Cosa vedere e cosa vistare a Bruxelles

Ann.

Cosa vedere e visitare a Bruxelles - 22 luoghi di interesse

 

Gli abitanti di Bruxelles, si può dire che abbiano un atteggiamento più che irriverente verso la propria città piena di luoghi di interesse. Dove altro si può trovare un monumento nazionale rappresentato da bambino che fa la pipì? Ai bruxelloise in effetti piace prendersi in giro, lo fanno con quel pizzico di 'surrealismo' che distingue la loro arte; con quella convinzione che tutto possa volgere al meglio.

 

Come accade quando si ammirano le linee ondulate dei palazzi Art Nouveau di Victor Horta, fluide ed eteree, quasi sfuggenti. Capita spesso di vedere i cittadini osservare il mondo che passa loro davanti da uno dei tavoli delle caffetterie di Ixelles, riflettono su una nuova idea da provare, da portare avanti.

Di certo, chi non ha mai visitato Bruxelles non sa quanto la capitale del Belgio possa essere città passionale, estravagante, allo stesso tempo discreta e incredibilmente alla moda. Non lasciatevi sorprendere quindi dall'energia che si respira. La città si presenterà a voi inizialmente con timidezza, per poi svelarsi con vigore. Preparatevi al meglio, con carta e penna scrivete la lunga lista di attrazioni da vedere: dai bambini che fanno pipì (ma anche signorine e fedeli cagnetti), alle piazze fiorite, a palazzi rinascimentali, castelli reali, mastodontici edifici avveniristici, palazzi affrescati dai più celebri personaggi dei 'cartoons'.. e dove mettere l'arte del fantasioso Magritte, le chiese, i musei, i mercati di quartiere, i parchi...? Meglio affrettarsi ed iniziare il prima possibile. Buona lettura!

 

Maison du Roi de la Grand Place

Maison du Roi de la Grand PlaceSiamo nell'antica Casa del Pane di Bruxelles e non nella casa del re. Qui infatti non vi abitò mai alcun re e l'edificio risale originariamente all'antico mercato del pane del XII secolo, in legno. Venne ricostruito per ordine di Carlo V da parte di Anthonis Keldermans il Giovane e più volte restaurato nel tempo. Il palazzo si ammira in particolare per la sua architettura tardogotica in stile brabantino, con doppio loggiato, balconata e abbaini in cima. Al centro si distingue la torre 'beffroi'. Al suo interno è ospitato il Musée de la Ville di Bruxelles (Museo della città), che tra dipinti, intricati modelli urbani e libri storici, ospita anche la versione più antica del Manneken Pis, il bambino che fa pipì, quella del 1328.

Grand Place

Area: centro storico

Metro: Gare Centrale or Bourse

Bruxelles

Torna su

 

Chiesa di Notre Dame du Sablon

Chiesa di Notre Dame du SablonSiamo nel sofisticato quartiere di Sablon, il cui simbolo è rappresentato da questa bella chiesa del XV e XVI secolo, costruita in stile tardogotico-brabantino, elegante e ricca di particolari architettonici. Da molti viene indicata come la più bella chiesa in stile gotico della città. La struttura è a cinque navate e internamente, nella centrale, si ammira in particolare il pulpito seicentesco di Marten de Vos, così come nella parte sinistra la Cappella di Torre e Tasso, del XVII secolo, costruita da Faydherbe. Si noteranno sicuramente le splendide vetrate, alcune alte oltre 14 metri.

Rue Bodenbroek 6

Area: Sablon / Place du Grand Sablon

Metro: Porte de Namur / Tram: 92 e 94

Bruxelles

Accesso: gratuito

Torna su

Cattedrale dei Santi Michele e Gudule

Cattedrale dei Santi Michele e GuduleVictor Hugo considerava questa chiesa, dedicata al patrono della città San Michele e Santa Gudula, lo "sviluppo più puro dello stile gotico" e in effetti questa chiesa si presenta grandiosa, non solo per imponenza strutturale. Iniziata nel 1226 e costruita sopra le fondamenta di un'antica cappella carolingia della collina di Treurenberg, venne consacrata a cattedrale solo nel 1961. Nel XVI secolo l'imperatore del Sacro Romano Impero, Carlo V, donò le belle vetrate che si ammirano ancora oggi. La cripta presenta i resti di una precedente chiesa romanica del XI secolo, rinvenuti negli anni '90 dello scorso secolo. La si visiti la domenica mattina, alle 10.00, per assistere alla messa con canti gregoriani (molto belli).

 

Place Ste Gudule

Area: centro storico

Metro: Gare Centrale e Parc/Tram: 92, 93, 94

Bruxelles

Accesso: gratuito; cripta: a pagamento (circa 3 euro)

Abbiamo dedicato attenzione particolare ai Musei di Bruxelles nelle pagine apposite, difficile però non parlare in breve dei suoi tesori principale anche in queste pagine...

Torna su

 

Itinerario fumetti a Bruxelles

Itinerario fumetti a BruxellesLa capitale belga è la patria di alcuni dei fumettisti più famosi e non poteva non dedicare e dare ampio spazio a personaggi, colori e storie che hanno reso la Nona arte celebre ovunque nel mondo. Mentre si cammina per le strade della città non è difficile lasciarsi prendere la mano ed accompagnare lungo il percorso da personaggi come Tintin, i puffi, Asterix o Lucky Luke... la serie di murales che li ritrae è numerosa e in aumento (oggi circa 50), e bellissima. Hanno spesso una stretta correlazione con l'ambiente e i quartieri che li ospitano, eccone alcuni: in rue du Chéne troviamo i murales di Olivier Rameu, con due innamorati circondati da fuochi d'artificio (di sotto è situato infatti un negozio pirotcnico), in rue de Marché au Charbon si trova uno dei nostri muralas preferiti, quello della matita di Frank Pé, Broussaille, il primo ad essere stato dipinto su muro. Non si perdano poi quelli di Le Passage, nella stessa via (dalla matita di François Schuiten) e soprattutto i vari Tintin (Hergé) in Rue de l'Étuve 33, Asterix (Uderzo-Goscinny), in rue de la Buanderie 15, Spike e Suzy (Vandersteen), in rue de Laeken 116. Tra i nostri preferiti anche il Corto Maltese di Hugo Pratt in Quai des pénisches. La maggior parte dei murales è opera del due Georgios Oreopoulos e David Vandergeerde.

Torna su

Museo Horta

Museo HortaRue Américaine 25

Area: centro/ chaussée de Charleroi

Tram: 81 direzione Trinité

Tel: + 32 (0) 2 543 04 90

Bruxelles

Accesso: a pagamento (7 euro circa)

L'Art Nouveau a Bruxelles fece capolino verso la fine del XIX secolo ed ebbe i suoi momenti più fiorenti nel primo Novecento. Le materie prime usate sono vetro e ferro, lavorati in forme decorative curvilinee e con motivi floreali. Il Belgio ha prodotto uno dei maggiori esponenti di questa 'nuova' arte: Victor Horta (1861-1947). Dei suoi lavori e del museo avremo modo di parlarne nelle pagine dedicate ai Musei a Bruxelles.

Torna su

Museo Magritte

Museo MagritteRue Esseghem 135

Area: Jette/boulevard de Smet de Naeyer

Tram: 51, 94 direzione Cimetiéere de Jette

Tel: +32 (0) 2 428 26 26

Bruxelles

Accesso: a pagamento (circa 7 euro)

 

Siamo di fronte ad uno dei due principali musei Magritte di Bruxelles, quella di rue Esseghem è la casa nella quale l'artista visse per quasi 24 anni, insieme alla moglie Georgette. Questa è inoltre l'unica casa dell'artista aperta al pubblico e rimane sicuramente uno dei luoghi più affascinante per chiunque desideri avvicinarsi all'arte surrealista. In rue Esseghem, l'artista creò alcune delle sue opere maggiori, come per esempio L'empire des lumières, La condition humaine e La durée poignardée.

Torna su

Atomium

AtomiumUn gigantesco atomo, ingrandito 165 milioni di volte, ancora oggi impressionante per imponenza e colpo d'occhio. Fu costruito per la Fiera Mondiale del 1958 come simbolo della ricerca scientifica del XX secolo e ancora oggi rimane il simbolo principale della città di Bruxelles e in qualche modo dell'Europa che andava formandosi nei primi anni '60 dello scorso secolo. Le sfere sono collegate tra loro da scale mobili interne e alcune ospitano spazi espositivi, un museo, locali di ristorazione ed eventi culturali di vario genere. É possibile arrivare fino all'ultimo piano e mangiare nel ristorante turistico, siamo a 102 metri d'altezza e la vista sulla città e dintorni è fantastica.

Bd. du Centenaire

Area: Heysel (Bruparck)

Tel: + 32 (0) 2 475 47 77

Métro: Heysel

Bruxelles

Torna su

 

Palazzo Reale di Bruxelles

Palazzo Reale di BruxellesIl Palazzo reale di Bruxelles sede ufficiale della Monarchia Belga, che si affaccia sul bel Parc de Bruxelles, venne iniziato nel 1820 e ridecorato nel 1904 in forma neoclassica da Henri Maquet. Il sovrano, l'attuale re Alberto II, e la famiglia reale non abitano tuttavia nel palazzo, ma nel Castello di Laeken, sobborgo residenziale a nord-est di Bruxelles. Oggi il palazzo viene infatti utilizzato per scopi cerimoniali e ricevimenti di Stato. Si ammirino soprattutto gli interni, dove trovano posto tra le tante la Sala Goya (con i suoi splendidi arazzi madrileni eseguiti su cartoni di Goya), la Sala Bleu (arredata con argenteria, cristalleria e ceramica del Settecento), la Sala del Trono (che ospita dipinti di Rubens, Van Dyck, Jordaens, Duquesnoy), la Sala des Glaces (a specchi, usata per i balli di corte) e diverse altre sparse nelle due ali laterali del grande palazzo. Fanno parte dello stesso edificio il Palais des Académies (1823), oggi sede dell'Accademia reale del Belgio fondata da Maria Teresa d'Austria, il Musée de la Dynastie, che espone la storia della famiglia reale belga. Poco oltre sorge il Palais des Beaux Arts (Bozar), all'inizio della rue Royal (in rue Ravenstein), splendido edificio costruito in Art Nouveau da Victor Horta e sede di uno dei centri culturali d'arte più interessanti del Belgio

Place des Palais

Area: centro/Palais

Metro: Parc/Trône; Tram: 92, 94

Tel: + 32 (0) 2 551 20 20

Bruxelles

Accesso: gratuito

Visite: fine luglio-inizio settembre 10.30-16.30, dal martedì alla domenica

 

Torna su

Parc de Bruxelles

Parc de BruxellesTredici ettari di superficie verde nel cuore di Bruxelles, una pittoresca prospettiva naturale di grande architettura francese ma anche austriaca originaria dai lavori del 1776 di Barnabé Guimard e Joachim Zinner. Splendidi i giochi delle fontane e non si manchi di notare il Teatro reale del parco eretto nel 1782.

Area: Palazzo reale

Metro: Parc/Trône; Tram: 92, 94

Bruxelles

 

Torna su

Begijnhof di Bruxelles

Begijnhof di BruxellesCircondato da mura protettive, il complesso di case delle beghine del 1200, raggruppate attorno ad un giardino centrale ricco di fiori della stagione e ben curato, diventa luogo ideale per una pausa in tutto relax lontano dal traffico turistico del centro storico. La struttura nacque come centro d'accoglienza cattolica per donne sole e vedove, all'epoca chiamate per l'appunto begijnhoven, ed erano formato nel primo Novecento da circa 1500 donne. Oggi ne accoglie solo 22 ed è gestito dalle suore benedettine. Al suo interno è presente il piccolo Museo delle Beghine.

Begijnhod 1

Area: centro

Bruxelles

Accesso: gratuito

Torna su

 

Palais de la Nation

Palais de la NationIl palazzo è originario del 1783 e venne costruito per ospitare il Consiglio sovrano del Brabante. L'edificio è in stile neoclassico e venne progettato dall'architetto Guimard, che progettò anche altri edifici pubblici statali della città. Al suo interno è ospitato il Parlamento del Belgio, che come è noto ha avuto una vita non facile negli ultimi due anni, dovuta anche dai conflitti politici, più che culturali, delle due fazioni francofona e fiamminga. Il Belgio è stato testimone della crisi di governo più lunga dell'ultimo secolo (447 giorni).

Rue de la Loi 16

Area: quartiere UE

Metro: Parc

Tel: + 32 (0) 2 519 81 36

Bruxelles

Accesso: gratuito

Torna su

 

Birra e cioccolato a Bruxelles

Birra e cioccolato a BruxellesSi proprio loro! Come non sentirsi attratti da sua maestà il cioccolato, o da madame la Bierre? Bruxelles è uno dei pochi posti al mondo dove trovare uno stesso numero di caffetterie e birrerie, con un menù vario e ricco. I cittadini sono molto fieri della loro cioccolata belga, quella ripiena è sicuramente tra le migliori del mondo. Per il cioccolato più pregiato, si arriva a spendere fino a 40 euro il chilo! La sapiente gastronomia cioccolatiera di Bruxelles ha una tradizione lunga quattro secoli, ecco perché il centro della città non è fatto solo di monumenti da visitare ma anche di eleganti pasticcerie (meglio chiamate chocolaterie), da vivere e visitare. Lavorare il cacao a Bruxelles è un'arte! Dove dirigersi? Alla Maison des Maîtres Chocolatiers della Grand Place (ne abbiamo già parlato sopra), aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 22.00, ma preferite la visita con dimostrazione il sabato e la domenica alle 16.00 (a pagamento). Se preferite, andate da Laurant Gerbaud Chocolatier, in rue Ravenstein (tutti i giorni dalle 10.30 alle 19.30 e con atelier dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00). Abbiamo personalmente preferito il locale di Zaabär (in Chaussée de Charleroi) e in particolare il cioccolato al finocchio di Pistoia (si proprio così!), che è appunto una delle spezie usate dai cioccolatai professionisti. Per quanto riguarda la birra di Bruxelles, lo sapete, siamo nel posto giusto: oltre i pub, non si manchi di visitare la birreria Chantillon, fondata nel 1900 ed ora convertita in un museo, con possibilità di degustazioni in tutto l'arco dell'anno. Da provare la Geuze, una miscela di birra tipica locale.

Torna su

 

Basilica Nazionale Du Sacré-Coeur? ur

Basilica Nazionale Du Sacré-C?
urL'imponente chiesa del Sacro Cuore di Bruxelles è situata alla fine del lungo boulevard di Leopold II, nel quartiere di Koekelberg e si apprezza non solo per essere la quinta chiesa più grande del mondo. Spesso i parere sulla sua bellezza stilistica sono discordi, ma a noi piace schierarci dalla parte di quelli che ne ammirano l'accostamento di stile, neogotico e Art Deco (che del resto riflette la poliedrica natura artistica della città).

Sono tantissimi i monumenti e le attrazioni di Bruxelles, avremo sicuramente modo di aggiungerne delle altre e di nuove. Per ora, continuate l'esplorazione attraverso le nostre pagine dedicate a questa fantastica capitale europea!

Koekelberg

Area: centro

Metro: Simonis; Tram: 87

Bruxelles

Visita: 09:00-17:00 maggio-settembre, 10:00-14:00 ottobre-aprile

 

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ce ne offri due), così ci aiuterai a scrivere la prossima guida:  Paypal

 

 

Torna su

Ostelli Bruxelles  Hotel a Bruxelles

Carte de Belgique    Karte von Belgien  Mapa Bélgica  Map of Belgium

Carte de Bruxelles    Karte von Brüssel  Mapa Bruselas    Map of Brussels

 Plan m?ro de Bruxelles  U-Bahn Brüssel Mapa Metro Bruselas    Map metro Brussels

Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal