Alte Nationalgalerie

Advertisement

Sei qui: Berlino, cosa vedere >

Alte Nationalgalerie (Antica Galleria Nazionale) Berlino

L'Alte Nationalgalerie o Antica Galleria Nazionale è la casa originale della Nationalgalerie, le cui collezioni oggi sono divise tra la Neue Nationalgalerie (vedere Neues Museum), l'Hamburger Bahnhof - Museum für Gegenwart, la Friedrichswerdersche Kirche , il Museo Berggruen e la Sammlung Scharf-Gerstenberg. L'idea di istituire un grande centro di cultura museale a Berlino risale al periodo di Federico Guglielmo IV di Prussia, che sognava di creare un "santuario per l'arte e la scienza". 

Advertisement

Alte NationalgalerieL'edificio progettato in forme neoclassiche dall'architetto August Stüler fu testimone di tanti avvenimenti che colpirono la città dalla sua costruzione, comprese le distruzioni della Seconda Guerra Mondiale e la divisione della città tra est sovietico e ovest occidentale. Negli anni '90, le collezioni, in precedenza suddivise tra Berlino Ovest e a Berlino Est vennero riunite. Nel 2003 la definitiva riapertura al pubblico. Il concetto architettonico di base per la Alte Nationalgalerie,  un edificio a forma di tempio, sollevato su un plinto (cioè una base di fondamenta) decorato con motivi dell'antichità, venne al re prussiano in persona. L'edificio è stato progettato da Friedrich August Stüler, allievo di Schinkel che progettò anche il Neues Museum. La costruzione venne completata dopo la morte di Stüler da un altro allievo di Schinkel, Johann Heinrich Strack.

L'impulso iniziale per la costruzione della Nationalgalerie fu lascito allo Stato prussiano nel 1861 dal banchiere e console Johann Heinrich Wilhelm Wagener, la cui collezione di opere andavano da Caspar David Friedrich, Karl Friedrich Schinkel, a pittori della scuola di Düsseldorf, a pittori europei. Il lascito conteneva la clausola secondo la quale i dipinti dovevano essere mostrati pubblicamente in un luogo consono alla loro importanza. Appena un anno dopo Stüler ricevette l'incarico di elaborare i piano per la sua realizzazione. Dopo dieci anni la Nationalgalerie venne solennemente inaugurata il 21 marzo 1876, data che venne fatta coincidere con il compleanno del Kaiser (imperatore tedesco) Guglielmo I, diventando il terzo museo dell'isola nella Sprea, quella che poi verrà chiamata a ragion veduta l'Isola dei Musei.

Max Liebermann - Flachsscheuer in Laren1887L'edificio subì notevoli danni in diverse occasioni durante i bombardamenti aereo della seconda guerra mondiale. La collezione vennero per fortuna evacuate con l'inizio della guerra e conservate in diversi luoghi tra cui torri antiaeree vicino al giardino zoologico e di Friedrichshain, così come in miniere di sale a Merkers e Grasleben. Dopo la fine della guerra l'edificio fu rapidamente restaurato in via provvisoria; alcune parti vennero riaperte nel 1949. Il secondo piano fu reso accessibile al pubblico un anno dopo. Durante la divisione della Germania, i dipinti del XIX secolo, che erano sopravvissuti alla guerra nelle zone occidentali di occupazione furono sistemati nella Neue Nationalgalerie, a partire dal 1968 e nella galleria dello Schloss Charlotteburg per i quadri del periodo romantico dal 1986. Dopo la caduta del muro di Berlino, le collezioni sono stati uniti nella loro costruzione originaria, ora chiamata Alte Nationalgalerie. Accogliere la collezione significava riparare il danno che la guerra aveva causato alla costruzione così come l'aggiunta di di nuovi spazi espositivi. Allo studio di architettura HG Merz Berlino fu affidato il lavoro nel 1992. Nel marzo del 1998 la Alte Nationalgalerie è rimasta chiusa per fondamentali lavori di ristrutturazione per riaprire nel dicembre del 2001, nel suo 125 ° anniversario.

La grande iscrizione del timpano di questo tempio-museo, recita: "All'arte tedesca MDCCCLXXI [1871]", è un piccolo inganno. L'edificio fu infatti inaugurato solo nel 1876, e cioè cinque anni dopo che, vinti i francesi, l'unità tedesca si era compiuta sotto l'egemonia degli Hohenzollem di Prussia. Nell'Isola dei Musei occorreva celebrare, nel nome dell'arte e della cultura (basti pensare al Pergamon Museum con i suoi straordinari tesori, frutto delle spedizioni archeologiche tedesche) l'unità della neonata nazione tedesca. E non a caso la raffigurazione marmorea, che orna l'ingresso della Nationalgalerie con i più bei nomi della cultura tedesca, culmina in un doppio trono, che unisce i re di Prussia e di Baviera (Federico Guglielmo IV e Luigi I), a indicare una riconciliazione fondata sul doppio primato culturale di Berlino e di Monaco.

L'edificio della Nationalgalerie, restaurato e profondamente ristrutturato dallo studio architettonico Merz, apre le sue porte ai visitatori e mostra riunite le opere pittoriche e scultoree dell'800 e del primo '900, dando uno spaccato non completo, ma suggestivo e ottimamente ambientato, dell'arte tedesca (con qualche estensione anche verso l'estero, soprattutto in direzione degli impressionisti francesi). Chi vuole ritrovare le stupende tele romantiche di Caspar David Friedrich o il sogno neoclassico di Karl Friedrich Schinkel, che ha modellato Berlino capitale, o ammirare le opere di Adolph Menzel, il pittore, tra l'altro, di Federico il grande, re artista che non disdegnava di esibirsi al flauto dinanzi ai suoi ospiti, o l'inquietante isola dei morti di Arnold Bocklin, troverà ciò che desidera. E lo sguardo potrà spingersi più in là, anche verso Max Liebermann e la secessione del primo '900, nonché i francesi Manet e Renoir, Monet, Bonnard, Degas e Cézanne, solo per citare qualcuno degli autori che si trovano rappresentati in questa concentrata panoramica che espone 441 dipinti e 75 opere di scultura.

Alte Nationalgalerie

Bodestraße 1-3
10178 Berlin Mitte
Tel.: 030 ? 266 424 242
Mail: ang@smb.spk-berlin.de

Orari
Lunedi Chiuso
Martedì Mercoledì 10:00-18:00
Giovedi 10:00-20:00 orologio
Venerdì-Domenica 10:00-18:00
1.Gennaio 12:00-18:00
1 ° maggio 10:00-18:00
3 ottobre 10:00-18:00
24 Dicembre Chiuso
25 Dicembre 10:00-18:00
26 Dicembre 10:00-18:00
31 Dicembre Chiuso

Prezzo biglietti di ingresso
Ingresso a pagamento € 12,00
Biglietto combinato + Special Alte Nationalgalerie
biglietto Museumsinsel: € 18.00

Under 18: ingresso gratuito

Prezzo ridotto € 6,00
Museumsinsel biglietto: € 9,00

 

Dove si trova?

Torna su

OSTELLI Berlino   Ostelli Germania

Carte d'Allemagne Karte von Deutschland  Mapa  Alemania   Map of Germany

Carte de Berlin   Karte von Berlin Mapa  Berlín     Map of Berlin

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal