COSA VEDERE A ROMA

Adv.

Cosa vedere a Roma - 40 luoghi interessanti da non perdere

 

  1. Basilica di San Pietro

  2. Il Campidoglio

  3. Castel Sant Angelo

  4. Galleria Borghese

  5. Foro romano

  6. Il Vaticano

  7. Musei a Roma

  8. Musei Vaticani

  9. Il Quirinale

  10. Altare della Patria (detto anche il Vittoriano)

  11. Pantheon

  12. Villa Farnesina

  13. Terme di Caracalla

  14. Cimitero Acattolico di Roma

  15. Via Appia

  16. Basilica di Santa Maria in Aracoeli

  17. Arco di Costantino

  18. Basilica di San Clemente

  19. Basilica di Santa Maria in Trastevere

  20. Basilica di Santa Maria Maggiore

  21. Basilica di San Giovanni in Laterano

  1. Chiesa di Sant'Agnese in Agone

  2. Catacombe di Domitilla

  3. Catacombe di San Callisto

  4. Circo Massimo

  5. Colosseo

  6. Fontana di Trevi

  7. Piazza di Spagna

  8. Piazza Navona e mercato

  9. Foro romano

  10. Fori imperiali

  11. Fori Romani e Palatino

  12. Villa Adriana

  13. Museo Nazionale Etrusco

  14. Palazzo del Quirinale

  15. Musei Vaticani e Cappella Sistina

  16. Cappella Sistina

  17. Roma romantica

  18. Scuderie del Quirinale

  19. Roma con i bambini

  20. Visita guidata di Roma

 

Sono così tante le attrazioni e i monumenti da vedere a Roma che non basterebbero 1000 pagine per elencarli tutti. Michelangelo è riuscito a dipingere l'anima di questa grande città, Fellini ne ha immortalato la Dolce Vita e Audrey Hepbun ha visitato i suoi simboli più veri, a bordo di una vespa, con l'entusiasmo innocente di una giovane ragazza. Roma è una città incredibile, nel senso letterario del termine, ogni volta che la si visita alcuni luoghi sembrano provenire da un "altrove" letterario, artistico e anche cinematografico.

Cosa vedere a RomaMa sono realtà e non si si stanca mai di meravigliarsi. Gli antichi monumenti della città sono il costante richiamo a un grande passato, di quando la città era il centro della civiltà occidentale, l'ombelico del mondo occidentale, per dirla con Jovanotti. Nel periodo di massimo splendore dell'Impero Romano, tutte le strade portavano a Roma, e a ragione. Roma è stata una delle prime città cosmopolite nella storia del mondo, dal suo esempio sono nate tutte le altre grandi metropoli europee, tra tutte Londra e Parigi. L'eredità lasciata ai posteri è immensa, un patrimonio d'arte, architettura e ingegneria unico al mondo. Andiamo a conoscere la grandezza di questa città, elencando le sue attrazioni e monumenti principali.

Altare della Patria (detto anche il Vittoriano)

Piazza Venezia

Vittoriano - Altare della PatriaUno dei monumenti più rappresentavi di Roma è anche uno dei più recenti. Non è frutto di un'antica architettura, come forse qualcuno ha avuto modo di pensare, bensì di un progetto iniziato nel 1878, alla morte di Vittorio Emanuele II, il primo re della nuova Italia unita. Il monumento è infatti dedicato a lui, uno dei padri della Patria, e all'intero trionfo del Risorgimento italiano. Il nome ufficiale del grande monumento è il Vittoriano; l'Altare della Patria è infatti la parte alta della scalinata, e quella più nota dell'intero complesso, sede del 'milite ignoto'. A caratterizzarlo sono anche le statue rappresentanti le regioni italiane, corrispondenti alle colonne, sedici per l'esattezza (tante quante erano nel periodo della sua costruzione). Sono rappresentate anche alcune città italiane, rese celebri dalla storia. Colpiscono in particolare le statue create a rappresentare i valori della patria italiana e cioè: il Pensiero, l'Azione, il Sacrificio, il Diritto, la Forza e la Concordia...Continua a leggere sul Vittoriano.

Torna su

Pantheon

Piazza della Rotonda

PantheonIl Pantheon è uno dei più importanti e conosciuti monumenti di Roma, commissionato da Marco Agrippa durante il regno di Augusto come un tempio per tutti gli dèi romani, e ricostruito dall'imperatore Adriano intorno al 126 d.C.  Benché la nuova struttura risultasse molto diversa da quella originale l'imperatore Adriano volle che sulla facciata fosse apposta un'iscrizione latina che tradotta significa "Lo costruì Marco Agrippa, figlio di Lucio, console per la terza volta". L'edificio è circolare con un portico di grandi colonne  corinzie in granito (otto nella facciata e due gruppi di quattro ai lati del frontone). Un vestibolo rettangolare collega il portico alla rotonda, che è sotto una cupola di cemento a cassettoni, con un'apertura centrale aperta (oculo) al cielo...Continua a Leggere: Pantheon.

Torna su

Villa Farnesina

Sala delle ProspettiveIl Palazzo di Villa Farnesina fu costruito tra il 1505 e il 1511 a Trastevere per il banchiere Agostino Chigi. Era una zona bassa, vicino al fiume Tevere, dove un tempo crescevano i frutteti e i vigneti di Giulio Cesare. Si ritiene addirittura che Cleopatra vi abbia soggiornato (nella zona) segretamente durante la sua visita a Roma con suo figlio Cesarione. La villa è un esempio perfetto del Rinascimento romano: la Loggia di Amore e Psiche come continuazione dei meravigliosi giardini, la Loggia Galatea...Continua a leggere su Villa Farnesina,

Torna su

Terme di Caracalla

Via delle Terme di Caracalla 52

Terme Caracalla - RomaLe Terme di Caracalla sono uno dei più grandi e meglio conservati complessi termali dell'antichità. Circondate oggi da alberi e da una atmosfera calma e serena, erano tutt'altro che tranquille nel periodo del loro massimo splendore. Si pensi a quanta frenesia si poteva vedere su un'estensione di 10 ettari di terreno, che poteva accogliere 1600 persone e comprendeva anche botteghe, giardini, biblioteche e attrezzature sportive. Volute da Settimio Severo, furono inaugurate, probabilmente nel 216 d.C. sotto il regno del figlio, Marco Aurelio Antonino Bassiano detto Caracalla...Continua a Leggere: Terme di Caracalla.

Torna su

Cimitero Acattolico di Roma

Cimitero Acattolico di RomaIl Cimitero acattolico di Roma, sorto nel 1720, ma ampliato successivamente, si estende lungo le Mura Aureliane e sotto la Piramide di Caio Cestio nel quartiere di Testaccio. È diviso in due zone, la più antica, pianeggiante, con prati separati da vialetti, e quella più recente, ottocentesca, formata da un piccolo declivio. Vi sono sepolti Antonio Gramsci, il pittore Enrico Coleman, John Keats, Percy Bysshe Shelley, Carlo Emilio Gadda, Emilio Lussu, Miriam Mafai, Julius Goethe figlio di Wolfgang e numerosi altri personaggi della cultura, uomini politici, attori...Continua a Leggere: Cimitero Acattolico di Roma.

Torna su

Via Appia

Via Appia - RomaVogliamo citare brevemente almeno una delle più grandi opere di ingegneria civile dell'Epoca romana, che da Roma si protrae oltre i suoi confini urbani. La Via Appia da più di duemila anni unisce Roma a Brindisi, e nel suo tragitto romano è costeggiata da monumenti importanti, come il Circo di Massenzio e la Tomba di Cecilia Metella. La strada è anche conosciuta per le sue catacombe, gallerie sotterranee di diversi chilometri scavate nella roccia di tufo, nelle quali si ritrovavano e venivano sepolti i primi cristiani di Roma. Fu la prima e la più importante tra le grandi strade costruite dagli antichi Romani. Chiamata a buon diritto la "regina viarum", la via venne edificata alla fine del IV secolo a.C. per permettere una diretta e rapida comunicazione tra Roma e Capua. A costruirla fu Appio Claudio Cieco, censore e politico romano che le diede il nome. Il percorso totale originario era di 195 km, percorribile in circa cinque giorni di viaggio. Venne estesa fino a Benevento e quindi Brindisi in un percorso di circa 13 giorni di tempo. La Via Appia si può ammirare ancora oggi, dopo varie ristrutturazioni nel corso della storia, in alcuni tratti del suo percorso, immersa in un affascinante paesaggio naturale.

Torna su

Basilica di Santa Maria in Aracoeli

Basilica di Santa Maria in AracoeliRoma ci sono chiese di una bellezza incredibile, da togliere il fiato. Se vi capita di passeggiare vicino alla collina del Campidoglio, non mancate di visitare la Basilica di Santa Maria in Aracoeli. Io ci sono andato l'ultima volta  lo scorso dicembre, insieme alla mia famiglia, una domenica pomeriggio. Da sotto stupisce l'ampia scalinata tra la mole del monumento a Vittorio Emanuele II (il Vittoriano) e gli ampi gradini che conducono a Piazza del Campidoglio...Continua a leggere sulla Basilica di Santa Maria in Aracoeli.

Torna su

Galleria Borghese

Piazza Scipione Borghese 5/via Pinciano

Galleria BorgheseLa Galleria Borghese è ospitata nella Palazzina Borghese, una villa patrizia seicentesca, voluta dal cardinale Scipione Borghese, della potente e principesca famiglia  romana nipote di papa Paolo V (1605-1621). La villa e la palazzina sorsero agli inizi del '600 fuori delle mura Aureliane, tra la Porta Pinciana e la distrutta Porta Salaria, in una zona allora occupata da orti e vigne. La costruzione venne affidata da Scipione Borghese a Flaminio Ponzio e poi al Vasanzio: l'opera fu realizzata tra il 1613 e il 1614 ed è un ottimo esempio di villa di una grande famiglia romana degli inizi del XVII sec. Quello che era iniziato come un desiderio visionario del cardinale Scipione Caffarelli Borghese (nipote di papa Paolo V) nel 1605, da un vigneto di famiglia, divenne uno dei giardini più belli ed estesi di Roma. Un giardino alternato da piante esotiche, fontane, statue in stile classico, un posto 'da vedere' già nel XVII secolo, uno dei giardini barocchi più belli d'Europa. Oggi, Villa Borghese è stata rinominata 'parco delle arti' per via delle collezioni artistiche in mostra al suo interno con le varie Galleria Borghese, Museo Carlo Bilotti, Galleria d'arte Moderna, Villa Giulia e la Casa del Cinema. In particolare, l'antica Galleria Borghese, inaugurata nel Seicento dallo stesso cardinale Borghese, e conosciuta anche come Casino Borghese, ospita capolavori del Tiziano, Bernini, Raffaello, Caravaggio, Perugino, Rubens, Veronese, Giorgione, Carpaccio, Antonello da Messina, tra i tanti...Continua a leggere sulla Galleria Borghese.

Arco di Costantino

Piazza del Colosseo

Arco di Costantino - RomaSituato proprio alle spalle del Colosseo, il grande Arco di trionfo di Costantino è stato l'ultimo dei grandi monumenti dell'antica Roma ad essere eretto in città, poco prima dell'abbandono di Bisanzio. Venne costruito nel 315 d.C., per commemorare la Battaglia di Ponte Milvio contro i Marco Aurelio Massenzio. Ad oggi, rimane l'arco trionfale romano meglio conservato nella storia e si caratterizza non solo per la sua grande dimensione e per le tre fornici, le sottoarcate di passaggio, ma anche per le straordinarie decorazioni scolpite.

Torna su

Basilica di San Clemente

Via Labicana 95

Area: San Giovanni in Laterano (piazza San Clemente)

Basilica di San Clemente - RomaNon lontana dal Colosseo, la Basilica di San Clemente non è solo una semplice chiesa romana. Siamo di fronte ad uno dei più grandi testimoni della storia cristiana di Roma. Nel IV secolo d.C., fu qui costruita una chiesa sopra un edificio residenziale del I secolo, accanto al quale sorgeva un tempio pagano dedicato a Mitra (il dio sole). Nei suoi misteriosi sotterranei è possibile ammirare degli affreschi del IX secolo, rimasti intatti alla distruzione operata dai Normanni nel XII secolo. Nello stesso secolo venne costruita una nuova chiesa, quella attuale, caratterizzata dalla Cappella di Santa Caterina di Alessandria, dal mosaico dell'abside e dagli affreschi di Masolino da Panicale, pittore toscano del Rinascimento.

Torna su

Basilica di Santa Maria in Trastevere

Facciata Basilica di Santa Maria in TrastevereUna delle chiesa più antiche di Roma, se non la più antica è la Basilica di Santa Maria in Trastevere, sorge sulla omonima piazza e il cuore dell'omonimo rione. Fu con ogni probabilità  il primo luogo ufficiale dove si professò il culto cristiano edificato a Roma e sicuramente il primo dedicato al culto della Vergine. La sua storia architettonica attraversa un periodo che va dal III secolo, per giungere, tra aggiunte, rifacimenti e restauri fino al XIX secolo quando, con gli interventi voluti dal Vespignani fu ripristinato lo stile medievale...Continua a leggere sulla Basilica di Santa Maria in Trastevere.

 

 

Torna su

Basilica di Santa Maria Maggiore

Piazza Santa Maria Maggiore

Area e metro: Termini

Basilica di Santa Maria Maggiore - RomaLa grande basilica di Santa Maria Maggiore venne costruita da papa Liberio, nel 358 a.C. e per questo anche nota come Basilica liberiana. La basilica è una delle quattro grandi chiese papali di Roma (insieme a San Giovanni in Laterano, San Pietro, San Paolo Fuori le Mura) e si apprezza in particolare per i mosaici della navata centrale, nel noto soffitto a cassettoni. Si ammirino in particolare anche la trecentesca Cappella Sforza, eseguita su disegno di Michelangelo Buonarroti e la Cappella Sistina (da non confondere con quella del percorso dei Musei Vaticani) costruita nel XVI secolo, da Domenico Fontana, nel cui centro è custodita la reliquia della Sacra culla, una delle prime sacre rappresentazioni della culla del bambino Gesù. Di Flaminio Ponzo è invece il progetto della costruzione della Cappella Paolina, in stile Barocco. Nella chiesa sono custodite le spoglie del grande architetto Gian Lorenzo Bernini.

Torna su

Basilica di San Giovanni in Laterano

Piazza San Giovanni in Laterano

Basilica di San Giovanni in Laterano - RomaQuesta chiesa, conosciuta anche come Arcibasilica Laterana, è la Cattedrale di Roma, sede ecclesiastica ufficiale del Papa e la più antica basilica d'Occidente, madre di tutte le chiese di Roma e quindi del mondo. La struttura originaria venne costruita nel IV secolo d.C. dall'imperatore Costantino, ma subì nel tempo gravi vicissitudini, e per questo venne ricostruita svariate volte. L'attuale edificio si caratterizza per la facciata settecentesca opera di Alessandro Galilei, che presenta quindici grandi statue di Cristo, Giovanni Battista e Giovanni l'evangelista e i 12 dottori della chiesa. Della chiesa originaria rimangono il battistero, un mosaico restaurato del XIII secolo, nell'abside, un frammento di affresco attribuito a Giotto, un baldacchino in stile gotico presente sopra l'altare principale. A due passi, è situato il Santuario della Scala Santa, che secondo la tradizione ospita i 28 gradini in marmo un tempo appartenenti alla villa di Ponzio Pilato a Gerusalemme. Secondo la tradizione cristiana, questi stessi gradini furono calpestati da Cristo il giorno in cui venne portato davanti a Pilato.

Torna su

Chiesa di Sant'Agnese in Agone

Facciata Chiesa di Sant’Agnese in Agone a RomaCamminando lungo via dei Canestrari, lungo una strada tipica del centro di Roma, si può immaginare quello che si trova dietro l'angolo. Come sarà l'atmosfera di Piazza Navona oggi, ci saranno molte persone? La cupola della Chiesa di Sant'Agnese in Agone avrà il suo magnifico ambiente azzurro intenso o forse sarà circondata da piccole nuvole? A volte, il cielo acciottolato sopra la piazza forma un affascinante arazzo che incornicia gli edifici circostanti. Guardando il cielo dal basso, di fronte al portale di Sant'Agnese, il suo profilo provoca molte suggestioni...Continua a leggere sulla Chiesa di Sant'Agense in Agone.

Torna su

 

Castel Sant'Angelo

Lungotevere Castello

Metro: Ottaviano e San Pietro

Il castello sulla riva del Tevere fu costruito nel II secolo come mausoleo dell'imperatore Adriano e continuò ad essere mausoleo imperiale fino all'imperatore Caracalla. Durante il Medioevo la costruzione fu adibita a fortezza e venne collegata al Vaticano da un passaggio segreto sotterraneo, utilizzato dai pontefici per sfuggire a visitatori indesiderati (è il caso per esempio del periodo di saccheggio di Roma da parte di Carlo V e delle sue truppe (i Lanzichenecchi) nel 1527. Da XIV secolo divenne residenza papale e nel XIX secolo fu utilizzato come carcere, caserma e infine come museo. Tra i suoi prigionieri più famosi vi fu Giuseppe Balsamo, meglio conosciuto come conte di Cagliostro, il filosofo frate domenicano Giordano Bruno ed il cardinale Giovanni Battista Orsini. Il grande edifico oggi ospita mostre d'arte temporanea, anche se il vero piacere di una visita al Castel Sant'Angelo è quello di salire la rampa di scale a spirale fino alle terrazze superiori, da dove è possibile ammirare uno splendido panorama sulla città ed oltre. Leggi il nostro appronfondimento su Castel Sant Angelo .

Torna su

Catacombe di Domitilla

Via delle Sette Chiese, 283

Catacombe Domitilla - RomaSita nell'antico 'praedium Domitillae' della famiglia di Flavia Domitilla, moglie di un console romano, fatta segregare all'isola di Ponza per la sua fede. La catacomba di Domitilla sono tra le più antiche catacombe di Roma. All'entrata si accede attraverso la chiesa dei SS Nereo e Achilleo, del IV secolo, e da subito ci si accorge dell'eccezionale esclusiva posseduta da questo antico luogo: un incredibile affresco dell'Ultima Cena, del II secolo e le ossa di alcuni resti umani, il resto è stato svuotato, come spesso avviene nelle altre catacombe, per ornarne gli ossari nelle chiese cristiane.

Torna su

Catacombe di San Callisto

Via Appia Antica 78

Catacombe San Callisto - RomaQueste sono le catacombe più grandi ed estese di Roma, 29 km di tunnel. Tra i tanti vi furono sepolti nove pontefici e decine di migliaia di martiri cristiani. Dal III secolo, l'area divenne il cimitero ufficiale della Chiesa di Roma. Si noti anche la cripta di Santa Cecilia, dove probabilmente vi fu sepolta la santa patrona della musica prima d'essere trasferita nell'attuale chiesa di Trastevere.

Torna su

Circo Massimo

Via dei Cerchi/via del Circo Massimo

Circo Massimo - RomaCiò che i romani chiamavano un "circo" fu in passato una grande arena (la più antica) circondata da gradinate su tre o quattro lati, utilizzata soprattutto per gli sport. Il circo si trova in una valle formata dal Palatino a sinistra e dall'Aventino a destra. Insieme al Colosseo, è stata la struttura più imponente nella Roma antica, situata in uno dei quartieri più esclusivi. Le ultime partite furono svolte nel 549 d.C. per ordine di Totilla dei Goti, che aveva sequestrato a Roma nel 547 e si affermò come imperatore. Dal colle Palatino è ancora possibile visualizzare la base piatta della lunga, erbosa pista, e le pareti inclinate, come quelle delle tribune di uno stadio. Recenti scavi hanno anche portato alla luce un mitreo dal I secolo a.C., luogo di culto dell'antica Roma.

Torna su

Colosseo

Colosseo - RomaIl l Colosseo è il monumento più conosciuto e famoso della Roma antica. Tanto famoso da essere il simbolo più conosciuto della capitale e dell'Italia. Un'antica profezia del VIII secolo (del venerabile Beda) diceva " Finché esisterà il Colosseo, esisterà Roma, quando cadrà il Colosseo cadrà anche Roma; quando cadrà Roma, cadrà anche il mondo". Eppure questo grande, grandissimo anfiteatro non è di certo il monumento più antico di Roma, nonostante stia per raggiungere i 2000 anni storia. Vespasiano ordinò la costruzione di quello che correttamente si chiama Anfiteatro Flavio, nel 2 d.C., inaugurato poi dall'imperatore Tito nell'anno 80 d.C...Continua a leggere sul Colosseo.

Torna su

Fontana di Trevi

Piazza di Trevi

Metro: Barberini

Fontana di TreviDagli anni '50 in poi la Fontana di Trevi è diventata uno dei simboli più conosciuti ed eclatanti della nuova Roma e Italia del boom. Erano gli anni della Dolce Vita, quelli ripresi dall'abile occhio artistico di Federico Fellini, quelli personificati dalla bellezza prorompente di Anita Ekberg e dal fascino tutto italiano di Marcello Mastroianni. Oggi, questo bel gioiello Barocco appoggiato sul lato del Palazzo Poli, è parte obbligata di qualsiasi itinerario turistico (e non). La costruzione ha origine dal progetto di Nicolò Salvi, completato nel 1762. L'acqua a quei tempi veniva fornita da un acquedotto romano del II secolo a.C. L'unico acquedotto romano sotterraneo ad attraversare l'intera città Roma. Nel 1570 il papa Pio V fece ripristinare e restaurare l'acquedotto ma fu appunto solo con Papa Clemente XII, nel 1732, che vennero ordinati i lavori per celebrare la parte finale dello stesso acquedotto, gli stessi che crearono l'odierna fontana. Nessuno ricorda quando ebbe inizio l'usanza di lanciare le monetine nella fontana (il comune di Roma dispone che i soldi raccolti nelle sue acque siano destinati alla Caritas)...Continua a leggere sulla Fontana di Trevi.

Torna su

Piazza di Spagna

Metro: Spagna

Piazza di Spagna - Trinità dei Monti - RomaQuella che prende il nome dall'Ambasciata di Spagna al Vaticano è diventata famosa per la sua scalinata, quella della Chiesa della Trinità dei Monti. Certo questi famosi gradini potevano anche essere francesi invece che spagnoli, vennero infatti completati nel 1725 da Etienne Gueffier, per l'appunto francese, per ordine di un re francese. L'area è sempre molto affollata da turisti e locali che amano sedersi lungo la scalinata panoramica. In primavera, in particolare, i gradini sono decorati con le enormi azalee e diventano scenario principale di numerose sfilate della moda. Ai piedi della scalinata è situata la famosa fontana di Gian Lorenzo Bernini, la Barcaccia (1627). Una curiosità: in Piazza di Spagna, al n. 26, nel museo dei poeti Keats e Shelley, pare che vaghi lo spirito di John Keats, che qui visse prima della sua morte.

Torna su

Piazza Navona e mercato

Piazza Navona - RomaCentrata sulla composizione di marmo della fontana dei Quatto Fiumi del Bernini, la piazza Navona è ancora oggi il fulcro del Centro Storico di Roma. La piazza deve la sua fisionomia ad un antico stadio di atletica costruito dall'imperatore Domiziano nel I secolo d.C. Nel suo lato occidentale è circondata dalla facciata del Borromini della chiesa di Sant'Agnese in Agone e dall'adiacente Palazzo Pamphili, costruito nel 1644-1650. La fontana centrale, terminata nel 1651, è uno dei capolavori più stravaganti del Bernini. Le sue figure rappresentano i fiumi dei quattro continenti conosciuti al momento, il Gange in Asia, il Nilo in Africa, il Danubio in Europa e il Rio della Plata nelle Americhe. La piazza ospita un mercato all'aperto, storica tradizione della città.

Torna su

Fori Imperiali

Via dei Fori Imperiali

Metro: Colosseo

Fori Imperiali - RomaLe importanti rovine dei Fori Imperiali, costituiscono una serie di piazze e monumenti dell'antica Roma, uno spazio pubblico (foro, per l'appunto), il centro politico, religioso ed economico dell'antica Roma. I fori Imperiali vennero edificati nel corso del I secolo a.C. e del I secolo d.C. Ne fanno parte i resti della Colonna Traiana (così ben conservata e dedicata alla conquista della Dacia da parte dell'imperatore Traiano), della Basilica Ulpia (un tempo la più grande basilica di Roma), il Foro di Traiano vero e proprio, che un tempo ospitava probabilmente anche l'Arco di Traiano (ma del quale non si ha traccia), il Foro di Cesare (del 46 a.C.), il Foro di Augusto (dell'anno 2 a.C.), il Foro di Nerva, il Tempio di Minerva, il Tempio di Marte, i Mercati Traianei. Il Foro Romano (detto anche Forum Magnum) non è parte del complesso dei Fori Imperiali, nonostante siano ambedue vicini, quest'ultimo era infatti situato nella valle compresa tra il Palatino ed il Campidoglio e la cui edificazione è molto più antica.

Torna su

Fori Romani e Palatino

Largo Romolo e Remo

Metro: Colosseo

Fori Romani - RomaAttraversati dall'antica Via Sacra, i Fori Romani vennero costruiti intorno al VI secolo a.C., se si considerano i monumenti arcaici del Comizio, la più antica sede politica della Roma antica. Fu proprio nell'area conosciuta come Lapis niger, che è stata rinvenuta la più antica iscrizione latina conosciuta; questo stesso luogo, secondo la leggenda è stato testimone della morte di Romolo. Il foro venne costruito su un terreno paludoso, tra i colli del Palatino ed il Campidoglio, e fiorì come il centro più importante della vita pubblica romana, prima di trasferire il proprio prestigio ai Fori Imperiali. Sono tantissime le rovine dei monumenti antichi, troviamo quelle di antiche basiliche (Basilica Emilia, Basilica Porcia, Basilica Opimia, e altre), curie, archi, colonne, templi, carceri, fontane... la Roma antica risiedeva qui. Durante i primi anni della Repubblica romana, lo spazio era allestito da negozi e templi, accompagnati e a volte sostituiti da tribunali e altri edifici pubblici dalle grandiose decorazioni. Esaurito lo spazio originario, vennero costruiti i Fori Imperiali. Il Foro Romano rimase tuttavia il simbolo dell'Impero e continuò ad essere abbellito fino al IV secolo d.C., dopo di che cadde vittima di saccheggi e distruzioni varie. Gli scavi archeologici iniziarono solo nel XVIII secolo, nel periodo in cui vi fu una nuova scoperta per la storia classica europea. Si concentri la visita su alcune parti della grande area, in particolare per esempio ad ovest della Via Sacra, verso il grande arco, un attimo prima, sulla destra, troverete i resti della Curia, costruita da Giulio Cesare: questa era la sede principale del Senato romano. Alla sinistra dell'arco, è invece possibile scorgere i resti di una roccia cilindrica, con alcuni gradini in marmo: questa era la famosa 'urbus umbilicus', il centro di Roma e di tutto l'Impero Romano.

Torna su

Villa Adriana

Area: Tivoli

Villa Adriana - RomaA pochi chilometri da Roma, a Tivoli, l'imperatore Adriano, nel II secolo d.C., edificò una delle più grandi e belle ville mai costruite prima. Riempì tutto lo spazio disponibile di meraviglie architettoniche, le stesse che ebbe modo di conoscere durante i suoi numerosi viaggi. Vennero eretti teatri, terme, templi, giardini con fontane. La villa nei secoli fu esposta a tante barbarie, anche se oggi, alcune delle sculture originarie sono custodite nei musei di Roma. Per conoscere la grandiosità della villa di un tempo, date uno sguardo al modello in plastico dell'ingresso principale all'area archeologica. Dal 1999 è anch'essa parte dell'UNESCO.

Torna su

Museo Nazionale Etrusco

Villa Giulia

Piazzale Villa Giulia 9

Museo Nazionale Etrusco - RomaGli etruschi, uno dei popoli più antichi d'Italia, sono noti non solo per il mistero che ancora li circonda ma anche per la loro arte sofisticata. In eredità, in questo museo, ci hanno lasciato sarcofagi, sculture in bronzo, vasi in terracotta, gioielli. Non mancate di visitare questo museo, di sicuro uno dei più importanti di Roma.

 

Torna su

Palazzo del Quirinale

Piazza del Quirinale

Metro: Barberini

Quirinale - RomaPrima di diventare residenza ufficiale del Presidente della Repubblica, il Palazzo del Quirinale è stato anche residenza reale dei Savoia e residenza papale. Le sue origini sono rinascimentali, alla sua costruzione vi parteciparono quasi tutti i più grandi nomi dell'architettura italiana (Cortona, Fontana, Fuga, Maderno, Pannini, Reni, tra gli altri), anche se sono tantissime le associazioni all'antica Roma: si notino per esempio le colossali statue dei Dioscuri della fontana della piazza, l'obelisco egiziano originario del Mausoleo di Augusto ed altre antiche testimonianze. La visita agli interni è d'obbligo, ricchi di importanti collezioni artistiche, tra arazzi, dipinti, statue, porcellane e arredi vari. Non si manchi la visita alle cosiddette 'Scuderie del Quirinale (dette anche Scuderie Papali), costruite in origine per i cavalli del papa e poi trasformate in una galleria d'arte di grande valore per mostre temporanee. I giardini del Quirinale sono ugualmente famosi e grazie alla conformazione del 'colle', vanno a costituire una sorta di 'isola' sopraelevata su Roma... Continua  a leggere l'approfondimento  sul Quirinale .

Torna su

Musei Vaticani e Cappella Sistina

Città del Vaticano

Musei Vaticani - RomaNon sono pochi coloro che arrivano a Roma esclusivamente per ammirare una delle collezioni artistiche più grandi del mondo. Un gigantesco archivio storico e artistico dell'epoca antica e del Rinascimento, racchiuso in una labirintica serie di palazzi riccamente ornati, tra appartamenti, corridoi, gallerie, cappelle, in un percorso che arriva infine al vero gioiello di questa inusuale collezione: la Cappella Sistina. I musei Vaticani occupano una parte dei palazzi papali costruiti a partire dal XIII secolo ed impossibile visitare tutto questo concentrato d'arte in un solo giorno, non mancate tuttavia i seguenti: appartamenti Borgia, Museo Chiaramonti, Collezione d'Arte Moderna religiosa, Museo Egizio Gregoriano, Galleria delle Carte Geografiche, Museo Etrusco Gregoriano, Museo Missionario Etnologico, Pinacoteca Vaticana, Loggia di Raffaello, Museo di Pio Clementino, Stanze di Raffaello, Biblioteca Vaticana, Cappella Sistina. Leggi anche l'approfondimento dedicato al Vaticano  e ai musei Musei Vaticani

Torna su

Cappella Sistina
Cappella Sistina - RomaLa Cappella Sistina venne così chiamata perché costruita  in epoca rinascimentale dall'architetto Giovanni dei Dolci per conto di Papa Sisto IV, tra il 1475 ed il 1481. Guardandola e cercando di decifrarla la cappella si presenta come un rettangolo molto grande (40 m per 13 m), con una volta molto alta (21 m) e senza ornamenti architettonici, coro, cappelle laterali o transetto. Niente distrae l'occhio dalla decorazione pittorica, una delle più grandi opere d'arte nella storia dell'umanità...Continua a leggere sulla Cappella Sistina.

Torna su

Roma romantica

Roma romanticaLeggete la storia di viaggio di una nostra amica nella capitale, una versione romantica di Roma, vissuta mano nella mano con il suo amore, con il naso per aria a meravigliarsi dei tesori di Roma e il cuore in festa per poterli apprezzare con il proprio compagno.  ♥ Roma romantica

 

Roma con i bambini

Visita con i bambini alle Scuderie del Quirinale e  Bambini al Museo Explora di Roma.

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazioni interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ce ne offri due), così ci aiuterai a scrivere la prossima guida:  Paypal

 

 

 

 

Torna su

 

Ostelli Roma  Ostelli Italia

Carte de Rome     Karte von Rom   Mapa Roma    Map of Rome

Carte Latium     Karte von Latium  Mapa Lazio     Map of Lazio

Carte d'Italie  Karte von Italien  Mapa Italia   Map of Italy

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal