Giorno di Sant Jordi (23 aprile)

Advertisement

Giorgio di Sant Jordi a Barcellona e in Catalogna

 

Il Giorno di Sant Jordi (El día de Sant Jordi) è una sorta di giorno di San Valentino catalano. Sant Jordi è il santo patrono della Catalogna, la cui festa si celebra il 23 aprile. In questo ricorrenza è consuetudine in Catalogna per gli uomini dare alle donne una rosa rossa, e le donne invece regalano un libro agli uomini. Ecco perché si dice spesso che El día de Sant Jordi rappresenta il giorno degli innamorati per i catalani, in quanto entrambi i componenti della coppia si fanno un regalo reciproco come segno del loro amore.

 

Oggi la tradizione si è così diffusa tra le persone che non solo gli innamorati ricevono doni, ma anche i padri tendono a dare una rosa alle loro figlie o anche alle loro madri. Questa usanza deriva dalla bella leggenda di Sant Jordi. Ne parliamo qui di seguito per capire perché questa tradizione è iniziata.

Giornata internazionale del libro

Giorgio di Sant Jordi a Barcellona e in CatalognaOgni 23 aprile, le strade della Catalogna sono piene di fiori e librerie. E' consuetudine tra la gente di Barcellona a passeggiare per le strade come la Rambla o La Rambla de Catalunya per comprare il libro o una rosa lo stesso giorno. Per merito di questa usanza, il giorno di San Giorgio è stato dichiarato Giornata Internazionale del Libro dall'Unesco nel 1996. Tutto questo è stato fatto coincidere anche con il fatto  che il 23 aprile (del 1616) è anche la stessa identica data di morte di William Shakespeare e Miguel de Cervantes, da qui la dichiarazione della Giornata Internazionale del Libro.

Leggenda di Sant Jordi

La leggenda di Sant Jordi (o San Giorgio) in salsa catalana racconta che c'era un drago che spaventava la cittadina di Montblanc, situata nel sud della Catalogna. Per evitare i suoi feroci attacchi, gli fu data ogni giorno una giovane fanciulla, scelta da un sorteggio popolare. Fino a che un bel giorno, il peso del sacrificio cadde sulla principessa, che fu consegnata alla bestia. Quando stava per essere divorata, apparve Sant Jordi, un coraggioso cavaliere che combatté contro il drago e lo sconfisse, infilzando la sua spada nel cuore dell'animale e salvando così la bella principessa. Poi, dal sangue che scorreva dal cuore del drago, nacque una rosa rossa. Da qui la tradizione di dare una rosa rossa alle donne, la tradizione del libro è venuta più tardi... alcuni credono perché la principessa scrisse una poesia d'amore al signore.

Sant Jordi e Gaudì

Casa Batlló durante la giornata di Sant JordiLa leggenda di Sant Jordi e il drago ha ispirato, come è normale per molti artisti. Tra questi colpì la fantasia dell'artista più famoso di Barcellona, Antoni Gaudì che la rappresentò nell’architettura di Casa Batlló. Nella facciata di questo edificio simbolo del grande architetto si trovano infatti due specifici spazi interni. Nella terrazza dell'edificio la spina dorsale del drago prende vita attraverso le tegole di ceramica a forma di squame ed è attraversando la croce a quattro braccia evocano la spada che trafigge l'animale che simboleggia la vittoria del bene sul male. Durante questa giornata la Casa Batlló si ricopre di rose rosse.
 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Torna su

 

Ostelli Barcellona   Ostelli Spagna     Hotel Barcellona  Hotel Spagna

Carte d'Espagne  Karte von Spanien     Mapa de España    Map of Spain

Carte de Barcelone   Karte von  Barcelona   Mapa Barcelona   Map of Barcelona

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal