Albrecht Durer. Autoritratto con guanti

Advertisement

Albrecht Durer. Autoritratto con guanti - Museo del Prado  

 

L'Autoritratto con Guanti è uno dei tanti autoritratti di Albrecht Dürer, il pittore di Norimberga che viene considerato il massimo esponente della pittura tedesca rinascimentale. In questo dipinto del 1498, senz'altro il più famoso, il pittore si auto ritrae come un nobile, non come un "semplice" pittore, mettendosi in una posa tipicamente riservata ai membri dell'alta società. Il quadro è firmato e datato 1498 e reca una lunga iscrizione in tedesco che dice…"Io ho fatto questo secondo le mie sembianze quando avevo ventisei anni". 

Advertisement

Segue, dopo la firma il tipico monogramma del pittore, ripetuto in molti dei suoi dipinti e costituito dalle lettere A e D inserite una nell’altra. Notate i guanti di capretto grigio, un lusso generalmente riservato alle classi più ricche. Il Rinascimento ha trasformato lo status di pittori da artigiani umili a figure di primo piano di intellettuali e cortigiani . Con la sua firma pronunciato sotto la finestra, Albrecht Durer non lascia alcun dubbio sul fatto che ha abbracciato questo status aristocratico.

 

Albrecht Durer. Autoritratto 1498.L'azione si svolge in una stanza che si apre verso l'esterno attraverso una finestra nella parete di fondo, un formato che è stato successivamente ampiamente adottata nelle Fiandre e in Italia da Dieric Bouts. Basandosi su questo formato fiammingo, Dürer ha aggiunto un monumentalità italiana (ricordiamo che soggiornò a lungo a Venezia) negli spazi verticali e orizzontali che creano la cornice della finestra, evidente anche nella disposizione del suo corpo che ripete la forma di 'L' della finestra nel busto, fortemente sostenuto dal braccio appoggiato. anche presente Albrecht Durer. Autoritratto 1498.in questo lavoro è una caratteristica che si ritrova in tutti i ritratti squisitamente dettagliati di Dürer, vale a dire i suoi poteri di analisi psicologica, evidente nel contrasto tra le caratteristiche sensuali e lo sguardo penetrante freddo. Un pittore, incisore e teorico dell'arte, Albrecht Dürer si guadagnò  fama e riconoscimento nel corso della sua vita attraverso le sue opere. Dürer  cresciuto nella sua arte sotto l'influenza della pittura fiamminga, con i suoi due viaggi a Venezia (1494-5 e 1505-7) scoprì i segreti dell'arte rinascimentale. Un ritrattista di successo e incisore, che lavorò per l'imperatore Massimiliano I, che gli concesse una pensione nel 1515, rinnovata da Carlo V nel 1520.


Questo autoritratto fu donato dalla città di Norimberga nel 1636 a Thomas Howard, conte di Arundel, e da questi poi arrivò alla collezione di Carlo I d’Inghilterra. A seguito del rovesciamento e dell'esecuzione di Carlo I, dopo gli esiti della Guerra Civili inglese, il dipinto venne venduto nel 1651. L'ambasciatore spagnolo Alonso de Cárdenas lo acquistò per conto di Don Luis de Haro, che diede lo consegnò a Filippo IV nel 1654. rimasto nella collezione reale spagnola fino a quando non è entrata il Museo del Prado nel 1827.

 

Torna a: 10 più importanti capolavori del Museo del Prado

 

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Torna su

 

Ostelli Spagna Hotel Spagna

Carte de Madrid   Karte von Madrid   Mapa Madrid   Map of Madrid

Carte d'Espagne Karte von Spanien Mapa de España   Map of Spain

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal