Chiesa di San Francesco

Sei qui: Lucca: cosa vedere >

Chiesa di San Francesco a Lucca

 

La Chiesa di San Francesco, una delle più belle di Lucca,  è situata sull'omonima piazza che si apre nei pressi della Villa Guinigi. Il legame tra la città di Lucca e San Francesco D'Assisi non è casuale. Secondo la tradizione seicentesca (non attendibile) il Santo sarebbe appartenuto a un ramo della famiglia lucchese dei Moriconi, trapiantatasi anticamente in Umbria.

Si sa dell’esistenza di un primo insediamento di francescani a Lucca già dal 10 aprile del 1228 (due anni dopo la morte di Francesco e pochi mesi prima della sua canonizzazione), data in cui Perfetto di Graziano offrì a Goffredo da Castiglione, futuro papa Celestino IV, un appezzamento di terreno con orto e annessa capanna affinché i frati minori potessero erigervi la loro chiesa. L’area prescelta, nota come Fratta, si trovava appena fuori le mura duecentesche e già il 31 luglio dello stesso anno i lavori erano iniziati. Originariamente la chiesa venne dedicata a Santa Maria Maddalena e solo nel corso del Trecento il titolo fu sostituito in onore di San Francesco.

Chiesa di San FrancescoL'edificio, pur essendo frutto di interventi stratificatisi dal XIII al XVII secolo e oltre, presenta però ancora spiccati i caratteri tipici delle costruzioni degli Ordini Mendicanti tra i più significativi oltre quelli della stessa Assisi: si tratta di un'aula unica in laterizio la cui facciata, rivestita di calcare bianco, è spartita nella parte inferiore in tre arcate, mentre la zona superiore, è dovuta a un discutibile rifacimento moderno. Ai lati del portale trecentesco sono addossate due arche sepolcrali coronate da edicole, una delle quali è datata 1249 mentre l'altra risale probabilmente al secolo successivo. Al semplice interno dal pavimento disseminato di lastre tombali e copertura a capriate furono aggiunte, nel Quattrocento, le tre cappelle absidali che conferiscono all'insieme un movimentato effetto prospettico. Alla metà del Trecento risale la costruzione della Cappella di Santa Lucia, voluta da Francesco di Bartolomeo Guinigi come cappella privata e funeraria per i membri della propria casata, sia maschili che femminili.

La campagna di scavi promossa dalla Soprintendenza Archeologica della Toscana ha portato alla luce tre tombe femminili che hanno permesso di individuare con buona probabilità i resti delle tre mogli di Paolo Guinigi: quella della prima moglie, l’adolescente Maria Caterina degli Antelminelli, morta all’età di 12 anni, forse di peste; la terza, Jacopa Trinci, dei Signori di Foligno, che Guinigi sposò nel 1420 e morì nel 1422, dopo la seconda gravidanza, in questa tomba è stata trovata una bolla papale di Martino V (1417 -1431). Ma la scoperta più importante è quella della terza tomba che potrebbe appartenere alla moglie più illustre, Ilaria del Carretto, morta anch’essa dopo la seconda gravidanza, e per la quale il marito fece realizzare da Jacopo della Quercia il celebre monumento funebre conservato nella Cattedrale di San Martino, risalente al 1406 - 1408.

Chiesa di San FrancescoNel 1454 il convento passò  all’Osservanza francescana e in contemporanea venne realizzato il terzo chiostro. Il legame tra il convento e le classe agiate delle città fu sempre molto forte, come non era probabilmente nelle intenzioni dell'originario spirito francescano. Non fu un caso che quando nel 1531 gli artigiani tessili lucchesi decisero di ribellarsi alla classe aristocratica dominante lucchese, si raduno proprio fuori dalla Chiesa di San Francesco nella cosiddetta Rivolta degli Straccioni (nel'immagine un quadro di Vincenzo Barsotti, Archivio di Stato Lucca).

Nel corso del XVII secolo, gli altari della chiesa cambiarono progressivamente e l’aspetto attuale risale a quel periodo. Le finestre a bifora si devono invece a un restauro del 1844. Rispetto alla breve soppressione del periodo napoleonico, ben più grave e dannosa fu quella subito dopo l'Unità d'Italia, a partire dal 1862, che trasformò il convento in caserma e la chiesa in magazzino. Soltanto ai primi del Novecento, la chiesa fu riaperta al culto e i francescani ripreso possesso degli ambienti conventuali, a parte la porzione chiamata ‘Stecca’ adibita a caserma. Nel 2003 i francescani lasciarono definitivamente il convento.

Chiesa di San FrancescoDella originaria decorazione pittorica, che con ogni probabilità si stendeva sulle pareti della chiesa, secondo la consuetudine francescana, non restano che pochi frammenti costituiti da una fascia a motivi geometrici che corre in alto, lungo le capriate. Agli altari sono da segnalare il Noli me tangere del Passignano e una Natività attribuita a Federico Zuccari; sulla parete destra, il Monumento sepolcrale di Giovanni Guidiccioni nel quale spicca il gruppo marmoreo della Madonna col bambino attribuito a Baccio da Montelupo. Nella chiesa si trova anche la tomba del grande compositore lucchese Luigi Boccherini, portata da Madrid. Sul lato nord della chiesa attraverso la duecentesca sagrestia, coperta da volte a crociera sorrette da un pilastro poligonale, si accede a due chiostri facenti parte del complesso monastico: il più significativo è quello trecentesco, più vicino alla facciata, dove si trovano varie tombe, una delle quali presenta una lunetta affrescata dal lucchese Deodato Orlandi, attivo tra il XIII e il XIV secolo. Dopo che i francescani hanno lasciato definitivamente il convento nel 2003, il complesso e la chiesa sono stati acquistati inizialmente dal Comune di Lucca, quindi nel dicembre 2010, è stato interamente rilevato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. Oggi parte del complesso monastico è occupato dal rinomato istituto di studi post universitari IMT.

 

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazione interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal

 

Dove si trova?

 

Torna su

 

 

Ostelli Lucca   Ostelli Italia   Auberges de Jeunesse Italie   Hotel Lucca

Carte Lucques Karte von Lucca  Mapa Lucca Map of Lucca

 Carte de la Toscane     Karte von Toskana     Mapa Toscana     Map of Tuscany

Carte d'Italie   Karte von Italien   Mapa Italia   Map of Italy

Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal