Labirinto Horta a Barcellona

Sei qui: Barcellona: cosa vedere >

Labirinto Horta a Barcellona 

 

Il Parc del Laberint d'Horta di Barcellona è un luogo inaspettato, una gemma quasi nascosta alla folla turistica. Il più antico della città,  ha comunque incantato nei secoli tanti visitatori, inclusi i reali di Spagna. Fu costruito alla fine del XVIII secolo per volere di  Juan  Antoni Desvalls di Ardena (Joan in catalano), marchese di Llupiaand Alfarrás, ai piedi alla Serra de Collserola, il monte di cui è parte la cima di Tibidabo (512 metri s.l.m.), la stessa che separa la piana di Barcellona dalla regione del Vallès.

Labirinto Horta a BarcellonaAnche conosciuto semplicemente come labirinto Horta, si posiziona a nord della centro di Barcellona, in una zona chiamata Horta-Guinardo, ed è protetto da specifiche condizioni di visita (una tra tutte quella che ammette un numero massimo di 750 visitatori al giorno). 

Il marchese, che oltretutto era anche scienziato, discepolo e collaboratore del matematico e filosofo Tomàs Cerdà presso la Scuola Cordellas di Barcellona (scrisse anche molti trattati di fisica, zoologia e meteorologia, e una dissertazione sui terremoti), affidò il progetto all'architetto italiano Domenico Bagutti, il quale a sua volta si volle circondare della collaborazione di altrettanti esperti del settore, i maestri costruttori Jaume e Andreu Valls e il giardiniere francese Joseph Delvalet.

Labirinto Horta a BarcellonaIl parco venne completato secondo i canoni estetici della mitologia greca, così come desiderato dallo stesso committente. Nel tempo vi fecero visita diversi reali: Carlo IV con la consorte Maria Luisa di Parma e figli (la loro visita è ricordata in una targa alla base del padiglione che porta il nome del re), e successivamente anche Fernando VII e quindi Alfonso XIII. Tutti ebbero modo di ammirare i giardini. Nella metà del XIX secolo, i discendenti del marchese ampliarono il parco, creando un giardino romantico, con aiuole, gazebo, alberi, sorgenti e cascata. L'architetto Elies Rogent lavorò al progetto di ristrutturazione e il complesso divenne anche sede di eventi culturali e spettacoli teatrali all'aperto. Nel 1967 i giardini vennero donati alla città di Barcellona e quindi aperti al pubblico nel 1971.

Labirinto Horta a BarcellonaAttualmente il parco si estende su una superficie di circa 9 ettari ed è suddiviso in due aree: il giardino romantico e il giardino neoclassico. Al fine di preservare il delicato ambiente naturale interno al parco, l'entrata è limitata ad un numero specifico di persone. Accanto all'ingresso si trova anche quel che fu la residenza della famiglia Desvalls, un edificio elegante arricchito da elementi neomoreschi e neogotici, e di cui è parte anche la Torre Sobirana, un'antica torre di avvistamento medievale. Dal 1993 il palazzo ospita il Centre de Formació del Laberint (un istituto pubblico di educazione al giardinaggio) e una biblioteca specializzata. In tutto il parco sono presenti numerose sculture, alcune raffiguranti la mitologia greca, così come un certo numero di fontane, sorgenti e piccoli laghetti.

Il giardino romantico si apprezza per i grandi alberi e la serie di aiuole che trovano posto sotto la loro ombra, più una piccola cascata. Il giardino neoclassico ruota invece in particolare intorno al tema dell'amore e alla caratteristica da cui prende il nome, il labirinto. All'ingresso del labirinto, composto da 750 metri di cipressi e ispirato al mito di Teseo, trova posto un bassorilievo in marmo raffigurante Teseo e Arianna e, nel centro, una statua del dio Eros. Questo settore del parco si compone di altre terrazze (poste su due livelli superiori rispetto al labirinto): una caratterizzata da due padiglioni in stile italiano, con colonne toscane e statue di Danae e Arianna e con una bella scalinata; l'altra, più in alto rispetto alla precedente, ospita invece un padiglione dedicato a nove muse, coronate da una scultura raffigurante arte e natura. La targa con trascrizione in latino, ai piedi della scultura, rende l'idea dell'atmosfera offerta dal parco: Artis Naturaque Parit Concordia Pulchrum (L'armonia di arte e natura genera bellezza). Alle spalle del padiglione è presente  uno stagno mantenuto da una fonte naturale.

La vegetazione del parco è tipicamente mediterranea e, in generale, mantiene le caratteristiche specifiche della catena montuosa di Collserola. La zona è protetta dai venti del nord dalle montagne. Troviamo alberi di  specie come magnolia, washingtonia, palme e pini delle Isole Canarie, cedro dell'Himalaya (Cedrus deodara), Tasso ( Taxus baccata), Tiglio (Tilia tomentosa),  Cocula (Cocculus laurifolius) tra gli altri, così come vari arbusti tipicamente mediterranei. I cipressi del labirinto sono del tipo Cupressus sempervirens. Bene assortita anche la fauna, dallo scoiattolo rosso (Sciurus vulgaris) agli anfibi come la rana comune (Pelophylax perezi).

Il parco si trova nel distretto di Horta-Guinardó, dall'altra parte della strada del Velodromo di Horta. Per chi avesse bisogno di parcheggiare la propria auto, ci sono parcheggi pubblici sul lato destro, ben segnalati e chiaramente visibili (dalla Ronda de Dalt). Per chi si sposta con i trasporti urbani, la fermata Metro è la Mundet (L3), a 5 minuti di distanza dal parco; mentre i bus sono i numeri 27, 60, 73 o 76.

 

Informazioni utili:

Parc del Laberint d'Horta

Passeig dels Castanyers, 1

08035 Barcelona 

Telefono: +34  934 28 39 34

Trasporti:

Metro: Mundet (L3), a 5 minuti di distanza dal parco. Bus 27, 60, 73 o 76.

Entrata: a pagamento; domenica e mercoledì gratuita. 

Orari: Aperto sette giorni a settimana.

Gennaio e Febbraio: 10:00 – 18:00.  Marzo: 10:00 – 19:00.  Aprile 10:00 – 18:00. Maggio-Settembre : 10:00 – 21:00 Ottobre:  10:00 – 19:00.  Novembre-Dicembre:  10:00- 20:00.

 

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazione interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal

 

 

Dove si trova?

 

Torna su

Ostelli Barcellona   Ostelli Spagna   Hotel Barcellona  Hotel Spagna

Carte d'Espagne  Karte von Spanien   Mapa de España Map of Spain

Carte de Barcelone   Karte von  Barcelona   Mapa Barcelona   Map of Barcelona