Curiosità su Parigi

Advertisement

Sei qui: Parigi >

Curiosità su Parigi

 

La città delle mille luci, come è chiamata Parigi, la Ville Lumiere, vanta probabilmente i più famosi musei, monumenti e ristoranti di qualsiasi altro posto al mondo.... ma questa è solo una parte della storia. A Parigi ci sono ancora luoghi poco conosciuti dai turisti, e meno male diciamo noi. Curiosità, luoghi, personaggi ancora nascosti nell'aria 'charmant' della storica capitale francese...

Advertisement

Sapevate che...

... le Catacombe di Parigi (foto in alto) sono un famoso luogo di sepoltura conosciute ufficialmente come "Les Carrieres de Paris", che si traduce come le cave di Parigi. Risalgono alla fine del XVIII secolo e si concentrano in un vero e proprio labirinto sotterraneo che ospita da secoli le memorie dei parigini. Lungo un groviglio di gallerie oscure e corridoi stretti, il visitatore scopre una rete di tunnel sotterranei e stanze situate in quelle che erano cave di pietra calcarea in epoca romana. Le cave sono state successivamente trasformate in una sepolture funebre di massa verso la fine del XVIII secolo. La durata del tour è di circa un’ora e mezza.

 

… il Cimitero di Père-Lachaise (vedi dettaglio) è un luogo unico a Parigi, probabilmente il cimitero monumentale più conosciuto al mondo, capace di trasportare il visitatore in un mondo misterioso e affascinante, dove l’arte e la natura uniscono le forze per creare un’armonia che lenisce e invita alla contemplazione e alla meditazione. Sono in totale 33.000 le tombe elencate nell’inventario dei monumenti storici. Vi troviamo in particolare alcuni dei personaggi più famosi dell'arte, della musica, della politica e del sapere del XIX e del XX secolo: da Chopin a Géricault, a Jim Morrison a Proust e Oscar Wilde a tantissimi altri. Sono classificati come monumenti storici: il muro di Federati, la cappella costruita nel 1823 dall’architetto Etienne-Hippolyte Godde (1781-1869), la porta monumentale in boulevard de Ménilmontant realizzata da Godde nel 1825, il monumento ai morti di Bartholomé come le tombe di Héloïse e d’Abélard, la tomba di Molière, di La Fontaine e di Delille. Le diverse personalità sepolte nella necropoli dimostrano come il Père-Lachaise sia prima di tutto un giardino-pantheon. Vedi pagina in dettaglio per maggiori informazioni.

 

Advertisement

… il cimitero di Montmartre localizzato a Carrières de Montmartre venne inaugurato nel 1825. Nonostante sia di minore importanza, sono molte le somiglianze con il cimitero di Père-Lachaise: stessa realizzazione labirintica, stesse cappelle in stili e dimensioni diverse, presenza di numerose sculture, gran parte appartenenti alla seconda metà del XIX secolo e l’inizio del XX. Anche qui sono sepolte numerosi personaggi famosi di Parigi come: Hector Berlioz, Gustave Moreau, Sacha Guitry, Louis Jouvet, François Truffaut, Dalida. Qui  è sepolto l'autore del "Il Rosso e il Nero" e la "Certosa di Parma" Henry Beyle, meglio conosciuto come Stendhal che soggiornò per vent'anni in Italia. Qui è sepolto anche Emile Zola e qui è sepolto anche un personaggio italiano purtroppo dimenticato, Daniele Manin, l'uomo politico veneziano che lottò contro gli abusi dell'amministrazione austriaca nei confronti dei veneti, per il riconoscimento della libertà di stampa e fu promotore di un programma politico, economico e sociale che elevasse la dignità degli italiani. Se vi capita di essere nelle zone e avere un fiore...

… la Cripta archeologica di Nôtre Dame de Paris è una cripta realizzata per proteggere i resti scoperti durante gli scavi effettuati nel 1965 dalla Commissione Vieux Paris (Dipartimento di storia dell’architettura e archeologia). Questo spazio, il più grande nel suo genere all’epoca, fu inaugurato nel 1980. L'area fu oggetto di numerosi scavi, tra cui due importanti: il primo nel 1847, guidato da Theodore Vacquer, il secondo dal 1965 al 1967, guidato da Michel Fleury. Gli scavi hanno rivelato numerosi resti medievali e sono situati sotto il sagrato, accessibile tramite una scalinata di fronte alla cattedrale, vicino alla Questura (Prefettura de Police). La cripta è attualmente gestito dal Museo Carnavalet.

… il bunker della Gare de l’Est è nascosto sotto le entrate-uscite 2 e 3, il bunker è un ex rifugio sotterraneo in uso durante la seconda guerra mondiale contro i bombardamenti. All’interno, tutto dovrebbe essere ancora funzionante. In realtà fu utilizzato più dall’esercito tedesco, come evidenziato dalle scritte sulla parete. Più di 70 persone potrebbero vivere in questo edificio completamente ermetico. Il bunker era costituito da tre parti principali separate da porte stagne ed era presente anche un centralino telefonico.

...la Place de la Concorde è la più grande piazza di Parigi e si trova sul bordo della Senna, tra i Jardin de Tuileries e l'inizio degli Champs Elysées (8° arrondissement). L’architetto Luigi XV costruì la piazza tra il 1754 e il 1763. Il luogo fu teatro di 2.800 esecuzioni tra il 1793 e il 1795. L’obelisco situato nel mezzo della piazza fu offerto a Louis Philippe da Méhemet-Ali nel 1831; la piazza cambiò nome più volte. L’obelisco è alto 22 metri e pesa 230 tonnellate.

Torna su

...la Sainte Chapelle si trova tra il complesso del Palazzo di Giustizia e l'Ile de la Cité e fu costruita su ordine di Luigi IX re di Francia a metà del XIII secolo. Lo stile architettonico è quello del gotico radiante (in francese 'rayonnant') e fu edificata per ospitare preziosi reliquie appartenente alla Passione del Gesù: l'Immagine di Edessa (il telo di Mandylion), frammenti della corona di spine e della Vera Croce, che il re pare avesse acquistato nel 1239 dall'imperatore bizantino Baldovino II. Queste grandi testimonianze storiche non sono purtroppo arrivate fino a noi, la cappella infatti subì gravi danni alla fine del XVIII secolo durante la Rivoluzione Francese, quando il campanile e il baldacchino vennero rimossi, le reliquie disperse (anche se alcune sopravvivono come "reliquie di Sainte-Chapelle" nella chiesa di Notre Dame de Paris), e vari reliquiari, tra cui la Grand Chasse, vennero fusi.

… la chiesa di Saint Germain de Prés è la chiesa più antica di Parigi. Parte della sua struttura fu infatti edificata nel VI secolo, allorché nello stesso luogo fu fondata un'abbazia benedettina per ordine di Childeberto, figlio di Clodoveo dei Merovingi. Lo stile attuale è quello di una chiesa gotica, impreziosita da una bella vetrata colorata del XV secolo e da una torre in stile romanico del XII secolo. Si narra che nel periodo medievale la chiesa di St German des Prese era così potente, anche culturalmente e non solo come luogo di fede, che diventò una città all'interno della città.

 

Potrebbe interessarti anche leggere Strana Parigi: 20 cose da fare

...il Grande Arche de la Défense è l'emblema della Parigi futuristica, uno spettacolare edificio moderno situato nella distretto finanziario della capitale, La Defense. Venne edificato negli anni '80 su iniziativa del Presidente francese Mitterrand, che voleva un arco di trionfo attuale. L’architetto prescelto, Otto van Spreckelsen, costruì un arco di 106 metri, interamente bianco, un cubo squadrato e semplice. Le opere iniziarono nel 1985 e durarono 4 anni. Oggi, la struttura ospita numerosi uffici commerciali ed oltre 4000 dipendenti.

….la Torre di Montparnasse è il più alto grattacielo di tutta la Francia. Realizzata tra la fine del 1969 ed il 1972, la Tour Maine-Montparnesse è alta 210 metri ed offre un'incredibile vista panoramica su Parigi.

Torna su

 

 

 

… la Torre Eiffel sotto l’azione del vento, può oscillare da 6 a 7 centimetri; la cima, a causa della dilatazione termica del metallo del lato rivolto verso il sole, a seconda della temperatura ambientale, può spostarsi fino a 18cm. Tale è la magia ingegneristica dello stesso Gustave Eiffel che, anche sotto i venti più forti la sua torre oscillerà sempre solo di pochi centimetri. Non c'è pericolo che la Torre rimanga danneggiata dal movimento. Oggi, il fenomeno è misurato da un sistema laser, visualizzato in tempo reale ai visitatori.

… la Torre Eiffel è sposata? Nel 2007, l'americana Erik Eiffel, già Erika LaBrie «ha sposato» la Torre Eiffel. La 'fortunata' signora ha fondato una organizzazione per gli amanti degli oggetti inanimati. Nel 2004, incontrò la Torre per la prima volta, e fu immediata attrazione attrazione

… l'Arco di Trionfo è il simbolo dell’epoca napoleonica. Napoleone ne ordinò la costruzione nel 1806, dopo la vittoria di Austerlitz. La costruzione durò fino al 1836. Il monumento è alto 50 metri e presenta quattro sculture nella parte inferiore delle quattro colonne, a commemorare il trionfo del 1810. Nella parte superiore, sono incisi i nomi delle altre vittorie Napoleoniche e all’interno ci sono i nomi di 558 generali. I nomi sottolineati appartengono alle persone che morirono in azione. Nel monumento c’è un piccolo museo che documenta la storia e la costruzione dell’arco.

 

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.


 

Torna su

Ostelli Parigi   Ostelli Francia  Hotel a Parigi


Carte de Paris     Karte von Paris Mapa Paris    Map of Paris

Carte de France  Karte von Frankreich      Mapa Francia     Map of France

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal