Isola del Musei - Berlino

Sei qui: Cosa vedere a Berlino >

Isola del Musei - Berlino

Lo scenografico Schlossbrücke (letteralmente Ponte del Castello) progettato da Karl Friedrich Schinkel  (dal 1951 al 1991 Marx-Engelsbrücke) si trova all'estremità orientale del viale Unter den Linden nel centro storico di Berlino, adornato di sculture, conduce alla piccola isola sul fiume Sprea, oggi nota come Isola dei Musei (Museumsinsel). Su questo piccolo lembo di terra nel XII secolo sorse il primo nucleo di quella che sarebbe diventata Berlino. Il nome "Isola dei Musei" deriva dal fatto che qui sono concentrati alcuni dei più grandi musei del mondo, non solo della Germania:

  • l'Altes Museum ("Museo vecchio"), costruito (tra il 1822 e il 1830) secondo il progetto ancora di Karl Friedrich Schinkel. Fu costruito di fronte al castello di Berlino (che sta venendo in parte ricostruito), sul lato nord del giardino del Lustgarten. Il museo venne concepito per ospitare la Antikensammlung, la cosiddetta collezione di antichità, di Federico Guglielmo III di Prussia, collezione che in parte è ancor oggi esposta nel museo stesso.

  • Nel 1855 venne completato il Neues Museum ("Nuovo Museo"), dietro l'Altes Museum che a causa dei bombardamenti durante la Secondo Guerra Mondiale venne praticamente raso al suolo e venne ricostruito e  riaperto, su progetto dell'architetto David Chipperfield, e riaperto solo nel 2009. Raccoglie i reperti di arte egiziana (Museo egizio) e preistoria tra cui il famosissimo Busto di Nefertiti.

  • Nel 1876 venne completata la Alte Nationalgalerie ("Vecchia Galleria Nazionale"), in cui venne esposta una collezione di opere d'arte del XIX secolo donate dal banchiere e collezionista Joachim H. W. Wagener. Nel corso degli anni questa collezione venne decisamente ampliata ed oggi è una delle più importanti del paese. Anche questo edificio durante la guerra venne gravemente danneggiato ed è stato riaperto solo nel 2001, dopo un lungo restauro. Ospita sia opere pittoriche che sculture.

  • Nel 1907 venne aperto il Museo Bode, chiamato all'epoca ''Kaiser-Friedrich-Museum'', situato sull'estremità settentrionale dell'isola e facilmente riconoscibile per la sua cupola in rame scuro. L'edificio venne chiuso nel 2000 per poter effettuare urgenti opere di restauro ed ha riaperto al pubblico il 17 ottobre 2006. Qui sono esposte sculture ed opere artistiche dell'arte bizantina e romana.

  • L'ultimo dei musei ad essere costruiti è probabilmente anche quello più famoso, il Pergamon Museum, ultimato nel 1930, tra i primi tre musei tedeschi per numero di visitatori.  Famoso in tutto il mondo per le imponenti e prestigiose opere presenti, alte decine di metri.  Il museo, che prende il nome dall'altare di Pergamo, proveniente dalla città omonima, uno dei capolavori dell'arte greca, è nato per raccogliere e custodire le grandi acquisizioni degli archeologi tedeschi del secolo XVIII e XIX. Con la nascita dell'archeologia moderna nell'800 e le grandi campagne di scavo, la quantità di reperti aveva bisogno di uno spazio adeguato, e per questo fu pensato il Pergamon museum.

Isola dei MuseiPer la sua unicità nel 1999 l'Isola dei Musei è stata inserita tra i siti tutelati dall'UNESCO, come Patrimonio dell'Umanità. Insieme questi cinque grandi musei formano uno dei più grandi complessi museali del mondo.

La storia di Isola dei Musei ha cominciato a prendere forma con il re Federico Guglielmo III che, nel 1810, commissionò la creazione di un museo pubblico sull'isola della Sprea. Nel 1822 Karl Friedrich Schinkel elaborò i progetti per costruire sull'isola un primo edificio del museo, l'Altes Museum, inaugurato, come abbiamo visto, nel 1830. Il museo fu costruito per consentire al pubblico di vedere i tesori d'arte dei reali di Prussia. Si trattava anche del primo museo del paese. Ma l'idea di un isola museo non fu concepita fino a circa 1841 quando Friedrich August Stüler, un allievo di Schinkel, propose l'idea di fare dell'isola il centro culturale di Berlino. L'architetto progettò quindi il Neues Museum, che aprì i battenti nel 1859 come Museo Reale di Prussia. Il 1876 vide il completamente della Alte Nationalgalerie. Il Museo Kaiser-Friedrich (oggi Museo Bode) fu aprì nel 1904 e infine il Pergamon, che fu completato nel 1930.

Isola dei MuseiPurtroppo, quasi il settanta per cento degli edifici furono distrutti durante la seconda guerra mondiale e, dopo la guerra, le collezioni furono divise tra Berlino Est e Ovest, per essere riunite solo dopo il crollo del Muro di Berlino e la riunificazione tedesca .

L'Alte Nationalgalerie è  stato il primo museo a riaprire con grande clamore dopo la riunificazione della Germania nel 2001. Il Bode Museum ha riaperto nel 2006, dopo quasi dieci anni di restauro. Il Neues Museum ha riaperto le sue porte al pubblico nel 2009. Di tutti i musei dell'isola, quest'ultimo era il più danneggiato. Mentre gli altri furono in parte restaurati negli anni dopo la guerra, questo edificio fu lasciato in rovina fino alla riunificazione della Germania.

L'isola sulla Sprea che comprende l'Isola dei Musei è stata a lungo un centro di potere ecclesiastico e mondano a Berlino. A fianco alle magnifiche costruzioni dei musei si trova infatti la Duomo di Berlino, la Berliner Dom, costruita alla fine del XVIII secolo come controparte protestante della Basilica di San Pietro a Roma.  La cattedrale è riccamente decorato in stile barocco. Il seminterrato della cattedrale contiene la cripta della famiglia di Hohenzollern. Più di novanta sarcofagi, tra cui quello di Federico Guglielmo di Brandeburgo, il Grande Elettore.

Isola dei MuseiIl giardino di fronte alla cattedrale si chiama Lustgarten. Il giardino fu originariamente creato come un giardino esotico per la principessa Luise, consorte di Federico Guglielmo di Brandeburgo. Il re Federico Guglielmo I di Prussia, il cosiddetto 'Re soldato', trasformò il giardino in una piazza d'armi militari. Dopo la riunificazione tedesca, nel 1997 il giardino fu realizzato sul progetto originale ottocentesco di Schinkel. Come parte della ristrutturazione, nel 2000, è stata installata una moderna fontana mezzo del giardino. La fontana, progettata da Hans Loidl, sgorga acqua fino a dieci metri di altezza e attira l'attenzione dei passanti, nonché è usata come doccia rinfrescante l'estate.

Isola dei MuseiDavanti Altes Museum, nel Lustgarten si trova una grande vasca (che qui chiamano ciotola) di granito, la Graniteschale con un diametro di 6,91 metri e in peso di circa 75 tonnellate. La "ciotola di granito" venne commissionata nel 1826 dal re di Prussia Federico Guglielmo III.  Il guscio era a quel tempo, non solo una meraviglia tecnica tanto ammirato e acclamata,  ma fu anche considerata un "simbolo patriottico". Venne progettata da Christian Gottlieb Cantian nello stile della grande ciotola di porfido che l'imperatore Nerone aveva nella Domus Aurea a Roma (ora in mostra nel Musei Vaticani). Quando fu completata, nel 1828, era la grande ciotola del mondo. Doveva essere collocata nella rotonda dell'Altes Museum, ma a causa di un errore di calcolo la ciotola era troppo grande, così venne collocata al di fuori.

Proprio accanto al Duomo si trovava il Stadtschloss (Castello di Berlino), un enorme palazzo che fu la residenza principale dei re prussiani. Fino al 1930 a nessun edificio a Berlino fu permesso di essere più alto della cupola dello Stadtschloss. Nel 1950, l'edificio - che era stato considerato un simbolo del militarismo prussiano - fu demolito dalle autorità della Germania Est. Nel 1976 il Stadtschloss fu sostituito dal Palast der Republik, un edificio sconcertante e molto brutto. Poco dopo la riunificazione tedesca, è stato anche scoperto che era pieno di amianto così nel 2006 si decise di demolirlo. L'anno successivo è stato approvato dal parlmanto tedesco un progetto per la ricostruzione del Stadtschloss, che si chiamerà 'Humboldtforum'. Solo i muri perimetrali verranno ricostruiti sulla base di quelli originali; gli interni saranno moderni.

Isola dei Musei

Isola nel fiume Sprea,

Area: quartiere Mitte
Trasporti: S1, S2 Unter den Linden / bus 100

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

 

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Dove si trova?

 

 

Torna su

OSTELLI Berlino   Ostelli Germania

Carte d'Allemagne Karte von Deutschland  Mapa  Alemania   Map of Germany

Carte de Berlin   Karte von Berlin Mapa  Berlín     Map of Berlin