Michaelerplatz

Sei qui: Cosa vedere a Vienna >

 

Michaelerplatz a Vienna 

 

Michaelerplatz è una delle piazze più famose di Vienna, grazie alla sua vicinanza all'Hofburg, il palazzo imperiale degli Asburgo. Molti turisti si dirigono subito verso il palazzo, ma ci sono alcuni altri importanti luoghi d'interesse intorno alla piazza. Michaelerplatz è dominata dall'imponente neo-barocca Michaelertor, l'ingresso proprio dell'Hofburg con la sua cupola ("Michaelerkuppel"). Di fronte al palazzo si trova uno dei primi edifici moderni di Vienna, il Looshaus. L'edificio più antico al Michaelerplatz è la Michaelerkirche, a lungo la chiesa parrocchiale di imperatori. Al centro della piazza si trova uno spazio aperto con resti romani e medievali.


Michaelerplatz a ViennaLa cupola Michaelertrakt è una delle parti più interessanti del palazzo imperiale. Fu originariamente progettata nel 1720 da Josef Emanuel Fischer von Erlach, ma il progetto si bloccò e non vide la luce fino al 1888, quando il vecchio Burgtheater venne demolito. L'architetto austriaco Ferdinand Kirschner seguì lo stile barocco originale di von Erlach per il suo progetto che venne completato nel 1893.

Oltre alla porta monumentale Michaelertor, lungo i lati dei tre ingressi si trovano colossali statue di Ercole. Alle due estremità del Michaelertrakt troviamo invece due grandi fontane a muro con grandiosi gruppi scultorei. La fontana sulla destra, chiamata la Padronanza della Terra, venne progettato nel 1897 da Edmund Hellmer e simboleggia l'esercito austriaco. La fontana a sinistra invece è conosciuta come la Padronanza del Mare. Venne scolpita nel 1895 da Rudolf Weyr e simboleggia la potenza navale austriaca.

Looshaus

 

La gente ora quasi non nota questo edificio quando cammina verso Michaelertrakt, ma quando è venne costruito nel 1911 la Looshaus suscitò molto polemiche per la sua moderna facciata priva di decorazioni, molto insolita nella barocca Vienna. Adolf Loos venne influenzato dall'architettura dei primi grattacieli che aveva avuto modo di vedere durante un viaggio negli Stati Uniti, ed impiegando uno stile commerciale con linee rette e poca o nessuna decorazione.

Il design moderno causò o un tale clamore che la costruzione venne anche temporaneamente interrotta. A Loos venne consentito di continuare solo dopo aver promesso di decorare la facciata con finestre e un balcone con i fiori. L'imperatore Francesco Giuseppe disprezzò la facciata moderna di fronte al suo palazzo e si dice che le tende nell'ala opposta alla Looshaus erano sempre chiuse in modo da non fare vedere l'edificio al sovrano. Oggi il palazzo è considerato un esempio di rivoluzionario di architettura moderna.

Palais Herberstein


All'estremità della Herrengasse di fronte alla Looshaus troviamo un edificio viennese più convenzionale, il Palais Herberstein, costruito tra il 1896 e il 1897. Sostituì  una struttura più antica, il Palazzo Dietrichstein, che era famoso per il suo Café Griensteidl, dove un gruppo di giovani poeti e scrittori noti come Jung-Wien (Giovane Vienna) si incontrava qua su base regolare. Dopo che il caffè venne demolito, il gruppo si trasferì al vicino Café Central, ora il più famoso di tutti i Caffé da Vienna. Nel 1990 un nuovo, ricostruito Griensteidl Café è stato aperto nel Palais Herberstein.

 

Michaelerkirche

La Michaelerkirche (Chiesa di San Michele) è l'ex chiesa parrocchiale della monarchia austriaca. Fu originariamente costruita nel 1221, ma regolarmente ampliata e modificata nel corso dei secoli a tal punto che ora è composta da un amalgama di stili architettonici. La torre è ancora in stile gotico e risale al XIV secolo. La facciata neoclassica venne progettato nel 1792. Da segnalare anche il gruppo scultoreo sopra al portico barocco, raffigurante la Caduta degli Angeli e realizzato dallo sculture nativo di Vicenza Lorenzo Mattielli.

L'interno barocco è decorato con affreschi rinascimentali e contiene un magnifico organo, costruito nel 1714 da Johann David Sieber. Ci sono anche alcune tombe nella chiesa, ma più interessanti sono le catacombe con cripte che vanno dal  XV al XVIII secolo, n gran parte intatta a causa del clima costante. Questa parte della chiesa è accessibile solo in compagnia di una guida.

Rovine

 

Gli scavi a Michaelerplatz portato alla luce resti di una casa romana, nonché alcune fondazioni medievali e resti della ex Burgtheater. Le rovine sono ora esposte e possono essere vista dal livello della strada.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazione interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal

 

Dove si trova?

 

 

Torna su

 

 

Ostelli Vienna  Ostelli Austria   Hotel Vienna

Carte de la Autriche    Karte von Österreich   Mapa Austria  Map of Austria

Carte de Vienne      Karte von Wien   Mapa Viena   Map of Vienna

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal