website
statistics
 

Palais Royal a Parigi

Sei qui: Guida di Parigi > Parigi: cosa vedere >

Palais Royal a Parigi

 

A due passi dal Louvre, oltrepassando la Rue de Rivoli e all'angolo della Place Colette, troviamo il Palais Royal, il Palazzo Reale di Parigi, nato come palazzo cardinalizio con l'allora nome di Palais Cardinal. Venne infatti costruito nel 1624 per ordine del Cardinale Richelieu, che fu anche primo ministro di Francia, su progetto di Jacques Lamercier, ma poco tempo dopo il suo completamento e alla morte del cardinale, venne lasciato al re Luigi XIII che morirà anch'egli pochi mesi dopo.

Palais RoyalVerrà quindi abitato dalla regina consorte, Anna d'Austria, e dal figlio, Luigi XIV, il re Sole. Nella seconda metà del '800 vennero aperti al pubblico gran parte dei giardini, grazie alle disposizioni di Luigi Filippo Borbone di Orléans, il quale ordinò contemporaneamente la costruzione dello splendido colonnato opera di Victor Louis. Le caffetterie e i negozi che si visitano oggi erano all'epoca già presenti, volute dallo stesso duca, anche se vennero fatti chiudere nel 1830 dal re Luigi Filippo I.

 

Palais RoyalL'intero complesso si presenta al visitatore, che può oltretutto visitarlo gratuitamente, come un'elegante struttura caratterizzata dalla Cour d'honneur (cortile d'onore), dal lungo giardino colonnato (Jardin du Palais Royal) e dalle rispettive gallerie (de Valois, de Beaujolais, de Montpensier, d'Orlèans). Al suo interno trovano attualmente sede il Consiglio di Stato della Repubblica francese (Conseil d'État), il Consiglio costituzionale (Conseil constitutionnel), il Ministro della Cultura francese e la Biblioteca Nazionale.

 

Palais RoyalIl Complesso del Palazzo Reale comprende tre istituzioni della Repubblica francese: il Consiglio di Stato, il Consiglio costituzionale, il Ministero della cultura e della comunicazione. Nei suoi edifici si trovano anche la Sala Richelieu della Comédie-Française e il Palais-Royal, vero e proprio. Un giardino molto piacevole delimitato da gallerie commerciali adorna il centro della tenuta. A sud del giardino si trova il cortile d'onore. È lì che, invece di un parcheggio, è stato costruito "Les Deux plateaux", opera di Daniel Buren. In superficie possiamo vedere colonne di marmo con strisce bianche e nere di diverse altezze, mentre nel seminterrato possiamo vedere un corpo d'acqua in movimento. La creazione di questa installazione nel 1986 ha dato luogo ad una violenta controversia estetico-politica.

 

Davanti alle colonne di Buren si trovano le "Sfere" di Pol Bury, due sculture-fontana con sfere di metallo. Risalgono allo stesso periodo. All'origine della tenuta, troviamo il Palais-Cardinal, un palazzo privato che il cardinale Richelieu aveva fatto trasformare dall'architetto Jacques Lemercier. Venduto al re Luigi XIII, fu ulteriormente modificato e divenne il Palais-Royal. La regina Anna d'Austria e il giovane Luigi XIV vi soggiornarono per un certo periodo, poi il palazzo passò nelle mani di Filippo d'Orléans, fratello del monarca. Nel 1780, uno dei suoi discendenti, Luigi Filippo d'Orléans, arricchi la tenuta con la costruzione di edifici intorno al giardino. È in questo periodo che il Palais-Royal divenne uno dei luoghi pubblici più vivaci della capitale. Ci sono parchi giochi, negozi, caffè, teatri..... Visitatatori, artisti, scrittori o oratori politici si mescolano.

 

Il Palais-Royal era anche  uno dei centri della Rivoluzione Francese. Fu invece sotto il regno di Luigi Filippo, nel 1830, che i giocatori d'azzardo e le prostitute furono cacciati dal complesso. Oggi, il giardino accoglie tranquilli passeggini e famiglie, mentre i negozi sotto i portici offrono un'ottima offerta di shopping. Al numero 17 della galleria Beaujolais si trova Le Grand Véfour, uno dei più antichi ristoranti di Parigi.

 

Indirizzo

Rue St-Honoré Paris

Area: arrondissement 1e

Metro: Palais Royal-Museé Royal, Pyramides

Accesso: gratuito

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazione interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal

 

Dove si trova?

 

Torna su

 

Ostelli Parigi   Ostelli Francia
Carte de Paris     Karte von Paris Mapa Paris    Map of Paris

Carte de France  Karte von Frankreich      Mapa Francia     Map of France

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal