Casa Calvet

Advertisement

Sei qui: Cosa vedere a Barcellona >

Casa Calvet a Barcellona

 

La Casa Calvet (1899) è una delle prime opere architettoniche di Gaudì. Alcuni l'hanno considerata il lavoro più conservatore nella carriera dell'artista. Ciononostante, troviamo elementi modernisti marcati, come la facciata curvilinea o i balconi del sottotetto, autentiche creazioni narrative. Si trova a 48 calle de Casp (tra Calle Roger de Llúria e Calle Bruc). Il piano terra è ora un ristorante. Fu commissionata a Gaudí da Juliana Pintó, vedova del produttore di tessuti (in particolare cotone) Pere Màrtir Calvet, e dai suoi figli Eduard e Pere.

 

Advertisement

Casa CalvetDoveva servire sia per la sua attività, a cui il piano terra e il sotterraneo fu dedicato, sia per l'alloggio, che si trova nei piani superiori. Nel 1900 il Comune di Barcellona assegnò a Gaudì il premio per la migliore casa dell'anno. La Casa Calvet è un omaggio al barocco catalano ed è costruita in pietra del Montjuïc, con uno splendido uso del ferro battuto sui balconi. Particolarmente interessanti il vestibolo e il piano seminterrato, oggi adibito a ristorante, dove si possono ammirare il soffitto tipicamente catalano, le colonne salomoniche di granito o gli archi con rilievi a forma di vite.

Casa CalvetGuardando la facciata della Casa Calvet, vedremo come finisce in una curva composta da tre lobi capovolti e due lobi sporgenti, coronati da una croce di ferro. Sotto i lobi rovesciati ci sono tre busti: Sant Pere Màrtir (San Pietro Martire, santo omonimo del proprietario), Sant Genís d'Arles (San Genesio) e Sant Genís de Roma (santi particolarmente importanti nel villaggio natale di Calvet). Antoni Gaudí voleva soddisfare il suo cliente riempiendo l'edificio con dettagli che facessero riferimento alla sua persona o alla sua vita, come le colonne filettate e le spire che fiancheggiano l'ingresso o la lettera "C" che corona la porta della casa.

Premio Città di Barcellona a Casa CalvetGaudí progettò la casa in stile barocco catalano, tipico del XVIII secolo, che l'architetto ammirava e che influenzò notevolmente il suo lavoro. Gaudí aveva 45 anni quando firmò il progetto (29 marzo 1898), che fu disegnato nei laboratori della Sagrada Familia di Berenguer, con l'aiuto di Joan Rubió e Juli Batllevel. Il modellista Joan Bertrán ha realizzato il modello in gesso, molto più preciso dei piani. L'architetto adottò la classica distribuzione di queste case tra le case di medie dimensioni nel "quartiere dei produttori": seminterrato per il magazzino di stoffa; piano commerciale; piano nobile, con terrazza sulla facciata posteriore, per l'abitazione del proprietario; tre piani più due o quattro appartamenti in affitto; e terrazza sul tetto in stile catalano.

Ristorante che oggi si trova nella Casa CalvetSenza che Gaudí ne avesse fatto richiesta, il Comune di Barcellona, come detto, assegnò il premio per il miglior edificio costruito a Barcellona nel 1899 alla casa Calvet, con la motivazione che "i cui contorni generali, sia esterni che interni, e i cui dettagli mostrano una personalità artistica ben definita, un buon gusto e originalità che risplendono nei prospetti, pur rimanendo nell' utile disposizione della casa sopra citata". Trovò molto ingegnosi, tra le altre cose, la scala, che amplia le reali proporzioni con il patio delle luci, e le ineguagliabili condizioni igieniche dell'edificio, in termini di ventilazione e installazione di latrine e scarichi fognari mediante sifoni.

La mitica rivista del modernismo catalano "Pèl & Ploma" si occupò a questo punto per la prima volta di Gaudí: "Violando la sua sistematica modestia, ci congratuliamo con lui". Un'altra rivista del settore, Architettura e Costruzione definì Casa Calvet come "una casa confortevole, appositamente studiata per la classe media ".

La casa Calvet (1899) fu anche la prima casa di Gaudí nel quartiere Eixample. In seguito sarebbe venute alla luce la Casa Batlló (1905) e La Pedrera (1912).

Consigliamo di visitare la casa in questo ordine: gli elementi esterni più importanti sono la facciata, la tribuna, la parte superiore della facciata e la maniglia. Gaudí progettò anche l'ingresso, la scala e l'intero interno, compresi i mobili. Il 12 giugno 1926, Gaudí venne investito proprio davanti a questa casa mentre si recava alla Sagrada Famiglia. La casa quel giorno sembrava una grande crepa nera in lutto.

 

Casa Calvet

Carrer de Casp, 48, 08010 Barcelona

Tel: +34 934 12 40 12

Quartiere: Eixample

Metro Diagonal

Accesso: a pagamento

 

Orari
dal lunedì al sabato:13–15:30, 20:30–23
domenica 13:30–15:30

 

Vedi anche: Tutte le opere di Gaudì a Barcellona.

 

Dove si trova?

 

Torna su

 

Ostelli Barcellona   Ostelli Spagna     Hotel Barcellona  Hotel Spagna

Carte d'Espagne  Karte von Spanien     Mapa de España    Map of Spain

Carte de Barcelone   Karte von  Barcelona   Mapa Barcelona   Map of Barcelona

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal