio 1869 con il Don Giovanni di Mozart. Tra i direttori d'orchestra,  a partire dal primo Franz Schalk, sul palcoscenico si sono succeduti oltre 30 direttori con nomi quali nomi come Richard Strauss, von Karajan, Maazel, Abbado. É anche sede della Filarmonica di Vienna, la Wiener Philharmoniker. Una legge apposita emanata dalla Repubblica austriaca ha disposto che il teatro esegua in perpetuo l'intero repertorio operistico esistente. Così nelle 300 serate di rappresentazioni che si succedono durante l'anno in cartellone si trovano opere e balletti sempre diversi. Qui ogni anno, l'ultimo giovedì di carnevale si svolge l'Operamball, il Ballo delle Debuttanti, famoso in tutto il mondo...Continua a leggere sulla Staatsoper di Vienna.

 

Torna su

Parchi di Vienna

 

Parchi di ViennaVienna è una città ricca di parchi. Dallo Stadtparker, il parco cittadino della Parkring, inaugurato nel 1862 per onorare i musicisti viennesi (si notano infatti le statue di Schubert, Burckner, Strauss), ai vari Wiernerwald (il bosco di Vienna, lo incontrate arrivano in città), ai parchi dei castelli del Belvedere e del Schönbrunn. Non si manchi una visita ai Giardini Botanici dell'Università (Rennweg 14), al Praterverband (Prater 9), al Volksgarten (Dr. Karl-Renner-Ring).

Torna su

Giardino Botanico di Vienna

Giardino Botanico di Vienna - Botanischer GartenIl Botanischer Garten, il Giardino Botanico di Vienna venne creato nel XVIII secolo nei pressi del Palazzo Belvedere come giardino medicinale. Il giardino è ora mantenuto dalla Facoltà di Biodiversità dell'Università di Vienna che al suo interno manda avanti da anni tutto una serie di studi e ricerche sulle piante. Un luogo molto interessante da visitare tra un monumento e l'altro grande circa 8 ettari, con 1500 metri quadrati di superficie per le piante sotto serra. Ospita circa 11.500 specie...Continua a leggere sul Giardino Botanico di Vienna.

Torna su

Torna su

Quartiere meridionale di Vienna

A sud del Ringstrasse

Vienna

Quartiere meridionale di ViennaIn quest'area Vienna merita una visita soprattutto per il cimitero di Zentralfriedhof, dove sono ospitate le spoglia di alcuni dei personaggi famosi legati in un modo o nell'altro alla città: Beethoven, Brahms, Schubert, Johann Strauss (padre e figlio), Antonio Salieri e tanti altri. Si consiglia la visita anche al deposito dei mobili di corte, il Kaiser Hofmobiliendept (nella Andregasse 7), l'istituto che aveva il compito di trasportare mobili e arredi della corte negli spostamenti da una città o nazione all'altra. Per i matrimoni per esempio, la corte veniva seguita da circa un centinaio di carrozze stipate fino all'inverosimile. All'interno dell'edificio si ammirano una grande collezione di mobili e si apprezzano in particolare la sala degli Asburgo, il Gabinetto egiziano, la camera di Laxenburg e i reperti Biedermeier. Nello stesso quartiere si consiglia una visita alla Casa di Haydn (Haydngasse), museo dedicato al grande compositore e pianista austriaco Joseph Haydn.

Torna su

Quartieri Occidentali di Vienna

Ad ovest della Ringstrasse e del Donaukanal

Vienna

Quartieri Occidentali di ViennaIn questa zona troviamo diverse attrazioni culturali come la Chiesa dei Piaristi (Piaristenkirche Basilika Maria Treu) situata nella Piaristenplatz, in stile Barocco e neoclassico; il Museo delle Tradizioni popolari austriache, situato nel palazzo Schönborn (Laudongasse); il Museo Sigmund Freud (in Berggasse 19); il museo e palazzo Liechtenstein (nella Fürsyengasse; la Casa natale di Schubert (Nssdorfer strasse 54); la chiesa am Steinhof progettata da Otto Wagner (Baumgartner Höhe 1). Siamo in uno dei quartieri più interessanti della città, da non perdere.

Torna su

Castello di Liechtenstein

Abbazia di KlosterneuburgA circa 25 minuti dal centro di Vienna si trova il Castello di Liechtenstein, un maniero pittoresco e suggestivo che si staglia sull'orizzonte da una collina che domina la piana di Vienna. Fu qui che la casata dei Liechtenstein, dell'omonimo principato tra Austria e Svizzera, ebbe origine. La costruzione della prima fortezza fu eseguita interno al 1130 da Hugo von Petronell, un feudatario del mangravio di Cham e Vohburg. Subito dopo la costruzione del castello von Petrenell decise di farsi chiamare "von Liechtenstein" diventando così il fondatore della linea dinastica degli omonimi principi...Continua a leggere sul Castello di Liechtenstein.

Torna su

Grinzing

Grinzing - Vienna - HeurigenAppena fuori di Vienna, ci si può recare nel quartiere di Grinzing e trovarsi di fronte a chilometri di vitigni ordinati e a un villaggio di vignaioli dall'aspetto fiabesco, nella grande metropoli, sulle pendici delle prime colline del Wienerwald, diventato, nel 1893, un quartiere della capitale austriaca. Nelle sue strette e antiche vie, con case basse di colori diversi, si trovano una serie di pittoreschi Heurigen, le caratteristiche taverne austriaci dove, secondo la tradizione, si beve il vino nuovo della stagione...Continua a leggere sulla zona di Grinzing.

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

Torna su

Ostelli Vienna  Ostelli Austria   Hotel Vienna

Carte de la Autriche    Karte von Österreich   Mapa Austria  Map of Austria

Carte de Vienne      Karte von Wien   Mapa Viena   Map of Vienna