Torre di Bellesguard

Advertisement

Sei qui: Cosa vedere a Barcellona >

 

Torre di Bellesguard o Casa Figueras di Gaudì  

 

Può sembrare che in una grande metropoli come Barcellona ci sia poco di più da vedere delle creazioni dell'eccentrico genio di Antoni Gaudì. E si può  passare un sacco di tempo, delle giornate intere, visitando, Casa Batllo, la Sagrada Familia, La Pedrera, Parc Guell e altre attrazioni conosciute in tutto il mondo. Ma pochi hanno sentito parlare di Torre Bellesguard, una casa meno esotica ma ancora molto interessante nel quartiere Sarria-Saint Gervasi, con ampie vedute sulla città fino al Mar Mediterraneo.

Advertisement

Torre di Bellesguard o Casa Figueras (1900 - 1909)Questo palazzo venne costruito tra il 1900 e il 1909 per il ricco amico e patrono di Gaudí Jaume Figueras ed è stato di proprietà della famiglia Guilera per 50 anni. Tre generazioni vivono ora lì e offrono audio guide o visite guidate per 7-16 euro (meno per bambini e anziani).

 

Gaudí sorprende sempre, anche con opere costruite da più di un secolo, ma che, non potendo essere visitate dal grande pubblico, sono rimaste anonime, come nel caso di Casa Figueras, meglio conosciuta come Torre Bellesguard. Senza essere così famosa come Casa Batlló o Casa Milá, questo tipo di fortezza conserva molti segreti sia all'interno che all'esterno delle sue mura, e dal 2013 per alcuni mesi ha finalmente aperto le sue porte al pubblico. L'architetto catalano rompe con la sua estetica, progettando una casa neogotica che ricorda la vecchia fortezza, carica di una forte identità catalana e senza dimenticare il suo fervore religioso.

 

Torre di Bellesguard o Casa Figueras (1900 - 1909)A prima vista, la torre di Bellesguard può sembrare opaca, senza fronzoli, anche brutta, perché associamo sempre Gaudí a forme impossibili che imitano la natura, e l'imponente pianta angolare di questo edificio alto 33 metri e largo solo 15 metri si scontra con ciò che ci aspettiamo, ma dobbiamo solo guardare un po' alla sua facciata per vedere che si tratta di un'opera all'altezza del più grande degli edifici più importanti della città.

Per esempio, la facciata è formata da pietra locale di ardesia di diverse sfumature, per conferirle un aspetto medievale; le finestre allungate sono molto simili a quelle di qualsiasi fortezza, e anche in cima ha merlature, come qualsiasi buon castello. E non finisce qui. Se guardiamo da vicino, vedremo che la facciata rappresenta la trinità più santa e qualche scena della vita di re Martino I l'Umano. Tutto è coronato dalla stella a 8 punte, emblema della casa e tipico di Gaudì, che simboleggia la stella che ha portato i Magi a Betlemme, o Venere, dea della fertilità.

 

La porta principale è l'unico elemento arrotondato e gaudiniano della facciata che ci dice cosa troveremo dopo aver superato la sua soglia. In quel momento, tutto cambia completamente, trasportandoci al centro di un patio andaluso, tale è l'interno luminoso e colorato della casa. Colonne arrotondate e traforate per dare il via alla luce, ceramiche con motivi naturali, pareti bianche infinite e persino una fontana gioiosa. Così la torre Bellesguard accoglie visitatori e inquilini.

Sorprende come le piccole finestre all'esterno facciano entrare tanta luce e come lo spirito catalano della casa non si perda mai, con dettagli in ferro battuto della leggenda di Sant Jordi sparsi per tutto l'ingresso. C'è anche un balcone della principessa come nella Casa Batllo.

 

Durante la visita guidata è possibile accedere solo all'ingresso e al sottotetto, poiché negli altri due piani, l'area un tempo nobile, la famiglia Guilera vive da oltre 70 anni, quindi bisogna salire le scale fino al sottotetto, che è a metà costruito a causa dell'improvviso taglio di bilancio, dato che la famiglia Figueras riteneva che la casa fosse già finita ma Gaudí continuò con i lavori.

Questo grande spazio è stato pensato come una sala di musica. Non avendo alcuna eco, a causa delle particolari arcate del soffitto, che servivano come prova per le costruzioni future, è una stanza ideale per ascoltare musica. Se guardiamo con attenzione, troveremo segni a matita, resti di gesso e intonaco, materiale con cui coprire le colonne e gli archi. Anche in questa soffitta semifinita ci sono elementi che conferiscono alla casa la propria identità, poiché la lampada in ferro battuto rappresenta una corona sul retro, in onore di re Martino I.

 

Resta solo il soffitto, che con i suoi corridoi e le sue finestre riprende la leggenda di Sant Jordi, raffigurante il drago trafitto dalla lancia, che è il culmine della casa coronata dalla croce gaudiniana. Da qui si gode di una splendida vista su tutta la città di Barcellona e sulla collalina di Tibidabo.

La visita alla casa termina nel seminterrato, le ex stalle, che serviva come piccolo orfanotrofio durante la guerra civile (la casa non ha mobili perché in quel periodo furono bruciati per riscaldare i rifugiati), e ora contiene una mostra sulla casa.

La casa Figueras è circondata da un giardino esuberante, dove continuiamo a trovare i dettagli dell'architetto, come le panchine magiche o i resti del muro. Anche al di fuori della tenuta ci sono elementi di Gaudí, con gli archi della gamba dell'elefante, così caratteristici del Parc Güell.

 

Insomma, la Torre Bellesguard o Casa Figueras è una sorpresa per coloro che visitano Barcellona e vogliono continuare a scoprire i tesori del modernismo, perché possiede tutto il genio di Gaudí, e senza la quantità di turisti che affollavano altre opere più centrali, essendo in grado di godere della casa e del giardino come se vivessimo in essa, anche se solo per pochi minuti.

 

Torre Bellesguard
Carrer de Bellesguard, 16, 08022 Barcelona, Spagna
Telefono: +34 932 50 40 93

 

Orario invernale, dal 1 novembre al 31 marzo: da lunedì a sabato, dalle 10 alle 15.
Orario estivo, dal 1° aprile al 31 ottobre: da lunedì a sabato, dalle 10 alle 19.
Chiuso: 1 e 6 gennaio, 25 e 26 dicembre.
Prezzi: Visita panoramica solo dall'esterno con audioguida: 7€ (ridotto 5,80€).
Visita guidata di tutta la casa: €16 (ridotto €12,80)
Bambini fino a 8 anni gratis

 

Come arrivare a Torre Bellesguard


Ci sono due principali mezzi di trasporto per raggiungere la zona di Sarrià-Sant Gervasi di Barcellona dove si trova la Torre.


Autobus
 

Da Placa de Catalunya prendere l'autobus 58 in direzione Avenida Tibidabo. Scendere alla fermata Placa Bonanova. Prendere la strada Carrer de Sant Joan de la Salle e proseguire quando la strada cambia diventando Carrer de Bellesguard. Ci vogliono meno di 12 minuti a piedi dalla fermata.

Prendete il Barcelona Bus Turistic lungo il percorso Blue Route o il Barcelona City Tour lungo il loro East Route. Da Avenida Tibidabo scendere in autobus e dirigersi a nord-ovest lungo Passeig de Sant Gervasi fino a Placa Bonanova. Da lì svoltare a destra e proseguire fino al Carrer de Sant Joan de la Salle. La strada cambia nome in Carrer de Bellesguard. Continuare a camminare fino a raggiungere Torre Bellesguard

Metro

Prendere la metropolitana linea L7 dalla stazione di Placa de Catalunya. Partenza alla sesta fermata, Avenida Tibidabo. Cercare la strada nord-est del Passeig de Sant Gervasi. Proseguire su questa strada fino a raggiungere Placa Bonanova. Girare a destra su Carrer de Sant Joan de la Salle e proseguire fino a quando la strada diventa Carrer de Bellesguard. Dopo pochi minuti si raggiunge la porta d' ingresso al parco della Torre.

Vedi anche: Tutte le opere di Gaudì a Barcellona.

 

Dove si trova?

 

Torna su

 

Ostelli Barcellona   Ostelli Spagna     Hotel Barcellona  Hotel Spagna

Carte d'Espagne  Karte von Spanien     Mapa de España    Map of Spain

Carte de Barcelone   Karte von  Barcelona   Mapa Barcelona   Map of Barcelona

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal