101 domande risposte su Berlino - dalla 22 alla 41

Advertisement

Sei qui: 101 domande e risposte su Berlino >

101 domande risposte su Berlino - dalla 22 alla 41

 

101 domande e risposte su Berlino (Prima parte 1-21)

101 domande e risposte su Berlino (Seconda parte 22-41)

101 domande e risposte su Berlino (Terza parte 42-61)

101 domande e risposte su Berlino (Quarta parte 62-81)

101 domande e risposte su Berlino (Quinta parte 82-101)

 

 

 

  1. Quali film sono stati girati a Berlino?

  2. Quali sono i migliori libri ambientati a Berlino?

  3. Cos'è l'Isola dei Musei?

  4. Cos'è la Fernsehturm?

  5. Cosa sono gli Hackesche Höfe?

  6. Dove si trova l'antico cimitero ebraico di Berlino?

  7. Dove si trova l’Istituto Italiano di Cultura di Berlino?

  8. Quanti turisti visitano, in media, ogni anno Berlino?

  9. Dove ha vissuto David Bowie a Berlino?

  10. Come si chiama il fiume di Berlino?

  11. Quando è avvenuto il Blocco di Berlino?

  12. Quali sono le vie dello shopping di Berlino?

  13. Quali sono i migliori souvenir da comprare a Berlino?

  14. Da dove si può godere la migliore vista di Berlino?

  15. Qual è il periodo migliore per visitare Berlino?

  16. Quali sono i migliori mercati dell'usato di Berlino?

  17. Chi disse e quando Ich bin ein Berliner?

  18. Consigli pratici prima di visitare Berlino?

  19. Come si chiama la birra tipica di Berlino?

  20. Qual è il ristorante più antico di Berlino?

Advertisement

 

22 Quali film sono stati girati a Berlino?

 

Quali film sono stati girati a Berlino?Berlino dalla nascita stessa del cinematografo è stata un centro molto importante per il cinema europeo e per l'industria cinematografica tedesca. E' la base di più di 1000 società di produzione cinematografica e televisiva e ci sono oltre 270 sale cinematografiche. Trecento coproduzioni nazionali e internazionali sono girati nella regione ogni anno, tra cui l'intera quinta serie di Homeland. Gli storico Studios Babelsberg e la società di produzione UFA si trovano poco fuori Berlino a Potsdam. La città è anche sede della European Film Academy e della German Film Academy, e ospita l'annuale Festival di Berlino, considerato uno dei più grandi festival del cinema al mondo. L'elenco dei film girati a Berlino è molto lungo, si parte dai classici come Il dottor Mabuse di Fritz Lang del 1922 e L'ultima risata di Friedrich Wilhelm...Continua a leggere sui Film girati a Berlino.

Torna su



23. Quali sono i migliori libri ambientati a Berlino?


Berlin Alexanderplatz di Alfred DöblinCome è prevedibile anche i libri ambientati in questa città sono una moltitudine. La storia della città e la storia europea, con le vicissitudini del nazismo, della Seconda Guerra Mondiale, della Guerra Fredda, del Muro di Berlino che ha spaccato la città in due separando anche simbolicamente in due mondi agli estremi opposti l'Est e l'Ovest, si sono spesso intrecciate. Berlino quindi rappresenta anche una parte della storia di ciascuno di noi. Tra i libri in cui i personaggi hanno come sfondo la capitale tedesca nei diversi periodi sopra menzionati ci sono Ognuno muore solo del 1947 di Hans Fallada (Anche conosciuto come Solo a Berlino), Berlin Alexanderplatz di Alfred Döblin, uscito nel 1929 e Lettera a Berlino dello scrittore inglese Ian McEwan (titolo originario The Innocent), uscito nel 1990. Tutti e tre trattano periodi determinanti per la storia della città, gli anni della Repubblica di Weimar il romanzo di Döblin, il periodo nazista nel romando di Fallada e quello della guerra fredda in quello di Döblin. Se volete approfondire e vedere una lista di ulteriori libri che hanno come sfondo la città visitate la pagina Libri ambientati a Berlino.

 

Torna su

 

24. Cos'è l'Isola dei Musei?

 

Isola dei MuseiLo scenografico Schlossbrücke (letteralmente Ponte del Castello) progettato da Karl Friedrich Schinkel, che si trova all'estremità orientale del viale Unter den Linden conduce alla piccola isola sul fiume Sprea, oggi nota come Isola dei Musei (Museumsinsel). Su questo piccolo lembo di terra nel XII secolo sorse il primo nucleo di quella che sarebbe diventata Berlino. Il nome "Isola dei Musei" deriva dal fatto che qui sono concentrati alcuni dei più grandi musei del mondo, non solo della Germania: Altes Museum, Neues Museum, Alte Nationalgalerie, Museo Bode, Pergamon Museum. Per la sua unicità nel 1999 l'Isola dei Musei è stata inserita tra i siti tutelati dall'UNESCO, come Patrimonio dell'Umanità. Insieme questi cinque grandi musei formano uno dei più grandi complessi museali del mondo. Se volete approfondire continuate alla pagina Isola dei Musei

 

Torna su

25. Cos'è la Fernsehturm?

Alexanderplatz Per rispondere a questa domanda se siete nel centro della città basterà alzare lo sguardo e probabilmente la vedrete. La Berliner Fernsehturm è la torre della televisione, costruita in stile futurista e alta più di 360 metri. La si trova sul lato sud-ovest di Alexanderplatz. La torre è la struttura più alta di Berlino e può essere vista da qualsiasi punto della città.  L'idea della torre venne proposta nel 1958, quando il governo della Germania Est la volle erigere in Alexanderplatz. Avrebbe dovuto diventare un simbolo di Berlino Est ben visibile anche nella parte ovest della città. Come risposta, gli architetti Jörg Streitparth e Hermann Henselmann - quest'ultimo noto per le sue torri nella Karl Marx-Allee - proposero la costruzione di una torre della televisione che doveva essere conosciuta come la 'Torre dei Segnali'... Continua a leggere sulla Fernsehturm.

Torna su

26. Cosa sono gli Hackesche Höfe?

Hackesche HöfeGli Hackesche Höfe sono una delle attrazioni turistiche più popolari di Berlino e uno dei luoghi preferiti anche dai berlinesi. Sono una serie di cortili comunicanti, uniti insieme a formare un unico grande complesso con molteplici usi ("Hof" in tedesco significa cortile) e si trovano a pochi passi dalla stazione della metropolitana di Hackescher Markt. In tutto sono otto i cortili comunicanti. L'ingresso principale è al civico 40 di Rosenthalerstrasse. L'area, conosciuta anche come Scheunenviertel. A Berlino ci sono molti complessi di cortili comunicanti ma questi sono i più conosciuti e vissuti dalla persone... Per maggiori informazioni continua a leggere sugli Hackesche Höfe.

Torna su

 

27. Dove si trova l'antico cimitero ebraico di Berlino?

Antico cimitero ebraico di Berlino - Alter Jüdischer FriedhofL'Antico cimitero ebraico di Berlino (in tedesco Alter Jüdischer Friedhof) è situato nella zona di Scheunenviertel nel quartiere Mitte e precisamente lungo la viaGrosse Hamburger Strasse, poco lontano dalla Oranienburger Strasse (poco lontano da Hackescher Markt). Si tratta del più antico tra i cimiteri ebraici di Berlino. In uso tra il 1672 e il 1827, venne originariamente istituito per le prime 50 famiglie ebree a cui era stato riconosciuto il diritto di vivere a Berlino. Erano le cosiddette famiglie "Schutz Juden", arrivate in città dopo l'editto di ammissione rilasciato dal Grande Elettore (Friedrich Wilhelm), sotto speciale protezione del capo dello Stato. Arrivarono da Vienna nel 1671 ed ebbero permesso di stabilirsi nella zona conosciuta come Spandau Tor, non lontano dal cimitero.

Torna su

28. Dove si trova l’Istituto Italiano di Cultura di Berlino?

Dove si trova l’Istituto Italiano di Cultura di Berlino?L’Istituto Italiano di Cultura di Berlino si trova su Hildebrandstraße al numero 2. Si occupa principalmente della diffusione della lingua e della cultura italiana, attraverso l’istituzione di numerosi corsi e percorsi formativi. Dicono di non voler essere, giustamente, un ghetto per italiani nostalgici. Quindi se avete nostalgia dell'Italia... Gli orari di apertura:
- lunedì, martedì e venerdì dalle 10 alle 14
- mercoledì e giovedì dalle 10 alle 16
Orario estivo (luglio ed agosto) chiamate per sicurezza prima di andare gli orari potrebbero variare.

Telefono: 0049 30 2699410

Torna su



29. Quanti turisti visitano, in media, ogni anno Berlino?

Pariser Platz oggiIl numero di visitatori stranieri nella capitale tedesca è aumentato di sei volte dall'inizio degli anni 1990 al 2014 e adesso va oltre.  Il numero di pernottamenti ha superato la soglia di 30 milioni. Berlino è entrata a far parte delle 7 città nel mondo che superano i  30 milioni di pernottamenti all’anno. Le altre sono New York, Londra, Parigi, Dubai, Singapore e Hong Kong. In Europa, Berlino raggiunge il terzo gradino del podio, piazzandosi dietro Londra e Parigi e scavalcando Roma. Le celebrazione del 25° anniversario della caduta del Muro di Berlino hanno attratto ancora più visitatori nella capitale tedesca. I vari appuntamenti nel corso dell'anno, come il Festival Internazionale del Cinema, le feste urbane come la "Love Parade" e il "Karneval der Kulturen" tengono sempre vivo l'interesse sulla città in ogni stagione.

Torna su

30. Dove ha vissuto David Bowie a Berlino?

Dove ha vissuto David Bowie a Berlino?David Bowie ha vissuto a Berlino tra l'ottobre del 1976 e il febbraio 1978, in una via diventata meta di pellegrinaggio, (sopratutto dopo la sua recente scomparsa il 10 gennaio 2016) Hauptstrasse nel quartiere di Schöneberg, in quel momento uno degli ex luoghi più trendy di Berlino Ovest. L'appartamento di Bowie era al numero 155 di Hauptstrasse un edificio insignificante che non porta alcuna indicazione che la pop star inglese abbia vissuto lì. All'inizio del 2013 Bowie ha realizzato un disco Where Are We Now? dai toni malinconici, che ricorda i suoi momenti berlinesi negli anni '70. Molti degli edifici dove Bowie passava il suo tempo sono, come potete immaginare, molto diversi. In alcuni luoghi sono cambiati il ​​nome o l'aspetto, altri non esistono più. Ma è comunque interessante ripercorrere le tracce di un artista che si è ammirato. 

Torna su

31. Come si chiama il fiume di Berlino?

Come si chiama il fiume di Berlino?Il fiume che taglia in due Berlino si chiama Sprea, scorre attraverso Sassonia, Brandeburgo, altri stati tedeschi e nella regione di Ústí nad Labem in Repubblica ceca  prima di arrivare nella capitale. Sulle sponde di questo fiume lungo circa 400 chilometri ha avuto origine il primo nucleo della futura Berlino. Nasce da tre sorgenti distinte presso Spreedorf, nei monti della Lusazia (Sassonia), non lontano dalla frontiera con la Repubblica Ceca. La Sprea confluisce quindi nel fiume Havel, che passa anch'esso per la città. Il percorso cittadino è di circa 46 km e a tratti il fiume, che attraversa la città da sud-est a nord-ovest, raggiunge una larghezza di 50 metri formando nel centro città un'isola, oggi conosciuta come Isola dei Musei.

Nel suo percorso la Sprea passa vicino alla Cattedrale, al Reichstag e al castello di Charlottenburg. Nel periodo di divisione della città molte persone sono morte annegate nella Sprea per aggirare il Muro di Berlino. La polizia di frontiera impediva i salvataggi di chi tentava di passare nella parte ovest della Germania.

La Sprea è navigabile e ci sono diverse minicrociere in battello, una sorta sightseeing tour sull'acqua. Da provare per avere un punto di vista insolito su Berlino.

Torna su

32. Quando è avvenuto il Blocco di Berlino?

Quando è avvenuto il Blocco di Berlino?Per Blocco di Berlino si intende la chiusura degli accessi via terra all'ex capitale tedesca appena uscita dalla guerra, che l'esercito d'occupazione sovietico attuò. Questo per costringere gli ex alleati occidentali a lasciare il settore ovest della città, situato in piena zona sovietica. Persone, merci, cibo niente poteva passare. In pratica nella Germania Est, Berlino se ne stava in mezzo, un pezzettino staccato dal resto dell’Ovest, una sorta di isolotto a sua volta diviso in due settori Ovest ed Est. I sovietici attuarono il blocco per  costringere gli ex alleati occidentali a lasciare la parte ovest della città, ma non riuscirono nei loro intenti. Il blocco fallì a causa del ponte aereo organizzato dagli occidentali, che rifornì Berlino ovest.

Il blocco durò dall'aprile 1948 al maggio 1949. La città venne rifornita da una coalizione occidentale capitanata dagli americani con il più grande ponte aereo per trasporto umanitario della storia. Furono in totale effettuati 278.228 voli, trasportando 2.326.406 tonnellate di cibo e altre forniture, tra cui 1.500.000 tonnellate di carbone per riscaldamento e produzione di energia elettrica. All'apice dell'operazione atterravano a Berlino 1.398 voli ogni 24 ore trasportando 12.940 tonnellate di viveri, carbone e macchinari. L'Unione Sovietica tolse il blocco alla mezzanotte del 12 maggio 1949. Il ponte aereo continuò comunque fino al 30 settembre; era intenzione delle democrazie occidentali costituire a Berlino sufficienti scorte in caso i sovietici bloccassero di nuovo la città. Centro logistico di tutta l'operazione fu l'Aeroporto di Tempelhof, oggi chiuso e trasformato in parco urbano.

Torna su

33. Quali_sono_le_vie_dello_shopping_di_Berlino?

Vie dello Shopping BerlinoBerlino è un paradiso dello shopping, dove è possibile trovare di tutto e dove vengono sperimentate ogni anno nuovo mode e tendenze che spesso si impongono nel resto della Germania e talvolta nel resto d'Europa. Detto questo ci sono, come in tutte le grandi metropoli, i luoghi dello shopping, dove di certo vi capiterà di passare durante il vostro soggiorno e sono: Kurfürstendamm, Tauentzienstrasse, Potsdamer Platz, Friedrichstrasse e Alte / Neue Schönhauser Strasse. Se volete approfondire andate all'articolo Le vie dello Shopping di Berlino

Torna su

34. Quali sono i migliori souvenir da comprare a Berlino?

Quali sono i migliori souvenir da comprare a Berlino?Ovviamente questo dipende dai gusti. In genere le persone portano a casa come ricordo di Berlino delle piccole statuine dell'orso simbolo della città, disponibili in una varietà di disegni e stili; tante persone si portano a casa un ricordo con Ampelmännchen, l'omino verde dei semafori pedonali della Germania dell'Est che ha conquistato anche l'Ovest della città; altri ancora comprano statuine in scala della Porta di Brandeburgo, o della Fernsehturm, la Torre della TV, o di altri punti di riferimento di Berlino noti. Per i souvenir più eclettici, potete comprare qualcosa in uno dei mercati contadini della città oppure in uno dei mercatini delle pulci, per esempio quello di Mauerpark, dove si possono trovare gli oggetti più incredibili e a buon prezzo, ma anche prelibatezze come marmellate di produzione locale e miele, o libri d'epoca e gioielli. Come ricordo non è poi male un soprammobile dell'era della DDR che si possono trovare da M. Koos-Ostprodukte, un negozio all'interno della stazione di Alexanderplatz che si rivolge ai nostalgici dello stile di Berlino Est, oppure nel negozio del Museo della DDR.

Torna su


35. Da dove si può godere la migliore vista di Berlino?

Da dove si può godere la migliore vista di Berlino?Quando si pensa al panorama di Berlino, l'immagine che più viene in mente è quello dalla cima della Torre della televisione, la Fernseturm. Avete proprio ragione, salendo su questo edificio, che è anche il principale punto di riferimento geografico cittadino (che infatti si può vedere da quasi ogni posizione in città) la vista è spettacolare. Salendo sull'ascensore che porta a 207 metri di altezza, la vista nelle giornate limpide corre lontano e spazia a tutto tondo! La cosa più incredibile è infatti che potrete vedere la città a 360 gradi e potendoselo permettere, è possibile addirittura mangiare nel ristorante panoramico che ruota, mentre tutto il resto della capitale vi gira intorno. 

Anche il tetto in vetro del Reichstag, sede del Parlamento tedesco, offre una vista impressionante di Berlino Ovest; l'ingresso è gratuito, ma è richiesta la registrazione anticipata per poter visitare la struttura, cercate sul sito.

Un'altra bella vista? ?quella, un po' da brivido, che si gode prendendo l'ascensore più rapido d'Europa e giungendo al 24° piano al punto di osservazione panoramico, il Panoramapunkt. Il viaggio nell'ascensore dura solo 20 secondi, dopodichè il visitatore entra in una piattaforma panoramica alta 100 metri sul grattacielo Kollhoff, nella Potsdamerplatz. Da lì sopra Berlino sembrerà vostra... Sempre al 24° piano trovate un'esposizione open air interessante dedicata a come come è mutata la piazza nel tempo e un caffé. 

Torna su

36. Qual è il periodo migliore per visitare Berlino?

Qual è il periodo migliore per visitare Berlino?I berlinesi amano lamentarsi del tempo, e tutti quelli che incontrate da dicembre a marzo si scuseranno con voi per il freddo e per il cielo grigio della città. Mentre una passeggiata nella neve attraverso Parco di Tiergarten può essere magica e Berlino a Natale, con i mercatini di dicembre e il viale Unter Den Linden che conduce con le sue mille luci natalizie fino alla porta di Brandeburgo,  è indimenticabile. Se visitate Berlino in inverno organizzate le visite all’aria aperta al mattino, musei e negozi al pomeriggio. Qui il sole tramonta alle 16.30 e poi comincia a fare freddo. Il periodo migliore per visitare Berlino è ovviamente la primavera/estate. L'alta stagione va da maggio a luglio. A maggio si tiene il Karnaval der Kulturen un festival etnico e culturale molto interessante dove protagonisti sono la musica e il cibo di strada. D'estate la città è estremamente vivibile, e il tempo soleggiato rende molto più bello tutto rispetto alle temperatore a volte veramente fredde invernali. In agosto si trova facilmente posto nei ristoranti, la metropolitana non è affollata e non ci sono problemi per i parcheggi, ma alcuni locali possono essere chiusi per ferie.  Belli sono i percorsi in battello lungo il fiume Sprea, tanti i concerti e le proiezioni cinematografiche all'aperto, tantissimi i locali alla moda che mettono fuori ombrelloni e tavolini colorati. Il caldo fa aprire letteralmente i fiori e i giardini dello Schloss Charlotteburg, i bier garten chiassosi dove gustarsi una birra, le piscine-chiatte lungo il fiume, ideali per prendere il sole. Primavera e autunno sono la seconda opzione. 

Molto utile può essere la tabella delle temperature medie, eccola:

Gennaio: da-3 a 2
Febbraio: da -3 a 3
Marzo: 0-8
Aprile: 3-13
Maggio: 7-18
Giugno: 11-22
Luglio: 13-23
Agosto: 13-23
Settembre: 10-19
Ottobre: 6-13
Novembre: 2-7
Dicembre: da -1 a 4

Torna su

37. Quali sono i migliori mercati dell'usato di Berlino?

Quali sono i migliori mercati dell'usato di Berlino?Se siete alla ricerca di un affare, trovare qualche rarità o semplicemente si vuole fare un giro in uno dei posti caratteristi per eccellenza di questa città si può decidere di visitare uno dei numerosi mercati dell'usato che Berlino propone. Quasi tutti si svolgono principalmente nel fine settimana, ma non è detto. Gli oggetti trovabili sono pressoché infiniti e vanno dalla spazzatura a vari oggetti d'antiquariato al kitsch, ce n'è per tutti i gusti e le tasche. In tedesco "mercato delle pulci" si scrive "Flohmarkt" (traduzione letterale) o "Trödelmarkt", letteralmente "Mercato della spazzatura". Tra questi vi consigliamo il Mercato delle pulci di Arkonaplatz nella piazza omonima, il mercato di Mauerpark il nostro preferito nei pressi di Bernauer Strasse una delle vie simbolo della Berlino divisa dal Muro nel quartiere di Prenzlauer Berg, il mercato al coperto di Hallentrödelmarkt Treptow vicino a Kreuzberg, e il Trödelmarkt am Rathaus Schöneberg, ovvero il mercato davanti al davanti al Rathaus Schöneberg. Se volete approfondire continuate all'articolo I migliori mercatini delle pulci di Berlino.

Torna su

38. Chi disse e quando Ich bin ein Berliner?

Ich bin ein Berliner - Siamo tutti di Berlino"Ich bin ein Berliner", ovvero "Siamo tutti berlinesi" è una celebre frase pronunciata il 26 giugno 1963 dal presidente degli Stati Uniti John Fitzgerald Kennedy, durante il discorso tenuto a Rudolph Wilde Platz, di fronte al Municipio di Schöneberg (Rathaus Schöneberg), mentre era in visita ufficiale alla città di Berlino Ovest. Questa frase giungeva poco più di due anni  dopo la costruzione del Muro di Berlino che avrebbe diviso la città per più di due decenni. Kennedy nel suo discorso sostenne i berlinesi dell'Ovest garantendo che non sarebbero stati lasciati soli e isolati dall'America e dai suoi alleati. Il discorso di Kennedy di quel giorno è considerato uno dei suoi migliori e un momento fondamentale della guerra fredda. La Germania dell'Ovest era nella parte sinistra del paese, quella dell'Est nella parte destra, Berliono era rimasta come un isolotto, piantato dalla parte sbagliata in mezzo al territorio sovietico ed era stata spaccata in due. Il discorso fu pertanto un grande incoraggiamento morale per gli abitanti di Berlino ovest, che vivevano in una enclave isolata all'interno della Germania Est dalla quale temevano un'invasione... Continua a leggere su Ich bin ein Berliner.

Torna su

39. Consigli pratici prima di visitare Berlino?

Berlino è una città abbastanza spensierata, pieno di creatività e dotata di ottima organizzazione. Per vivere al meglio la vostra vacanza meglio conoscere alcune utili informazioni pratiche. Per esempio, gli orari di apertura e chiusura dei negozi. Se nelle città più piccole, i negozi sono aperti solo fino a mezzogiorno il sabato, e quasi sempre chiusi la domenica, a Berlino si ha un po' più di margine di manovra, ma le regole sono praticamente la stesse. Troverete che la maggior parte dei negozi, alimentari, negozi, farmacie e simili hanno orari più brevi il sabato e sono chiusi la domenica. Forse solo i negozi di souvenir rimangono aperti in questi frangenti, insieme a ristoranti, bar e negozi particolari. Ancora oggi tanti negozi, ristoranti, bar non accettano carte di credito. Le mance si danno? Sebbene la legge tedesca richieda che tutti i prezzi, i menu e i conti finali includano le tasse e i costo del servizio, e quindi le mance non sarebbero necessarie, tuttavia è pratica comune lasciare qualche euro, ma attenzione non sul tavolo, la mancia va data dopo aver pagato al cameriere/a. Chiamare un numero di Berlino? Il prefisso internazionale per la Germania è +49 e il codice di città per Berlino è +30. Leggi informazioni pratiche su Berlino da sapere prima di partire.

Torna su

40. Come si chiama la birra tipica di Berlino?

Come si chiama la birra tipica di Berlino?La birra dei berlinesi è la Berliner Weisse (letteralmente la Bianca di Berlino), una birra di frumento ad alta fermentazione dal gusto acido e a bassa gradazione alcolica (circa il 3% vol ). Viene prodotta da una combinazione di orzo e malto di frumento, con il malto cotto a temperature molto basse per minimizzare la formazione del colore. La fermentazione avviene con una miscela di lieviti e batteri lattici, un presupposto che crea il gusto acido lattico, una caratteristica distintiva Berliner Weisse. [Il termine è un marchio registrato protetto dalla Associazione dei Birrai di Berlino. Questa birra ha una storia di tutto rispetto, infatti le prime produzioni risalgono al sedicesimo secolo nelle regioni della Germania Settentrionale e in particolare a Berlino. Ebbe il suo periodo di maggior diffusione nel diciannovesimo secolo quando la Berliner Weisse era la bevanda alcolica più popolare di Berlino e veniva venduta in circa 700 birrerie cittadine. Tuttavia alla fine del 20° secolo, erano rimasti solo due produttori di questa birra in città. Per via del suo stile inconfondibile a questo prodotto è stata assegnata l'Indicazione Geografica Protetta all'interno dell'UE, dove può essere applicata solo a birre prodotte a Berlino.

Torna su

41. Qual è il ristorante più antico di Berlino?

Qual è il ristorante più antico di Berlino?Il ristorante più antico di Berlino è lo Zur letzten Instanz. La storia, mista a leggenda vuole che qui abbiano mangiato Napoleone, Otto Nagel, Heinrich Zille e Maxim Gorki., BeethovenAngela Merkel. Il presidente francese Jacques Chirac ha visitato il ristorante il 24 febbraio 2003 in occasione di una visita di Stato con il cancelliere tedesco Gerhard Schroeder. Insomma questo ristorante rustico è stato un successo duraturo dal 1621 e ha alimentato una moltitudine di persone. Anche se ora è abbastanza orientato al turista, la qualità del cibo è ancora piuttosto elevata con specialità come lo stinco di maiale alla griglia e le polpette di carne. Alcuni arredi dal momento dell'origine del palazzo sono stati conservati. In ogni caso, l’arredamento è rustico, con diversi elementi d’arredo e opere d’arte, che testimoniano il glorioso ed antico passato di questo luogo. Si trova nella Waisenstrasse, nel centrale quartiere Mitte.

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

 

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazioni interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ce ne offri due), così ci aiuterai a scrivere la prossima guida:  Paypal

 

 

Torna su

 

Ostelli Berlino   Ostelli Germania

Carte d'Allemagne Karte von Deutschland  Mapa  Alemania   Map of Germany

Carte de Berlin   Karte von Berlin      Mapa  Berlín     Map of Berlin

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal